RELAZIONI INTERNAZIONALI

Cosa ha detto la Cina all’Assemblea ONU – verbatim

RAI riporta servilmente alcune dichiarazioni,
altre le confonde in modo sistematico.
Questa è utile leggerla da capo a fondo,
anche per curare il nostro modo di informarci.

Classificazione IMF-FMI:  secondo il Fondo Monetario Internazionale, la Cina è un paese in via di sviluppo salvo i territori di Hong Kong, Macao e Taiwan. Tranne eccezioni visibili sulla mappa, questa categoria include i paesi di Est Europa, Asia, America Latina, Africa.

Xi Jinping

Rafforzare la fiducia e superare congiuntamente le difficoltà

per costruire un mondo migliore*

Dichiarazione di S.E. Xi Jinping

Presidente della Repubblica Popolare Cinese

al Dibattito Generale della 76a Sessione

dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite

21 settembre 2021

 

Traduzione ufficiale in lingua inglese apre in nuova scheda, da Xinhua.

*Traduzione italiana di Trancemedia.eu dalla versione inglese del testo integrale, pubblicata da Xinhua, Agenzia Nuova Cina, il 22 settembre 2021 (clic sull’immagine, apre in nuova scheda)
I corsivi nel testo, aggiunti da Trancemedia.eu, evidenziano le differenze rispetto all’ideologia dominante nel West: proprio lì risiede la chiave dell’armonia che il mondo deve imparare a costruire.

 

Signor Presidente,

Il 2021 è un anno davvero notevole per il popolo cinese. Quest’anno ricorre il centenario del Partito Comunista Cinese. Ricorre anche il 50° anniversario del ripristino del seggio legale della Repubblica Popolare Cinese alle Nazioni Unite, evento storico che sarà solennemente commemorato dalla Cina. Continueremo i nostri sforzi attivi per portare la cooperazione della Cina con le Nazioni Unite a un nuovo livello e dare nuovi e maggiori contributi al progresso della nobile causa delle Nazioni Unite.

Signor Presidente,

Un anno fa, i leader mondiali hanno partecipato agli incontri ad alto livello che segnavano il 75° anniversario dell’ONU e hanno emesso una dichiarazione impegnandosi a combattere il COVID-19 in solidarietà, ad affrontare le sfide insieme, a sostenere il multilateralismo, a rafforzare il ruolo delle Nazioni Unite, e a lavorare per il futuro comune delle generazioni presenti e future.

Un anno dopo, il nostro mondo sta affrontando gli impatti combinati di cambiamenti mai visti in un secolo e la pandemia di COVID-19. In tutti i paesi, i popoli aspirano alla pace e allo sviluppo più che mai, la loro richiesta di equità e giustizia sta crescendo più forte, ed essi sono più determinati nel ricercare una cooperazione vincente per tutti.

fare una scelta storica con fiducia, coraggio e senso di missione

In questo momento, il COVID-19 infuria ancora nel mondo, e profondi cambiamenti sono in corso nella società umana. Il mondo è entrato in un periodo di nuove turbolenze e trasformazioni. Tocca a ogni responsabile statista rispondere alle domande del nostro tempo e fare una scelta storica con fiducia, coraggio e senso di missione.

 

Innanzitutto, dobbiamo sconfiggere il COVID-19 e vincere questa battaglia decisiva, cruciale per il futuro dell’umanità. La storia della civiltà mondiale è anche quella della lotta alle pandemie. Arrivando all’altezza delle sfide, l’umanità è sempre emersa trionfante e ha raggiunto un maggiore sviluppo e progresso. L’attuale pandemia può apparire travolgente, ma noi umanità sapremo sicuramente superarla e prevalere.

Dovremmo sempre mettere le persone e le loro vite al primo posto, e aver cura della vita, del valore e della dignità di ogni individuo. Dobbiamo rispettare la scienza, adottare un approccio basato sulla scienza e seguire le leggi della scienza. Dobbiamo sia seguire le procedure, i protocolli mirati COVID-19, sia adottare misure di risposta alle emergenze, sia effettuare il controllo dell’epidemia e promuovere lo sviluppo economico e sociale. Dobbiamo migliorare la risposta globale coordinata al COVID-19 e ridurre al minimo il rischio di trasmissione transfrontaliera del virus.

la Cina s’impegna

La vaccinazione è la nostra potente arma contro il COVID-19. Ho sottolineato in molte occasioni la necessità di rendere i vaccini un bene pubblico globale e garantire l’accessibilità e la possibilità di acquisto dei vaccini per i paesi in via di sviluppo. Di assoluta priorità è garantire la distribuzione corretta ed equa dei vaccini a livello globale. La Cina s’impegna a fornire un totale di due miliardi di dosi di vaccini al mondo entro la fine di quest’anno. Oltre a donare 100 milioni di dollari USA a COVAX, la Cina donerà 100 milioni di dosi di vaccini ad altri paesi in via di sviluppo nel corso di quest’anno. La Cina continuerà a sostenere e impegnarsi nel tracciamento globale delle origini [della pandemia] basato sulla scienza e si oppone fermamente alle macchinazioni politiche in qualsiasi forma.

 

In secondo luogo, dobbiamo rivitalizzare l’economia e perseguire un più robusto, più verde e più equilibrato sviluppo globale. Lo sviluppo è la chiave per il benessere della gente. Di fronte ai severi shock del COVID-19, dobbiamo lavorare insieme per guidare lo sviluppo globale verso una nuova fase di crescita equilibrata, coordinata e inclusiva. A tal fine, vorrei proporre un’iniziativa di sviluppo globale:

Rimanere impegnati nello sviluppo come priorità. Dobbiamo porre lo sviluppo in cima all’agenda macro-politica globale, rafforzare il coordinamento delle politiche tra le principali economie e garantire la continuità, la coerenza e la sostenibilità delle politiche. Dobbiamo promuovere partenariati globali per lo sviluppo che siano più egualitari ed equilibrati, forgiare una maggiore sinergia tra i processi di cooperazione allo sviluppo multilaterale e accelerare l’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

Rimanere impegnati in un approccio incentrato sulle persone. Noi dobbiamo salvaguardare e migliorare la vita delle persone, proteggere e promuovere i diritti umani attraverso lo sviluppo, e fare in modo che lo sviluppo sia per il popolo e per opera del popolo, e che i suoi frutti siano condivisi tra la gente. Noi dobbiamo continuare il nostro lavoro in modo che la gente abbia un maggiore senso di felicità, di beneficio e sicurezza, e realizzare uno sviluppo a tutto tondo.

Rimanere impegnati verso il beneficio per tutti. Dovremmo preoccuparci dei bisogni speciali dei paesi in via di sviluppo. Possiamo impiegare mezzi come la sospensione del debito e gli aiuti allo sviluppo per aiutare i paesi in via di sviluppo, in particolare i più vulnerabili alle prese con difficoltà eccezionali, con l’accento sul modo di affrontare lo sviluppo disequilibrato e inadeguato tra e all’interno dei paesi.

Rimanere impegnati nello sviluppo guidato dall’innovazione. Dobbiamo cogliere le opportunità storiche create dall’ultimo ciclo di rivoluzione tecnologica e di trasformazione industriale, raddoppiare gli sforzi per utilizzare i risultati tecnologici per rafforzare la produttività, e promuovere un ambiente aperto, corretto, equo e non discriminatorio per lo sviluppo della scienza e della tecnologia. Dovremmo promuovere nuovi motori di crescita nell’era post-COVID e raggiungere insieme un salto nello sviluppo.

Rimanere impegnati nell’armonia tra uomo e natura. Abbiamo bisogno di migliorare la governance ambientale globale, rispondere attivamente ai cambiamenti climatici e creare una comunità di vita per l’uomo e la natura. Dobbiamo accelerare la transizione verso un’economia verde e a basso carbonio e ottenere una ripresa e uno sviluppo verdi. La Cina si adopererà per raggiungere il picco delle emissioni di anidride carbonica prima del 2030 e raggiungere la neutralità del carbonio prima del 2060. Ciò richiede un enorme, duro lavoro e faremo ogni sforzo per raggiungere questi obiettivi. La Cina intensificherà il sostegno ad altri paesi in via di sviluppo nello sviluppo di energia verde e a basso carbonio, e non costruirà nuovi progetti energetici basati sul carbone all’estero.

Rimanere impegnati in azioni orientate ai risultati. Abbiamo bisogno di aumentare l’apporto in sviluppo, di far avanzare in via prioritaria la cooperazione per la riduzione della povertà, per la sicurezza alimentare, per la risposta al COVID -19 e i vaccini, per il finanziamento dello sviluppo, per il cambiamento climatico e lo sviluppo verde, per l’industrializzazione, l’economia digitale e la connettività, tra altre aree, e per accelerare l’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, in modo da costruire una comunità globale di sviluppo con un futuro condiviso. La Cina ha promesso ulteriori tre miliardi di dollari USA di assistenza internazionale nei prossimi tre anni per sostenere i paesi in via di sviluppo nella risposta al COVID-19 e nella promozione della ripresa economica e sociale.

 

abbracciare le civiltà nelle loro varie forme

Terzo, dobbiamo rafforzare la solidarietà e promuovere il rispetto reciproco e la cooperazione vantaggiosa per tutti nella conduzione delle relazioni internazionali. Un mondo di pace e di sviluppo dovrebbe abbracciare le civiltà nelle loro varie forme, e deve ospitare percorsi diversi di modernizzazione. La democrazia non è un diritto speciale riservato a un singolo paese, ma un diritto di cui possano godere i popoli di tutti i paesi. I recenti sviluppi nella situazione globale mostrano ancora una volta che l’intervento militare dall’esterno e la cosiddetta trasformazione democratica non comportano altro che danni. Dobbiamo difendere la pace, lo sviluppo, l’equità, la giustizia, la democrazia e la libertà, che sono i valori comuni dell’umanità, e rifiutare la pratica di formare piccoli circoli o giochi a somma zero. [Nella teoria dei giochi, un gioco a somma zero descrive una situazione in cui il guadagno o la perdita di un partecipante è bilanciato da una perdita o un guadagno di un altro partecipante (ciò che uno vince, l’altro perde). È il contrario del gioco win-win, quello realizzato con vantaggio per tutte le parti – ndr].

Differenze e problemi tra paesi, difficilmente evitabili, devono essere affrontati attraverso il dialogo e la cooperazione sulla base dell’uguaglianza e del rispetto reciproco. Il successo di un paese non deve significare il fallimento di un altro paese, e il mondo è grande abbastanza per ospitare comune sviluppo e progresso di tutti i paesi. Dobbiamo perseguire il dialogo e l’inclusione piuttosto che lo scontro e l’esclusione. Dobbiamo costruire un nuovo tipo di relazioni internazionali basate sul rispetto reciproco, l’equità, la giustizia e la cooperazione vantaggiosa per tutti, e fare del nostro meglio per espandere la convergenza dei nostri interessi e ottenere la più grande sinergia possibile.

Il popolo cinese ha sempre celebrato e si è sforzato di perseguire una visione di pace, amicizia e armonia. La Cina non ha mai invaso o prevaricato altri, o cercato l’egemonia. La Cina è sempre un costruttore di pace mondiale, un contributore allo sviluppo globale, un difensore dell’ordine internazionale e un fornitore di beni pubblici. La Cina continuerà a portare al mondo nuove opportunità attraverso il suo nuovo sviluppo.

 

Quarto, dobbiamo migliorare la governance globale e praticare un vero multilateralismo. Nel mondo c’è un solo un sistema internazionale, ovvero il sistema internazionale con le Nazioni Unite come nucleo centrale. C’è un solo ordine internazionale, ovvero l’ordine internazionale sorretto dal diritto internazionale. E c’è solo un insieme di regole, ovvero le norme di base che regolano le relazioni internazionali sostenute dagli scopi e dai principi della Carta delle Nazioni Unite.

l’ONU dovrebbe

L’ONU deve tenere alta la bandiera del vero multilateralismo e fungere da piattaforma centrale per i paesi, con il fine di salvaguardare congiuntamente la sicurezza universale, di condividere i risultati dello sviluppo e di tracciare la rotta per il futuro del mondo. L’ONU dovrebbe rimanere impegnata ad assicurare uno stabile ordine internazionale, accrescere la rappresentatività e la parola dei paesi in via di sviluppo negli affari internazionali, e a prendere la guida nell’avanzamento della democrazia e dello stato di diritto nelle relazioni internazionali. L’ONU dovrebbe portare avanti, in modo equilibrato, il lavoro in tutte e tre le aree della sicurezza, dello sviluppo e dei diritti umani. Dovrebbe stabilire un’agenda comune, evidenziare questioni urgenti e concentrarsi su azioni reali, e fare in modo che gli impegni assunti da tutte le parti a favore del multilateralismo siano veramente rispettati.

 

un futuro condiviso per l’umanità

Signor Presidente,

Il mondo è ancora una volta a un bivio storico. Io sono convinto che la tendenza verso la pace, lo sviluppo e il progresso per l’umanità è irresistibile. Cerchiamo di rafforzare la fiducia e affrontare congiuntamente le minacce e le sfide globali, e lavoriamo insieme per costruire una comunità con un futuro condiviso per l’umanità e un mondo migliore per tutti.

 


Segui l’intervento, con traduzione in lingua inglese, dal canale youtube dell’ONU (apre in nuova scheda) 

 

22 settembre 2021