Finita un’era sorge un’epica

Abolire i sussidi ambientalmente dannosi, le grandi opere e le spese militari, ma non basterà! Il resto devono pagarlo i ricchi!

 

– ATTUALITÀ POLITICA

– PROSSIME INIZIATIVE

– REPORT INIZIATIVE PASSATE (IN AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA)

– IN RASSEGNA STAMPA ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI

SABATO 16 MAGGIO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, GIUSEPPE CONTE,
HA ILLUSTRATO IN CONFERENZA STAMPA LE MISURE

contenute nel Dpcm di attuazione del Decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33 e in vigore da luned
ì 18 maggio.

Da lunedì ci si sposterà all’interno della regione senza nessuna limitazione: quindi via alle autocertificazioni. Questo significa uscire di casa senza più dover giustificare le ragioni dello spostamento. Si potrà andare dove si vuole: in un negozio, in montagna, al lago, al mare.

Riprende anche la vita sociale, riprendono gli incontri con gli amici.

Rimane naturalmente il divieto di uscire di casa per chi è positivo al virus, per chi viene posto in quarantena. Rimangono anche limitazioni per chi ha sintomi riconducibili al Covid-19, che dovrà rimanere a casa.

Resta il divieto di creare assembramenti di persone in luoghi pubblici.

In questa fase bisognerà comunque rispettare la distanza di un metro e, anche, raccomandiamo di portare con sé la mascherina che peraltro va indossata obbligatoriamente in alcuni specifici luoghi

VIDEO: http://www.governo.it/it/articolo/conferenza-stampa-del-presidente-conte/14613

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 17 MAGGIO

… Art. 1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale…

i) lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento, nel rispetto delle prescrizioni imposte dal questore ai sensi dell’articolo 18 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773…”

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/17/20A02717/sg

R.D. 18 giugno 1931, n. 773: Testo Unico Delle Leggi di Pubblica Sicurezza

“… Art. 18 – (Art. 17, T.U. 1926): I promotori di una riunione in luogo pubblico o aperto al pubblico, devono darne avviso, almeno tre giorni prima, al Questore…”

https://www.tuttocamere.it/files/psicurezza/1931_773.pdf

GLI AGGIORNAMENTI DALLA REGIONE PIEMONTE

IL CALENDARIO DELLE RIAPERTURE:

da lunedì 18 maggio tutti i negozi al dettaglio, i saloni per parrucchieri, i centri estetici, gli studi di tatuaggio e piercing, i servizi per gli animali (dogsitter, pensioni e addestramento, mentre le toelettature sono già aperte), tutte le altre strutture ricettive al momento ancora chiuse e i musei.

– da lunedì 18 maggio saranno consentiti anche tutti gli sport all’aria aperta in forma individuale o in coppia con il proprio istruttore, purché sempre nel rispetto delle distanze e delle relative disposizioni di sicurezza;

– da mercoledì 20 maggio nei mercati potranno essere presenti i banchi extralimentari (si possono così applicare le procedure di adeguamento alle nuove linee guida per la sicurezza);

sabato 23 maggio potranno riaprire bar e ristoranti e le altre attività di somministrazione di alimenti…”

https://www.regione.piemonte.it/web/pinforma/notizie/coronavirus-gli-aggiornamenti-dalla-regione-piemonte

I PRINCIPALI LINK DI AGGIORNAMENTO SULL’ANDAMENTO DELLA PANDEMIA E SUI PROVVEDIMENTI GOVERNATIVI SONO AL FONDO DELLA NEWSLETTER.

I SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI SON IN RASSEGNA STAMPA.

ORGANIZZIAMOCI PER IL FUTURO PERCHÉ “NON SIA MAI PIU’ COME PRIMA”

UNIAMO TUTTE LE LOTTE SINDACALI, AMBIENTALI, PER IL REDDITO, PER LA CASA E LA SALUTE, PER REPERIRE LE RISORSE ED EVITARE CHE PESI SULLE SPALLE DI TUTTI!

VOLANTINO di Assemblea NOTAV Torino e cintura:

ANDRA’ TUTTO BENE SE…

NON PAGHEREMO LA CRISI

SE SI FERMANO LE GRANDI OPERE INUTILI E DANNOSE

Un esempio per tutti: solo il nuovo tunnel di 57 km della linea ferroviaria Torino-Lione (TAV) che vogliono costruire costerebbe circa 9 miliardi di Euro

– con un centimetro (che costa circa 1.580 euro), si potrebbe pagare lo stipendio di un infermiere delle terapie intensive

– con 500 metri (che costano circa 79 milioni di euro) si potrebbe costruire un ospedale da 300 posti letto.

Le “grandi opere” (Treni Alta Velocità, inceneritori, TAP, autostrade ecc, sono un cavallo di Troia per il trasferimento massiccio di soldi dal settore pubblico a quello privato.

NON PAGHEREMO LA CRISI…

SE SI RISPARMIANO I SOLDI CHE LO STATO DA A CHI INQUINA

Ad esempio 18 miliardi di sussidi vengono concessi alle fonti fossili (petrolio, carbone) mentre potrebbero essere utilizzati per le energie alternative e rimettere in piedi lo Stato sociale, la sanità, la scuola, la ricerca, il lavoro anzitutto.

NON PAGHEREMO LA CRISI…

SE SI ABOLISCONO LE SPESE MILITARI

La «vera difesa» di un popolo non si garantisce con armi e mezzi militari ma con «sanità, scuola, welfare».

Un caccia F-35 costa circa 150 milioni

Il casco del pilota da solo costa 400mila euro.

Nei 2 minuti che ci avete messo per leggere queste righe abbiamo buttato 100.000 euro in spese militari (perché armi ed esercito ci costano 50.000 euro al minuto, 26 miliardi l’anno!)

E POICHÉ FORSE NEANCHE COSÌ BASTERANNO I SOLDI…

NON PAGHEREMO LA CRISI…

SE SI TASSERÀ CON UNA PATRIMONIALE DEL 10% IL 10% PIÙ RICCO DEGLI ITALIANI

Vuol dire tassare circa 2 milioni di famiglie su 20 milioni (1 famiglia su dieci).

COSÌ SI POSSONO OTTENERE CIRCA 470 MILIARDI che servirebbero per ripagarci di tutto quello che abbiamo perso, e perderemo, stando fermi con il virus.

Quel 10% di italiani da solo ha un patrimonio di 4.700 miliardi, il 44% di tutta la ricchezza nazionale immobiliare e finanziaria.

Quindi il patrimonio medio di queste famiglie è 2.350 milioni.

Possiamo chiedere loro di pagare il 10%?

Gli restano circa 2.115 milioni circa, non ci pare un grande sacrificio!

Con questa “Patrimoniale 10% sul 10%” (chiamiamola così) non si dovrà:

– TAGLIARE I SERVIZI PUBBLICI (in 10 anni tagliati 37 miliardi alla sanità pubblica)

– AUMENTARE LE TASSE A TUTTI, I CONTI CORRENTI E LE SECONDE CASE

STAI DALLA PARTE DI QUEL 10% DEGLI ITALIANI O DALLA PARTE DEL 90%? PENSIAMOCI!

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3530505903642889&set=a.198573540169492&type=3&theater

Dal Laboratorio Politico Iskra: “DUE CONTI SULLA PATRIMONIALE”

https://pungolorosso.wordpress.com/2020/04/07/il-10-del-10-due-conti-sulla-patrimoniale-laboratorio-politico-iskra/

PER UN PATTO D’AZIONE: MOZIONE DI SINTESI DELLE DUE ASSEMBLEE NAZIONALI”

http://sicobas.org/2020/04/27/italia-per-un-patto-dazione-mozione-di-sintesi-delle-due-assemblee-nazionali/

LETTERA APERTA ALL’EUROPA:

FERMARE LE GRANDI OPERE INUTILI E IMPOSTE PER AIUTARE LE POPOLAZIONI”

www.presidioeuropa.net/blog/?p=21585

[RI]COSTRUIRE L’ITALIA, ASSOCIAZIONI E MOVIMENTI SI RIVOLGONO AL GOVERNO PER CHIEDERE MISURE IMMEDIATE E CORAGGIOSE”

https://www.notriv.com/ricostruire-litalia-associazioni-e-movimenti-si-rivolgono-al-governo-per-chiedere-misure-immediate-e-coraggiose/

IL VIRUS È INVISIBILE, MA I SUOI PRODUTTORI SI VEDONO A OCCHIO NUDO

https://pungolorosso.wordpress.com/2020/03/24/5878/

Sintesi dell’assemblea online di sabato 9 maggio organizzata dai SI Cobas:

“PER UN FRONTE UNICO ANTICAPITALISTA: AVANTI CON IL PATTO D’AZIONE.

… L’assemblea ha confermato la necessità di compiere un passo in avanti:

1) Il sostegno pieno e l’impegno di tutti gli aderenti al Patto d’azione per la costruzione di un’Assemblea Nazionale dei delegati e delle delegate aperto a tutti i lavoratori e le lavoratrici combattive, di tutti i settori …
2) Rilanciare la mobilitazione operaia e sociale e dare vita nelle prossime settimane ad una giornata di lotta in piazza (con tutte le accortezze del caso) nella quale portare contemporaneamente nei territori, nelle città, nei paesi, nei quartieri i contenuti della nostra piattaforma…

3) Coordinarsi a livello nazionale per rispondere unitariamente a tutte le multe, denunce e forme di repressione che si stanno scagliando contro le reti sociali, i disoccupati e i lavoratori che hanno deciso di essere responsabili verso la propria salute ma non obbedienti verso l’utilizzo politico e repressivo dello Stato di Emergenza, riappropriandosi dell’agibilità sindacale, sociale e politica nelle piazze…

4) Sostenere un processo di convergenza e salto di qualità delle esperienze di mutualismo e solidarietà proletaria che si sono sviluppate su tutti i territori, città, quartieri e luoghi di lavoro.

Infine l’assemblea ha chiarito che bisogna allargare il più possibile il nostro raggio di azione, aspirare ad una dimensione di massa…”

http://sicobas.org/2020/05/14/italia-per-un-fronte-unico-anticapitalista-avanti-con-il-patto-dazione-sintesi-dellassemblea-del-9-5/

14 maggio 20 Carmilla:

“SULL’EPIDEMIA DELLE EMERGENZE 6, CRISI PANDEMICA, NEO-TOGLIATTISMO E INIZIATIVA DI CLASSE. UNA QUESTIONE APERTA.

di Maurice Chevalier, Sandro Moiso e Jack Orlando

I sindacati confederali, mentre vengono vietate le assemblee e le iniziative nei luoghi di lavoro, rilanciano ancora una volta la concertazione e per bocca di Maurizio Landini dichiarano «come associazioni sindacali, non da soli ma assieme ad associazioni e governo, abbiamo fatto cose importanti» e ‘gongolano’ per aver ottenuto i tavoli di lavoro programmatici.
Governo, Confindustria e Sindacati Confederali rilanciano ancora una volta “l’unità nazionale, tutti uniti contro il covid”, poi, sconfitto il virus, si potrà tornare a manifestare ‘in modo democratico e consociativo’.

Un autentico trionfo dei principi della Carta del Lavoro fascista e del suo collaborazionismo di fondo, coperto mediaticamente dal canto immarcescibile e interclassista di “Bella ciao”.

Sul fronte dei movimenti e dei gruppi antagonisti, invece, sta prevalendo una sorta di neo-togliattismo, una politica dei due tempi potremmo dire, ovvero: oggi ci occupiamo di assistere i settori più poveri ed emarginati, chi ha bisogno della spesa ecc., rischiando spesso di diventare gli scaricatori dei camion con gli aiuti alimentari della Caritas, di Emergency o di altre organizzazioni cattoliche, valdesi oppure laiche… e domani, quando ci sarà permesso di uscire di casa, quando sarà tolto il divieto di assembramento, ripartiremo con le lotte e “allora sì che ci organizzeremo per fargliela pagare”…

Le iniziative che si sono invece tenute in varie città, in occasione del 1° maggio, come a Trieste, Torino (con una provocatoria ‘chiusura’ di Mirafiori) e in Valle di Susa a Bussoleno; lo sciopero dei riders e dei lavoratori della logistica, anche se non hanno portato in piazza grandi numeri, costituiscono esempi di altri percorsi possibili…

Oggi, superare i divieti, aprire vertenze sui luoghi di lavoro, autorganizzarsi, praticare l’essere comunità e classe, con autodisciplina rivoluzionaria, applicando le necessarie misure sanitarie di autodifesa dal virus, è fondamentale per chi si dice antagonista del modo di produzione vigente...

Le limitazioni sull’assembramento, sul diritto di assemblea ecc. saranno durature e aspettare un ‘dopo’ basato su un vaccino miracoloso prodotto e distribuito da Big Pharma, delega allo Stato la questione della salute e ci costringe all’angolo, lasciando spazio soltanto alla mobilitazione reazionaria, che in Italia già è scesa in piazza con i bottegai, con i gruppi neofascisti che occupano case ‘solo per gli italiani’ o con manifestazioni fintamente spontanee, come quelle promosse dalle Mascherine Tricolore, nuovo cartello di CasaPound, oppure ancora, come negli Stati Uniti, con lavoratori e miliziani del Michigan che chiedono, armi alla mano, di riaprire tutte le attività lavorative…

https://www.carmillaonline.com/2020/05/14/sullepidemia-delle-emergenze-6-crisi-pandemica-neo-togliattismo-e-iniziativa-di-classe-una-questione-aperta/

15 maggio 20 Comunicato stampa del presidente di Pro Natura Piemonte Mario Cavargna:

LA TORINO-LIONE POTRÀ FAVORIRE NUOVE EPIDEMIE

Il titolo potrebbe sembrare provocatorio o strumentale.

Il particolato atmosferico costituisce un substrato che può permettere al virus di rimanere nell’aria in condizioni vitali per un certo tempo, di ore e di giorni.”

I veleni dell’aria. Si può aggiungere che lo studio Tosca, pubblicato poi in un eccellente opuscolo sui “Veleni dell’aria”, diffuso dal “Corriere della Sera” nel gennaio del 2013, calcolava che ogni metro cubo dell’aria di Milano, in una situazione di ordinaria concentrazione di PM10 oppure PM2,5 (cioè di polveri sottili sino ad una dimensione massima di 2,5 o 10 millesimi di millimetro) contenesse 20.000 batteri.

I virus non furono contati ma, supponendo una biomassa equivalente, si possono valutare da 10 a100 volte tanto.

Come vettori dei batteri, lo studio esemplifica, al primo posto, le microparticelle di terra.

In questo trasporto che li fa veleggiare nell’aria, quasi come fossero dei gas, i virus, rispetto ai batteri, hanno il vantaggio di non avere metabolismo e quindi, di non essere legati obbligatoriamente alle famose goccioline di acqua che escono con il respiro od un colpo di tosse.

Ma anche loro patiscono il degrado del rivestimento lipidico che li protegge…

L’effetto degli scavi della Torino-Lione.

Tutto questo serve a segnalare un fenomeno e un pericolo: la diffusione e la gravità del virus è stata aggravata dalle polveri sottili. Queste polveri sono generate anche da scavi lontani perché sono facilmente trasportate dalle brezze. In questo quadro, lo scavo di 18 milioni di metri cubi di rocce della Torino-Lione (pari a 18 delle vecchie “torri gemelle” di New York o, se vogliamo, a un edificio grande quanto 10 campi di calcio e alto 500 metri) lungo il tratto da Susa/Salbetrand a Settimo, che saranno da frantumare, macinare, vagliare, caricare e scaricare, comprometterà sicuramente la qualità dell’aria e la salute della popolazione dell’area metropolitana…”

https://torino.pro-natura.it/torino-lione-epidemie/

16 maggio 20 FerraraItalia:

CARLO BONOMI, NUOVO BOSS DI CONFINDUSTRIA: LA VECCHIA, INUTILE RICETTA NEOLIBERISTA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

di Corrado Oddi

Mentre è iniziata la cosiddetta fase 2 e il governo continua a prendere provvedimenti in una logica sostanzialmente emergenziale (prima il decreto marzo, ora il decreto maggio), vale la pena alzare un po’ lo sguardo e ragionare su come affrontare la crisi sanitaria, economica e sociale, che si preannuncia la più pesante dal secondo dopoguerra, con un’ottica di medio termine

Ancor più perché, se lasciata a stessa, la crisi è destinata a produrre disuguaglianze ancora più forti di quelle già inaccettabili presenti oggi e a peggiorare le condizioni della parte più debole e povera della società. Già ora se ne intravedono le avvisaglie e, purtroppo, anche le volontà: mi riferisco in particolare a Confindustria che, per bocca del suo presidente in pectore Carlo Bonomi, senza grande clamore, ma con una forte azione di lobbing, ha già stilato una “piattaforma” di interventi che vanno in quella direzione…

PRIMA RICHIESTA: superamento, cioè eliminazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro…

SECONDA RICHIESTA: semplificazione delle procedure amministrative, contro la ‘burocrazia imperante’…

TERZA RICHIESTA: abolizione dell’IRAP ( Imposta Regionale Attività Produttive) sulle imprese, la tassa che finanzia il sistema sanitario…

Infine, ci sono i NO, pesanti come macigni: No alle nazionalizzazioni, però con la solita variante furbetta

L’altro NO è quello alla riduzione dell’orario di lavoro…

Sul progetto alternativo…: un grande Piano di Intervento e Investimento Pubblico diretto in settori fondamentali, a partire dalla sanità e dai beni comuni sociali e naturali per arrivare alla riconversione ecologica dell’economia e ad un intervento strategico sul riassetto e la messa in sicurezza del territorio…”

https://www.ferraraitalia.it/carlo-bonomi-nuovo-boss-di-confindustria-la-vecchia-inutile-ricetta-neoliberista-ai-tempi-del-coronavirus-203152.html

19 Maggio 20 Attac:

FCA, PRENDI I SOLDI (6,3 MILIARDI) E SCAPPA!

di Marco Bersani, Attac Italia

Secondo dati aggiornati al 2016, la ricchezza individuale nascosta nei paradisi fiscali è pari a 7.500 miliardi di euro, di cui 1.500 appartenenti a cittadini e famiglie europee, corrispondenti al 10% del bilancio dell’Unione Europea.

In testa a questa vergognosa classifica continentale, svetta la Germania (331 mld) seguita da Francia (277mld), Gran Bretagna (218 mld) e Italia (142 mld).

Una somma che, per il nostro Paese, equivale all’8,1% del Pil…

A causa di questa enorme elusione fiscale, l’Italia perde il 19% delle entrate tributarie dalle proprie imprese, circa 7,5 miliardi di euro ogni anno…

Prendiamo ad esempio l’Olanda, che ad ogni riunione dell’Eurogruppo fa la voce grossa contro ogni, pur minimo, strumento di condivisione del debito e delle risorse da mettere a disposizione per far fronte all’emergenza da Covid19: qui hanno trasferito sede legale/fiscale FCA, Ferrari, Exor, Mediaset, Luxottica, Ferrero, Illy, Telecom Italia, Prysmian, Cementir e, a breve, le raggiungerà Campari (può mancare un aperitivo ai soldi sottratti alla collettività?).

E qui hanno trasferito la sede persino alcune società partecipate dallo Stato (attraverso Cassa Depositi e Prestiti): Eni, Enel e Saipem (con buona pace di tutti i sovranisti che vedono lo Stato come protettore, ecco un bell’esempio di Stato che sottrae risorse alla collettività).

Nessuno può tuttavia accusare queste eccellenze del capitalismo italiano di esterofilia, perché, come avviene per ogni relazione umana, è nei momenti più difficili che si ricorre agli affetti più duraturi.

Così ha fatto FCA che, appena letto il decreto Rilancio del governo Conte, ha chiesto un finanziamento di 6,3 miliardi di euro a totale garanzia dello Stato italiano…”

https://www.attac-italia.org/fca-prendi-i-soldi-63-miliardi-e-scappa/

L’INFORMAZIONE E’ SEMPRE TUTTA DA VERIFICARE

MEGLIO AVERNE MOLTA PIUTTOSTO CHE IL PENSIERO UNICO SPACCIATO PER VERO

11 maggio 20 Giorgio Agamben:

BIOSICUREZZA E POLITICA”

Giorgio Agamben richiama il libro del 2013 di Patrick Zylberman intitolato “Tempêtes microbiennes” (Gallimard, Paris 2013) che ha intuito, in tempi non sospetti, l’essenza del nuovo metodo governamentale della crisi: il suddito del regime sanitario non ha il diritto alla salute, ma è obbligato a essere in salute, dacché, se non lo fosse, sarebbe per ciò stesso una minaccia per la biosicurezza.

Distanziamento “sociale” e divieto di assembramento potrebbero restare per lungo tempo.

https://www.youtube.com/watch?v=4J-5RXJkMFQ

14 maggio 20 Sara Cunial alla Camera dei Deputati:

DEEP STATE, BILL GATES, AGENDA21”

https://www.youtube.com/watch?v=mX51utvnj9E&feature=youtu.be

PER CONTRADDITTORIO:

15 maggio 15 Openonline:

L’INTERVENTO DELLA DEPUTATA SARA CUNIAL E I NUMEROSI COMPLOTTI SUL COVID-19 (E NON SOLO)

di David Puente

Circa 7 minuti di intervento, tra le contestazioni dei colleghi.

Che cosa ha detto la deputata e perché le cose non quadrano…”

https://www.open.online/2020/05/15/coronavirus-lintervento-della-deputata-sara-cunial-e-i-numerosi-complotti-sul-covid-19-e-non-solo/#3-bill-gates-ed-event-201

18 maggio 20 Latinapress intervista al nanopatologo Stefano Montanari:

LA MASCHERINA FA MALE”

Ma anche considerazioni su guanti, sanificazione, gel…

Persone con la mascherina in automobile, persone in mascherina quando fanno sport, persone in mascherina con la certezza di rimanere immuni e protetti dal virus.

Ma funziona realmente questo tipo di protezione o è solo uno strumento di terrore psicologico?

VIDEO: https://www.latinapress.it/attualita/la-mascherina-fa-male-l-intervista-al-dottor-montanari-video/

18 maggio 20 TG News:

PREMIO INTERNAZIONALE PER COVID-19 A GATTI E MONTANARI

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=HDCvW_MncjY&feature=youtu.be

18 maggio 20 COMUNICATO STAMPA WBC MUAY THAI ITALIA:

COVID-19-PREMIO “HERO OF THE WORLD” A STEFANO MONTANARI E ANTONIETTA GATTI
Per l’Italia, il premio intitolato “Heroes of Humanity” è andato a Stefano Montanari e ad Antonietta Gatti,
scienziati e ricercatori nel campo delle nanopatologie, noti anche al grande pubblico per la loro attività divulgativa in ambito scientifico…

Le diagnosi, associate all’infezione da COVID-19, che venivano solitamente emesse erano di fatto assimilabili a forme acute di polmonite interstiziale: gli scienziati Gatti e Montanari, sulla base delle loro ricerche, stanno scoprendo che in realtà potrebbe trattarsi di casi di tromboembolia polmonare, quindi di natura vascolare ed ematologica»…

In Asia, e in particolare in Thailandia, questi filoni di ricerca che si concentrano sulle cause “parallele” ed ambientali che contribuiscono ad aumentare la letalità dei virus, come l’inquinamento da micro e nanoparticelle e da altre sostanze tossiche, sono tenuti in forte considerazione dalle autorità scientifiche e politiche…”
https://www.stefanomontanari.net/premio-per-covid-19/

15 May, 2020 “THE WBC PRESENTS ITS “HEROES OF HUMANITY”

https://wbcboxing.com/en/the-wbc-presents-his-heroes-of-humanity/?fbclid=IwAR2oz9YZi8HzMMa61iG9kknmu0hL0146TbsBL8EgiivTa9uFYnsHtWEpylI

VEDERE ANCHE IN RASSEGNA STAMPA ALCUNI ALTRI ARTICOLI DI QUOTIDIANI

PROSSIME INIZIATIVE

GIOVEDÌ 21 MAGGIO

ORE 13 -14:30 sulle frequenze radiofoniche torinesi 105:250 FM di #radioblackout

e in streaming: http://stream.radioblackout.org/

Radio no tav in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.

Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…

Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.

Oltre a questo tema ci occupiamo di lotte simili o da cui traiamo ispirazione, oltre alle vicende legate al territorio che viviamo.

Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…

Potete contattare la redazione al numero 334 882 51 17 attivo durante il programma”.

https://gancio.cisti.org/event/847_1590058800

radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 18:30

– sul Canale YouTube di Attac Italia: https://www.youtube.com/watch?v=AV5H8Pql9I4

– sulla pagina Facebook di Attac Italia:

https://www.facebook.com/AttacItalia/videos/2588436408087714/?notif_id=1589892993989941&notif_t=live_video_schedule_broadcaster

IL COMMERCIO INTERNAZIONALE AI TEMPI DEL COVID-19
LE DIRETTE DI ATTAC ITALIA

con Monica Di Sisto, Vicepresidente di Fairwatch e portavoce di Stop TTIP Italia.

Con la pandemia cambierà tutto? Nel mondo attraversato dal Coronavirus il mondo della finanza non ha nessuna intenzione di cambiare rotta. Anzi: i nuovi accordi commerciali puntano a rilanciare con più forza il modello ultra-liberista che ci ha portati al disastro”.

SABATO 23 MAGGIO

ORE 15 Piazza Dante Alighieri, Napoli

NON PAGHEREMO LA LORO CRISI

LA NOSTRA FASE 2
“La loro fase 2 è un graduale ritorno alla normalità imposto da Confindustria e dovuto alla necessità di far riprendere l’economia,
vista la totale mancanza di sostegno a disoccupati/e, precari/e, piccoli commercianti, partite IVA e tanti/e altri/e che “arrangiavano”…
VOGLIAMO CHE A PAGARE SIA CHI HA PRODOTTO QUESTA MISERIA, VOGLIAMO TUTTO!

Non siamo carne da macello!
– Salario garantito a tutti i disoccupati
– Basta ricatto salute lavoro, basta assunzioni interinali: nessun licenziamento, erogare subito gli ammortizzatori sociali e casse integrazioni
– Sospensione affitti e bollette
– Blocco aumento prezzi
– Sicurezza per i lavoratori
– No scudo penale ai padroni
NON PAGHEREMO LA LORO CRISI, MANTENIAMO LE DISTANZE DA PADRONI E ISTITUZIONI”.
https://www.facebook.com/events/577805866210397/

ORE 16 in live streaming (il link per seguire la diretta verrà pubblicato sul blog di https://torinoribelle.noblogs.org/un-lock/giovani-ribelli/
mezz’ora prima dell’inizio delle trasmissioni).

SECONDA E ULTIMA PUNTATA DI CORTI AUTOPRODOTTI DI TORINO RIBELLE

GIOVANI RIBELLI”: RASSEGNA DI CORTOMETRAGGI AUTOPRODOTTI DA GIOVANI REGISTE E REGISTI

Protagonisti i vostri cortometraggi autoprodotti!

Partecipate inviando i vostri corti, max 5 minuti, qualsiasi genere o stile, protagoniste le idee dei più piccoli non la loro immagine, all’indirizzo: torinoribelle@inventati.org entro e non oltre venerdì 22 maggio.

Proiezione in live streaming il giorno successivo sul blog di Torino Ribelle
https://torinoribelle.noblogs.org/un-lock/tutti-i-video-e-le-puntate/unlock-26-aprile/

ORE 17.30 – 20:30 sulla piattaforma Zoom

FASE 2, RITORNO AL PASSATO. NOI NON CI STIAMO!”

Assemblea online organizzata da Stop Biocidio

Appena conclusa la fase di #lockdown per la pandemia legata al #coronavirus la Campania è ripiombata spaventosamente nella normalità.
Sì, perché in questo territorio la parola normalità indica decine e decine di roghi tossici di rifiuti, di sversamenti illeciti e di incendi
che tutti i giorni appestano l’aria e rendono inquinate le acque e il suolo.
Dal Sarno, all’Agnena, passando per Pomigliano, Acerra, Battipaglia, Giugliano, Casalnuovo, Caserta, Salerno e Napoli Est,
tutta la regione sta pagando i costi ambientali di una ripartenza che è un vero e proprio ritorno al passato…

Vogliamo che si riparta costruendo un sistema di sanità pubblica all’avanguardia che investa in ricerca e prevenzione primaria e secondaria. È il pubblico che deve farlo, non possiamo più permetterci di morire per le speculazioni delle grandi multinazionali sul costo dei farmaci o perché bisogna emigrare per andarsi a curare.
Governo, Regione e Comuni sono chiamati ad un obbligo che siamo stanchi di attendere venga rispettato: la tutela della nostra salute. Questo viene prima di tutto.
Con la stessa determinazione e la stessa urgenza con cui si è affrontata la pandemia vogliamo che vengano affrontate la questione ambientale e quella dei cambiamenti climatici
e che venga messo in campo un sistema sanitario pubblico e accessibile a tutti…
Non c’è più tempo da perdere. Non possiamo permetterci di abituarci di nuovo al fatto che l’aria sia irrespirabile, che i fiumi siano ridotti a canali fognari e che la nostra terra sia disseminata di discariche abusive…”

https://www.facebook.com/events/251609865951425/

MARTEDÌ 26 MAGGIO

ORE 18 sulla piattaforma Zoom al seguente link:

https://us02web.zoom.us/j/84144704200?pwd=WWtDSzc0cDNPUGhwNXJwd2FzRTJ3dz09

LA RIPUBBLICIZZAZIONE DI SMAT A TORINO: L’ESPERIENZA DI ABC, ACQUA BENE COMUNE NAPOLI

INCONTRO ONLINE CON

SERGIO D’ANGELO, Commissario dell’azienda speciale ABC Napoli

“… Il 5 e il 12 giugno 2020 l’Assemblea dei Comuni soci SMAT è convocata allo Stadio Olimpico di Torino per decidere se rispettare finalmente la volontà popolare e avviare la trasformazione di SMAT- Società per azioni di diritto privato in Azienda Speciale Consortile di diritto pubblico.

Gli avversari della trasformazione citano sempre il “cattivo esempio” di Napoli, il Comune che ha attuato il Referendum del 2011 e fin dal luglio 2012 ha trasformato la propria azienda idrica ARIN Spa in Azienda speciale di diritto pubblico ABC- Acqua Bene Comune Napoli.

Sindac*, assessor* e consiglier* comunali del territorio torinese sono invitati a verificare direttamente e di persona, la fondatezza delle accuse rivolte alla gestione di ABC Napoli, e ricevere una informazione di prima mano e qualificata sui risultati conseguiti da ABC Napoli in questi primi 9 anni di operatività”.

https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/campagne/smat-azienda-speciale/1531-26-maggio-2020-la-ripubblicizzazione-di-smat-a-torino-l-esperienza-di-abc-acqua-bene-comune-napoli

MERCOLEDÌ 27 MAGGIO

ORE 18-20 sulla piattaforma Zoom (modalità di accesso: se hai scaricato Zoom sul tuo computer qui https://zoom.us/download o la Zoom App sul tuo cellulare puoi unirti alla riunione cliccando questo link: https://us02web.zoom.us/j/81497660769

Altrimenti, sul sito di Zoom clicca su “Join Zoom Meeting” e
inserisci il Meeting ID: 814 9766 0769

ATTAC: “LA SANITÀ NEL LAZIO, MAI PIÙ COME PRIMA! COSA DEVE CAMBIARE?”
PARLIAMONE CON

Alessia Arcangeli: operatrice sanitaria di Roma, volontaria in Centro Africa nelle epidemie di ebola

Nicola Buonaiuto: medico specialista in geriatria – Civitavecchia

Francesca Perri: medico 118 e sindacalista Anaao-Anmos

Modera: Marco Bersani, Coordinatore ATTAC Italia

La drammatica emergenza, provocata dalla pandemia da COVID 19, ha reso evidenti i disastri provocati da decenni di politiche di austerità sul Servizio Sanitario Nazionale, tra drastici tagli, progressive privatizzazioni e gestioni aziendaliste della salute individuale e collettiva.

Al di là della questione spinosa dell’Autonomia Regionale Differenziata, emerge in modo dominante il consenso pressoché unanime sulla necessità di affidare la tutela della salute ad un servizio pubblico ripensato e rinnovato. Analizzando in modo critico l’esperienza nel Lazio, come si può riorganizzare la Sanità Pubblica regionale? Dove investire? Con quale percorso?…”

MARTEDÌ 2 GIUGNO

ORE 14:30 – 17:30 alla Regione Piemonte in piazza Castello a Torino

PRESIDIO: “IL MONDO CHE VERRÀ? DIPENDERÀ DA NOI”

“AVVISO: le numerose di realtà sociali e di lotta che hanno aderito al Patto di Azione in tutta Italia, stanno valutando il lancio di una data unitaria di mobilitazioni coordinate in ogni città (al pari di quanto avvenuto il 30 Aprile e Primo Maggio); perciò, una volta deciso per quando organizzarsi tutti insieme, l’iniziativa a Torino “IL MONDO CHE VERRÀ? DIPENDERÀ DA NOI. LA CRISI LA PAGHINO I RICCHI!” potrebbe subire una variazione di data per adeguarsi a quella comune, eventualità che naturalmente vi comunicheremo appena possibile.

TANTE FORZE, TANTE LOTTE:
LA CRISI LA PAGHINO I RICCHI

Appello a tutte le realtà sociali e di lotta per partecipare a una prima azione comune, mettendo insieme le proprie forze e istanze…

https://www.facebook.com/events/3514507745233272/

RADIO BLACKOUT: MICROFONI APERTI DALLA ZONA ROSSA

ROMPI L’ISOLAMENTO!
MANDA UN VOCALE AL 346 667 32 63

Di seguito alcuni degli interventi raccolti dall’inizio delle restrizioni:

https://radioblackout.org/2020/03/microfoni-aperti-da-torino-zona-rossa/

ALTRE ASSEMBLEE E INIZIATIVE: https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

TENIAMO ACCESA RADIO BLACKOUT!

Radio Blackout sta amplificando con forza le voci delle persone più esposte, abbandonate alla ferocia del profitto, incarcerate, sole per continuare a farlo ha bisogno di SOLDI.
Da oltre 25 anni la Radio si è sempre finanziata e sostenuta condividendo spazi e contenuti, con le serate, i concerti, il Blackout Fest, le cene, le presentazioni di libri, nella Blackout House, negli spazi occupati o in giro per la città.
Al momento nulla di tutto questo è possibile. Ci dobbiamo reinventare. Con il vostro supporto
…”
https://www.sostieniradioblackout.org/

ASSEMBLEA RADIOFONICA DI RADIO ONDA ROSSA DI ROMA
con il Coordinamento Cittadino Sanità

PER RISENTIRE LE ASSEMBLEE PASSATE: https://www.ondarossa.info/

SEGUIRE I PROGRAMMI su: http://player.ondarossa.info/

Fridays For Future Italia:

QUARANTENA FOR FUTURE”

Questa è la nostra nuova sezione dedicata a film, libri, serie, speech, podcast, documentari, articoli a tema crisi climatica.

Come sempre ascoltiamo la scienza che ci chiede di restare chiusi in casa per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, e questo vuole essere il nostro piccolo contributo per fare compagnia ai milioni di italiani in isolamento, INVITANDO ALL’AZIONE PIÙ IMPORTANTE CHE CIASCUNO POSSA FARE: INFORMARSI.

CLICCA SULLA CATEGORIA CHE TI INTERESSA!

VIDEO, SPEECH, LETTURE, ARTICOLI, TOOLS, MUSICA

https://www.fridaysforfutureitalia.it/quarantena

CAMERETTA TOUR”

https://www.youtube.com/channel/UCT2g-HyfrGn-3m8blfRa4NA

ALTRE INIZIATIVE SU:

https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/

http://www.fabionews.info/torinovive.php

EVENTI CSA GABRIO: https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito

https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV:
www.notav.infowww.notavtorino.org http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2
www.notav.euwww.notav-valsangone.eu – http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2
https://www.notavterzovalico.info/ http://noterzovalico.wordpress.com/
www.ambientevalsusa.ithttps://www.facebook.com/notavtorino.org/
https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/

ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO: http://lucaxino.altervista.org/

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA:

Vedi anche su
TG Vallesusa
: http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135

Facebook Festival Alta Felicità: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/

Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files: www.mavericknews.wordpress.com

Centro di documentazione Invicta Palestina: https://invictapalestina.wordpress.com/

Rete Ambientalista – Movimenti di Lotta per la Salute, l’Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

https://www.rete-ambientalista.it/

MERCOLEDÌ 13 MAGGIO ASSEMBLEA UNITARIA ALLA TNT DI BOLOGNA

insieme ai delegati della TNT di PIACENZA in sciopero da inizio maggio.

UNITI SI VINCE!

https://www.youtube.com/watch?v=J0OoKmhTHKs&feature=em-uploademail

14 maggio 20 Video girato dai lavoratori TNT-FEDEX di Orbassano (Torino):

LE LOTTE DEI LAVORATORI TNT-FEDEX NEL CONTESTO INTERNAZIONALE

I lavoratori della logistica producono miliardi per chi li sfrutta, anche con la “opportunità” del Covid.
Usando l’arma della solidarietà e dello sciopero, unendosi e organizzandosi per conquistarsi migliori condizioni di lavoro e di vita,
operai facchini e autisti corrieri costruiscono un’altra visione della realtà e stabiliscono nuove alleanze tra i lavoratori di tutto il mondo: chi tocca uno tocca tutti, fino alla vittoria!

https://www.trancemedia.eu/video/le-lotte-dei-lavoratori-tnt-fedex-nel-contesto-internazionale/

GIOVEDÌ 14 MAGGIO SI È SVOLTO DAVANTI ALLA REGIONE PIEMONTE IN PIAZZA CASTELLO UN PRESIDIO DELLA CUB con circa 30 partecipanti:

ALCUNE FOTO: https://www.facebook.com/cubpiemonte/photos/pcb.1513925382100210/1513925242100224/?type=3&theater

14 maggio 20 Torinoggi:

“FLASH MOB CUB SOTTO LA REGIONE: “LE ISTITUZIONI LOCALI DEVONO FARSI CARICO DELLA TENUTA DELLA NOSTRA SOCIETÀ”

Il presidio di protesta è andato in scena oggi pomeriggio in Piazza Castello. Richieste azioni concrete per salute, reddito, lavoro, assistenza, istruzione, diritto alla mobilità e alla casa…”

VIDEO: https://www.torinoggi.it/2020/05/14/leggi-notizia/argomenti/cronaca-11/articolo/flash-mob-cub-sotto-la-regione-le-istituzioni-locali-devono-farsi-carico-della-tenuta-della-nost.html

GIOVEDÌ 14 MAGGIO SI È SVOLTO UN INCONTRO ONLINE DI ATTAC
“IL VIRUS SI COMBATTE CASA PER CASA”

All’ennesima applicazione della Legge di Peter, ovvero alla promozione dell’incompetenza opponiamo il contributo di esperti non per una, forse meritoria, opera di divulgazione, ma per verificare le scelte politiche con chi può portare un bagaglio di competenza e di esperienza sul campo:

– DOTT. LUIGI CAVANNA, direttore di Dipartimento USL di Piacenza, che ha combattuto il virus casa per casa con risultati molti positivi: https://youtu.be/P1SIV0ztouk

– DOTT. MARCO PINNA PINTOR, chirurgo, da sempre impegnato nel Servizio Sanitario Nazionale, per il quale è ormai evidente che la strage evitabile sia in primis da imputare, come nei fatti è stato dimostrato a Piacenza, all’assenza di un filtro ad opera dei medici di base, annichiliti da anni nel ruolo di fornitori di ricette…

https://www.youtube.com/watch?time_continue=19&v=0joMK-YIOiI&feature=emb_logo

– ELEONORA ARTESIO, consigliera comunale a Torino

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=UF5Gqo3gjyA&feature=emb_logo

– PAOLA BALESTRA, tra i promotori della petizione per il commissariamento della Sanità della Regione Piemonte:
https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=nG2sEF3MRmY&feature=emb_logo

https://www.attactorino.org/index.php/le-campagne-di-attac/beni-comuni/beni-comuni-2/653-14-maggio-2020-ore-21-il-virus-si-combatte-casa-per-casa

16 maggio 20 Comunicato Attac Torino:

NON RINEGOZIARE I MUTUI CON CASSA DEPOSITI E PRESTITI

MA RIVENDICARE PER IL BIENNIO 2020-2021 MUTUI A TASSO ZERO PER GLI INVESTIMENTI DEL COMUNE

Entro il 27 maggio prossimo, anche il Comune di Torino dovrà decidere se aderire o no alla proposta di rinegoziazione dei mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti, sia a tasso fisso che variabile, ivi compresi i mutui flessibili, in ammortamento dall’1.1.2010.

Il 12 maggio la Giunta comunale ha deciso di accettare, salvo conferma del Consiglio comunale, condizioni che le consentono di risparmiare subito 35 milioni di euro ma di pagarne in seguito 52 milioni in più, con un aggravio finale per il bilancio di 17 milioni e 300 mila euro…

Dentro l’emergenza sanitaria, economica e sociale, il nostro Comune, già messo con le spalle al muro da decenni di politiche di austerità, rischia il fallimento e, con esso, tutta la nostra comunità.

Ai nostri consiglieri comunali chiediamo di
* non aderire alla proposta di rinegoziazione dei mutui fatta da Cassa Depositi e Prestiti e di rivendicare per il biennio 2020-2021 mutui a tasso zero per gli investimenti dei Comuni;
* chiedere urgentemente al Governo la sospensione del patto di stabilità interno e del pareggio di bilancio per i Comuni, analogamente a quanto fatto dall’Ue per gli Stati;
* rivendicare l’approvazione del decreto attuativo dell’art. 39 del DL 162/2019, convertito nella Legge n. 8/2020 , che prevede l’accollo allo Stato dei mutui in essere con Cassa Depositi e Prestiti, al fine di ridurne drasticamente i tassi di interesse;
* annullare tutti i debiti dovuti a derivati anche in base alla recente
sentenza della Cassazione del 12 Maggio 2020 che vede sanciti i diritti del Comune di Cattolica contro BNL Spa, proprio in tema”

https://www.pressenza.com/it/2020/05/torino-attac-rivendicare-mutui-a-tasso-zero-per-gli-investimenti-del-comune/

LUNEDÌ 18 MAGGIO I LAVORATORI DI ARCELOR MITTAL DI CORNIGLIANO HANNO FATTO UN CORTEO dallo stabilimento alla prefettura di Genova con la partecipazione di oltre 500 lavoratori.
I lavoratori sono in sciopero da venerdì scorso e contestano all’azienda un utilizzo illegittimo della cassa integrazione legata all’emergenza coronavirus.

VIDEO Secolo XIX
“EX ILVA A CORNIGLIANO: GLI OPERAI PARTONO IN CORTEO CON LE MASCHERINE”
https://video.ilsecoloxix.it/genova/ex-ilva-a-cornigliano-gli-operai-partono-in-corteo-con-le-mascherine/60590/60569?

VIDEO Genova 24
ARCELOR MITTAL RIFIUTA LA MEDIAZIONE, RABBIA DEI LAVORATORI”
https://www.genova24.it/2020/05/arcelor-mittal-rifiuta-la-mediazione-rabbia-dei-lavoratori-domattina-assemblea-235712/

VEDI ARTICOLI IN RASSEGNA STAMPA

MARTEDI 19 MAGGIO ALL’ARCELOR-MITTAL DI NOVI LIGURE È PROCLAMATO LO SCIOPERO AD OLTRANZA per tutti i lavoratori chiamati al lavoro a partire dalle ore 6, a seguito del mancato accordo sulla CIGO per COVID e dell’atteggiamento incomprensibile da parte dell’azienda che da un giorno all’altro ha deciso di fermare tutto lo stabilimento dopo averlo fatto ripartire prima dell’apertura nazionale chiedendo la deroga prefettizia.

Lo sciopero durerà fino a quando l’azienda non cambierà le proprie posizioni e non chiarirà qual è il progetto industriale per tutto il gruppo.

ALTRI 1.000 OPERAI IN CASSA INTEGRAZIONE A TARANTO CHE SI UNISCE ALLA PROTESTA: MANIFESTAZIONE VENERDÌ 22 MAGGIO

http://cobasperilsindacatodiclasse.blogspot.com/2020/05/19-maggio-da-tarantocontro.html

18 MAGGIO 1944-2020: ANPI GRUGLIASCO RICORDA DANTE DI NANNI

http://anpigrugliasco.it/2020/05/17/18-maggio-1944-2020-anpi-grugliasco-ricorda-dante-di-nanni/

DANTE DI NANNI – Stormy Six:

“… Allo scoppio della IIa Guerra Mondiale si arruola nell’Aereonautica Militare, ma subito dopo l’armistizio dell’8 Settembre 1943 si unisce ai partigiani della Brigata Garibaldi per poi confluire nei nuclei clandestini dei GAP dove si distingue per il valore e coraggio dimostrati in innumerevoli azioni di combattimento e sabotaggio, durante una delle quali viene però ferito gravemente da alcuni colpi di arma da fuoco e costretto a trovare rifugio all’interno di una abitazione del quartiere popolare di Borgo San Paolo.

Qui, circondato da centinaia di camicie nere e tedeschi, resiste per ore all’impari assedio falcidiando i nemici a raffiche di mitra e bombe a mano riuscendo persino ad arrestare l’incedere di autoblindo e di un carrarmato.

Alfine, terminati esplosivo e munizioni, raccogliendo le ultime forze rimaste s’affaccia dal balcone coperto di sangue, gli assalitori hanno qualche attimo di esitazione perché non si aspettavano di avere di fronte un solo uomo e a lui tanto basta per salutare con il pugno chiuso la folla nel frattempo accorsa e poi gettarsi giù sul selciato per non farsi catturare vivo…”

https://www.youtube.com/watch?time_continue=42&v=XXnEMfoXaCU&feature=emb_logo

19 maggio 20 NOTAV Info:

UNIVERSITÀ OBBLIGATA A RITORNARE SUI SUOI PASSI, REINTEGRA IL NOTAV LICENZIATO

Benché frutto di una mediazione e non di una sentenza ,questo il dato politico che se ne trae dall’accordo firmato oggi presso il tribunale di Torino.

Il licenziamento come “atto dovuto” a causa, lo ricordiamo, della sola sentenza in primo grado verso un proprio dipendente evidentemente non era così dovuto.

L’università accettando quanto disposto dal giudice dovrà reintegrare il lavoratore, di fatto rinnegando la linea della obbligatorietà della propria condotta sin qui mantenuta.

Avanti NoTav!

Rimandiamo ai precedenti articoli sulla vicenda per ripercorrere nei dettagli quanto avvenuto.”

https://www.notav.info/post/universita-obbligata-a-ritornare-sui-sui-passi-reintegra-il-notav-licenziato/

MERCOLEDÌ 20 MAGGIO A TORINO IN PIAZZA CASTELLO INFERMIERI PROTESTANO INCATENATI, indossando i sacchi dei rifiuti usati in corsia si sdraiano a terra per ricordare i loro colleghi morti.

VIDEO Spiffero: “SIT IN NURSIND PIEMONTE”
https://www.youtube.com/watch?time_continue=20&v=ShpWofq-HK4&feature=emb_logo

VIDEO Stampa: “NOI INFERMIERI NON SIAMO EROI, MA SOTTOPAGATI E TRA I POCHI A STARE VICINO A CHI È SOLO DAVANTI AL COVID-19”

https://video.lastampa.it/dossier/coronavirus/noi-infermieri-non-siamo-eroi-ma-sottopagati-e-tra-i-pochi-a-stare-vicino-a-chi-e-solo-davanti-al-covid-19/114466/114483

20 maggio 20 Pressenza:

SENZA FISSA DIMORA, LA SCHELLINO SE NE OCCUPA?

di Fabrizio Maffioletti

Continua la nostra inchiesta sulle persone senza fissa dimora, personalmente mi chiedo: Appendino, “astro nascente” del M5S, è empatica verso i suoi cittadini meno fortunati? Sa scegliere i membri del proprio staff?

Come sta procedendo la gestione delle persone senza fissa dimora, problema spinoso – ancor più spinoso in una fase 2 che vede il Piemonte molto svantaggiato rispetto a tutte le altre regioni italiane tranne la Lombardia – nel territorio torinese?

Lo abbiamo chiesto a Stefano Castello, educatore, mediatore culturale: nell’ora circa in cui sono stato in sua compagnia, tranne durante l’intervista, è stato costantemente al telefono per tentare di risolvere problemi di persone in stato di necessità.”

ECCO L’INTERVISTA VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=yG12x6yj6fI&feature=emb_logo

https://www.pressenza.com/it/2020/05/senza-fissa-dimora-la-schellino-se-ne-occupa/

AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS

LE MISURE ADOTTATE DAL GOVERNO:

http://www.governo.it/it/approfondimento/coronavirus/13968

LA SITUAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE:

https://www.regione.piemonte.it/web/pinforma/notizie/coronavirus-situazione-piemonte

UNIVERSITÀ DI TORINO:

https://www.unito.it/avvisi/coronavirus-aggiornamenti-la-comunita-universitaria

POLITECNICO TORINO:

http://www.politocomunica.polito.it/press_room/emergenza_coronavirus

PROTEZIONE CIVILE:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5351&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto

CARATTERISTICHE DEI PAZIENTI DECEDUTI POSITIVI A COVID-19 IN ITALIA:

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia

SITUAZIONE NEL MONDO COVID-19:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5338&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto

CASI ACCERTATI E PERCENTUALI PER PAESE:

https://www.worldometers.info/coronavirus/

TENIAMO PRESENTI QUESTI DATI PER ALLARGARE LA VISUALE OLTRE IL CORONAVIRUS:

2017 ITALIA CAUSE DI MORTE
1.029 morti sul lavoro

3.283 morti per incidenti stradali

6.000 morti per amianto

17.000 morti per alcool

49.000 morti per infezioni contratte in ospedali

70.000 morti per fumo

2016 ISTAT ITALIA INDICATORI DI MORTALITÀ DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE

615.000 decessi tra i cittadini residenti…

https://www.istat.it/it/files//2017/10/indicatori-mortalita-1.pdf

CAUSE DI MORTE PER CATEGORIA IN ITALIA NELL’ANNO 2016 IN BASE AL SESSO

malattie del sistema circolatorio   femmine 125.186                 maschi           96.728

tumori                                             femmine   79.499                 maschi          100.003

malattie del sistema respiratorio  femmine   21.556                 maschi          24.981

………………

Da Wikipedia: CAUSE DI MORTE PER MALATTIA IN ITALIA E NEL MONDO

https://it.wikipedia.org/wiki/Causa_di_morte#Cause_di_morte_in_Italia

DOCUMENTAZIONE SU MORTALITA’ NEL MONDO

Da Wikipedia:

NEL 2015, L’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ HA STIMATO 134.200 DECESSI CAUSATI DAL MORBILLO; un dato in forte discesa rispetto ai 651.600 decessi stimati nel 2000

https://it.wikipedia.org/wiki/Morbillo#Epidemiologia

18 sett 18 Repubblica:

MORTALITÀ INFANTILE, OGNI 5 SECONDI MUORE UN BAMBINO SOTTO I 15 ANNI: 6,3 MILIONI NEL 2017
Link