Antifascismo, DdL Concorrenza, Fridays For Future

COMITATO EMILIO LIBERO

per monitorare la situazione di Emilio Scalzo estradato in Francia il 3 dicembre 2021 e detenuto nel carcere di Aix-en-Provence…
Intanto invitiamo tutte e tutti a scrivere ad Emilio la propria solidarietà e vicinanza.
L’indirizzo è:
EMILIO SCALZO – N. D’ECROU 89145
MAISON D’ARRET D’AIX-LUYNES 70
ROUTE DES CHÂTEAUX DU MONT ROBERT CS 20600
13595 AIX-EN-PROVENCE CEDEX 3 – FRANCE
https://www.notav.info/post/nasce-il-nuovo-comitato-emilio-libero/
ECCO LA TRADUZIONE IN FRANCESE DEL COMUNICATO:
https://www.facebook.com/110301331534019/posts/111824268048392/
SEGUIRE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/comitatoemiliolibero/

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino Lione.
43a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NOTAV).
SOPRATTUTTO ORA, DOPO GLI ULTIMI INCENDI E I DANNI PROVOCATI DAL VENTO, CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.notav.info/post/presidio-di-san-didero-appuntamenti-della-settimana/
https://www.facebook.com/Presidio-ex-autoporto-di-San-Didero-106691468062035
https://www.facebook.com/notav.info

GIOVEDÌ 10 FEBBRAIO
ORE 11.30 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”
https://www.notav.info/post/presidio-di-san-didero-appuntamenti-della-settimana/

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
https://gancio.cisti.org/
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 20.30 nella zona del Mercato rionale di Corso Cincinnato, Torino
“CONTRO REVISIONISMO E RISCRITTURA DELLA STORIA: NESSUNO SPAZIO AI FASCISTI”
“Da anni assistiamo in questo periodo alla propaganda reazionaria sulla Giornata del ricordo.
Un moltiplicarsi di celebrazioni durante le quali si porta avanti un discorso di riscrittura della storia legata al confine orientale sul finire della seconda guerra mondiale.
La questione foibe, che si dovrebbe ricordare in questa giornata, nella propaganda reazionaria viene usata sia per riscrivere e falsificare i fatti legati ai territori istriani ma anche per perseguire un revisionismo storico dall’“alto”, in quanto trova l’appoggio delle più alte istituzioni oltre che dei gruppi neo-fascisti…
Non isolata è arrivata la Regione Piemonte che lo scorso anno distribuì nelle scuole superiori il fumetto Foiba Rossa della casa editrice Ferro Gallico, vicina a Casapound, e quest’anno ha lanciato il progetto “Identità oltre confine” con una grafica che ricalca la propaganda anticomunista tipica delle formazioni di estrema destra.
A prima vista la Giornata del ricordo può sembrare una celebrazione innocua se non fosse che nelle scuole superiori diventa un vero e proprio strumento di revisionismo storico
, riducendo l’istituzione scolastica pubblica a megafono della propaganda più bieca e reazionaria che attraversa oggi l’intero continente europeo…”
Evento di Potere al Popolo – Torino e Cambiare Rotta Torino
https://www.facebook.com/events/s/contro-revisionismo-e-riscritt/1475005566226683/

L’ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura delle ore 21 è stata annullata per dare la possibilità di partecipare al presidio e si terrà il prossimo GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO sempre all’Edera squat, Via Pianezza 115, Torino (VEDI INFRA)

ORE 21 a questo collegamento:
https://us02web.zoom.us/j/83739517792?pwd=UWVDRXRLSCtxbzdhYmhCS3AzRHFtZz09
“STRALCIARE L’ART. 6 DAL DISEGNO DI LEGGE “CONCORRENZA”
(in discussione al Senato, vedi: https://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/54618.htm)
Duccio FACCHINI, direttore di Altreconomia,
ne parla con
– Alessandra
ALGOSTINO, professoressa ordinaria di diritto costituzionale, Università di Torino
– Mimmo LUCANO, ex Sindaco di RIACE,
– e con Sindac*, Assessor* e Consiglier* dei Comuni che sostengono la campagna.
“Per la nostra Costituzione i Comuni hanno un ruolo democratico essenziale quali istituzioni più prossime alla cittadinanza, luoghi fondamentali per garantirne il soddisfacimento dei bisogni e la tutela dei diritti.
Le normative statali che in questi ultimi anni ne hanno ridotto le risorse, vincolato rigidamente le scelte, obbligato alla svendita del patrimonio pubblico e dei beni comuni, stanno sgretolando tali funzioni, provocando uno svuotamento dei principi costituzionali…
L’art. 6 del DdL Concorrenza è un proditorio attacco alla sovranità comunale: i Comuni, da presidii di democrazia di prossimità, sono ridotti a meri esecutori della spoliazione della ricchezza sociale…”
https://www.acquabenecomunetorino.org/index.php/articoli/124-notizie-nazionali/1643-10-febbraio-2022-stralciare-l-art-6-dal-disegno-di-legge-concorrenza

VENERDÌ 11 FEBBRAIO
ORE 16.30 Piazza Castello, Torino, davanti a Palazzo Madama
PRESIDIO FRIDAYS FOR FUTURE CON ASSEMBLEA PUBBLICA
“IL 25 MARZO SI AVVICINA E ABBIAMO BISOGNO DI TUTTE E TUTTI PER COSTRUIRE INSIEME QUESTA GIORNATA!…”
https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/a.487488778464685/1049901865556704

GENNAIO 22: NEWSLETTER FOR FUTURE N.21
“GRANDE NOTIZIA: IL PROSSIMO SCIOPERO PER IL CLIMA, SARÀ IL 25 MARZO! (VEDI INFRA)

– ENI È LA MAIN SPONSOR DI QUESTA EDIZIONE DI SANREMO.
Spera di nascondere la sua CO2 sotto il green carpet.
Sanremo2050 sarà il primo Festival musicale sott’acqua!
– FUORI IL GAS DALLA TASSONOMIA
Abbiamo scritto in centinaia agli Europarlamentari Italiani, in totale abbiamo mandato 128 mila mail! Impediamo che innumerevoli investimenti per l’energia…”
https://fridaysforfutureitalia.it/newsletter-n-21-gennaio-2022/

ORE 18 Via Paolo Borsellino, angolo Corso Vittorio, Torino
(sotto le foto dei partigiani trucidati dentro le Carceri Le Nuove)
PEDALATA ANTIFASCISTA
Porta qualsiasi oggetto possa fare rumore o emettere suoni! Pentole, clacson, campanelli…
Porta il tuo rumore in giro per la città!
CONTRO LA DISINFORMAZIONE, Contro il revisionismo storico e politico, Contro la becera propaganda fascista, Contro il concetto di confine, Contro ogni stato complice e connivente, Contro ogni stato di polizia, Contro ogni tipo di fascismo e sessismo,
CI TROVERETE SEMPRE PRONT* A SMASCHERARVI TUTTE E TUTTI.
“Come ogni anno dal 2004, in corrispondenza del 10 febbraio, “giornata del ricordo”, fascisti e sedicenti “identitari” usano i morti e le deportazioni, conseguenza di fatto della guerra d’invasione nazifascista in Jugoslavia, per guadagnarsi un minimo di agibilità politica.
In questo sono facilitati da un galoppante revisionismo istituzionale che, semplificando la complessità della storia e rimuovendo i soggetti di classe che ne sono stati protagonisti, equipara comunismo e nazismo e sovrappone il concetto di ricordo (sempre parziale e soggettivo) a quello di Storia fondata su fatti inequivocabilmente successi.
Il 10 febbraio si celebrano, tra “i martiri”, militari, funzionari, capi fascisti e collaborazionisti dell’Italia fascista e della Germania nazista occupante la Jugoslavia, e si dimenticano invece i circa 20mila italiani caduti in Jugoslavia che combattevano il nazifascismo, inquadrati nelle forze partigiane titine in quanto «facevano volontariamente parte di formazioni non a servizio dell’Italia»…”.
Csoa Gabrio – zona San Paolo antirazzista
https://www.facebook.com/events/477991147044584/

SABATO 12 FEBBRAIO
ORE 6 pullman in partenza da Bussoleno, (aggiornamenti sulla pagina facebook https://www.facebook.com/comitatoemiliolibero/ e su NOTAV Info)
PRESIDIO DI SOLIDARIETÀ AD EMILIO AL CARCERE DI AIX-LUYNES
Rientro in serata. Costo del viaggio 10 euro.
(Per info e per prenotare un posto sul pullman chiamare Mimmo +39 347 278 28 14
Ricordiamo inoltre di controllare prima della partenza le regole COVID per entrare in Francia, disponibili sul sito Viaggiare Sicuri
https://www.viaggiaresicuri.it/country/FRA)
2 febbraio 2022 NOTAV Info:
SE EMILIO NON PUÒ USCIRE DAL CARCERE, AL CARCERE CI ANDIAMO NOI!
In questi giorni è stata rigettata la richiesta per misure alternative al carcere per Emilio, in attesa che nei prossimi mesi inizi il processo che lo vede coinvolto in Francia.
I giudici francesi hanno rifiutato la richiesta, presentando come problematico il fatto che chi lo avrebbe ospitato in Francia ha idee affini alle sue rispetto alla condizioni dei migranti, oltre ad evidenziare come negativo il fatto che Emilio non si sia mai “pentito” del suo impegno…
L’accanimento giudiziario contro chi da sempre sta dalla parte dei giusti e si batte per un futuro migliore per tutti e tutte, non si ferma.
Ma neanche noi ci fermeremo. IL 12 FEBBRAIO ANDREMO AL CARCERE DI AIX-LUYNES PER PORTARE LA NOSTRA SOLIDARIETÀ AD EMILIO CON UN PRESIDIO CHE CI AUGURIAMO SIA PARTECIPATO, RUMOROSO, E PIENO DI VITA.
Oltre al presidio sotto al carcere, per rispondere alla decisione dei giudici e continuare a supportare Emilio e i suoi familiari, sono tante le proposte per future iniziative, tutte da costruire insieme.
Dobbiamo catturare l’attenzione dei media e delle autorità francesi e italiane
.
SCRIVIAMO AI CONSOLATI, SCRIVIAMO ALLE AMBASCIATE, SCRIVIAMO AI GIORNALISTI…”
https://www.notav.info/post/se-emilio-non-puo-uscire-dal-carcere-al-carcere-ci-andiamo-noi/

ORE 12 Via Mangili 1, Milano (MM3 Turati)
PRESIDIO IN SOLIDARIETÀ A EMILIO SCALZO SOTTO IL CONSOLATO FRANCESE
Sabato saremo in presidio anche a Milano per manifestare la nostra solidarietà ad Emilio, arrestato per il suo attivismo solidale nei confronti dei migranti, mentre molti compagni saranno in presidio sotto il carcere in Francia dove Emilio è recluso.
Facciamo sentire la nostra voce contro la repressione nei confronti di chi lotta per la giustizia sociale e ambientale, la stessa repressione che vediamo messa in campo da anni nei confronti del movimento #notav nei confronti di chi è solidale con i migranti ma anche delle migliaia di giovani che in queste settimane protestano contro l’alternanza scuola lavoro che ha ucciso Lorenzo e contro un modello di scuola che assicura loro solo un futuro di precarietà e sfruttamento”.
https://www.facebook.com/poterealpopolomilano/posts/977200162900981
https://www.facebook.com/events/297262742292356?ref=newsfeed

ORE 10 presso Nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO
https://www.notav.info/post/presidio-di-san-didero-appuntamenti-della-settimana/

ORE 10 Piazza Foroni, Torino
PRESIDIO: “LOTTIAMO CONTRO AUMENTO BOLLETTE, PER LA CASA, AUMENTI DEI SALARI”
“Dal primo dell’anno l’elettricità ci costa il 55% in più, il costo del gas è cresciuto del 42%…
Le risorse messe a disposizione del governo per attenuare l’impatto sociale di questi aumenti sono assolutamente inadeguate, la stangata resta di 1.000 euro l’anno…
Nei fatti la crescita della povertà fra le lavoratrici e i lavoratori rende evidente che:
– la ricchezza sociale da anni si concentra nelle tasche delle classi dominanti;
– la crescita della precarietà e della disoccupazione, del lavoro nero e di quello in appalto
, la crisi che colpisce lo stesso lavoro autonomo incidono pesantemente su tutte e tutti noi;
– la gestione della pandemia ha aggravato ulteriormente la situazione tra sblocco degli sfratti e dei licenziamenti;
– persino i costi sanitari della crisi vengono scaricati sulle famiglie, in particolare in questa quarta ondata, centinaia di migliaia di persone hanno dovuto pagare i tamponi di tasca propria
per evitare di portare il virus a casa o al lavoro…
Uniamo le lotte dei lavoratori e delle lavoratrici, degli inquilini, degli utenti dei servizi per riappropriarci della ricchezza sociale che produciamo e che oggi ci viene sottratta grazie alla crescita della rendita e dei profitti e alle spese per armamenti, grandi opere inutili e nocive”.
https://www.facebook.com/434616706697755/posts/2011379115688165/

ORE 16 riunione dibattito online organizzata dalla Tendenza Internazionale Rivoluzionaria
al link:
https://meet.google.com/isj-svfo-tfd
“AVVENTO AL POTERE DEL NAZISMO E SCONFITTA OPERAIA”
“PERCHÈ STUDIARE LA VICENDA STORICA CHE PORTÒ AL NAZISMO?
La “doppia” crisi globale (economica e sanitaria) che ha investito il sistema capitalistico
pone a tutta la sinistra rivoluzionaria una serie di interrogativi in gran parte inediti.
Anche perché si intreccia con la fine definitiva dell’ordine internazionale scaturito dagli accordi di Yalta e con una crisi ecologica dai risvolti sempre più acuti, per configurare, nel suo insieme, la più grande crisi della storia del capitalismo.
D’altro canto, per ciò che ci compete, crisi, disoccupazione, precarietà, razzismo, guerre, rafforzamento degli apparati di controllo e di dominio borghese… ci obbligano oggi a riprendere alcune esperienze che hanno segnato, spesso tragicamente, il percorso della nostra classe nel XX° secolo…
Il ricorso storico più vicino alla situazione che stiamo vivendo sul piano sanitario ci riporta alla pandemia influenzale cosiddetta della “Spagnola” di un secolo fa; la quale, frutto della guerra capitalistica per la spartizione del pianeta, provocò più vittime della guerra stessa, colpendo anche allora frontalmente le metropoli dell’imperialismo e, in modo ancora più drammatico, parti delle loro colonie.
Appena un decennio dopo, ecco esplodere la “Grande Crisi” del 1929, che mise repentinamente all’ordine del giorno la “risoluzione” dei contenziosi imperialisti rimasti in sospeso ed affogati in un mare di disoccupazione di massa: soprattutto negli USA, in Gran Bretagna e nel cuore dell’Europa, la Germania.
E proprio la Germania, uscita a pezzi dalla guerra e con una rivoluzione proletaria sconfitta, costituirà il “laboratorio” borghese da cui alla fine uscirà il nazismo…”
https://pungolorosso.wordpress.com/2022/01/31/avvento-al-potere-del-nazismo-e-sconfitta-operaia-sabato-12-febbraio-riunione-dibattito-on-line-organizzata-dalla-tir/

ORE 18 nel cortile di Radio Blackout, Via Cecchi 21/a, Torino
ASSEMBLEA VERSO IL 27 FEBBRAIO. CONTRO LA REPRESSIONE
“525.600 minuti di carcere preventivo.
8.760 ore di violenza e repressione.
365 giorni senza i nostri compagni, ostaggi dello Stato spagnolo.
È per la loro libertà che il 27 Febbraio saremo in piazza.
Ma è anche perché gli strumenti che lo Stato utilizza nei loro confronti sono gli stessi che colpiscono tante altre persone.
Il carcere preventivo e la sorveglianza speciale diventano, ogni giorno di più, mezzi arbitrari a servizio della repressione”.
https://www.facebook.com/656604341490277/posts/1356858331464871/

DOMENICA 13 FEBBRAIO
ORE 14 al Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia),
alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

ORE 16.30 all’Osteria La Credenza, Via Walter Fontan 16, Bussoleno
“LA SALUTE PRIMA DI TUTTO?”
con Stefania Consigliere
“Analisi critica con uno sfondo antropologico su come la società capitalistica gestisce e controlla la nostra salute”
https://www.facebook.com/129223515972994/photos/a.213851877510157/266478398914171/

MARTEDÌ 15 FEBBRAIO
SCIOPERO GENERALE PER TUTTA LA GIORNATA!
Proclamato dal SI Cobas Torino e altri sindacati
(a cui possono aderire tutti i lavoratori iscritti e non), per:
– RITIRO DI GREEN PASS E OBBLIGO VACCINALE
– PAGAMENTO DELLE GIORNATE DI QUARANTENA
– REINTEGRO DEI LAVORATORI DISCRIMINATI E SOSPESI
– GARANZIA DEL SALARIO E DEL REDDITO
– GARANZIA DI CURE EFFICACI
– RISPETTO DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
Dal 15 febbraio è imposto il “GREEN PASS RAFFORZATO” (con obbligo vaccinale COVID 19) ai lavoratori di età pari o superiore ai 50 anni (D.L. 5 gennaio 2021 che sostituisce l’obbligo al “GREEN PASS” semplice, con tampone).
IL FALLIMENTO DELLE POLITICHE DEL GOVERNO DRAGHI E DEL CONTENIMENTO DEI CONTAGI NON DEVE ESSERE PAGATO DAI LAVORATORI…
MANIFESTAZIONI:

ORE 9.30 davanti al Comune di Torino, in Piazza Palazzo di Città, una delegazione incontra i responsabili Inps
ORE 13 davanti alla Prefettura in Piazza Castello, Torino
https://www.facebook.com/sicobas.torino/photos/a.877522382410153/2159796557516056

La F.I.S.I. (Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali) ha proclamato lo sciopero generale nazionale di tutti i settori pubblici e privati di 48 ore, dalle ore 00.01 del 15 febbraio 2022 alle ore 23.59 del 16 febbraio 2022, compresa la scuola e l’università.
https://www.scuolainforma.it/2022/02/07/sciopero-scuola-15-16-febbraio-nota-ministero-istruzione.html

MERCOLEDÌ 16 FEBBRAIO
ORE 18 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”
https://www.notav.info/agenda/nuovo-presidio-di-san-didero-iniziative-della-settimana/

GIOVEDÌ 17 FEBBRAIO
ORE 21 all’Edera squat, Via Pianezza 115, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

VENERDÌ 18 FEBBRAIO
ORE 18 Riunione online al link:
https://us02web.zoom.us/j/87138201187?pwd=WEFtNm44VFZxTE1HZzRuOE02OU41dz09
“COSTRUIAMO INSIEME UNA CAMPAGNA PER FERMARE IL DDL CONCORRENZA E LE NUOVE PRIVATIZZAZIONI
Nel nostro paese rischia di aprirsi una nuova stagione di privatizzazioni.
Il
Disegno di Legge sulla concorrenza, licenziato il 4 novembre dal Consiglio dei Ministri e attualmente in discussione al Senato, punta a chiudere il cerchio sul definitivo affidamento a privati dei servizi pubblici locali. Le finalità sono esplicite: rimuovere gli ostacoli regolatori, di carattere normativo e amministrativo, all’apertura dei mercati.
L’articolo 6 renderà residuale la gestione pubblica dei servizi essenziali per cui gli Enti Locali che opteranno per tale scelta dovranno “giustificare” il mancato ricorso al mercato.
Emerge chiaramente come l’affidamento al mercato divenga la strada prioritaria.
Inoltre, l’art. 6 si configura come un proditorio
attacco all’Autonomia Comunale e rischia di produrre lo smantellamento completo della funzione pubblica e sociale dei Comuni per cui questi da presidi di democrazia di prossimità saranno ridotti a meri esecutori della spoliazione della ricchezza sociale.
Il DDL sulla concorrenza rientra tra le condizionalità imposte dalla Commissione europea per l’erogazione dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ed è proprio dal combinato disposto del PNRR e del Disegno di Legge sulla concorrenza che si sta provando a mettere una pietra tombale sull’esito referendario del 2011, cancellando la volontà popolare e svilendo strumenti di democrazia diretta garantiti dalla Costituzione.
Infatti, il PNRR punta a realizzare una vera e propria “riforma” nel settore idrico fondata sull’allargamento verso Sud, ma non solo, del territorio di competenza di alcune grandi aziende multiservizio quotate in Borsa…
È stata avviata una campagna che punti a bloccare il DDL Concorrenza e fermare le nuove privatizzazioni.
Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua”
https://www.lagone.it/2022/02/03/fermare-il-ddl-concorrenza-e-le-nuove-privatizzazioni/

DA VENERDÌ 25 A DOMENICA 27 FEBBRAIO
Scup Sport cultura popolare – Via della Stazione Tuscolana 84, Roma
FORUM DELLA CONVERGENZA DEI MOVIMENTI
PER UNA SOCIETÀ CAPACE DI CURA E DI FUTURO
VENERDÌ 25 FEBBRAIO
CRISI ECO-CLIMATICA
LAVORO E NUOVA ECONOMIA
SABATO 26 FEBBRAIO
CRISI INTERNAZIONALE
DEMOCRAZIA DEL COMUNE
DIRITTI SOCIALI UNIVERSALI
DOMENICA 27 FEBBRAIO
ASSEMBLEA FINALE: COSTRUIRE L’OPPOSIZIONE SOCIALE, AVVIARE UNA PRIMAVERA DI MOBILITAZIONE
Per informazioni: societadellacura@gmail.com
Il Forum della convergenza dei movimenti è totalmente autorganizzato. Se vuoi contribuire alla sua realizzazione, puoi versare un contributo libero sul conto corrente bancario intestato Comitato Tobin Tax IT57X0501801600000011125739 causale: Forum Movimenti
https://societadellacura.blogspot.com/2022/02/il-forum-della-convergenza-dei.html

VENERDÌ 25 MARZO
SCIOPERO GLOBALE FRIDAYS FOR FUTURE
“SCENDIAMO DI NUOVO IN PIAZZA PER LA #GIUSTIZIA SOCIALE E CLIMATICA.
Con l’hashtag #PeopleNotProfit chiediamo ai politici e a tutto il mondo di dare priorità alle persone, non al profitto!
È il momento di agire, risarcire le popolazioni MAPA più colpite e storicamente oppresse, ridistribuire le ricchezze, le tecnologie e il potere politico.
Mettiamo al centro le comunità, la cura per le persone piuttosto che il denaro…”
https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/a.487488778464685/1046417045905186/

FRIDAYS FOR FUTURE ITALIA SI STA PREPARANDO PER IL PROSSIMO SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA DEL 25 MARZO 2022 per chiedere che i paesi del Nord del Mondo garantiscano dei risarcimenti climatici alle comunità più colpite e che i leader mondiali smettano di fare discorsi pieni di greenwashing e intraprendano una vera azione per la salvaguardia del clima…”
https://fridaysforfutureitalia.it/25-marzo-sciopero-globale-per-il-clima/

SABATO 26 MARZO
Collettivo di Fabbrica – Lavoratori GKN Firenze
“1.TENETEVI LIBERI”
2. Questa non è una vertenza conclusa. Questa è una vertenza che ora deve affrontare un processo di reindustrializzazione e un lungo ammortizzatore
3. Vi abbiamo chiesto: “voi come state”. Continuiamo a chiedervelo
4. Il 18 settembre vi siete mobilitati non per noi, ma con noi…
5. Tutte le norme, i meccanismi, le leggi che ci hanno chiuso una volta sono ancora lì…
6. Abbiamo detto “Insorgiamo” e ora che ci avete abbracciati
, non vogliamo più tornare indietro.
7. Ma la continuazione di questo cammino sarà un processo di convergenza, una enorme forma di responsabilizzazione collettiva o non sarà affatto.
8. E “certo le circostanze non sono favorevoli”. E quando mai.
#26marzo #Firenze #insorgiamo #teniamociliberi
VIDEO:
https://www.facebook.com/coordinamentogknfirenze/videos/717531152568735

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSOA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito:
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

DOCUMENTAZIONE NO TAV:
www.notav.infowww.notavtorino.orghttp://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2
www.notav.euwww.notav-valsangone.eu http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2
https://www.notavterzovalico.info/www.ambientevalsusa.it
https://www.facebook.com/notavtorino.org/https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/

ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO: http://lucaxino.altervista.org/

TRACCE NO TAV: archivio online di eventi, documenti, testimonianze che riguardano il movimento No TAV, del centro di documentazione Emilio Tornior Curato dal Controsservatorio Valsusa.
Da febbraio 2022 è consultabile una versione ampiamente rinnovata.
Le diverse sezioni dell’archivio vengono proposte in una forma più facilmente consultabile e in una nuova veste grafica più adatta a un pubblico ampio
: anche questo è un modo per conoscere meglio e far conoscere il movimento NO TAV.
www.traccenotav.org