Doriella e Renato, newslettera 12 maggio 2022: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dal 12 maggio 2022

Centodiciassettesima uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la Newslettera di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Da più di dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

Nella sezione conclusiva, in formato PDF scaricabile, troverete:

  • aggiornamenti su iniziative passate;
  • rassegna stampa relativa alla settimana precedente;
  • appelli e petizioni nazionali e internazionali.

Con la fine dello stato di emergenza il 31 marzo e la diminuzione graduale delle restrizioni sul green pass, abbiamo sospeso per ora la pubblicazione delle “misure anticovid, dibattito e opposizione”, augurandoci che non vengano nuovamente imposte.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!

 



QUESTA SETTIMANA

Nakba, Fridays For Future,
Violenza di genere,
NOTAV, Contro la guerra,
Bosnia, Eurovision,
DDL concorrenza,
GKN, Malfattori,
Carcere, Sanità

SCRIVIAMO A GIORGIO E STEFANO!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO È STATO ARRESTATO E PORTATO NEL CARCERE DELLE VALLETTE IL NO TAV STEFANO MANGIONE, condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna NO  TAV pisana, Marta Camposano, arrestata una settimana prima in una manifestazione al cantiere della Clarea di Chiomonte, che aveva denunciato di aver subito violenze e molestie sessuali da parte delle forze dell’ordine dopo il fermo.
GIOVEDÌ 10 MARZO ALTRI 2 NOTAV GIORGIO ROSSETTO E UMBERTO RAVIOLA, sono stati portati in carcere accusati di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale e sono state emesse altre 11 misure cautelari tra arresti domiciliari, obblighi di firma e divieti di dimora per una serie di iniziative e manifestazioni che hanno avuto luogo dall’estate del 2020 in Val Clarea, a San Didero.
Giovedì 31 marzo al riesame Umberto è stato scarcerato ed è ai domiciliari con tutte le restrizioni
https://www.notav.info/post/umberto-va-ai-domiciliari-giorgio-ancora-in-carcere-liber-tutt/

FACCIAMO SENTIRE LORO TUTTA LA SOLIDARIETÀ DEL POPOLO NO TAV!
Per scrivere ai No Tav alle Vallette :
GIORGIO ROSSETTO / STEFANO MANGIONE
c/o Casa Circondariale Lorusso e Cutugno
Via Maria Adelaide Aglietta 35, 10151 – Torino
Importante inserire nella busta un foglio bianco, una busta nuova e non più di 2 o 3 francobolli per volta, altrimenti vengono ritirati invece di essere consegnati.
LIBERTÀ PER LE/I NO TAV!
https://www.facebook.com/notav.info/posts/5437775502923735

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO per spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto a opere per la Nuova Linea Torino Lione
57a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NO TAV)
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info

GIOVEDÌ 12 MAGGIO

ORE 11.30: Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”
ORE 13 -14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma”.
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 18:30 CSOA Gabrio via Millio 42, Torino
APERITIVO
ORE 21:FEDAYIN: LA LOTTA DI GEORGES ABDALLAH”
proiezione del film in collegamento Collectif Vacarme(s) per ripercorrere la storia della resistenza del popolo palestinese e le complicità occidentali con il sionismo e di rilanciare una grossa mobilitazione in occasione della Nakba.
Georges Ibrahim Abdallah, una delle figure storiche della resistenza arabo-palestinese, è un comunista libanese che ha dedicato la sua intera vita alla lotta.
Aderisce al Fronte Popolare della Liberazione della Palestina – formazione della sinistra rivoluzionaria arabo-palestinese – e si reca poi al Sud del Libano dove nel 1978 sarà ferito nel corso della lotta contro il primo tentativo di occupazione sionista del paese.
La sua vita si intreccia con la lotta per la liberazione del popolo arabo contro il sionismo e contro le complicità occidentali con Israele, una battaglia condotta sia nel suo Paese d’origine che in Occidente.
È stato condannato in Francia e sarebbe formalmente “scarcerabile” dal 27 ottobre del 1999, è attualmente rinchiuso nella prigione di Lannemezan nella regione Occitanie.
Oggi a settanta anni d’età da poco compiuti, è al suo trentotto anno di detenzione
, è uno dei prigionieri politici incarcerati in Unione Europea con più anni di galera scontati.
Ad oggi, è in atto da anni una campagna per la sua liberazione in Francia e lo Stato libanese ha più volte posto la questione di Abdallah al presidente francese Macron…”
Evento di Progetto Palestina
https://www.facebook.com/events/2135269926641745?ref=newsfeed

ORE 21 presso Comala, Corso Ferrucci 65, Torino
ASSEMBLEA FRIDAYSFORFUTURE TORINO
Per preparare il Climate social camp e Meeting Internazionale di Fridays For Future che si svolgerà a Torino nel Parco della Colletta dal 25 al 29 Luglio con un campeggio fatto di incontri, dibattiti, socialità , concerti, sport e momenti di lotta aperto a tuttə.
Tutte le info sul Climate social camp: www.climatesocialcamp.com
ANCHE SU NEWSLETTER FOR FUTURE N.24 DI APRILE 22 :
https://fridaysforfutureitalia.it/newsletter-n-24-aprile-2022/

VENERDÌ 13 MAGGIO

ORE 11 Palazzo di Giustizia Corso Vittorio Emanuele II n°130, Torino
MAI PIÙ NESSUNA DA SOLA DI FRONTE ALLA VIOLENZA DI GENERE
TORNIAMO DAVANTI AL TRIBUNALE!
Durante lo sciopero dell’8 marzo e la mattina del 7 aprile siamo state in presidio di fronte al tribunale di Torino, mentre all’interno si svolgevano le udienze di un processo per stupro, in cui il Tribunale aveva condotto indagini faziose, attraverso retoriche infantilizzanti, colpevolizzanti e denigratorie, e zittito la donna offesa, lasciando la parola solo allo stupratore, attraverso la procedura di rito abbreviato.
La donna che ha subito la violenza ha denunciato, mossa dal bisogno di fare qualsiasi cosa per impedire che quanto successo a lei potesse capitare ad un’altra, ma si è trovata a subite altra violenza dal Tribunale.
Non si tratta di casi isolati, ma è la prassi nei processi per questi tipi di reati, quindi abbiamo deciso di REAGIRE TUTTE INSIEME alla doppia violenza: di genere e del tribunale.
Durante entrambe le udienze, in tante abbiamo sostenuto la sorella che ha coraggiosamente denunciato, e abbiamo contrapposto alla violenza istituzionale, alla tacita accusa di mentire, alla cultura che minimizza le violenze sessuali , la potenza delle nostre testimonianze, dei nostri corpi e delle nostre voci…”
SORELLA NOI TI CREDIAMO
LA COLPA E’ DELLO STUPRATORE, l’unico che ha potuto prendere parola dentro quell’aula di tribunale!
SE TOCCANO UNA, REAGIAMO TUTTE
Evento di Le famiglie dello Spazio popolare Neruda
https://www.facebook.com/events/5076408032450712?ref=newsfeed

ORE 18 Palazzo Nuovo, Torino
CONTRO GLI ARMAMENTI ED IL CAROVITA, ORGANIZZIAMOCI INSIEME”
Contro la corsa agli armamenti, contro lo spreco delle risorse, per una mobilitazione popolare contro la guerra a Torino.
Continuiamo a costruire l’opposizione alla guerra: organizziamoci insieme contro i ministri degli esteri europei che si incontreranno a Torino il 20 maggio!…
Il 20 maggio il Consiglio d’Europa si riunirà alla Venaria Reale per i lavori conclusivi della sessione italiana, in quell’occasione i ministri degli Esteri del nostro paese e di tutta Europa decideranno come proseguire la guerra che sta devastando i popoli ucraino, russo e di tutti gli stati coinvolti.
Lo stesso giorno avrà luogo lo sciopero generale dei sindacati di base proprio sul tema della guerra.
Non è accettabile che la guerra in corso venga alimentata con l’invio di armi e che la spesa pubblica sia dedicata alla produzione di queste.
Così come non è accettabile che la provincia di Torino sia costantemente scelta come la vetrina in cui svolgere eventi in cui nessuno di noi ha nulla da guadagnare.
Le priorità sono altre e occorre mettere in campo tutte le nostre forze e le nostre intelligenze per ribadire che la voce di chi rifiuta la guerra è l’unica legittima
Intendiamo ragionare di costruire insieme una mobilitazione che duri nel tempo e che abbia caratteristiche inclusive, di massa, aperta a movimenti, associazioni, sindacati e partiti dove tutt* abbiano la possibilità di esprimere il proprio sguardo contro la guerra…”
https://www.facebook.com/CambiareRottaTorino/posts/3101631766746527
https://www.infoaut.org/conflitti-globali/torino-contro-gli-armamenti-ed-il-carovita-organizziamoci-insieme

ORE 20.30 in Piazza Castello a Torino
VERITÀ PER IL DONBASS: FACCIAMO CHIAREZZA”
SULLA GUERRA IN CORSO FRA UCRAINA, RUSSIA E NATO!
Interverranno dall’Italia e dall’estero giornalisti e ospiti internazionali
Mantenendo ciascuno la propria identità e il proprio percorso convergiamo in un’unica campagna “FUORI L’ITALIA DALLA GUERRA” da cui dipendono il nostro futuro e la nostra stessa vita!
Cui Prodest?
Le ragioni del NO alla guerra, alla NATO, all’invio di armi e alla russofobia!
https://www.natoexit.it/2022/05/09/incontro-verita-per-il-donbass-2022-05-13/

SABATO 14 MAGGIO

ORE 10 presso Nuovo presidio NOTAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO

ORE 14:30 -17 Centro Studi Sereno Regis, sala Poli, via Garibaldi, 13 Torino
TRENTANNI DI BOSNIA. UN PARADIGMA DELLA CONTEMPORANEITÀ”
DIBATTITO CON ADL A ZAVIDOVIĆI, BDS Torino, Carovane Migranti, OnBorders
La preoccupante escalation della guerra in corso in Ucraina trova nella situazione del-la Bosnia Erzegovina un drammatico precedente che, nel corso degli anni, ha prodotto un “conflitto protratto” e una “pace intrattabile”.
Le lunghe guerre degli anni ’90 produssero in Bosnia Erzegovina due milioni tra pro-fughi e sfollati, la metà circa degli abitanti in quegli anni, e il Paese fu suddiviso nelle due Entità che costituiscono lo Stato attuale con l’effetto di modificare la fisionomia socio demografica delle città e villaggi.
Passati i primi anni post bellici segnati da un certo ottimismo verso la “transizione”, nel corso degli ultimi decenni le persone hanno ripreso ad andarsene mentre crescono allarmanti tensioni sociali e politiche: processi migratori, ripresa dei nazionalismi, l’aggravarsi dei problemi ambientali, disgregazione sociale, clientele e corruzione diffuse.
Allo stesso tempo il conflitto armato russo ucraino rischia di avere rilevanti ricadute sugli instabili paesi balcanici oltre che negli incerti teatri del medio oriente in cui guerre e flussi migratori si intrecciano in una spirale di crisi umanitaria e politica dagli esiti potenzialmente dirompenti…”
L’incontro si propone come tappa intermedia verso il prossimo FESTIVAL DELLA NONVIOLENZA E DELLA RESISTENZA CIVILE”.
Evento di Centro Studi Sereno Regis, BDS Torino e ADL a Zavidovici Onlus
https://www.facebook.com/events/684751556124952?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[%7B%22surface%22%3A%22page%22%7D]%7D

ORE 15 Parco Ruffini Viale Leonardo Bistofi, Torino
SMASH THE VISION!” MOSTRӘ IN MARCIA CONTRO LA CITTÀ VETRINA
DAL 10 AL 14 MAGGIO A TORINO C’È L’EUROVISION, GIUNTO ALLA SUA 66ESIMA EDIZIONE
L’evento è un Sanremo arcobaleno che manda in visibilio la comunità LGBT, grazie all’impegno dell’organizzazione per ingraziarsi il bacino d’utenza gaio.
Noi, però, questa “vision” la vogliamo smascherare: la “vision” dietro l’Eurovision è un brodo di queerwashing, speculazione, gentrificazione, retoriche del decoro, sfruttamento di chi lavora, pacifismo selettivo, svendita dello spazio pubblico, turistificazione.
Il festival è l’esposizione eccellente del demone dell’inclusività, dà visibilità ad artistə LGBTQIA+ a patto che la loro identità non dia mai davvero fastidio, che la queerness sia spendibile via schermo e che si renda innocua, collaborativa, collaborazionista.
Questa vision è tutto ciò che vogliamo demolire, è un mostro a cui resistono lə mostrə, le nostre corpe dissidenti, che mai saranno assimibilabili nel grande spettacolo del capitalismo queer.
Contro il progetto di una Torino falsamente pride, falsamente attenta allǝ ultimǝ del mondo, una Torino che si mette in mostra per l’ennesimo grande evento, noi mostrǝ froc1e difformi galassie sconfinate vogliamo scendere in strada con una street parade antiautoritaria, antipatriarcale, rumorosa, riot-tosa ma soprattutto ricca di contenuti e di danze!…
Contro tutti i padri, le patrie e i padroni,
VOGLIAMO IL PANE MA ANCHE LE PAILLETTES”
Evento di Free-k Pride
https://fb.me/e/1IXn9jKGn?ti=wa

ORE 15.30-17.30 in Piazza Carignano, Torino
“PER L’ACQUA, I BENI COMUNI E I SERVIZI PUBBLICI E CONTRO IL DDL CONCORRENZA”
GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE NEI TERRITORI per ribadire tutti e tutte insieme che la concorrenza di Draghi fa male alla democrazia
Il governo Draghi ha predisposto il disegno di legge sulla concorrenza e il mercato, che è in fase di esame in Parlamento.
Si tratta di un documento dove trionfa il “tutto è merce”: acqua, energia, rifiuti, trasporto pubblico locale, sanità, servizi sociali e culturali: tutto va gestito con le logiche del mercato e del profitto.
Si annulla così la volontà popolare espressa con i referendum del 2011 contro la privatizzazione dell’acqua e dei beni comuni.
L’ obbligo di mettere a gara i servizi pubblici espropria i Comuni del loro ruolo fondamentale, assicurato dalla Costituzione, di garantire il soddisfacimento dei bisogni e la tutela dei diritti della cittadinanza.
Nella sempre più drammatica crisi climatica si ignora la necessità di tutelare le risorse ambientali
nell’interesse collettivo e non di pochi centri di interesse finanziario e speculativo.
La pandemia, la guerra di nuovo dentro i confini dell’Europa, il drastico peggioramento delle condizioni di vita delle persone, esigono uno stop al modello sociale basato sui profitti.
Occorre costruire un’altra società, fondata sulle persone e sui loro diritti, sulla riappropriazione sociale dell’acqua e dei beni comuni, sulla gestione partecipativa di tutti i servizi pubblici.
Per questo chiediamo lo stralcio dell’art. 6, lo stop ai provvedimenti su sanità, servizi sociali, trasporti, rifiuti, energia contenuti nel DdL Concorrenza e l’apertura di un ampio dibattito pubblico sulla gestione dell’acqua, dei beni comuni, dei servizi pubblici.
Con Comitato Acqua Pubblica Torino e Acmos, Anpi Grugliasco, Arci Torino, Attac Torino, Comunet, Manituana, Pro Natura, Salviamo il Paesaggio Torino…e tutt* coloro che hanno a cuore i beni comuni
(adesioni in aggiornamento) https://www.facebook.com/events/394728152517141

VOLANTINO: https://www.acquabenecomune.org/notizie/nazionali/4228-14-maggio-giornata-di-mobilitazione-nazionale-per-l-acqua-i-beni-comuni-e-i-servizi-pubblici-e-contro-il-ddl-concorrenza

DOMENICA 15 MAGGIO

ORE 10 Presidio NO TAV dei mulini in Clarea di Chiomonte
LAVORI E PRANZO CONDIVISI

ORE 10-17 Villa Montalvo, Campi Bisanzio (FI)
INSORGIAMO. ASSEMBLEA NAZIONALE DI RESTITUZIONE E RILANCIO”
Abbiamo ricevuto attestati di entusiasmo per la data di convergenza del 25 e 26 marzo.
In tanti ci hanno detto che un corteo come quello di Firenze, non tanto nei numeri ma nella composizione, non avveniva da anni. Siamo chiamati alla sfida della continuità.
Ognuno di noi la starà affrontando a modo proprio, nei propri ambiti e con le proprie possibilità. Ma come Gruppo di Supporto Insorgiamo di Firenze crediamo di avere l’onere, il peso ma anche l’onore di una proposta sul prossimo passo comune: un’assemblea nazionale di restituzione e di rilancio del 25-26…”
Evento di Insorgiamo con i lavoratori GKN e Collettivo Di Fabbrica – Lavoratori Gkn Firenze
https://www.facebook.com/events/1340519383091845

ORE 15 Piazza Castello, Torino
NAKBA: 74 ANNI DI COLONIALISMO”
Il 15 maggio ricorre l’anniversario della Nakba, la catastrofe che diede avvio all’esodo di 700.000 palestinesi, espulsi e costretti ad abbandonare le proprie case e le proprie terre in seguito alla distruzione di centinaia di villaggi a opera del nascente Stato di Israele.
Si contano ad oggi:
74 anni di pulizia etnica perpetrata dallo stato di Israele ai danni del popolo palestinese.
74 anni di violenze ed abusi quotidiani, di assedio e privazione dei diritti umani.
74 anni in cui il popolo palestinese, generazione dopo generazione, continua a lottare e resistere
affiché vengano garantiti i propri diritti fondamentali, come il diritto al ritorno dei profughi che, nonostante venga sancito da numerose risoluzioni ONU, non solo non viene rispettato ma viene in tutti i modi ostacolato.
In questi decenni, infatti, Israele non solo ha impedito il ritorno dei profughi, ma ha annesso a sé numerose terre palestinesi, costruendovi colonie israeliane, trasformando così l’intera configurazione geografica della Palestina in una realtà frammentata e invivibile.
Ancora oggi, i palestinesi affrontano quotidianamente il dramma dell’espulsione dalle loro case e dalle loro terre, in continuità con ciò che accadde nel 1948 in Palestina.
Un muro lungo 730 km, illegale secondo il diritto internazionale, è stato costruito da Israele al fine di segregare, frammentare e limitare la libertà di movimento dei palestinesi. Per poter passare da una parte all’altra i civili palestinesi devono superare dei checkpoints dove sono costretti ad aspettare per ore e ore senza la certezza di poterlo infine attraversare.
La striscia di Gaza è la più grande prigione a cielo aperto: l’uscita e l’ingresso di persone a Gaza, così come quello di medicinali e beni necessari, sono ostacolati quotidianamente a causa dell’embargo…”
LA NAKBA CONTINUA, LA PALESTINA RESISTE!”
Evento di Progetto Palestina
https://www.facebook.com/events/728665415154261/?ref=newsfeed

ORE 16 Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, Via Maria Adelaide Aglietta 35, Torino
(Ritrovo al capolinea del 3)
PRESIDIO SOTTO LE MURA DEL CARCERE DI TORINO
SOLIDARIETA’ AI/ALLE DETENUTI/E
https://gancio.cisti.org/event/presidio-fuori-dal-carcere-di-torino

ORE 18.30 al Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
IL PAESE DEI MALFATTORI”
PRESENTAZIONE del POEMA di S. A. ESENIN a cura di Mario Frisetti
Autoproduzioni Fenix
A SEGUIRE
: PIZZA BELLAVITA
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1001867507116930/?ref=newsfeed

MARTEDÌ 17 MAGGIO

ORE 19 al nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA CONDIVISO COMITATI BASSA VALLE
Preparate o portate (se potete) qualcosa da mangiare e bere da condividere e SOPRATTUTTO le vostre posate, bicchieri e piatti (per non fare troppi rifiuti).
A seguire
ORE 20.30:
DANZE CON LA MUSICA OCCITANA DAL VIVO
ACCOMPAGNATI DA LHI CHAT ERVERS
Essere in tanti di fronte alla polizia che presidia il nuovo cantiere dell’Autoporto è un bel segnale per fargli capire che A SARA’ DURA … PER LORO !!!!
EVENTO: https://www.facebook.com/events/1016397095651841

ORE 20 Alla Credenza, Via Fontan 16, Bussoleno
STACCHIAMO LA SPINA A QUESTO SISTEMA!”
INCONTRIAMO GLI AMBIENTALISTI DELLA VAL DI SUSA CHE HANNO LOTTATO CONTRO IL NUCLEARE!
In Val di Susa, l’opposizione al nucleare ha radici lontane. Fin dagli anni ’80 gli ambientalisti valsusini hanno lottato contro le male opere energetiche proprio quando, in contemporanea e dopo il primo referendum (vinto) contro il nucleare, ci si organizzò contro il mega-elettrodotto Grand Ile Piossasco.
Poi, negli anni più recenti, molte sono state le proteste contro il trasporto di materiali radioattivi e scorie dalla vecchia centrale di Trino Vercellese, fino a quella, ancora attiva, di Tricasten, in Francia che attraversavano la valle.
In ultimo, la lotta contro il Tav è una lotta anche contro tutti quei materiali radioattivi che verrebbero estratti dalla montagna durante lo scavo: dallo smarino, all’amianto, fino all’uranio. Quest’ultimo, presente nel massiccio d’Ambin in grandi quantità, è pericolosissimo se inalato e contamina le falde acquifere, come da anni sostengono i tecnici No Tav.
In un momento in cui il governo Draghi apre alla costruzione di nuove centrali nel nostro paese, in cui l’Unione Europea inserisce il nucleare da fissione tra le fonti green e quindi finanziabili per la falsa transizione ecologica ed in cui la guerra in corso fomenta l’uso anche militare del nucleare, vogliamo subito organizzarci per dare una risposta.
Per questo abbiamo chiamato per il 22 maggio una mobilitazione sotto la centrale nucleare di Caorso, Piacenza, (EDI INFRA) e anche da Torino organizziamo un bus per arrivare a Caorso:
per info e prenotazioni contattare il 3349448905 (Viola).

ORE 21 presso CUB, Corso Marconi 34, Torino (2° Piano)
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

MERCOLEDÌ 18 MAGGIO

ORE 17 al Castello di Moncalieri
OSPEDALE UNICO ASLTO5: QUANDO?”
INCONTRO PUBBLICO
Quando la finiremo di fare trasporti di pazienti instabili tra gli ospedali, di coprire i turni con le coop?
Medici, infermieri, popolazione dell AslTo5 e istituzioni ne parlano insieme.
Sanitari e cittadini uniti per la salute
https://www.facebook.com/photo?fbid=5025302427552123&set=a.656937944388615

ORE 18.45 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”

GIOVEDÌ 19 MAGGIO

Palazzo Nuovo, Via Sant’Ottavio 20, Torino
UNPLUG THE SYSTEM: STACCHIAMO LA SPINA A QUESTO SISTEMA!”
CONTRO LA CRISI ENERGETICA, AMBIENTALE E MILITARE! INIZIATIVE, DIBATTITI, CONCERTI (vedere aggiornamenti)
Giornata universitaria verso la mobilitazione del 22 MAGGIO ALLA CENTRALE NUCLEARE DI CAORSO!
APPELLO alla mobilitazione: https://cambiare-rotta.org/…/crisi-energetica…/ (VEDI INFRA)
Evento: https://www.facebook.com/CambiareRottaTorino/photos/a.1518533388389714/3099427170300320

ORE 18-20 diretta su www.facebook.com/AssociazioneDecrescita
GUERRA, NON VIOLENZA, DECRESCITA”
Incontro con:
Mario Agostinelli è presidente dell’Associazione Laudato si’,
Bruna Bianchi, storica, è direttrice di DEP (Deportate, Esuli, Profughe),
Enrico Euli, filosofo, insegna all’università di Cagliari teoria dei giochi e dell’animazione sociale, l’educazione alla nonviolenza e l’educazione interculturale,
Daniela Padoan, scrittrice, studiosa delle radici culturali del razzismo.
Per partecipare scrivere a info@venezia2022.it e riceverete il link zoom.
Il portato di morte e distruzione di questa guerra è destinato a sconvolgere l’assetto del mondo.
Sotto le macerie sono finiti i fragili equilibri geopolitici stabilitisi dopo l’89, le gerarchie di potere tra istituzioni politiche e il complesso industriale-militare, gli scambi economici transnazionali, i pur modesti impegni fin qui assunti in campo ambientale, fino alle stesse relazioni pacifiche di convivenza tra i popoli che vengono ora sospinti dalla propaganda bellicista dei governi su campi opposti.
Come fermare la catastrofe? Come riuscire a far emergere dal fallimento di questo mondo un’altra idea di società? Su quali valori potrà basarsi il riscatto delle ragioni della vita?
Nel percorso che ci porterà all’incontro di Venezia a settembre sulla decrescita (www.venezia2022.it) abbiamo scritto una bozza di documento e chiesto ad alcune/i amiche/ci, studiose e studiosi di aiutarci ad approfondire le questioni che la guerra solleva”. (https://venezia2022.it/images/Pace%20e%20Guerra%20Bozza.pdf)
Per partecipare scrivere a: info@venezia2022.it e riceverete il link zoom.
https://venezia2022.it/verso-venezia/eventi/dettaglievento/15/-/guerra-nonviolenza-decrescita

VENERDÌ 20 MAGGIO

SCIOPERO GENERALE E SOCIALE CONTRO LA GUERRA, L’ECONOMIA DI GUERRA E IL GOVERNO DELLA GUERRA
Volantino CUB : https://www.facebook.com/photo?fbid=381797950659439&set=a.338033958369172
SI Cobas PROCLAMAZIONE SCIOPERO GENERALE PER 24 ORE SU TUTTE LE CATEGORIE:
– Basta spese militari e stop all’invio di armi in Ucraina.
– Per una nuova scala mobile: aumento immediato dei salari in misura pari all’inflazione e adeguamento di tutti i CCNL per far fronte al caro-vita
– Stop immediato agli aumenti delle tariffe di luce e gas e blocco dei distacchi delle utenze per tutti i casi di morosità incolpevole.
– Per un salario garantito che permetta una vita dignitosa a tutti i lavoratori e i disoccupati.
– Per una forte riduzione dell’orario di lavoro: lavorare tutti, lavorare meno, in lavori socialmente utili.
– Per il diritto alla salute: sanità gratuita, territoriale e universale.
– Per il ripristino dell’indennità di malattia nei casi di quarantena da sospetto contagio Covid.
– Basta morti sul lavoro e di lavoro: rafforzamento delle misure di sicurezza, inasprimento delle sanzioni per la mancata adozione dei dispositivi di prevenzione e ampliamento dei poteri ispettivi e di controllo da parte dei lavoratori e delle loro rappresentanze.
– Per il diritto alla casa: no agli sgomberi delle occupazioni sociali abitative, no alle speculazioni sui quartieri.
– No alla repressione degli scioperi e delle lotte dei lavoratori.
– Fine delle politiche discriminatorie e razziste sui permessi di soggiorno, strumento decisivo di divisione dei lavoratori e di assoggettamento padronale.
– Contro le politiche monetarie inflazioniste e la crescita del debito pubblico, per una patrimoniale del 10% sul 10% più ricco della popolazione: facciamo pagare la crisi ai padroni…”
http://sicobas.org/2022/05/09/italia-proclamazione-sciopero-generale-il-20-5-per-24-ore-su-tutte-le-categorie/
VEDERE INIZIATIVE PREPARATORIE A TORINO E ROMA IN “RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA”.

ORE 21 Circolo Dravelli Via Praciosa, 11, Moncalieri (TO)
“I SENZA NOME”
IL SERVIZIO D’ORDINE E LA QUESTIONE DELLA “FORZA” IN LOTTA CONTINUA
Presentazione del libro di Fabrizio Salmoni
IL COLD CASE DI LOTTA CONTINUA”
Recensione di Diego Giachetti
http://www.dallapartedeltorto.it/2022/05/06/il-cold-case-di-lotta-continua-di-diego-giachetti/
Evento di Anpi Nizza Lingotto
https://www.facebook.com/events/5067002020073580?ref=newsfeed

SABATO 21 MAGGIO

ORE 15-23.45 Spazio Sociale VisRabbia, Via Galinè 40, Avigliana
CONCERTO SOLIDALE BENEFIT PER I PRESOS 27 F
Con Nabat, Dialcaloiz
Mangiare, bere e distro
Dal 27 Febbraio 2021 otto ragazzi sono incarcerati in misura preventiva come conseguenza della loro partecipazione alle manifestazioni per la libertà di espressione in solidarietà al musicista Pablo Hasel.”
INFORMAZIONI sul Comitato 27 f di Torino e sito prigionieri 27 febbraio:
https://www.facebook.com/groups/521603519089522
EVENTO: https://www.facebook.com/events/295456446114559/?ref=newsfeed

DOMENICA 22 MAGGIO

APPELLO per una Manifestazione alla centrale nucleare di Caorso:
CRISI ENERGETICA, AMBIENTALE E MILITARE: STACCHIAMO LA SPINA A QUESTO SISTEMA!
A fine maggio il Parlamento Europeo sarà chiamato a ratificare la decisione della commissione europea d’inserire il gas e l’energia da fissione nucleare nella tassonomia verde, ossia la lista di fonti considerate sostenibili e finanziabili sul mercato, propedeutiche alla cosiddetta “transizione ecologica”…
L’intensificazione della
competizione multipolare – sfociata nell’escalation bellica in Ucraina – viene colta dall’Unione Europea come occasione per accelerare il proprio processo di rafforzamento e indipendenza.

Anche sul piano energetico la definizione di un programma apposito (il REPowerEU) rappresenta un passo in avanti nel raggiungere un programma di approvvigionamento autonomo, in un settore dove si gioca una partita decisiva per quelli che saranno i nuovi equilibri e i rapporti di forza del mondo per come va configurandosi…
Mobilitiamoci domenica 22 maggio, in prossimità della votazione europea sulla tassonomia verde, alla centrale nucleare di Caorso, luogo simbolo del movimento antinucleare…”
https://cambiare-rotta.org/…/crisi-energetica…/

ORE 10.30 all’interno della fiera Ninfea Verde ad Osasco (TO) presso l’istituto agrario Prever, Viale Europa 26
PRESENTAZIONE AL PUBBLICO DELLA CAMPAGNA GRANI ANTICHI E DEI PARTECIPANTI
ORE 11 visita alle parcelle del campo catalogo presso l’ istituto agrario Prever
ORE 11.45 confronto sulle prospettive della Campagna
ORE 14.30-17.30 laboratorio DAL GRANO AL BISCOTTO: dimostrazione di produzione di biscotti con farina di frumento tenero “Gentilrosso” a cura del Biscottificio artigianale DABÔN di Fossat Federico e Riccardo (San Secondo di Pinerolo).
ORE 10.30-17.30 Mostra della collezione Grani Antichi
https://sitoasci.wixsite.com/asci/formazione-informazione

ORE 17 alla Biblioteca di Condove, Via Roma 1
IL GRANDE SQUILIBRIO: L’EMERGENZA CLIMATICA RACCONTATA A FUMETTI”
presentazione del libro curato dal Controsservatorio Valsusa.
“Si parlerà di clima, di emissioni di CO2 dai cantieri del TAV e da quelli delle grandi opere in generale, di greenwashing e delle scelte irresponsabili della politica, del modello insostenibile che punta alla crescita infinita accelerando i mutamenti climatici verso un punto di non ritorno.
E si confronterà la situazione dei giorni nostri con i grandi mutamenti climatici del passato”.

“IL PIANETA È QUASI COTTO: TUTTI A TAVOLA!”
Evento del ValsusaLiberFest
Il cambiamento climatico spiegato attraverso un Graphic Novel, a cura del Controsservatorio Val Susa, Angelo Tartaglia, Claudia Ceretto, Max Gavagna e Marta Gerardi e Raul Pantaleo di Tamassociati.
Il libro viene presentato in un evento dal titolo “Il pianeta è quasi cotto: tutti a tavola!” in cui parteciperanno gran parte degli autori con questo “menù”…”
Evento di Valsusa Filmfest, Val Susa Turismo
https://www.facebook.com/events/s/il-pianeta-e-quasi-cotto-tutti/731819474525361/

DA GIOVEDÌ 26 A DOMENICA 29 MAGGIO

TERRA&LIBERTÀ. CRITICAL WINE. 11a EDIZIONE:
UN ALTRO MODO DI INTENDERE LA VITA, LA TERRA, IL VINO…
A BUSSOLENO INSIEME A PRODUTTORI DA TUTTA ITALIA, BRINDIAMO ALLA LIBERTÀ!!!
Il Movimento NO TAV ha fatto del motto Terra e libertà coniato da Luigi Veronelli, ispiratore del Critical Wine, un suo slogan, personalizzandolo in Terra è libertà, come sa bene chi ha deciso di opporsi, a costo della vita, contro chi della terra e della libertà lo vorrebbe privare.
Il critical wine e la lotta NO TAV sono quasi coetanei: si sono incontrati sul sentiero del contrasto materiale, culturale e sociale ad un sistema che degrada i territori e la natura ad oggetto di un forsennato usa e getta; ed hanno intrapreso un cammino condiviso, fondato sull’amore per la terra e per chi la lavora.
Nella valle che progetti e interessi inaccettabili vorrebbero ridurre a corridoio di traffico per merci, capitali, eserciti, donne e uomini liberi hanno trovato la forza di dire NO e di praticare concretamente quel NO, con una resistenza ormai più che trentennale.
A condividere la lotta sono arrivati da ogni parte del paese, anzi del mondo, giovani che hanno scelto come casa propria questo territorio a rischio devastazione e ci hanno messo fantasia ed impegno, recuperando frazioni abbandonate e terreni incolti…”
https://www.criticalwinenotav.info/page/21/

26 MAGGIO, ORE 19, alla Credenza di Bussoleno
PRESENTAZIONE della Manifestazione e APERICENA
27 MAGGIO ORE 16-24 , 28 MAGGIO ORE 10-24, 29 MAGGIO ORE 10-19, nelle vie e piazza di Bussoleno:
STAND CRITICAL WINE (CON DEGUSTAZIONE VINI E STAND GASTRONOMICI), MOSTRE FOTOGRAFICHE, ORIGAMI, SERIGRAFIE, SPETTACOLI TEATRALI, GIOCOLERIA, CANTI E CONCERTI
IL PROGRAMMA COMPLETO
(la manifestazione avrà luogo anche in caso di pioggia):
https://www.criticalwinenotav.info/programma/

IN CONTEMPORANEA, sempre a Bussoleno:
UNA MONTAGNA DI LIBRI”

DA VENERDÌ 27 A DOMENICA 29 MAGGIO

CIEMMONA: CRITICAL MASS NAZIONALE A DUE RUOTE”
27 MAGGIO – partenza ORE 18 Giardini Reali Bassi
28 MAGGIO – partenza ORE 17 Parco del Valentino
29 MAGGIO – partenza ORE 10 Parco Dora
Il 27, 28 e 29 maggio 2022 si terrà la tre giorni di Critical Mass Interplanetaria: azione di massa critica che da ben 18 anni è itinerante fra le città dello stivale, nasce a Roma ma ha un’anima migrante.
Non più città dell’auto dunque, dopo un inseguimento durato oltre un secolo ecco il trapasso: Torino incoronata da ruote dentate risplenderà di raggi e cerchi lucenti.
Quest’anno a settembre cade il trentesimo anniversario della massa critica nel mondo e il ventesimo per Torino…”
Evento di Critical Mass Torino
https://www.facebook.com/events/s/ciemmona-torino-2022/5570375476329334/

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito:
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

 

 



AGGIORNAMENTI E RASSEGNA STAMPA

Ecco infine gli aggiornamenti su eventi della settimana appena trascorsa: AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA 11 maggio 22 (il pdf apre in nuova scheda).

La rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo che va dal 7 aprile al 4 maggio 2022, scaricabile in formato pdf da questo link: ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI 11 maggio 22 (il pdf apre in nuova scheda).

In chiusura, la pubblicazione di appelli e petizioni nazionali e internazionali, scaricabile in formato pdf da questo link: APPELLI E PETIZIONI 11 maggio 22 (il pdf apre in nuova scheda).

Con la fine dello stato di emergenza il 31 marzo e la diminuzione graduale delle restrizioni sul green pass, abbiamo sospeso per ora la pubblicazione delle “Misure anticovid, dibattito e opposizione”, augurandoci che non vengano nuovamente imposte. L’ampia documentazione prodotta finora si può reperire nelle precedenti newsletter.

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 5 maggio 2022; il pdf apre in nuova scheda).