Suolo, NO TAV, Repressione

SCRIVIAMO A GIORGIO, STEFANO, FRANKY!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO È STATO ARRESTATO E PORTATO NEL CARCERE DELLE VALLETTE IL NO TAV STEFANO MANGIONE condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna pisana NO TAV, Marta Camposano.
GIOVEDÌ 10 MARZO ALTRI 2 NO TAV GIORGIO ROSSETTO E UMBERTO RAVIOLA, sono stati portati in carcere accusati di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale e sono state emesse altre 11 misure cautelari tra arresti domiciliari, obblighi di firma e divieti di dimora per una serie di iniziative e manifestazioni che hanno avuto luogo dall’estate del 2020 in Val Clarea, a San Didero.
GIOVEDÌ 31 MARZO AL RIESAME UMBERTO È STATO SCARCERATO ED È AI DOMICILIARI con tutte le restrizioni.
https://www.notav.info/post/umberto-va-ai-domiciliari-giorgio-ancora-in-carcere-liber-tutt/
GIOVEDÌ 12 MAGGIO SONO STATI ARRESTATI 3 STUDENTI: FRANCESCO FERRERI, EMILIANO COPPOLA e JACOPO ARALDI per i reati di lesioni, violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale durante una manifestazione il 18 febbraio davanti a Confindustria a Torino, il primo colpevole della morte di Lorenzo e di Giuseppe, due ragazzi di 18 e 16 anni durante l’alternanza scuola lavoro.
Per la stessa manifestazione altri 4 studenti sono ai domiciliari e 4 hanno obblighi di firma.
https://www.notav.info/post/liberta-per-gli-studenti-e-le-studentesse/
ORA AL RIESAME Emiliano e Jacopo sono ai domiciliari, chi era ai domiciliari ha obbligo di firma giornaliero.
Per scrivere ai No Tav alle Vallette:
GIORGIO ROSSETTO / STEFANO MANGIONE/
FRANCESCO FERRERI
c/o Casa Circondariale Lorusso e Cutugno
Via Maria Adelaide Aglietta 35, 10151 – Torino
Importante inserire nella busta un foglio bianco, una busta nuova e non più di 2 o 3 francobolli per volta, altrimenti vengono ritirati invece di essere consegnati.
https://www.facebook.com/notav.info/posts/5437775502923735

9 giugno 2022 Notavinfo Notav
ANCHE STELLA E MATTIA FINALMENTE LIBERƏ‼!
Dopo quasi due anni di detenzione domiciliare, per aver partecipato alla manifestazione No Tav del 2012 “Oggi Paga Monti”.
https://www.facebook.com/notav.info/posts/401547261988439

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE
FINO A DOMENICA 26 GIUGNO

Al Ricetto per l’Arte – Agorà della Val Susa, Vicolo San Mauro, Almese
ORARIO: VENERDÌ ORE 9.30 – 11.30 e 15.30 – 17.30
SABATO ORE 15 – 17
DOMENICA ORE 15.30 – 18.30
IN SETTIMANA SU APPUNTAMENTO, info:
cumale.ass@gmail.com – 328 916 15 89
MOSTRA FOTOGRAFICA
“FOMNE CONTRA ’L TAV PARTIGIANE DELLA TERRA E DEL FUTURO”
https://www.facebook.com/ComuneAlmese/photos/pcb.3147515172163269/3147515145496605/

FINO A GIOVEDÌ 30 GIUGNO
ORE 16-20 nella saletta dell’Archivio Primo Moroni, sopra la libreria Calusca City Lights, Via Conchetta 18, Milano
“UNA MOSTRA ANTIMILITARISTA”
“Una mostra collettiva, con tante e diverse mani, e itinerante.
È una mostra ricca di contenuti, di incontri, di visioni, ma è anche una mostra povera, nei materiali e nei supporti, poveri e leggeri, clandestini in pace e profughi in guerra, per poter essere nomade e ribelle, pronta a partire per altri spazi che hanno deciso di essere liberi dalla paura…
– Vignette , illustrazioni, fumetti, collage, parole di:
Marco Bailone, Bluttanzt, Silvio Boselli, Conc, Pat Carra, Centro Studi Canaja, Chiara Dal Maso, Titti Demi, Bicio Fabbri, Roberto Farina, Fabio Folla, Marina Girardi, Giuliano, Giorgio Franzaroli, Hurricane Ivan, Kurtiell, Yobags, Le Lab des Castaneux, Ed. Lieve Malore, Emanuela Mioccio, Isia Osuchowska, Adriano Pasquali e René Pascal, Fausto Pisani, Novella Ponassi, satirosfrenato, Giorgio Pratolongo, Gwen Tomahawk, Federico Zenoni…
“Bisogna piantare molti soldati per far crescere un tenente.
Bisogna piantare molti tenenti per far crescere un generale.
Bisogna piantare molti generali per far crescere più niente.”
Gianni Rodari
Casa editrice LIBERA e SENZA IMPEGNI, Centro Studi CANAJA, Le LAB des CASTANEUX.
Evento di Libreria Calusca, Archivio Primo Moroni e CSOA COX18
https://www.facebook.com/events/741729673643819/741729683643818/?ref=newsfeed

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino Lione.
62a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NO TAV).
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info

GIOVEDÌ 16 GIUGNO
ORE 11.30 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”

ORE 13.30-14.30 Segui la diretta su Scienza in rete
https://www.scienzainrete.it/?utm_source=phplist1841&utm_medium=email&utm_content=HTML&utm_campaign=Webinar+Le+voci+della+scienza%3A+L%27intelligenza+del+suolo
“LE VOCI DELLA SCIENZA: L’INTELLIGENZA DEL SUOLO”
Intervista di Luca Carra a Paolo Pileri, urbanista del Politecnico di Milano e – fra le altre cose – ideatore della ciclovia VENTO, autore del libro “L’INTELLIGENZA DEL SUOLO: PICCOLO ATLANTE PER SALVARE DAL CEMENTO L’ECOSISTEMA PIÙ FRAGILE” (Altreconomia edizioni, 2022) in cui racconta la ricchezza ecologica del suolo e le dimensioni di questo consumo dissennato.
Il suolo non è solo un immenso “deposito” di carbonio che ci risparmia guai ancora maggiori con il cambiamento climatico.
Il suolo è un mondo magnifico e poco noto, “poesia vivente” come scriveva Henry David Thoreau, fonte di vita e biodiversità.
Ciononostante noi italiani il suolo lo consumiamo al ritmo di 2 metri quadrati al secondo, tanto che ad oggi quasi il 10% del nostro territorio è sigillato e inerte, e un’altra grande quota è sterilizzato da attività agricole insostenibili”.

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 17.30-19.30 Casa Circondariale Lorusso e Cotugno, Via Adelaide Aglietta 35, Torino
“CON FRANCESCO, GIORGIO, STEFANO E TUTTE LE VITTIME DELLA REPRESSIONE!!!
“APARICION CON VIDA!” per tutti/e i/le detenuti/e, i/le giovani studenti, No Tav e Antifascisti colpiti dalla repressione.
“Aparicion con vida!“ gridavano negli anni bui della dittatura argentina le Madri di Plaza de Mayo
per chiedere la restituzione dei loro figli scomparsi.
“Aparicion con vida!” gridiamo noi oggi per chiedere la restituzione alla vita di tutti i giovani e le giovani a cui la vita è stata sottratta da un regime che ogni giorno tradisce i valori democratici scritti nella nostra Costituzione…
La procura torinese sta abbattendo la sua mano pesante contro una parte di questa società, istituendo centinaia di processi, infliggendo il massimo della pena, rifiutando le pene alternative, utilizzando le misure cautelari come punizione preventiva e dissuasiva contro gli attivisti e le attiviste delle lotte sociali.
La sproporzione tra condanne e gravità dei fatti è sempre più evidente e palese, come è altrettanto palese che l’apparato giudiziario torinese non stia svolgendo il suo ruolo di amministrazione della giustizia e della legalità ma sia diventata l’arma per punire e soffocare il dissenso.
Fino ad arrivare al caso di Dana, che viene condannata a 2 anni di carcere per avere parlato ad un megafono in un contesto di manifestazione pacifica, e di Nicoletta, condannata ad 1 anno per aver tenuto in mano uno striscione.
Fino ad arrivare ad Eddi la cui libertà è stata sottratta per 2 anni perché la sua attiva militanza è “sospetta

Fino ad arrivare a tutti i giovani e le giovani le cui libertà sono state tolte anticipatamente, prima ancora del processo, perché studenti, antifascisti e attivisti nelle lotte sociali e ambientali…”
Evento di Mamme in piazza per la libertà di dissenso
https://www.facebook.com/events/493709735777814/

ORE 20.30 al Campus Einaudi, Lungo Dora Siena 100, Torino
CLIMATE SOCIAL CONTEST INIZIA!
A seguire DJ SET MIDNIGHT EXPRESS PARTY
“Ma cos’è il Climate Social Contest?
Un contest per artisti/e che vogliono suonare sul palco del Climate Social Camp: in finale sono arrivati/e in 10, ma al Camp suoneranno solo in 4
Come vincere? Voto del Pubblico + Voto della Giuria sceglieranno 2 vincitori/vincitrici di questa prima serata!”
https://www.instagram.com/p/Cev9nTXMVjA/?igshid=YmMyMTA2M2Y

VENERDÌ 17 E SABATO 18 GIUGNO
“12 ANNI DI PALESTRA POPOLARE DANTE DI NANNI”
“Anche quest’anno la PPDDN è lieta di invitarvi a una due giorni di festa, musica, presentazioni e soprattutto SPORT POPOLARE!
VENERDÌ 17 Parco Artiglieri da Montagna, Corso Vittorio angolo Via Borsellino, Torino (dietro autostazione bus)
“SPORT VS. CEMENTO”
ORE 18: PARTITELLE, PRESABBENE, ALLENAMENTI, BIRRETTE E SOCIALITÀ con Antifaboxe, ASD San Salvario, Dynamo Dora Rugby, Paco Rigore, Palestra Popolare CLIM, Palestra Popolare Iris Versari, ASD Aurora Vanchiglia, nel parco che verrà cementificato per costruire l’ennesimo inutile supermercato.
APERITIVO CON ESSENON E FOOD NOT BOMBS
ORE 20 PRESENTAZIONE DELL’INCHIESTA DI NAPOLI MONITOR
sul progetto di speculazione del parco e dell’adiacente area ex-Westinghouse
ORE 21.30 DJ SET E BALLI BRUTTI CON BLUTO SELECTER
SABATO 18 C.S.O.A. Gabrio, Via Millio 42 – Torino
“FESTAZZA”
Gabrio Beach apre ufficialmente la stagione (sabbia e mojito li mettiamo noi, porta il sudore che vorresti trovare). Per tutto il pomeriggio distro, bar esterno e panini
ORE 17 PRESENTAZIONE DELL’ARTICOLO SU DANTE DI NANNI CON MACHINA (DeriveApprodi)
ORE 18 PRESENTAZIONE DI “CARSICA”, la 3 giorni di socialità, attivismo e cura delle Alpi Apuane con Athamanta + dibattito su ecologie e speculazioni
A seguire:
LIL’OWL E SALGARI RECORDS
Evento di Palestra Popolare Dante Di Nanni, Food Not Bombs Torino e altri 2
https://www.facebook.com/events/3288556021376984/?ref=newsfeed

VENERDÌ 17 GIUGNO
ORE 18 Libreria Calusca City Lights, Via Conchetta 18, Milano
“UVALDE, AMERICA – TRA POLARIZZAZIONE E DECOMPOSIZIONE”
Sarà possibile seguire anche online scrivendo a: centrodocumentazionecontrolaguerra@inventati.org
– poco prima vi invieremo il link e i riferimenti a chi lo avrà richiesto, oppure ascolta su Cox18Stream http://ice.normail.org:8000/master
“Il gigante dai piedi di argilla tra guerre per procura all’esterno e disgregazione sociale al suo interno.
Partendo dal massacro avvenuto nella scuola elementare di Uvalde discuteremo della situazione attuale e del suo divenire con Pietro Basso
della redazione de Il pungolo rosso”.
Centro documentazione contro la guerra
Evento di Libreria Calusca, Cox18Stream e CSOA COX18
https://www.facebook.com/events/593345655360197/?ref=newsfeed

ORE 21 Lago dei Camosci di Sant’Ambrogio di Susa
“UN CARNEVALE PER SOLE E BALENO”
di e con Marco Gobetti
Compagnia Lo stagno di Goethe
“… Sole e Baleno si sono mascherati per andare insieme a una sfilata di Carnevale: lei è un grillo, lui un maiale. Ma non andranno alla sfilata, rimarranno in casa, perché c’è un tempo per tutto e loro quel tempo lo faranno passare raccontandosi i segreti, l’amore, il carro finto, la curiosità, la grammatica, i sogni, persino il carro vero.
Perché Sole e Baleno scelgono di parlarsi in maschera, cercando il tempo utile a un racconto che superi presente, passato e futuro?
Quale racconto passa, fra la loro morte e la lotta dei valligiani contro il TAV?
Quale racconto lega la loro morte a ciascuno di noi e a una nostra libertà possibile?
E la loro piccola storia privata alla grande storia universale?…”
BIGLIETTO UNICO: 10,00 € a persona comprensivi di una bevanda alcolica o analcolica (vino, birra, the freddo, cola,…)
https://www.lagodeicamosci.it/evento/racconti-del-falo-un-carnevale-per-sole-e-baleno/

DA SABATO 18 A GIOVEDÌ 23 GIUGNO
TRE EVENTI A FORMARE UNA UNICA “NUCLEAR BAN WEEK”
SABATO 18 E DOMENICA 19 GIUGNO
nell’Aula der Wissenschaften, Vienna
FORUM DELLA RETE ICAN (International Campaign to Abolish Nuclear Weapons, organizzazione no-profit per il bando delle armi nucleari fondata a Melbourne nel 2007)
LUNEDÌ 20 GIUGNO Austria Center, Vienna
“CONFERENZA INTERNAZIONALE SULL’ IMPATTO UMANITARIO DELLE ARMI NUCLEARI”
DAL 21 AL 23 GIUGNO
Austria Center, Vienna
PRIMA SESSIONE DI REVISIONE DEL TRATTATO DI PROIBIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI
TUTTI GLI EVENTI: https://vienna.icanw.org/events
CONFERENZA: https://vienna.icanw.org/humanitarian-impact-conference
NUCLEAR BAN FORUM: http://www.disarmistiesigenti.org/2022/06/08/forumicanwien22/

SABATO 18 GIUGNO
ORE 10 presso Nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO
https://www.facebook.com/photo/?fbid=571408244554434&set=a.499405931754666

ORE 15 Confederazione Cobas di Torino, Via Cercenasco 23 (angolo Piazza Guala), Torino
“LE RADICI STORICHE DELLA SITUAZIONE UCRAINA
Interventi di:

Cosimo Scarinzi sull’esperienza del movimento insurrezionale noto come Machnovščina e delle comuni contadine nel corso della guerra civile successiva alla rivoluzione d’ottobre.
Marcello Ingrao sulla cesura tra la politica delle nazionalità del partito bolscevico e la politica grande russa dello zarismo e dello stalinismo ripresa dall’attuale federazione russa

ORE 17.30 Piazza Cavour, Torino
MOBILITAZIONE NAZIONALE: “TUTTI UNITI CONTRO DRAGHI”
– CONTRO LA GUERRA
– CONTRO L’INVIO DI ARMI
– CONTRO IL CAROVITA
– PER UN’ITALIA INDIPENDENTE, NEUTRALE E FORTE
– PER UN’ITALIA DEL LAVORO.
Ecco tutte le altre piazze in Italia:
ROMA
Piazza Santi Apostoli, h. 16.30; BUSTO ARSIZIO Piazza S. Maria, h. 17.30; NAPOLI – Largo Berlinguer, h. 10; PALERMO Piazza Verdi, h. 17.30; TRIESTE Piazza Cavana, h. 16; TRENTO – Corso 3 Novembre (Commissariato del Governo), h. 10; TRENTO – Parco di Piazza Venezia “Tour L’Alternativa è la Pace”, h. 17; CAGLIARI – Piazza della Costituzione, h. 19; GENOVA – Piazza Eros Lanfranco, h. 10; FIRENZE – Piazza Sant’Ambrogio h. 10; BARI Piazza Umberto I, h. 18.30; PARMA Piazza Picelli, h. 10.30; RIMINI Arco di Augusto, h. 10.30; PADOVA Piazza Antenore, h. 16; ANCONA – Piazza Roma, h. 18; PERUGIA – Piazza Italia, h. 17; PESCARA – Largo Madonnina (ponte del mare), h. 10.30; COSENZA Piazza XI Settembre, h. 17; POTENZA – Piazza Duca della Verdura, h.18; CAMPOBASSO – Corso Vittorio Emanuele II, h. 10; AOSTA – Via Croce di Città, h. 10; MILANO Piazza Fontana, h. 15.30.
https://www.facebook.com/photo/?fbid=571408244554434&set=a.499405931754666

ORE 10 Piazza del Popolo, Roma
“PACE, LAVORO, GIUSTIZIA SOCIALE, DEMOCRAZIA CAMMINANO INSIEME”
MANIFESTAZIONE NAZIONALE INDETTA DALLA CGIL “che conclude un percorso di oltre 200 assemblee che si sono tenute su tutto il territorio nazionale e che hanno visto il coinvolgimento di lavoratori, pensionati, studenti, associazioni.
Sul palco si alterneranno gli interventi di delegate e delegati di tutte le categorie.
CHIUDERÀ LA MANIFESTAZIONE IL SEGRETARIO GENERALE DELLA CGIL MAURIZIO LANDINI che prenderà la parola alle ore 11.40 circa.
L’intera manifestazione sarà trasmessa in diretta su Collettiva.it, Cgil.it e relativi canali social…”
https://www.cgil.it/la-cgil/democrazia-e-partecipazione/2022/05/23/news/pace_lavoro_democrazia_e_giustizia_sociale_sono_le_nostre_parole_e_camminano_insieme-2111604/

DA DOMENICA 19 A DOMENICA 26 GIUGNO
Alla Certosa di Collegno
“LA COLLEGNO FÒL FEST”
PRIMA EDIZIONE di una festa interamente dedicata alla salute delle menti nel nome dell’inclusione e della cittadinanza per avvicinare il pubblico alla ”follia”, per imparare a non averne paura e considerare il disagio psichico come una condizione della natura umana.
Nato all’interno del Dipartimento di salute mentale dell’Asl 3 di Collegno, vede il principio del Servizio sostituire al ricovero l’inserimento assistito dei pazienti in famiglia attraverso un attento percorso di selezione delle famiglie ospitanti
e di supporto costante degli operatori professionali ad ospiti e pazienti.
Il Servizio si è diffuso in tutta Italia e per trecento progetti si è assistito ad un miglioramento delle condizioni cliniche, all’azzeramento della solitudine.
Per informazioni sul festival
e-mail: collegnofolfest@arciovest.it
Facebook: https://www.facebook.com/collegnofolfest/
Sito web: https://www.collegnofolfest.it/
PROGRAMMA:
https://www.collegnofolfest.it/wp-content/uploads/2022/05/FolFestMappaProgramma.pdf

DOMENICA 19 GIUGNO
ORE10 Presidio NO TAV dei Mulini in Clarea di Chiomonte
LAVORI E PRANZO CONDIVISI

ORE 14 al Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia),
alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

ORE 15 sotto le mura del C.P.R., in Corso Brunelleschi, Torino
“TUTTE/I FUORI, CHIUDERE I CPR, LIBERARE TUTTE/I
INTERVENTI
POI CORTEO
AL COMALA, Corso Ferrucci 65, Torino
ORE 19 INIZIO CONCERTO
Per tutta la durata dell’evento sarà possibile trovare materiale informativo e banchetti benefit.
“Il 23 maggio di un anno fa nel C.P.R. di Torino moriva Moussa Balde, ventitreenne di origine guineana, vittima di un sistema ingiusto e razzista, che permette la privazione della libertà personale e dei diritti fondamentali delle persone senza documenti…
“Tutte/i Fuori”, un anno dopo le manifestazioni d’indignazione seguite al suicidio di Moussa, vuole dimostrare che l’attenzione è ancora alta, che nessuna/o si è dimenticata/o delle troppe morti avvenute a causa del C.P.R. (3 solo a Torino), e di tutte/i coloro che nel C.P.R. stanno attualmente vivendo, ci sono passate/i o ci passeranno.
Attraverso la musica e le nostre parole il 19 giugno esprimeremo ancora una volta, tutte/i insieme, il nostro dissenso, gridando che un’alternativa è possibile e che i C.P.R. devono essere chiusi…”
https://gancio.cisti.org/event/tutt-fuori
https://gabrio.noblogs.org/post/2022/06/06/tutt%C9%99-fuori-chiudere-i-cpr-liberare-tutt%C9%99/
https://www.facebook.com/events/383822103779630/?ref=newsfeed

MARTEDÌ 21 GIUGNO
Cinema Massimo3, Via San Massimo , Torino
(per il resto d’Italia, evento Streeen ore 20-24: streaming parziale)
“IL CINEMA GIOVANE DI ALFIERI CANAVERO”
Giornata di studio n° 1 sul cinema indipendente attraverso i lavori
del direttore della fotografia Alfieri Canavero
ORE 16
IL SEDUTTORE (Italia 1954, 90′, 35mm, b/n) – commedia drammatica
di Franco Rossi, con Alberto Sordi – Direttore della fotografia: Alfieri Canavero
ORE 17.40 GIORNI DI FURORE (Italia 1963, 2013, 75′, HD, b/n e col.) – documentario
di Alfieri Canavero, Giovanni Canavero, Gianni Dolino, Isacco Nahoum, con testi di Italo Calvino e Paolo Spriano
ORE 19 FILASTROCK – IL GIRO DEL MONDO CON LE FILASTROCCHE (Italia 2014, 29′, col.) – progetto transmedia, di Alessandro Gaido – Direttore della fotografia: Alfieri Canavero
ORE 20.30 ECCEDANZA (Italia 1993, 20′, 35mm, col.) – commedia drammatica
di Claudio Papalia, con Loredana Leconte e Massamba Diop – Direttore della fotografia: Alfieri Canavero
ORE 21 La pattuglia sperduta (Italia 1954, 92′, 35mm, b/n) – guerra, epico risorgimentale, neorealista
di Piero Nelli, con Oscar Navarro, Ida Basso – Direttore della fotografia: Alfieri Canavero
AL TERMINE: CONVERSAZIONE SINO ALL’ORA DI CHIUSURA, NELLA PRIMA NOTTE D’ESTATE.
Autunno 2022: lo studio continua, contenuti su www.fertstorica.itnovità su www.fert.org
Alfieri Canavero, classe 1927, è un pezzo di storia del cinema. Il suo amore per la macchina da presa nasce a Torino, nello studio Fert, il luogo dove si produce cinema, la Hollywood sul Po.
“Canavero varca i cancelli della Fert nel 1943.
A farlo assumere è papà Giovanni, tecnico del suono in Corso Lombardia.
Il giovane inizia la gavetta. «Mio padre mi ha insegnato a fare di tutto: il macchinista, l’elettricista, il montaggio con le giunte a mano, il fonico e poi sono stato l’assistente di tanti bravissimi direttori della fotografia: Gallea, Del Frate, Barboni».
Sotto le bombe, anche il cinema faceva la sua parte. «Ero ragazzino e mi spedirono a consegnare dei documenti a Raf Vallone a Parella. Credo fossero documenti legati alla Resistenza».
Il momento di gloria per gli studi giunge con la seconda metà degli anni ’40. La Fert ospita i migliori talenti del cinema italiano. Tra i registi passano Michelangelo Antonioni, Luigi Comencini, Alberto Lattuada, Pietro Germi. Fra tanti altri, passano anche Orson Welles, Michel Simon…”
Associazione F.E.R.T. – Museo Nazionale del Cinema Torino, in collaborazione con Associazione Museo Nazionale del Cinema, Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, Associazione Piemonte Movie, Associazione Streeen-Lab, Film Commission Torino Piemonte, Torino Film Festival, e con Astut – Archivio Scientifico e Tecnologico Università di Torino
Newsletter Associazione F.E.R.T.

ORE 18 ai Giardini Vittorio Pozzo (Campus Einaudi), Torino
“PRESENTAZIONE DELLA MOBILITAZIONE CONTRO GUERRE E FRONTIERE”
“Dal 24 al 26 Giugno si terrà a Torino una 3 giorni di mobilitazione internazionale che parte dalla spinta tematica e politica delle precedenti iniziative internazionali e tenderà a focalizzarsi su argomenti specifici che a nostro parere appaiono come particolarmente urgenti da indagare di questi tempi.
I temi che guideranno la mobilitazione, trovano il loro punto specifico nell’intersezione tra la lotta alle frontiere e quella antimilitarista con una analisi di come i livelli di violenza, controllo, repressione e oppressione all’interno del sistema capitalistico mondiale siano intersecati su più piani tra di loro.
La constatazione del legame diretto tra guerra e fuga di milioni di persone attraverso le frontiere è solo il punto di partenza per poter guardare a come questi due principi cardine dell’assetto politico attuale – la tensione (espressa o non) bellica e il controllo del confini e dei corpi in movimento – si intersecano su vari piani e a vari livelli. Discutiamone!”
A seguire
APERITIVO BENEFIT PER LA 3 GIORNI
https://www.facebook.com/events/760837991751590?ref=newsfeed

ORE 18.30 alla Barca occupata, Via Vittorio Avondo 20, Torino
“IL PAESE DEI MALFATTORI”
presentazione del poema di S. A. ESENIN a cura di Mario Frisetti
Autoproduzioni Fenix

Bruno Panebarco – autore di “Fedeli alla roba” – presenta il curatore del libro.
Alcune poesie di Esenin saranno declamate da due lettrici: Paola e Cristina.
Evento: https://www.facebook.com/events/588778649333991/?ref=newsfeed

ORE 19 al nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA a cura dei Comitati No Tav Bassa Valle
A seguire
ORE 20 SOCIALITÀ NO TAV
https://www.facebook.com/Laboratorio-Civico-124342187593662/events/?ref=page_internal

ORE 21 Presso Centro Studi Sereno Regis, Sala Gandhi, Via Garibaldi 13, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

MERCOLEDÌ 22 GIUGNO
ORE 18.45 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”

GIOVEDÌ 23 GIUGNO
ORE 17.30-20.30 Evento online pubblico in diretta sulla pagina Facebook di Società della cura
https://www.facebook.com/societadellacura
“CONTRO LA GUERRA, UN’ALTRA SOCIETÀ”
“TENIAMOCI LIBERI IN AUTUNNO”
La guerra continua con il suo carico di morti, distruzione, devastazione. Nessun attore istituzionale sembra volerla fermare, praticando davvero e con coerenza quello che sarebbe da subito necessario: il cessate il fuoco e l’avvio di veri negoziati.
La guerra continua e investe le nostre vite. Aumenta le diseguaglianze sociali, ingabbia la cultura e sottrae democrazia.
Chiude tutte le faglie aperte dalla pandemia e rimette in un angolo ogni possibile trasformazione sociale. Persino il Recovery Plan, che abbiamo contestato contrapponendogli il nostro Recovery Planet, viene completamente rimosso e si parla ormai apertamente di Recovery di guerra.
Tagli alla sanità e all’istruzione e corsa al riarmo, aumento delle spese militari e apertura di nuove basi militari, come quella a Coltano
, dentro un parco nazionale.
Nessuna transizione ecologica all’orizzonte, ma “più carbone, più trivellazioni e rilancio del nucleare”. Nessuna sovranità alimentare, ma nuovi finanziamenti all’agro-business e via libera agli ogm. Nessuna tutela dei beni comuni, ma lancio di una nuova stagione di privatizzazioni.
Fermare la guerra è la priorità. Per farlo occorre costruire un’altra società.
In questi anni abbiamo aperto importanti spazi di convergenza tra i movimenti
e abbiamo proposto un nuovo orizzonte comune: uscire dall’economia del profitto per costruire la società della cura, nella consapevolezza che nessuna/o si salva da sola/o…”
https://societadellacura.blogspot.com/2022/05/23-giugno-2022-contro-la-guerra-unaltra.html

VENERDÌ 24, SABATO 25 E DOMENICA 26 GIUGNO
A Torino (luoghi da definire)
“MOBILITAZIONE CONTRO GUERRE E FRONTIERE”
Durante i tre giorni si alterneranno momenti di scambio di pratiche, approfondimenti e sarà possibile essere ospitati/e in città per la durata dell’evento.
Porta la tua attrezzatura da campeggio! E se puoi lascia a casa il tuo amico a quattro zampe.
Segui gli aggiornamenti su https://www.passamontagna.info/?p=3936 e nocprtorino.noblogs.org
“La ricorrente necessità capitalista della guerra imperialista schierata alla difesa del proprio ordine e al controllo costante di mercato e risorse, costringe milioni di persone a fuggire e attraversare le frontiere.
Inoltre, gli Stati definiscono attraverso repressione e controllo l’entità del loro territorio integrando o rigettando le persone, secondo le proprie esigenze economiche, inquadrate all’interno di un discorso classificatorio razzista.
Il business tecno-militare privato sfrutta costantemente le conseguenze della spartizione dei territori saccheggiati e colonializzati, sperimentando le sue macabre innovazioni di controllo e sorveglianza, sui corpi di chi attraversa quelle frontiere”.
Evento di La Molla Occupata
https://www.facebook.com/events/329657082681356/?ref=newsfeed

VENERDÌ 24, SABATO 25 E DOMENICA 26 GIUGNO
Terreno No Tav Acquaviva e Resistente, Trento
“CIRCONVALLAZIONE NÉ QUI NÉ ALTROVE”
Due giorni di incontri, concerti e dibattiti contro il progetto “TAV-Circonvallazione di Trento”.
Per intrecciare percorsi e pratiche di opposizione reale alle grandi opere e alla devastazione ambientale e sociale dei territori.
PROGRAMMA (in aggiornamento)
SABATO 25 GIUGNO
ORE 15-19 Alta velocità, Emergenza permanente e Guerra
– Stati di emergenza, PNRR e infrastrutture AV in Italia
– Il TAV all’interno dei corridoi della mobilità militare europea (Assemblea No Tav Torino e cintura)
– Nuovo estrattivismo europeo e Transizione Ecologica (a cura della rivista Nunatak: storie, culture e lotte della montagna)
DOMENICA 26 GIUGNO

ORE 10-13 Sviluppo, grandi opere e movimenti di opposizione
Assemblea di realtà e movimenti contro la devastazione ambientale in Trentino
Ore 13 Pranzo e presentazione della Cassa di solidarietà No Tav
ORE 15-18 Che fare? Aggiornamento sull’iter progettuale e confronto su percorsi e pratiche di resistenza. Introduce Comitato “Mattarello Attiva”
ORE 15 Esperienze di opposizione reale a Tav e grandi opere
ORE 16 Aggiornamento e confronto in vista dell’inizio degli espropri in territorio trentino
.
https://www.facebook.com/events/481920433737307/?ref=newsfeed

SABATO 25 GIUGNO
ORE 9 Ritrovo al presidio Sole e Baleno di San Giuliano, SS25 davanti all’uscita autostrada di Susa
“UNO SGUARDO SUL FUTURO… CERCANDO DI EVITARLO”
Passeggiata reale e immaginaria nel mega cantiere TAV nella piana di Susa
A seguire, trasferimento in auto alla Madonna dell’Ecova, punto panoramico
Spiegazione di come sarà il cantiere, con l’ausilio di cartografie e immagini
Successivo trasferimento in auto dapprima nella zona di imbocco del tunnel di collegamento con la linea storica, quindi nella zona di uscita dello stesso e infine sui terreni dell’interscambio.
Ritorno al presidio e APERITIVO.
N.B.:
Siccome nel punto panoramico la possibilità di parcheggio è limitata, invitiamo tutte e tutti ad organizzarsi al meglio viaggiando con automobili piene, così da limitare il numero di veicoli in arrivo.
Whatsapp e telefono: 345 787 52 03 (Valter)
email: momsusa.notav@gmail.com
https://www.notav.info/agenda/susa-25-06-uno-sguardo-sul-futuro-cercando-di-evitarlo/

ORE 10 alla Cascina Sesia in frazione Mandria di Chivasso
“NO AL DEPOSITO, NO ALLA SPECULAZIONE: INCONTRIAMOCI PER UNIRE LE LOTTE IN DIFESA DELLA TERRA” per un momento di confronto
PRANZO CONDIVISO portando ognuno qualche cibaria o bevanda.
Nel pomeriggio:
PASSEGGIATE SUI TERRENI A RISCHIO ESPROPRIO E CHIACCHIERATA SULLE PROSPETTIVE DI UN LAVORO COMUNE
“… DIFENDIAMO LA NOSTRA TERRA, FERMIAMO LA SPECULAZIONE
Da mesi sentiamo governanti e politici riempirsi la bocca di riforme e progetti per rallentare il cambiamento climatico,
gli stessi politici che con scelte scellerate e al servizio delle multinazionali e delle lobby del cemento devastano territori incontaminati, cancellano aree verdi e boschive, calpestano tutto ciò che intralcia i loro progetti di sfruttamento al solo fine di riempire le tasche dei soliti noti.
NO AL DEPOSITO UNICO NUCLEARE, NÉ QUI NÉ ALTROVE
In questo disegno rientra il deposito nazionale nucleare che ovunque verrà costruito ruberà 150 ettari di terreno.
Nel caso di Mazzé si tratta di un’area fatta di terreni coltivati e cascine centenarie
.
Il deposito ospiterà scorie di tutti i tipi e rappresenta un pericolo per la salute della popolazione, un enorme disagio per chi abita nei dintorni, un fattore di inquinamento ambientale e un’opera inutile poiché sarà comunque una soluzione provvisoria in attesa del deposito europeo.
Il deposito porterà con sé la militarizzazione del territorio e in tempi di guerra non bisogna dimenticare che questo tipo di opere possono diventare obiettivi militari…”
Evento di Comitato ATOMI Impazziti
https://www.facebook.com/events/409750817848883?ref=newsfeed

DOMENICA 26 GIUGNO
ORE 10 al presidio NO TAV di Venaus
ASSEMBLEA SULLA “LETTERA APERTA SU NO TAV, NO GREENPASS E PROSPETTIVE COMUNI”
A seguire PRANZO CONDIVISO
https://letteradallavalsusa.it/prossimi-appuntamenti

PERCHÉ LA LETTERA E COME FIRMARE
L’intento è quello di fare uscire una voce – frutto di un cammino collettivo in Valsusa, durante questo ultimo periodo di strategie governative di emergenza pandemica – che sia spunto di riflessione e stimolo, per ricucire e rilanciare percorsi di lotta e mobilitazione.
Per sottoscrivere puoi inviare una mail con tuo nome e cognome a:
letteraaperta@protonmail.com
https://letteradallavalsusa.it/perch%C3%A9-e-come-firmare-1

GIOVEDÌ 30 GIUGNO
ORE 18 Piazza Acquaverde, Genova
“IERI CONTRO IL GOVERNO TAMBRONI, OGGI CONTRO IL GOVERNO DEI PADRONI”
“Il 30 giugno 1960 capitò qualcosa che unì la parte più sana della popolazione: la rivolta contro il congresso fascista a Genova e contro il Governo Tambroni sostenuto dal MSI.
Allora capimmo da che parte schierarci e a difesa di quali valori fondamentali.
La memoria di quanto successe allora ci serva da esempio anche per l’oggi.
Rispetto al passato oggi ci troviamo in una società più che mai frammentata
.
La pandemia ha approfondito le tendenze già esistenti: ha diviso capitale, ceti intermedi, classe lavoratrice.
Il conflitto non è stato cancellato ma è stato ulteriormente frammentato.
Dalla pandemia si è passati alla guerra.
Questa nuova situazione ha sancito ulteriori divisioni e il regime monopolistico dell’informazione ha chiuso altri spazi di iniziativa e manovra politica
.
L’Italia partecipa a questa guerra non solo con l’invio di armi, ma anche, indirettamente, con le sanzioni economiche…
Questo ci spinge, quest’anno più che mai, a ricordare, non solo gli ideali, ma anche la determinazione e il “metodo” con i quali gli antifascisti nel 1960 fecero cadere il governo Tambroni.
Oggi come allora i neofascisti sono nelle istituzioni e la peggiore destra liberista e padronale è al potere.

Proprio come allora la sinistra istituzionale e sedicente democratica si rende complice e troppo spesso principale promotrice dello sdoganamento di politiche fasciste e della cancellazione delle storia del movimento operaio e comunista…”
Evento di Genova Antifascista
https://www.facebook.com/events/s/30-giugno-2022-ieri-contro-il-/548534956852369/

VENERDÌ 1 LUGLIO
ORE 18 Viale Umberti Cagni 7, (Corso Vittorio), Parco del Valentino, Torino
“UN ALTRO MODO È POSSIBILE?”
“Possiamo immaginare di liberare le discipline scientifiche dal profitto, l’educazione dall’omologazione, l’economia dalla finanza, la terra e i suoi semi, per costruire un altro mo(n)do?”
Partecipano tra gli altri:
Loretta Bolgan, biologa, ricercatrice
Roberto Schellino, perito agrario, agricoltore
Francesco Cappello, scrittore esperto in economia
A seguire:
ARMONIE D’ESTATE, concerto di musica classica
https://www.facebook.com/photo?fbid=174334708305700&set=a.105726611833177

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito:
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/