Carovana migranti, Frontiere, Repressione

SCRIVIAMO A GIORGIO, STEFANO, FRANKY!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO È STATO ARRESTATO E PORTATO NEL CARCERE DELLE VALLETTE IL NO TAV STEFANO MANGIONE condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna pisana NO TAV, Marta Camposano.
GIOVEDÌ 10 MARZO ALTRI 2 NOTAV, GIORGIO ROSSETTO E UMBERTO RAVIOLA, sono stati portati in carcere accusati di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale e sono state emesse altre 11 misure cautelari tra arresti domiciliari, obblighi di firma e divieti di dimora per una serie di iniziative e manifestazioni che hanno avuto luogo dall’estate del 2020 in Val Clarea, a San Didero.
GIOVEDÌ 31 MARZO, AL RIESAME, UMBERTO È STATO SCARCERATO ED È AI DOMICILIARI con tutte le restrizioni.
https://www.notav.info/post/umberto-va-ai-domiciliari-giorgio-ancora-in-carcere-liber-tutt/

GIOVEDÌ 12 MAGGIO SONO STATI ARRESTATI 3 STUDENTI, FRANCESCO FERRERI, EMILIANO COPPOLA e JACOPO ARALDI, per i reati di lesioni, violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale durante una manifestazione il 18 febbraio davanti a Confindustria a Torino, il primo colpevole della morte di Lorenzo e di Giuseppe, due ragazzi di 18 e 16 anni durante l’alternanza scuola-lavoro.
Per la stessa manifestazione altri 4 studenti sono ai domiciliari e 4 hanno obblighi di firma.
https://www.notav.info/post/liberta-per-gli-studenti-e-le-studentesse/
ORA AL RIESAME Emiliano e Jacopo sono ai domiciliari, chi era ai domiciliari ha obbligo di firma giornaliero.
Per scrivere ai No Tav alle Vallette:
GIORGIO ROSSETTO / STEFANO MANGIONE/
FRANCESCO FERRERI
c/o Casa Circondariale Lorusso e Cutugno
Via Maria Adelaide Aglietta 35, 10151 – Torino
Importante inserire nella busta un foglio bianco, una busta nuova e non più di 2 o 3 francobolli per volta, altrimenti vengono ritirati invece di essere consegnati.
https://www.notav.info/post/inondiamo-il-carcere-di-lettere-solidarieta-a-francesco-giorgio-e-stefano/ 

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino Lione.
67a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NO TAV.
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info

DA MERCOLEDÌ 2O A VENERDÌ 22 LUGLIO
Al presidio NO TAV di Venaus
CAROVANA PIRENEI-ALPI 2022
“LE FRONTIERE EUROPEE INTERNE DI IERI E DI OGGI”
PROGRAMA DELLA CAROVANA DAL 15 AL 24 LUGLIO
https://abriendofronteras.net/pirineosalpes2022/programa/?fbclid=IwAR2qQ_wDdYWDdBVNq-6d4y291pDcL-SN5DgOFBmHysS1MGM9nca1PCshWro

IL MANIFESTO DELLA CAROVANA EUROPEA E INTERNAZIONALE IN PARTENZA IL 15 LUGLIO DA IRUN, PAESI BASCHI:
«… Percorriamo queste vie anche in un momento critico determinato dalla guerra in Ucraina e dalle sue conseguenze per i Paesi e i popoli d’Europa, per le economie di sussistenza del Sud globale e per le persone migranti che stanno arrivando e continueranno ad arrivare sul suolo europeo.
L’invasione dell’Ucraina ha aggravato la situazione di carestia e scarsità di cibo, che si aggiungono alla crisi climatica ed energetica e ai problemi economici derivanti dalla pandemia e dalle azioni estrattiviste e neocoloniali delle imprese transnazionali.
Ci troviamo in un contesto in cui le rivalità geopolitiche, i conflitti armati, la competizione economica, la militarizzazione del commercio e la preoccupazione di garantire i profitti delle imprese stanno portando a nuovi modi di reinterpretare i diritti umani al ribasso.
La risposta dell’UE alla gravissima crisi migratoria derivante dalla guerra in Ucraina ci permette di svelare i veri «valori» dell’Unione Europea.
Da un lato, ci rallegra e rincuora l’accoglienza che l’UE ha riservato a milioni di ucraini in fuga dalla guerra, regolarizzando immediatamente la loro situazione, e abbiamo quindi prova che questo tipo di accoglienza è davvero possibile.
Ma se guardiamo alle politiche migratorie dell’UE negli ultimi anni per le persone migranti provenienti dal Sud globale, vediamo che queste politiche sono state e continuano a essere politiche di morte e di rifiuto.
Lasciare morire chi ha fame
per mancanza di attenzione e cure o per mancanza di aiuto in mare o sulle montagne è necropolitica…”
https://www.meltingpot.org/2022/07/pirenei-alpi-2022-le-frontiere-europee-interne-di-ieri-e-di-oggi/

DA GIOVEDÌ 21 A DOMENICA 24 LUGLIO
Al Rifugio Occupato, Via Giovanni Battista Armando 18, Cesana
4 GIORNI IN FRONTIERA, 1 MESE DI OCCUPAZIONE
Campeggio, assemblea, workshop, camminata in frontiera
Porta la tenda per campeggiare nel caso non ci sia abbastanza posto all’interno e cibo per i pasti condivisi
PROGRAMMA
:
https://gancio.cisti.org/event/4-giorni-in-frontiera-1-mese-di-occupazione

ALCUNE INIZIATIVE NEI SINGOLI GIORNI

GIOVEDÌ 21 LUGLIO
ORE 10.30 presso l’Aula Vik, Via Balleydier, 60 – Genova
MUSIC FOR PEACE
“REPRESSIONE E DIRITTO AL DISSENSO: CHE FARE?”
“Le cariche indiscriminate della polizia, gli arresti e le misure cautelari contro gli studenti che manifestavano pacificamente in tante città italiane contro l’alternanza scuola/lavoro, non possono passare sotto silenzio; sono infatti azioni e misure degne di un regime autoritario e ciecamente repressivo.
La gestione dell’ordine pubblico, le politiche di controllo sociale e la criminalizzazione dei movimenti rappresentano, in questo particolare contesto storico, un tema particolarmente attuale che crediamo vada analizzato con molta attenzione”.
Intervengono:
ENRICO ZUCCA
(Sostituto procuratore generale di Genova, PM processo per le torture alla scuola Diaz)
SALVATORE PALIDDA (Sociologo)
LORENZO GUADAGNUCCI (Giornalista – Comitato Verità e Giustizia per Genova)
GILBERTO PAGANI (Avvocato)
MAMME IN PIAZZA PER LA LIBERTÀ DI DISSENSO
Introduce e modera: ITALO DI SABATO (Osservatorio Repressione)
Organizzano: Osservatorio Repressione e Comitato Piazza Carlo Giuliani Odv
tra le iniziative di Genova 22 19 – 24 luglio “Per non dimentiCarlo”
https://www.carlogiuliani.it/archives/homepage/7810

ORE 11.30 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 18 al Centro Sociale Askatasuna, Corso Regina Margherita 47 – Torino
“LA SALUTE È LA PRIMA COSA!”
“Curarsi è sempre più difficile.
La pandemia di Covid19 sta lasciando il proprio strascico sul sistema sanitario già duramente segnato dalle privatizzazioni…
In un quartiere come il nostro, Vanchiglia, si incontrano diverse problematiche, da un lato una popolazione residente in età avanzata che necessita di un accesso alla cura
a tutto tondo, una componente migrante che spesso è completamente privata di questo accesso e dall’altro i giovani e giovanissimi che si trovano a dover fare i conti con stress, traumi e spesso solitudine.
Per questo motivo abbiamo deciso di lanciare questo primo incontro insieme ad alcun* professionist* della salute
che si sono dati disponibili per tracciare insieme quali sono le esigenze del territorio dal punto di vista della cura e capire insieme come costruire dei progetti di tutela della salute dal basso, che rispondano alle necessità riscontrate, ma che siano anche momenti di apertura di un dibattito e di percorsi di lotta per la salute collettiva.
Ci sarà anche la disponibilità di fare un tampone gratuito durante l’incontro alla luce della nuova ondata di contagi…”
https://www.facebook.com/photo/?fbid=358500326458618&set=a.260225989619386

VENERDÌ 22 LUGLIO
ORE 21 Via Rubens Fattorelli, Torino
“C’ERA UNA VOLTA BERTOLLA”
“Un corteo pacifico, commemorativo per il prato di Via Fattorelli.
Il consumo di suolo a Bertolla è una emergenza da oramai diversi anni.
Ripercorriamo gli eventi che hanno portato a queste terrificanti colate di cemento, grazie agli interventi di Salviamo il Territorio , Salviamo i Prati e Climate social camp.
Un particolare flash mob inaugurerà la celebrazione del Borgo che fu
.
Una occasione per conoscerci, fare rete ed eventualmente coordinarci, qualora in futuro ci siano ulteriori svendite (il Comune le chiama riqualificazioni) delle aree verdi del Borgo dei Lavandai.
Il corteo inizierà alle ore 21.00 in Via Fattorelli, di fronte alla cartellonistica che illustra “le meraviglie sostenibili” di questa struttura.
L’iniziativa durerà circa 30 minuti. Cammineremo lungo Via Fattorelli con un breve giro ad anello di 150 metri, passando da Via Corneliano d’Alba.
Una tappa al parco giochi (Giardino di Via Fattorelli ) dove il gruppo di ragazze e ragazzi di #puliamosanmauro condividerà le sue iniziative per il territorio di Bertolla”.
Evento di C’era una volta Bertolla
https://www.facebook.com/events/605570070883252/?ref=newsfeed

SABATO 23 E DOMENICA 24 LUGLIO
Al Presidio NO TAV di Venaus
CAMPEGGIO DI LOTTA NO TAV
“… In questi giorni andremo ad indagare insieme, attraverso dibattiti e proiezioni, alcuni temi all’ordine del giorno. Dal cambiamento climatico alla recrudescenza di conflitti in corso, come quello in Rojava, perché è necessario porsi all’altezza di una nuova fase di distruzione del nostro pianeta, come la siccità galoppante e la crisi idrica ci stanno dimostrando.
In questo weekend saranno costruite anche iniziative informative e di lotta nei paesi e nei luoghi nevralgici che da anni muovono il Movimento No Tav, per evidenziare quel filo che unisce i repentini cambiamenti su scala mondiale e la loro ripercussione sui singoli territori.
Qui lo notiamo anche, e soprattutto, attraverso l’ostinazione dei governi nostrani che continuano a voler costruire ad ogni costo un’opera ecocida, costosa e devastante come il Tav Torino-Lione”.
PROGRAMMA: https://www.facebook.com/photo?fbid=422560839887081&set=a.399553942187771

SABATO 23 LUGLIO
ORE 10 presso Nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO

ORE 14.30 concentramento ai Giardini Margherita (di fronte stazione F.S), Piacenza
“LE LOTTE OPERAIE NON SI PROCESSANO”
MANIFESTAZIONE NAZIONALE in solidarietà con i sindacalisti arrestati dalla procura di Piacenza.
Toccano uno toccano tutt*!
https://www.facebook.com/sicobas.lavoratoriautorganizzati.9/photos/a.308247529373951/1833562176842471/

ORE 10 partenza dalla sede dei SI Cobas in Corso Palermo 60, Torino
AUTOBUS PER PIACENZA

ORE 15 Al Rifugio Occupato in Via Giovanni Battista Armando 18, Cesana
ASSEMBLEA APERTA: AGGIORNAMENTI DAL PRIMO MESE DI OCCUPAZIONE, SITUAZIONE IN FRONTIERA, QUALI PROSPETTIVE FUTURE?
https://gancio.cisti.org/event/4-giorni-in-frontiera-1-mese-di-occupazione

ORE 18 Piazza Carignano, Torino
CORTEO: “FERMARE LE ARMI IN UCRAINA! ”
https://www.facebook.com/AGiTEPiemonte
Appello di Europe for Peace per una GIORNATA NAZIONALE DI AZIONE PER UNA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PACE
“… Ribadendo la vicinanza alle popolazioni colpite dalla guerra si ricorda poi come occorra cercare “una soluzione negoziale, ma non si vedono sinora iniziative politiche né da parte degli Stati, né da parte delle istituzioni internazionali e multilaterali” sottolineando come invece sia necessario “che il nostro paese, l’Europa, le Nazioni Unite operino attivamente per favorire il negoziato e avviino un percorso per una conferenza internazionale di pace che, basandosi sul concetto di sicurezza condivisa, metta al sicuro la pace anche per il futuro”.
Il documento ripropone poi il punto fondamentale ribadito dal movimento pacifista italiano fin dall’inizio del conflitto:
“Le armi non portano la pace, ma solo nuove sofferenze per la popolazione. Non c’è nessuna guerra da vincere: noi invece vogliamo vincere la pace” e per tale motivo viene proposta (a 150 giorni dall’inizio della guerra) la giornata nazionale di mobilitazione per la pace del 23 luglio con iniziative in tutta Italia, con uno slogan chiaro: “TACCIANO LE ARMI, NEGOZIATO SUBITO!”
Le iniziative che verranno definite e programmate nei prossimi giorni saranno comunicate e rilanciate da tutte le organizzazioni promotrici dell’appello,
il cui testo e le prime adesioni è disponibile qui sotto…”
https://retepacedisarmo.org/2022/europe-for-peace-fermare-le-armi-in-ucraina-giornata-nazionale-di-azione-il-23-luglio-per-una-conferenza-internazionale-di-pace/

DOMENICA 24 LUGLIO
ORE10 Presidio NO TAV dei Mulini in Clarea di Chiomonte
LAVORI E PRANZO CONDIVISI

ORE 13 Al Rifugio Occupato in Via Giovanni Battista Armando 18, Cesana
CAMMINATA IN E CONTRO LA FRONTIERA (CLAVIERE-MONGINEVRO)
https://gancio.cisti.org/event/4-giorni-in-frontiera-1-mese-di-occupazione

ORE 14 Durante il Campeggio di lotta al presidio NO TAV di Venaus
“SENZA ACQUA NON È VITA: ORGANIZZIAMOCI INSIEME PER AFFRONTARE GLI EFFETTI DELLA CRISI CLIMATICA”
“… Sta a noi riscrivere il modello economico ed energetico, di vita, di spazi urbani, rurali e montani.
Anche per quanto riguarda il nostro territorio abbiamo accusato gli effetti di questa grande siccità.
In Val di Susa alcuni rifugi hanno dovuto chiudere per la stagione estiva a causa della mancanza di acqua corrente e diverse colture sono state segnate dalle condizioni meteorologiche.
Inoltre, l’ambiente montano rischia di vivere una trasformazione senza precedenti.
In questo scenario, i promotori del Tav Torino-Lione
e il governo italiano insistono nella volontà di costruire una grande opera inutile.
Il tunnel TAV, se completato causerà ogni anno una dispersione idrica pari al fabbisogno di 600mila persone, e già oggi, col tunnel di esplorazione, causa la perdita irrimediabile dell’acqua pari al fabbisogno di 40mila persone.
I nostri fiumi, i nostri laghi e le nostre fonti rischiano di essere prosciugati per la folle sete di profitto: fanno il deserto e lo chiamano progresso!
Crediamo che sia giunto il momento di incontrarsi con tutte quelle realtà regionali e nazionali che ritengono sia necessario e urgente mettersi in movimento su questi temi
e ragionare su come costruire una risposta dal basso agli eventi metereologici estremi e agli effetti reali della crisi climatica, che si prenda carico di sfidare il modello di sviluppo mortifero che ci è imposto.
Mutuando un motto che ci è caro, fermarli tocca a noi!…”
https://www.notav.info/documenti/24-7-senza-acqua-non-e-vita-organizziamoci-insieme-per-affrontare-gli-effetti-della-crisi-climatica/

ORE 14 al Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia),
alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

DA LUNEDÌ 25 A VENERDÌ 29 LUGLIO
A Torino nel Parco della Colletta
“CLIMATE SOCIAL CAMP E MEETING INTERNAZIONALE DI FRIDAYS FOR FUTURE”
Campeggio fatto di incontri, dibattiti, socialità, concerti, sport e momenti di lotta aperto a tutte/i.
“Perché a Torino?
Torino detiene il triste primato di città con l’inquinamento atmosferico più alto d’Europa
, si stima che ogni anno muoiano 900 persone (più di 1 su 1000) per patologie legate all’inalazione costante di polveri sottili e ossido di azoto.
Il Piemonte sta inoltre vivendo un momento di gravissima siccità e di carenza di neve sulle Alpi, diretta conseguenza del riscaldamento globale, a causa della quale rischiamo un’importante carenza di risorse idriche nei mesi estivi. A pochi km da Torino sono inoltre presenti i cantieri del progetto TAV, grande opera imposta, ecocida, climalterante, oltreché inutile.
Scegliere Torino assume un significato specifico, non ci voltiamo dall’altra parte, né ci rifugiamo in più gradevoli destinazioni, anzi ci ritroviamo proprio qui, in uno dei tanti luoghi che stanno vedendo le conseguenze della crisi climatica, dell’inquinamento, dell’abuso di risorse per i guadagni di privati e della mala gestione pubblica…
https://www.climatesocialcamp.com/altre-info
https://fridaysforfutureitalia.it/eventi/climate-social-camp-campeggio-climatico-europeo-a-torino/

TUTTO CIÒ CHE DEVI SAPERE RIGUARDO AL CAMP!
Compila il form per la partecipazione al camp!
Come raggiungere il camp! Dove dormire!
Cosa portare! E gli animali?
https://www.facebook.com/climatesocialcamp/posts/pfbid02yDYuZ9bwZfWnDPScLT5pNsBzMFFBSy28svy93wM2tZjwTByk1ZToJ72cwddY3qPJl
PROGRAMMA COMPLETO DEI DIBATTITI:
https://www.facebook.com/climatesocialcamp/posts/pfbid0V6Av89uprBnko5u2hLjg48dDTRBy27vwGJPJ4N4YzsZPmw4UbGzJKJ9HRFjyhjaLl
SEGUIRE AGGIORNAMENTI: https://www.facebook.com/climatesocialcamp/
PROGRAMMA COMPLETO: https://www.climatesocialcamp.com/altre-info

MARTEDÌ 26 LUGLIO
ORE 17.30 Campus Luigi Einaudi, Lungo Dora Siena 100, Torino
“8 ANNI PER FERMARE LA CRISI CLIMATICA”
CONFERENZA APERTA A TUTTA LA CITTADINANZA ALL’INTERNO DEL MEETING EUROPEO DI FRIDAYS FOR FUTURE con personalità provenienti da mondi diversi: scienza e università, associazionismo e lavoro
“Da 3 anni il movimento Fridays for Future unisce ragazzi e ragazze in tutto il mondo che hanno a cuore il futuro del nostro Pianeta.
In questi anni, in cui però abbiamo vissuto anche una pandemia globale e una nuova guerra in Europa
, è cambiata la sensibilità sul tema della crisi climatica?
Qual è il ruolo della scienza, dell’università, del mondo associativo, del sindacato nell’affrontare la crisi climatica?
Cosa devono fare queste realtà per evitare che il collasso climatico metta a repentaglio la sopravvivenza stessa della nostra specie?…”
https://www.facebook.com/events/5434720723253173?ref=newsfeed

ORE 19 al nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA a cura dei Comitati No Tav Bassa Valle
A seguire
DANZE OCCITANE CON LIBERA SUONERIA DUO
https://www.facebook.com/events/561268235675849

ORE 21 presso CUB, Corso Marconi 34, 2° piano, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

MERCOLEDÌ 27 LUGLIO
ORE 18.45 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”

VENERDÌ 29, SABATO 30 E DOMENICA 31 LUGLIO
A Venaus, Borgata 8 dicembre
FESTIVAL ALTA FELICITÀ 2022 – SESTA EDIZIONE
19 luglio 2022 comunicato stampa:
“Ritorna il Festival Alta Felicità che, dal 29 al 31 luglio, farà vivere la Borgata 8 dicembre di Venaus (To). Un’esperienza di comunità unica tra natura, musica, sport, dibattiti, cibo e incontri all’insegna dell’ecosostenibilità…
Sono due le grandi novità di questa sesta edizione: l’unione tra il Festival Alta Felicità e il Climate Social Camp di Torino e la passeggiata del 30 luglio al “fortino” di San Didero.
Il Festival Alta Felicità e il Climate Social Camp sono due eventi uniti sotto diverse parole d’ordine: cura dei territori, difesa dell’ambiente, lotta allo spreco delle risorse…
Così, venerdì 29 luglio una delegazione internazionale di attivisti e attiviste per il clima arriverà a Venaus per partecipare all’inaugurazione della sesta edizione del Festival Alta Felicità. A farne da sottofondo musicale i suoni della natura del progetto Earthphonia di Max Casacci…
Come ogni anno, anche per questa edizione 2022, torneranno i concerti, le presentazioni di libri e i dibattiti
. Si esibiranno sul palco dell’Arena Concerti importanti band come gli Africa Unite che festeggiano i loro 40 anni di attività, ma poi anche AlboRosie, Bianco, Bandakadabra, The Sweet Life Society, Pop X senza dimenticare i gruppi emergenti della Valsusa che avranno il loro consueto spazio sul palco…
Anche la sezione dibattiti sarà corposa in questa Alta Felicità 2022; infatti saranno presenti figure del calibro di Moni Ovadia, Livio Pepino, Zerocalcare, Murat Cinar e altri ospiti con cui andremo a confrontarci su vari argomenti come, ad esempio, la libertà di dissenso in tempo di guerra, il tema delle frontiere e della libertà di movimento.
Ogni attività proposta sarà gratuita e completamente accessibile. Per il pernottamento saranno messe a disposizione aree campeggio attrezzate, anch’esse interamente gratuite…”
https://www.altafelicita.org/2022/07/19/festival-alta-felicita-2022-sesta-edizione-comunicato-stampa/

VENERDÌ 29 LUGLIO SI ESIBIRÀ IN ARENA A VENAUS ORCHESTRA L’ALTA FELICITÀ
L’Orchestra Alta Felicità diretta dai Maestri Giorgio Mirto (Conservatorio “Morlacchi “di Perugia) e Giulio Piola (Bandakadabra)
Nata tre anni fa proprio al Festival dell’Alta Felicità dall’unione tra mondi distanti con l’idea che dalla musica possa nascere un futuro di consapevolezza per tutti e tutte, la formazione mischia la musica classica e il pop, i grandi nomi e l’impegno sociale, la metropoli e la montagna, la cultura e la resistenza.
https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/photos/a.274344309580159/1775357386145503/

SARÀ POSSIBILE RAGGIUNGERE IL FESTIVAL TRAMITE LA #NAVETTA CHE PARTE DA SUSA, con offerta libera consigliata a partire da 1 euro.
Se vieni in auto, lasciala negli appositi parcheggi!
Mentre se ci vuoi raggiungere in treno, ne parte uno ogni ora da Porta Nuova
(ogni due nei festivi) che si fermerà in tutte le stazioni della tratta, con capolinea Susa”.
https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/posts/pfbid0awNsgQUiXT5B6KqiGTzgkDbR3c6tx9UXyBKTLrnKTHqaXHpn6pdxHDqtcMJBLR3cl
SEGUIRE GLI AGGIOIRNAMENTI: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito:
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/