Doriella e Renato, newslettera 22 ottobre 2020: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dal 22 ottobre 2020

Trentanovesima uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la newsletter di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Da dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

A seguire, troverete anticipazioni di future iniziative e il resoconto sintetico dei principali accadimenti delle settimane precedenti, commentati e corredati di link, per non perdersi neanche una puntata.

Infine, la preziosa rassegna stampa delle testate mainstream (ma non solo!) sui temi caldi della settimana criticamente commentati, nonché la pubblicazione di appelli e petizioni lanciate a livello nazionale ed europeo. La rassegna stampa è scaricabile in formato pdf al fondo dell’ultima sezione qui sotto.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!

 

 

Chi si registra a Trancemedia.eu può usare la funzione Suggerimenti al fondo di ogni sezione per commentare, o proporre contenuti e collegamenti

 



QUESTA SETTIMANA

Migranti, iniziative NOTAV e SI Cobas,
Sciopero generale, FFF, Prato Parella,
A21, Società della crisi,
sport popolare e aggiornamenti

PROSSIME INIZIATIVE

REPORT INIZIATIVE PASSATE (NELLA PARTE: AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA)

IN RASSEGNA STAMPA ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI

DOMENICA 18 OTTOBRE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, GIUSEPPE CONTE HA ILLUSTRATO LE NUOVE MISURE IN MATERIA DI CONTENIMENTO e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

CONFERENZA STAMPA:
http://www.governo.it/it/media/conferenza-stampa-del-presidente-conte/15456

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 18 ottobre 2020 (in pdf)

http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/1603060912481_DPCM_18_ottobre_2020.pdf

Dalla GAZZETTA UFFICIALE:

Art. 1 Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale

1. Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 ottobre 2020 sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all’art. 1, dopo il comma 2 è aggiunto il seguente: «2-bis. Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.»;…

4) alla lettera n), il quinto periodo è sostituito dai seguenti «Sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale,…

5) dopo la lettera n) è aggiunta la seguente: «n-bis) sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza; tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti…

8) la lettera ee) è sostituita dalla seguente: «ee) le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo, e sino alle ore 18,00 in assenza di consumo al tavolo; resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché, fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze…”

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/10/18/20A05727/sg

RESTANO INALTERATE TUTTE LE ALTRE NORME DEL DCPM DEL 13 OTTOBRE TRA CUI:

“….- lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento, nel rispetto delle prescrizioni imposte dal questore ai sensi dell’art. 18 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773;…”

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/10/13/20A05563/sg

12 ottobre 20 Ministero della Salute:

PREVENZIONE E RISPOSTA A COVID-19: EVOLUZIONE DELLA STRATEGIA E PIANIFICAZIONE NELLA FASE DI TRANSIZIONE PER IL PERIODO AUTUNNO-INVERNALE

https://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2020&codLeg=76597&parte=1%20&serie=null

L’INFORMAZIONE È SEMPRE TUTTA DA VERIFICARE

MEGLIO AVERNE MOLTA PIUTTOSTO CHE IL PENSIERO UNICO SPACCIATO PER VERO…

19 ottobre 20 Wu Ming:

«VA BENE TUTTO». COME UN MESSAGGIO IN BOTTIGLIA SULLA «SECONDA ONDATA»

Infine il dpcm del governo recepisce la dritta e affida agli amministratori locali la possibilità di chiudere vie e piazze dopo le nove di sera, ché il Coronavirus, si sa, è nottambulo.

Va bene tutto. Perché tutto viene fatto per il più nobile dei fini, al motto «per contenere il virus dobbiamo cedere quote di libertà» (M. Giannini). Quali libertà? Le libertà di chi? In base a quali evidenze scientifiche o almeno empiriche e a quali ragioni logiche?

Sì, perché forse potremmo davvero farcene una ragione se almeno fosse chiaro che serve a qualcosa. Se per salvarci dobbiamo mascherarci (fatto), svuotare le piazze (fatto), introdurre protocolli di comportamento per i luoghi frequentati da molte persone (fatto)… be’, eccoci qua.

Gli ammalati però, a quanto pare, continuano ad aumentare.

E nel discorso dominante continua a essere colpa nostra, degli italiani «indisciplinati» e «furbetti», che si accaniscono ad avere una vita sociale, a dover andare al lavoro o a scuola con i mezzi pubblici, a volersi tenere in forma fisica anziché arrendersi alla cattiva salute

È lo stesso diversivo usato per il problema climatico: dev’essere la tua condotta personale a risolvere il problema, e non già quella del potere politico-economico che potrebbe imprimere svolte vere.

Recitare il Mea culpa sull’altare del capitale è il destino grottesco al quale si vorrebbe che ci rassegnassimo.

Circa un mese fa è uscita di straforo la notizia che c’erano picchi di contagio nei macelli industriali. Qualcuno ha forse pensato di chiuderli e di rinunciare a mangiare carne per qualche tempo?

Prima ancora i focolai erano stati trovati negli hub della logistica, tra gli spedizionieri che girano per tutta Italia. Qualcuno ne ha forse invocato la chiusura chiedendo ai cittadini di accettare la sospensione delle consegne a domicilio come un disservizio necessario?

Chi lavora in quei luoghi? In quali condizioni vive e si sposta?

In generale qual è la situazione della sicurezza sanitaria nelle fabbriche e negli uffici?

E i mezzi di trasporto per raggiungerli quanto sono stati potenziati?…”

https://www.wumingfoundation.com/giap/2020/10/messaggio-in-bottiglia-sulla-seconda-ondata/

15 ottobre 20 Vittorio Agnoletto:

AGGIORNAMENTO SU CORONAVIRUS

Argomenti affrontati:

1) l’andamento dell’epidemia e cosa ci dobbiamo aspettare

2) cosa (non) è stato fatto

3) le caratteristiche dei decessi attuali

4) come cambiano i tempi della quarantena, la circolare del Ministero della Salute

5) vaccino e farmaci a che punto siamo”.

VIDEO: https://www.facebook.com/watch/?v=3300509300075639

12 ottobre 20 Vox Italia Tv:

ALBERTO DONZELLI: “VALUTARE SCIENTIFICAMENTE SE L’USO DELLE MASCHERINE COMPORTA PIÙ DANNI O BENEFICI”

Alberto Donzelli, medico di chiara fama ora in pensione, collabora adesso con la fondazione “ALLINEARE SANITÀ E SALUTE“.

Donzelli, nel corso di questa intervista, avanza dubbi sull’utilità di imporre le mascherine all’aperto.

Esistono studi seri che dimostrano come l’uso delle mascherine possa determinare effetti collaterali, anche importanti. Avviamo nel Paese su questo punto un dibattito sereno e improntato al rispetto del metodo scientifico”

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=Lp3iLjA3lk4&app=desktop

Fondazione “ALLINEARE SANITÀ E SALUTE” Alberto Donzelli:

VIRUS E BATTERI? BENE LA FEBBRE, ATTENZIONE AI RUBINETTI

Febbre e infiammazione acuta sono di regola utili alla guarigione di infezioni (salvo che in malattie invasive come sepsi, meningiti o encefaliti, dove agiscono fuori controllo peggiorando gli esiti): non ci si dovrebbe affrettare a sopprimerle con farmaci.

In alcune classiche ricerche randomizzate in doppio cieco il paracetamolo ha un po’ aumentato i tempi di guarigione della varicella, o peggiorato la risposta immunitaria e prolungato la diffusione microbica in volontari infettati con rinovirus…

Le misure di sanità pubblica potranno fermare il Sars- CoV-2 (Covid-19) in Italia.

Ma la circolazione di altri coronavirus, virus influenzali e tanti altri patogeni è comunque continua e importante, e da molti casi di malattia, benché non l’Apocalisse.

Manteniamo quindi un atteggiamento razionale (ad es. il fumo causa ogni anno in Italia quasi 90.000 morti, e 1-2 mila il fumo passivo, oltre a enormi sofferenze e disabilità, gli incidenti stradali 3.330 morti e 243.000 feriti, ma non c’e panico per questi ben più gravi problemi)….”

https://fondazioneallinearesanitaesalute.org/2020/02/n-144-2020-omaggio/

12 ottobre 20 Databaseitalia:

COMMONPASS” AL VIA IL PRIMO PASSAPORTO DIGITALE COVID AL MONDO PER I VIAGGIATORI FINANZIATO DALLA ROCKEFELLER FOUNDATION

di Davide Donateo

https://www.databaseitalia.it/commonpass-al-via-il-primo-passaporto-digitale-covid-al-mondo-per-i-viaggiatori-finanziato-dalla-rockefeller-foundation/

16 ottobre 20 VIDEO: “ECCOVI SERVITO IL PASSAPORTO VACCINALE”

https://www.youtube.com/watch?v=I4fXet3-EvU&feature=youtu.be&fbclid=IwAR3-ZwKeFQVUca5urltTglRxbSAvpH7CNZFvQ3WusTRmaPvQ3TsTD1WZMLI 

11 ottobre 20 Canale 5 “DOMENICA IN”:

COVID-19, INTERVISTA AL PROFESSOR MATTEO BASSETTI

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=uAy_P-0kXcs 

9 ottobre 20 La 7 “ATTUALITÀ”:

MASCHERINE ALL’APERTO, L’INFETTIVOLOGO MATTEO BASSETTI: “NON SI DEVE ARRIVARE ALLA MASCHERINA

Matteo Bassetti: “Dobbiamo imparare qualcosa da questo Coronavirus, a suon di multe si imparerà poco. Non vorrei che passasse che Bassetti è contro la mascherina, sono a favore dove la mascherina serve”.

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=GzscCmL6GwA&feature=push-fr&attr_tag=1oq9zjt_zspj0pkl%3A6

9 ottobre 20 FQ:

È COME 6 MESI FA? ANALOGIE E DIFFERENZE

di Giampiero Calapà (a cura)

Massimo Galli* Direttore malattie infettive Ospedale Sacco Milano…

I casi cinquemila positivi erano 5mila pazienti gravi, ora troviamo asintomatici.

Per nostra fortuna, comunque, la differenza con marzo e aprile è ancora grande: ora facciamo i test sulla base di un sospetto avvenuto contatto, mentre prima solo a pazienti col quadro clinico già compromesso.

Quindi mesi fa 5mila positivi voleva dire 5mila malati gravi, oggi significa che abbiamo trovato una gran parte di asintomatici. Di 100 infettati meno di 5 finiscono in ospedale e 30 o 40 sono del tutto asintomatici, infatti. Il discorso della Campania e del Sud, invece, dipende dal rimescolamento di carte della passata estate.

A non essere cambiato, invece, è il coronavirus, perché non è lui il problema ma l’ospite: se è un 90enne con patologie pregresse SarsCov2 farà più danni.…”

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/10/09/e-come-6-mesi-fa-analogie-e-differenze/5959899/

7 ottobre 20 La 7 “CHE ARIA CHE TIRA”:

MASCHERINE ALL’APERTO, IL VIROLOGO FABRIZIO PREGLIASCO: “SE STIAMO IN MEZZO A UNA STRADA DA SOLI NON SERVE”

Fabrizio Pregliasco: “La decisione di obbligare a usare sempre la mascherina rende esplicito un messaggio, che le cose non stanno andando bene”

https://www.la7.it/laria-che-tira/video/mascherine-allaperto-il-virologo-fabrizio-pregliasco-se-stiamo-in-mezzo-a-una-strada-da-soli-non-07-10-2020-343416

Ottobre 20 InformaSalus

COVID-19 LA SFIDA DELL’IMMUNITÀ INDIVIDUALE

Cemon (Presidio di Omeopatia Italiana) ha voluto invitare alcuni professionisti della salute a fornire il loro contributo sul tema COVID-19…

Dalla loro analisi di questa pandemia è possibile ottenere prima di tutto un quadro chiaro di quello che sta avvenendo, ma anche consigli utili e pratici per preparare al meglio il nostro sistema immunitario all’avvento delle comuni sindromi influenzali tipiche di questo periodo autunnale e invernale.

Forte di un approccio integrato in cui Omeopatia, Fitoterapia, Oligoterapia e un corretto uso degli integratori alimentari si fondono con lo scopo di fortificare la salute e la forza vitale della persona, ognuno di noi può ricavare da queste pagine anche un messaggio di rinnovata fiducia e speranza di poter superare anche questo difficile periodo storico…”

http://www.informasalus.it/it/articoli/covid-sfida-immunita-individuale.php

È POSSIBILE SCARICARE GRATUITAMENTE L’EBOOK DA QUESTO LINK:

http://cemon.eu/ebook/

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE, CHE COSA DICONO LE PROVE SCIENTIFICHE

Vaccinare in modo indiscriminato anziani, gravide, bambini e sanitari può risultare più dannoso che utile?

Alberto Donzelli , Daniele Agostini, Paolo Bellavite, Adriano Cattaneo, Piergiorgio Duca, Eugenio Serravalle. 2020 Giovanni Fioriti Editore s.r.l.

La pandemia di COVID-19 ha indotto il Governo a estendere e rafforzare la raccomandazione di vaccinazione antinfluenzale, e varie Regioni ne hanno ordinato l’obbligo per anziani e personale sanitario.

Ad oggi, però, le ricerche più valide su anziani hanno dimostrato la sua utilità solo in cardiopatici in fase attiva, mentre per non cardiopatici le prove non hanno mostrato una tendenza favorevole.

Lo stesso sembra valere per la vaccinazione indiscriminata di gravide e bambini.

Anche per sanitari mancano prove valide di benefici netti, e comunque un obbligo non sembra compatibile con l’ordinamento vigente.

La scelta di un vaccino quadrivalente ad alta dose con ceppi diversi da quelli raccomandati dall’OMS sembra un’ulteriore criticità. Inoltre la vaccinazione antinfluenzale:

ha efficacia moderata nei confronti dell’influenza, ma non è efficace verso le ben più numerose sindromi influenzali da virus diversi da quelli dell’influenza;

in base ad alcuni studi potrebbe aumentare altre infezioni respiratorie (interferenza virale), comprese alcune da coronavirus (anche se mancano prove rispetto al SARS-CoV-2). Non è comunque stato chiarito se sia risultata associata a prognosi migliore negli affetti da COVID-19…”

https://fondazioneallinearesanitaesalute.org/wp-content/uploads/Vaccinazione-antinfluenzale-che-cosa-dicono-le-prove-scientifiche-Ed.-Fioriti-giugno-2020.pdf

LA POSIZIONE DI ISDE ITALIA SULLA VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE:

Abbiamo letto con sorpresa che, in previsione della complessa situazione infettivologica che potrebbe venirsi a creare nel prossimo autunno–inverno per l’insorgenza dell’influenza stagionale e della possibile ripresa di Covid 19, il Ministero della Salute nella Circolare del 5 giugno 2020, raccomanda un’estesa vaccinazione antinfluenzale che coinvolga anzitutto le seguenti categorie: bambini oltre 6 mesi, anziani oltre 65 anni, donne in gravidanza, sanitari

La principale motivazione avanzata per l’estensione della vaccinazione è l’ipotesi che la maggior copertura vaccinale contro l’influenza sarebbe vantaggiosa nel “semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra Covid19 e influenza”.

ISDE Italia ritiene che:

– la motivazione addotta sia debole e basata su ipotesi non validate in modo adeguato (l’efficacia della vaccinazione si aggira tra il 30 e il 40%): inserire una variabile quale l’incremento della vaccinazione antinfluenzale potrebbe viceversa aumentare anziché diminuire il “rumore di fondo”, con il rischio che i vaccinati pensino, al sorgere di un po’ di febbre o al primo starnuto, di essere affetti da Covid19…”

https://www.isde.it/vaccinazione-antinfluenzale-la-posizione-di-isde-italia/

ALCUNE CONSIDERAZIONI SU CUI RIFLETTERE:

8 settembre 20 Money:

QUANTI MORTI IN ITALIA OGNI ANNO? ECCO DI COSA SI MUORE DI PIÙ

di Fiammetta Rubini

SECONDO GLI INDICATORI DEMOGRAFICI ISTAT, NEL 2019 SONO MORTE IN ITALIA 647.000 PERSONE, ossia l’1,7% circa della popolazione residente che al 1° gennaio 2019 si stimava essere pari a 60.391.000

Causa iniziale di morte              tot. morti       % morti su tot. decessi      % su tot residenti 

Malattie del sistema circolatorio  232.992                   35,8%                                      0,38% 

Tumori                                             180.085                  27,7%                                      0,29% 

Malattie del sistema respiratorio    53.372                   8,2%                                     0,08%…” 

https://www.money.it/Quanti-morti-in-Italia-ogni-anno-principali-cause-decesso

2017 ITALIA CAUSE DI MORTE:
1.029 morti sul lavoro

3.283 morti per incidenti stradali

6.000 morti per amianto

17.000 morti per alcool

49.000 morti per infezioni contratte in ospedali

70.000 morti per fumo

Aggiornamento periodico dell’Istituto Superiore della Sanità:

CARATTERISTICHE DEI PAZIENTI DECEDUTI POSITIVI ALL’INFEZIONE DA SARS-COV-2 IN ITALIA

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia

UNIAMO TUTTE LE LOTTE SINDACALI, AMBIENTALI, PER IL REDDITO, PER LA CASA E LA SALUTE, PER REPERIRE LE RISORSE ED EVITARE CHE PESI SULLE SPALLE DI TUTTI!

Volantino di Assemblea NOTAV Torino e cintura:

ANDRA’ TUTTO BENE SE…

NON PAGHEREMO LA CRISI…

STAI DALLA PARTE DI QUEL 10% DEGLI ITALIANI O DALLA PARTE DEL 90%? PENSIAMOCI!”

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3530505903642889&set=a.198573540169492&type=3&theater

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

FINO A SABATO 31 OTTOBRE

DAL MARTEDÌ AL VENERDÌ ORE 14 – 19 Emergency Infopoint, Corso Valdocco 3, Torino
MOSTRA “BEYOND THE BORDER” (OLTRE IL CONFINE)

Beyond the border è un progetto di lungo periodo che il fotogiornalista Luca Prestia e il sociolinguista Federico Faloppa hanno avviato nel 2017.

Attraverso immagini e testi, il lavoro intende focalizzare l’attenzione sui luoghi di confine e sugli oggetti là rivenuti che nel corso del tempo i flussi migratori si sono lasciati alle spalle, in quanto concreta ed eloquente testimonianza dei drammatici passaggi di umanità in cerca di riscatto che caratterizzano il nostro tempo.
Il progetto – che si sviluppa in quattro tappe coincidenti con quattro differenti confini in Europa – si è finora occupato delle frontiere di Ventimiglia (Italia-Francia), di Lesbo (Grecia-Turchia) e di Bihać (Bosnia-Croazia).
Nello specifico sono esposte le immagini relative a Ventimiglia, Lesbo e Bihać”.

http://www.emergency.2you.it/index.php?m=iniziative

GIOVEDÌ 22 OTTOBRE

ORE 13 -14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout

e in streaming http://stream.radioblackout.org/

RADIO NO TAV

Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.

Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…

Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.

Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…

Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”

https://gancio.cisti.org/event/1016/

radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 16 – 18 Via Adelaide Aglietta, Torino (ingresso principale Casa Circondariale Lorusso e Cotugno)

APARICION CON VIDA!”

PER DANA, NICOLETTA, EDDI E I/LE GIOVANI ANTIFASCISTI/E

OGNI GIOVEDÌ DI OTTOBRE PRESIDIO PERMANENTE IN SOLIDARIETÀ A DANA E TUTT* LE VITTIME DELLA REPRESSIONE

Aparicion con vida!“ gridavano negli anni bui della dittatura argentina le Madri di Plaza de Mayo per chiedere la restituzione dei loro figli scomparsi.
“Aparicion con vida!” gridiamo noi oggi per chiedere la restituzione alla vita di Dana, di Nicoletta, di Eddi e di tutti i giovani e le giovani a cui la vita è stata sottratta da un regime che ogni giorno tradisce i valori democratici scritti nella nostra Costituzione…
La procura torinese sta abbattendo la sua mano pesante contro una parte di questa società, istituendo centinaia di processi, infliggendo il massimo della pena, rifiutando le pene alternative, utilizzando le misure cautelari come punizione preventiva e dissuasiva contro gli attivisti e le attiviste delle lotte sociali…
“Aparicion con vida!” è quindi anche il nostro grido per allertare che stiamo precipitando in anni bui, in cui il potere esecutivo e giudiziario sono coalizzati nella repressione delle voci del dissenso, che è il sale della democrazia.
ADERISCONO E SOLIDARIZZANO:

Madres Contra la Represión (Madrid), Collectif des Mères solidaires (Francia), R.I.M.A.F. Rete Internazionale delle madri Antifasciste, Madri Per Roma Città Aperta, Anpi Nizza Lingotto, ANPI “68 Martiri” Grugliasco, Haidi ed Elena Giuliani, Fomne contra’l TAV

Evento organizzato da Mamme in piazza per la libertà di dissenso”

https://www.facebook.com/events/339336970495733/

VENERDÌ 23 OTTOBRE

SCIOPERO NAZIONALE DELLA LOGISTICA

PER RIPRENDERE LA LOTTA PER IL RINNOVO DEL CCNL…
“Il CCNL è scaduto a dicembre dello scorso anno e ogni tipo di trattativa si è interrotta a causa della crisi esasperata dal Covid 19…

E allora vogliamo ricordare i temi principali sui quali chiamiamo alla mobilitazione:

– Titolarità dei Cobas nella contrattazione nazionale;

– Clausola di salvaguardia anche per il personale viaggiante;

– Superamento definitivo della figura del socio lavoratore;

– Estensione di tutti gli aspetti migliorativi già conquistati in TNT, BRT, GLS, SDA, ecc… Salvaguardia della salute:…

– Orario di lavoro: avviare un percorso di progressiva riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario…

– Adeguamenti salariali in grado di incidere sul miglioramento delle condizioni di vita,…

– Art. 18 e ammortizzatori sociali…

– Personale viaggiante: il tempo di impiego deve diventare tempo di lavoro…”

http://sicobas.org/2020/10/02/comunicato-23-10-sciopero-nazionale-della-logistica-per-riprendere-la-lotta-per-il-rinnovo-del-ccnl-e-non-far-pagare-ai-lavoratori-i-costi-della-crisi-esasperata-dal-covid/

LOCANDINA: https://www.facebook.com/photo/?fbid=3602382703147085&set=pcb.2743637392576118

SCIOPERO GENERALE NAZIONALE INDETTO DALLA CUB PER TUTTE LE CATEGORIE

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=NRig3bHSMUQ&feature=emb_logo

https://www.cub.it/index.php/157-attivita/scioperi-generali/14060-cub-sciopero-generale-23-ottobre-2020-intera-giornata

ORE 10 Piazza Palazzo di Città, Torino

PRESIDIO PER SCIOPERO SCUOLA

Per l’assunzione del personale precario investimenti nella scuola pubblica aumenti della retribuzione tutela della salute di lavoratori e studenti

Evento organizzato da Cub Scuola Università Ricerca Torino

https://www.facebook.com/events/s/sciopero-scuola-e-presidio/786923142144129/?ti=as

VOLANTINO: https://www.facebook.com/101195381383030/posts/199977591504808/

ORE 10 alla sede di Confcooperative in corso Francia 15, Torino

PRESIDIO PER SCIOPERO SANITÀ

VOLANTINO CUB sanità CON MOTIVAZIONI:

https://m.facebook.com/cubsanitatorino/photos/a.427970900721107/1445705602280960/?type=3&source=48

SCIOPERO DI 24 ORE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

proclamato distintamente dalle OO.SS. FILT-CGIL e FIT-CISL, dalla O.S. UGL AUTOFERROTRANVIERI e dalla RSU del personale viaggiante urbano-suburbano, su temi inerenti l’emergenza COVID-19 e altre tematiche aziendali.

IL SERVIZIO SARÀ GARANTITO NELLE SEGUENTI FASCE ORARIE:

– Servizio urbano e suburbano, metropolitana e Centri di Servizi al Clienti:

dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00

– Autolinee extraurbane, linee urbane di Ivrea e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – Torino–aeroporto–Ceres):

da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30

http://www.gtt.to.it/cms/avvisi-e-informazioni-di-servizio/torino-e-cintura/8612-sciopero-di-24-ore-del-trasporto-pubblico-locale-venerdi-23-ottobre

ORE 15 Piazza Castello, Torino, davanti a Palazzo Madama

PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO!

SONO GIÀ PASSATE DUE SETTIMANE DA VENERDÌ 9 OTTOBRE in cui sono state presentate alla Regione Piemonte proposte concrete in campo di mobilità, inquinamento, giustizia climatica e territorio. NESSUN SEGNALE DALLA REGIONE

“… Dopo quasi 7 ore di presidio siamo stati ricevuti dal segretario alla Regione Fabio Carosso.

Da lui abbiamo ricevuto tanti complimenti, tanta solidarietà, tante promesse e parole.

Ma finché queste parole non si trasformeranno in azioni concrete, non possiamo dirci soddisfatti: abbiamo chiesto alla Regione di discutere le nostre proposte entro un mese e, nell’eventualità di una loro messa in pratica, che i progressi siano sottoposti ad un controllo semestrale.

Come si vede nel video, ci è stato promesso che le nostre proposte verranno prese in considerazione e discusse: noi ci atteniamo a quanto ci è stato detto e NELLE PROSSIME SETTIMANE TORNEREMO SOTTO LA REGIONE PER RICORDARE LE PROMESSE CHE CI SONO STATE FATTE!”

VIDEO: https://www.facebook.com/F4Fturin/videos/668594320466548

LE RICHIESTE: https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/pcb.760683771145183/760683727811854/ 

ORE 16 ai Giardini Madre Teresa di Calcutta, Torino

AGGIORNAMENTO SULLA SITUAZIONE ALLA FRONTIERA ITALO FRANCESE DEL MONGINEVRO e discussione sull’operazione repressiva contro le occupazioni di Claviere e Oulx.

A seguire: BENIFIT PER OPERAZIONE PRESIDIO (Inguaiati con i divieti di dimora dall’Alta Val Susa)

https://www.facebook.com/NoCieTorino/photos/a.2504214653233837/2801992436789389/

ORE 18 sala di Via Madonna della Salette 12/a, Torino.

SALVIAMO IL PRATO DI PARELLA”

RIUNIONE APERTA

Dopo la consegna delle Osservazioni alla Revisione al Piano Regolatore (e per cui attendiamo le controdeduzioni del Comune), prosegue l’attività del comitato Salviamo i Prati per cercare di difendere uno degli ultimi terreni liberi della città.

Decidiamo insieme come organizzarci per restituire il prato al quartiere e chiedere che venga realizzato un Parco Urbano. 

La riunione è aperta a chiunque sia interessato a preservare dalla cementificazione il grande prato di Via Madonna della Salette e contrastare con forza l’ennesima speculazione a Parella…”

Evento organizzato da Salviamo i prati

https://www.facebook.com/events/1766991370115734

SABATO 24 OTTOBRE

ORE 9.30 Piazza Barcellona, Torino

INCHIESTA SU QUARTIERI E PERIFERIE

NON SIAMO INVISIBILI! FACCIAMOCI SENTIRE!

Assemblea21 torna nei mercati per proseguire l’inchiesta sui problemi di quartieri e periferie torinesi. Questi mesi di blocco hanno dimostrato come vivibilità, socialità e servizi di prossimità siano fondamentali per avere la sicurezza di una vita dignitosa.

Vogliamo quindi capire se l’attuale strutturazione dei quartieri della nostra città abbia costituito un sostegno o un problema per le/i cittadine/i.

Sono invitati al presidio movimenti, comitati, realtà sociali e tutti gli e le abitanti che vogliono condividere i loro problemi e partecipare alle scelte sulla propria città: il nostro banchetto è a disposizione (per info: assemblea21gen@gmail.com).

Al banchetto collocato in ogni mercato sarà possibile compilare un questionario relativo alle condizioni del proprio quartiere.

PER DETTAGLI SULLE RESTANTI DATE, SULL’INIZIATIVA E SUL QUESTIONARIO:

htmlhttps://assemblea21.blogspot.com/2020/09/sabato-26-settembre-dalle-930-incontro.html

ORE 10 in largo Giulio Cesare (corso Giulio Cesare, ang. Corso Palermo), Torino

MANIFESTAZIONE: “È ORA DI RIPRENDERE A LOTTARE”

Il governo Conte ci vuole docili e rassegnati.
Confindustria ci vuole schiavi e affamati.

CHIEDIAMO:

– Rinnovo immediato di tutti i CCNL con forti aumenti salariali

– riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario

– no ai licenziamenti di massa

– salario medio garantito per lavoratori e disoccupati

– permesso di soggiorno slegato dalla condizione lavorativa

– piena tutela della sicurezza sui luoghi di lavoro e applicazione dei protocolli per la prevenzione del contagio da Covid-19

Senza una ripresa delle lotte e del protagonismo dei lavoratori, entro l’inverno assisteremo a un’ondata di licenziamenti e a un massacro sociale senza precedenti.

Lavoratori e lavoratrici combattivi (Piemonte): lavoratoricombattivipiemonte@gmail.com
392 523 67 47 – 331 599 65 77

Evento organizzato da Si Cobas Torino

https://www.facebook.com/events/334182647885831

ORE 10 ai campetti abbandonati di Strada Altessano (strada Altessano angolo Via Sansovino – Torino):

GIORNATA DI SPORT POPOLARE

PULIZIA COLLETTIVA DELLO SPAZIO ED ISCRIZIONI “LAST MINUTE” PER IL TORNEO DI CALCIO A 7 (SQUADRE MISTE)
ORE 11.30 – INIZIO TORNEO
PER TUTTA LA GIORNATA: BASKET 3VS3, BOCCE, RUGBY
Cibo e bevande a sostegno dello sport popolare a Torino
A fine torneo proclamazione vincitori e premiazione

Per info ed iscrizioni: ederasquat@autistici.org

Le pre-iscrizioni via mail sono molto gradite al fine di una migliore organizzazione della giornata.
La partecipazione è gratuita.

PER UNO SPORT POPOLARE. CONTRO LA SPECULAZIONE E L’ABBANDONO. PER L’AUTOGESTIONE DEI NOSTRI QUARTIERI

Evento organizzato da Edera Squat

https://www.facebook.com/events/354276529169664/

ORE 11-13 e 14.30-17.30

ASSEMBLEA NAZIONALE ON LINE DE “LA SOCIETÀ DELLA CURA”

Qui il link per collegarsi
https://festivalsabir-it.zoom.us/j/5698139451…
Meeting ID: 569 813 9451, Password: cura

Insieme, faremo avanzare il processo di convergenza e i prossimi impegni:

la piattaforma di proposte concrete e la MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA IL 21 NOVEMBRE

Discuteremo insieme sullo stato della crisi.

Abbiamo iniziato questo percorso per allargare le faglie aperte dalla pandemia nella narrazione dominante.

A che punto siamo? Le faglie si stanno allargando o stringendo?

Quali spazi per affermare una alternativa sistemica?

Quali i nostri punti di forza possibile? Quali i pericoli più gravi da fermare?

E soprattutto, quali gli interventi immediati e straordinari che rivendichiamo nell’immediato dentro la crisi?

Ciascun* di noi vede la situazione dal proprio osservatorio, tematico, territoriale, di genere, culturale, sociale e politico.

Socializzeremo vertenze e proposte, mettendo a valore le competenze e la pluralità di approcci che la convergenza contiene”.

Adesioni: societadellacura@gmail.com

https://societadellacura.blogspot.com/2020/10/24-ottobre-assemblea-nazionale-online_71.html

Evento: https://www.facebook.com/events/780285216142530

È STATO ANNULLATO PER MISURE DI CONTENIMENTO COVID

LA CRIMINALIZZAZIONE GIUDIZIARIA DEL MOVIMENTO NO TAV:

PRIMI ELEMENTI PER UN’ANALISI SCIENTIFICA E POLITICA*

che avrebbe dovuto svolgersi alla ore 15.30 presso Casa Aschieri, Via Walter Fontan 23. Bussoleno.

https://www.supportolegale.org/2020/criminalizzazione-giudiziaria-del-movimento-no-tav

SABATO 24 E DOMENICA 25 OTTOBRE

DALLE ORE 9 DEL 24 ALLE ORE 13 DEL 25 OTTOBRE

AMBIENTE E LAVORO, NO AL RICATTO, COSTRUIAMO L’ALTERNATIVA”

ASSEMBLEA NAZIONALE

SABATO 24 OTTOBRE in presenza
ORE 15 sit-in di lotta e presidio sotto la centrale Enel di Cerano

DOMENICA 25 OTTOBRE via web
https://csamarche.adobeconnect.com/rhuwzokifhle/

Evento organizzato da Movimento NO TAP della Provincia di Brindisi e da “Per il Clima, fuori dal Fossile”

PROGRAMMA: https://www.facebook.com/events/380435683092373

DOMENICA 25 OTTOBRE

ORE 14 presso il presidio permanente NO TAV dei Mulini in Clarea, Cantiere Chiomonte.

(dal Campo Sportivo di Giaglione, segui la strada che ti porta al sentiero che arriva fino ai mulini)

LOTTE DEI LAVORATORI, LOTTE AMBIENTALI: STESSA REPRESSIONE!”

Incontro con esponenti dei S.I. COBAS, dei FRIDAYS FOR FUTURE e del MOVIMENTO NO TAV per discutere sul tipo di lotte che si sviluppano in questo periodo di pandemia, delle misure repressive e di come contrastarle.

https://www.facebook.com/domenicomimmo.filippone/posts/3230620660321229

MARTEDÌ 27 OTTOBRE

ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino

ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.

Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

Per consentirne lo svolgimento in sicurezza, queste sono le regole anti contagio adottate dall’assemblea del CSOA Gabrio che andranno rispettate:

– All’interno del Gabrio saranno presenti gel sanificanti: ti invitiamo ad utilizzarli.

– In caso di iniziative in spazi chiusi ti invitiamo ad indossare la tua mascherina e consigliamo di aprire le finestre e/o porte per aerare i locali.

– Ti invitiamo a mantenere una distanza di sicurezza di almeno 1 m. in presenza di altre persone.

– Ti invitiamo a fumare all’aperto.

GIOVEDÌ 29 OTTOBRE

ORE 10-12 davanti alla Procura della Repubblica di Torino, in via Borsellino angolo corso Vittorio Emanuele

PRESIDIO PER LA RIORGANIZZAZIONE DELLE CURE NELLE RSA

In occasione della ricorrenza del giorno dei morti, vogliamo ricordare ai Magistrati che chi è morto nelle Rsa durante il Covid-19 attende giustizia.

Fondazione promozione sociale onlus: www.fondazionepromozionesociale.it

ORE 19 piano terra Via Federico Confalonieri 3/5 Milano

(lo spazio riesce a ospitare 30 persone distanziate in sicurezza e sedute)

LA BOLLA OLIMPICA” 

Incontriamo Silvio La Corte, il curatore del libro “LA BOLLA OLIMPICA” – Ed. Mimesis, per comprendere cosa sono diventate oggi le Olimpiadi e perché dovremmo opporci alla narrazione prevalente che considera i giochi 2026 l’ennesima grande occasione per la metropoli che fu già di Expo.

Oggi le Olimpiadi sono diventate un’occasione imperdibile per mettere mano ai fondi pubblici e realizzare nuove e “indispensabili” infrastrutture per garantire lo svolgimento dei giochi: strade, autostrade, alberghi, stadi non c’è limite alla fantasia e anche alla realtà.

Le Olimpiadi, dietro questa aura di valori positivi universali, sono anche diventate la miglior occasione per ridisegnare le città, svuotandole, in tanti modi diversi, di quelle presenze residuali, povere, che frenano lo sviluppo, la crescita del famoso P.I.L.; svuotandole dei soggetti più deboli, spedendoli in periferia, ad arricchire col lavoro sporco, il “centro”, comunque lo si voglia perimetrare.

Alla fine, dopo questa smisurata e iniqua distribuzione della ricchezza, le città e i territori si ritrovano più povere, indebitate e sotto ricatto, mentre un manipolo di imprenditori è già partito in direzione del prossimo grande evento, abbandonando un territorio saccheggiato dal punto di vista ambientale, con conseguenze sociali immaginabili.”

A poco più di 5 anni dai giochi invernali Milano-Cortina 2026, sono già evidenti nella conca ampezzana i danni ambientali che avranno le opere olimpiche…”

Evento organizzato da Off Topic

https://www.facebook.com/events/358010335516888

SABATO 31 OTTOBRE

ORE 15 davanti alla Regione in Piazza Castello, Torino

IN PIAZZA CONTRO LA CIRCOLARE ANTI-ABORTO DELLA REGIONE PIEMONTE”

“… Qualche giorno fa senza alcuna discussione in consiglio regionale, la Regione Piemonte ha diramato in modo totalmente arbitrario una circolare che rafforza l’ingresso delle associazioni anti-abortiste negli ospedali e che mette in discussione le linee guida del Ministero della Salute inerenti alla somministrazione della pillola abortiva ru486 nei consultori…”

https://www.facebook.com/events/726449191549624/

ORE 20 allo Spazio popolare Neruda in Corso Cirié 7 – Torino

L’ingresso sarà da Via Pesaro 14/A (lato palestra)

5° COMPLEANNO DELLO SPAZIO POPOLARE NERUDA

CENA BENEFIT PER DANA
Costo 10 Euro

A seguire, SPETTACOLO ACROBATICO a cura di Circo Famigliagroup

Tutti e tutte dovranno INDOSSARE LA MASCHERINA.
Le PRENOTAZIONI VERRANNO PRESE A GRUPPI in modo tale da poter fare tavoli divisi per poter garantire il distanziamento anche durante la cena (cosa che non sarebbe possibile tenendo una tavolata unica).
Il numero per prenotare è 327 783 19 50 scrivere per SMS o Whatsapp

Il 31 ottobre 2015 oltre 120 persone tra famiglie, bambini ed anziani, italiani e immigrati, sfrattati e in emergenza abitativa, non avendo avuto aiuto dal Comune, ma a fianco dello Sportello di @Prendocasa Torino, hanno scelto di occupare uno delle centinaia di immobili pubblici vuoti e ridargli vita.

Non solo è iniziata per noi una nuova vita e un punto di partenza di riscatto, ma abbiamo trovato una solida base da cui far partire le nostre lotte e costruire una comunità differente…”

https://www.facebook.com/events/795722104540337/

SABATO 31 OTTOBRE E DOMENICA 1 NOVEMBRE

31 OTTOBRE ALLE ORE 11 al Rifugio Solidale Autogestito ChezJesOulx

GIORNATA DI CONFRONTO: LA FRONTIERA E LA REPRESSIONE CHE NE DERIVA, LE DETENZIONI NEI CPR, LO SFRUTTAMENTO connesso ai flussi migratori nelle campagne saluzzesi e non solo.

La solidarietà è sotto attacco su entrambi i lati della frontiera, dall’alta ValSusa al Briançonnais.

In Italia, la Casa Cantoniera Occupata continua da ormai due anni a fornire uno spazio libero e autodeterminato per tutte le persone che vogliono LOTTARE PER LA PROPRIA LIBERTÀ DI MOVIMENTO.

I principi di autogestione, antiautoritarismo e solidarietà diretta guidano il nostro progetto politico. Nell’ambito di una investigazione che coinvolge più di 170 persone, 17 di queste hanno ricevuto un divieto di dimora dal territorio frontaliero, la prima volta che una misura cautelare viene confermata ai danni di un’ occupazione…”

DOMENICA 1 NOVEMBRE ALLE ORE 11 a Claviere

CAMMINATA RESISTENTE

https://www.facebook.com/Chez-JesOulx-Rifugio-Autogestito-362786637540072/

LOCANDINA: https://www.facebook.com/362786637540072/photos/pb.362786637540072.-2207520000../960363937782336/?type=3

ALTRE INIZIATIVE SU:

https://gancio.cisti.org/

https://radioblackout.org/eventi/

https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO: https://gabrio.noblogs.org/

https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito

https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NO TAV:

www.notav.infohttps://www.facebook.com/notav.info
www.notavtorino.orghttps://www.facebook.com/notavtorino.org/
http://www.presidioeuropa.net/blog/
http://controsservatoriovalsusa.org
https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/
https://www.facebook.com/notav.valsangone/
http://noterzovalico.wordpress.com/www.ambientevalsusa.it
http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2 www.notav.eu

ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO: http://lucaxino.altervista.org/

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA:

vedi anche su
TG Vallesusa
: http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135

Facebook Festival Alta Felicità: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/

Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files: www.mavericknews.wordpress.com

Centro di documentazione Invicta Palestina: https://invictapalestina.wordpress.com/

Rete Ambientalista – Movimenti di Lotta per la Salute,l’Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

https://www.rete-ambientalista.it/

11 ottobre 20 Centro di ricerca ed elaborazione per la democrazia (CRED):

DECRETI SICUREZZA, NON SOLO IMMIGRAZIONE, VIA LE NORME CONTRO CHI LOTTA.

L’aspetto negativo dei Decreti Salvini non consiste solo nelle norme sull’immigrazione che sono appena state modificate, ma si iscrive in un ben determinato percorso di criminalizzazione della povertà, della emarginazione e del dissenso.

Le relative norme vanno eliminate dal nostro ordinamento perché il loro impianto generale contraddice non solo i principi costituzionali di solidarietà ed uguaglianza, ma anche le garanzie giurisdizionali poste a tutela delle nostre libertà…

Essa tende infatti a criminalizzare i lavoratori in lotta per la difesa del posto di lavoro che scendono in piazza alla notizia della lettera di licenziamento, o che sono costretti ad occupare la propria fabbrica per impedire che siano asportati i macchinari e delocalizzata altrove la produzione, attraverso la minaccia di multe esose e anni di galera.

Tende a creare di fatto il reato di occupazione di scuola e università, per stroncare sul nascere le mobilitazioni studentesche anche qui con anni di carcere e multe salatissime, significa porsi nei confronti delle nuove generazioni in modo autoritario e refrattario ad ogni dialogo.

Prefigura una società autoritaria, di stampo orbaniano o peggio.

Le norme che vanno prioritariamente abolite sono in particolar modo le seguenti:

art. 21quater (Introduzione del delitto di esercizio molesto dell’accattonaggio)

art. 23 (Disposizioni in materia di blocco stradale)

tutto il Capo III (Disposizioni in materia di occupazioni arbitrarie di immobili)…”

https://www.ricercademocrazia.org/2020/10/11/decreti-sicurezza-non-solo-immigrazione-via-le-norme-contro-chi-lotta/

INVITIAMO CHIUNQUE CONDIVIDA QUESTO APPELLO AD ESPRIMERE LA PROPRIA ADESIONE COMUNICANDOLA ALL’INDIRIZZO ricercademocrazia@gmail.com

14 ottobre 20 NOTAV Info:

DALLA GRANDE OPERA ALLA GRANDE MANGANELLATA: IL PREFETTO PALOMBA A CAPO DELL’OSSERVATORIO SUL TAV

Apprendiamo dai giornali che il prefetto di Torino Claudio Palomba riempirà la poltrona vacante alla presidenza dell’Osservatorio della Torino-Lione.

Sembra paradossale ma è proprio così, l’uomo che ha contribuito nel tempo a militarizzare la Val Clarea con ordinanze prefettizie firmate senza colpo ferire ad ogni richiesta della Questura adesso dovrà gestire i 98 milioni di “compensazioni” inerenti la grande opera.
Palomba sarebbe stato scelto come nomina tecnica, in virtù della sua “professionalità e competenza al ruolo rivestito”…

Foietta, ex presidente dell’Osservatorio e manovratore delle lobbies SI TAV, plaude la nomina con una dichiarazione che appare proprio come una minaccia nei confronti degli amministratori e dei cittadini che si oppongono alla devastazione della valle: “voglio vedere chi avrà il coraggio di opporsi al prefetto, di dire no”.

Il tutto si svolge, insomma, nel pieno stile mafioso che caratterizza ormai la trattativa tra lo Stato e le comunità locali della Val di Susa: prima passo decenni a tagliare la manutenzione del territorio e i servizi essenziali, poi ne ripristino una parte in cambio dell’assenso alla grande opera…”

https://www.notav.info/post/dalla-grande-opera-alla-grande-manganellata-il-prefetto-colomba-a-capo-dellosservatorio-sul-tav/

15 ottobre 20 NOTAV Info:

ASSOLTO IL GIORNALISTA DAVIDE FALCIONI: DOCUMENTARE UNA PROTESTA NO TAV È SOLO UN REATO “DI LIEVE ENTITÀ”

Documentare le proteste no TAV rimane un reato ma un reato di “lieve entità” che merita l’assoluzione. Con queste motivazioni ieri la corte di appello di Torino ha assolto Davide Falcioni, il giornalista che aveva raccontato un’azione di protesta no TAV osando smentire la ricostruzione della polizia politica Digos.

Era il 2012 e i no TAV erano andati a citofonare alla sede di una delle ditte impiegate nella devastazione dei boschi della Clarea.

Una piccola azione dimostrativa il cui momento clou era stato srotolare uno striscione no TAV dal balconcino dell’azienda…

Resta l’amaro in bocca per le motivazioni che se non sanciscono il diritto alla protesta (che sappiamo ormai sospeso da tempo in Val di Susa) non riconoscono nemmeno fino in fondo il diritto alla cronaca.

Quando si parla di movimento no TAV, per un giornalista fare il proprio lavoro rimane reato ma Falcioni è stato assolto per “particolare tenuità del fatto”.

Quanto ai no TAV coinvolti nella vicenda, nonostante la ricostruzione della procura sia stata clamorosamente smentita proprio dalla testimonianza del cronista, quattro di loro sono stati condannati in appello a 5 mesi di carcere nel giugno dell’anno scorso”.

https://www.notav.info/post/assolto-il-giornalista-davide-falcioni-documentare-una-protesta-notav-e-solo-un-reato-di-lieve-entita/

16 ottobre 20 NOTAV Info:

TAV, L’INDOTTRINAMENTO INIZIA DALLA SCUOLA

È di ieri la notizia del convegno “Il treno del green deal” organizzato al Castello di Novara a cui hanno partecipato il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’assessore all’Ambiente Matteo Marnati e a distanza l’assessore ai Trasporti Marco Gabusi.

Il convegno ha battuto parole di ferro principalmente su due punti: la fantomatica direttrice ferroviaria Lisbona-Kiev e la gigantesca bufala che con il Tav Torino-Lione si raggiungerebbe l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico prodotto dai gas di scarico che oggi producono i camion che trasportano le merci oltralpe.

Ma il dato più inquietante è quello per cui Cirio sostiene che ci sia la necessità di cominciare dai banchi di scuola per spiegare ai ragazzi l’importanza del viaggio su rotaia e di quanto sia idilliaca la favoletta “il treno inquina meno del camion”…

Non lasceremo il partito unico del TAV indottrinare ragazzi e ragazze senza che sia possibile ascoltare una voce contraria. Se pensano di poter fare una tranquilla passerella aziendale nelle scuole possiamo già promettere che le cose andranno ben diversamente e saranno gli alunni in prima persona a ribellarsi a questo teatrino per pretendere un’informazione corretta”.

https://www.notav.info/post/tav-lindottrinamento-inizia-dalla-scuola/

5 ARTICOLI SU NOTAV Info: “SAN DIDERO: UNO SPAZIOPORTO (INQUINANTE) CHE VIAGGIA INDIETRO NEL TEMPO”

15 ottobre 20: “UN AUTOPORTO FANTASMA DIRETTAMENTE DAGLI ANNI ’70″(prima parte)

Iniziamo dalla fine: entro il 31 dicembre 2020, secondo cronoprogramma, Telt dovrà iniziare i lavori per il trasferimento dell’autoporto da Susa a San Didero.

Intanto cos’è un autoporto?

È un parcheggio per autoveicoli ed autotreni, creato in prossimità di un posto di frontiera per agevolare le operazioni di controllo della dogana senza intralciare il traffico stradale.

Perché dunque, secondo i promotori del TAV Torino-Lione, l’autoporto dovrebbe essere spostato da Susa a San Didero (che per chi non lo sapesse è in bassa valle, a 15,2 km da Susa e a circa 56 km dalla frontiera)?

Perché nella piana di San Giuliano di Susa, dove al momento si trova questa infrastruttura, dovrebbe sorgere la stazione internazionale dell’Alta Velocità

La piana dove dovrebbe sorgere la struttura, al confine tra i territori di San Didero, Bruzolo e Borgone è tra i pochi spazi “liberi”, o meglio è uno dei pochi luoghi dove insiste ancora un bosco di una certa entità nella pianura della valle. È a tutti gli effetti l’unico polmone verde della zona…

L’idea di installare un’infrastruttura del genere a San Didero comunque non è una novità, ma permane almeno fin dai primi anni ’70, tanto che, rullo di tamburi, un autoporto in quella zona era già stato costruito “quasi” completamente.

La struttura era praticamente pronta, con uffici arredati, sanitari ed infissi, ma si decise che fosse più “funzionale” avere l’autoporto a San Giuliano di Susa…”

https://www.notav.info/documenti/san-didero-uno-spazioporto-inquinante-che-viaggia-indietro-nel-tempo/

20 ottobre 20: “ACCIAIO E VELENI, UNA LUNGA STORIA DI INQUINAMENTO IN BASSA VAL DI SUSA (seconda puntata)

… Dalle cave in alta valle alle fabbriche nella bassa le luci si sono spente lasciando soltanto scheletri vuoti, inquinamento, rottami e interrogativi rispetto a questo modello di sviluppo che consuma in fretta lasciando ferite ambientali e sociali che ci metteranno secoli a rimarginarsi…

Già nel 1973 la preoccupazione dei cittadini di Borgone, Bruzolo, San Didero, Villar Focchiardo e San Giorio cresce e si iniziano a formare i primi comitati spontanei che chiedono di prendere provvedimenti per i fumi che impestano l’aria della bassa valle

Ma è a fine anni ’90, inizio 2000, complice la crescente sensibilità ambientale, che balza all’onore delle cronache il problema delle emissioni dell’acciaieria.

Nel 1994 diciassette sindaci della bassa valle denunciano in un esposto l’aumento dell’inquinamento dovuto ai fumi della Ferrero.

L’azienda in tutta risposta assicura che è stato costruito un impianto che dovrebbe abbattere del 95% gli inquinanti.

I cittadini e gli amministratori locali non rilevano questi presunti miglioramenti delle condizioni dell’aria e continuano esasperati la battaglia per capire cosa stanno respirando.

Devono passare altri dieci anni prima che le istituzioni prendano sul serio il problema posto dagli abitanti e finalmente a fine 2003 interviene l’Arpa.

Nel frattempo la Ferrero è stata acquistata dal Gruppo Beltrame.

L’intervento dell’Arpa conferma i timori che da oltre trent’anni agitavano gli abitanti della bassa valle. C’è diossina nelle polveri dell’acciaieria, le analisi sono ancora parziali ma i risultati già disegnano un quadro inquietante. L’Arpa fa cinque prelievi e rileva che la quantità di simil diossina (Pcb dioxine like) è di venti volte superiore ai valori di riferimento di allora…”

https://www.notav.info/senza-categoria/san-didero-uno-spazioporto-inquinante-che-viaggia-indietro-nel-tempo-seconda-puntata/

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE VIENE COMUNICATA L’INDAGINE SULL’EX SENATORE STEFANO ESPOSITO ED EX ASSESSORE ENZO LAVOLTA per favoreggiamento dell’impresario Giulio Muttoni

FORSE I REATI SI PRESCRIVERANNO ENTRO UN ANNO O POCO PIÙ?
TGR del 15-OTT-2020 ore 14.00

https://youtu.be/89iHGyhCvlI

TGR del 15-OTT-2020 ore 19.30

https://youtu.be/HiU_dLfaGFo

VEDI ARTICOLI IN RASSEGNA STAMPA

VENERDÌ 16 OTTOBRE PER IL “FESTIVAL DELLA NONVIOLENZA”: “L’IMPORTANZA DELL’AMBIENTE NELLA SCALA DELLE PRIORITÀ UMANE

L’ATTUALE PANDEMIA NON CI HA INSEGNATO NIENTE…?”

al Centro Studi Sereno Regis

Interventi di Massimo Mortarino (Salviamo il paesaggio), Mario Cavargna (Pro Natura Piemonte), Enzo Ferrara (Medicina Democratica, Centro Studi Sereno Regis) e dibattito.

VIDEO COMPLETO: https://www.youtube.com/watch?v=gKgC62tSxBY&feature=emb_logo

DOMENICA 18 OTTOBRE AL PRESIDIO PERMANENTE NOTAV DEI MULINI SI È SCOPERTA LA LORO INTERESSANTE STORIA insieme a Mario Cavargna.

VIDEO: https://www.facebook.com/notav.info/videos/3409473979089566

ALCUNE FOTO: https://photos.app.goo.gl/hG78FbFAhoEaowce6

LUNEDÌ 19 OTTOBRE CINQUE ATTIVISTE DI FRIDAYS FOR FUTURE HANNO INCONTRATO IN VIDEO IL PRESIDENTE CONTE E IL MINISTRO COSTA.

Greta Thunberg (Svezia), Adélaïde Charlier (Belgio), Martina Comparelli (Italia), Luisa Neubauer (Germania) e Laura Vallaro (Italia):

APPELLO A CONTE: NON C’È PIÙ TEMPO. DOVETE SMETTERE DI RUBARCI IL FUTURO

In questo preciso momento stiamo assistendo a un mondo che si è riscaldato di circa 1,2 gradi centigradi. E questo mondo è in fiamme mentre interi ecosistemi stanno collassando e le specie si stanno estinguendo. Questo mondo si sta sciogliendo. Le persone stanno fuggendo dalle loro case perché le catastrofi diventano sempre più estreme e colpiscono più frequentemente.

È difficile immaginare come sarebbe un mondo che si è riscaldato di 1,5 gradi o anche di 2 gradi. Al momento ci stiamo muovendo verso un mondo che sarà almeno 3 gradi più caldo…

Gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 del 55 per cento, 60 per cento o anche 65 per cento proposti per l’Europa entro il 2030 non sono neanche lontanamente sufficienti per essere in linea con l’obiettivo di 1,5 gradi, per non parlare di quello di “ben al di sotto dei 2 gradi” dell’Accordo di Parigi…

Come primo passo minimo, l’Italia e gli altri paesi devono immediatamente fermare gli investimenti in tutte le attività di esplorazione ed estrazione di combustibili fossili, porre fine a tutti i sussidi ai combustibili fossili e disinvestire da carbone, petrolio e il gas…

Il prossimo anno come Presidenza del G20 e co-ospitando il vertice sul clima della COP26 l’Italia dovrà assumere un ruolo di leadership. Questo include l’interruzione di tutti gli investimenti nei combustibili fossili sia in Italia che all’estero.

Nel 2019, l’agenzia italiana di credito all’esportazione, Sace, ha fornito oltre 4 miliardi di euro di crediti all’esportazione per investimenti in gas e petrolio. Sta inoltre considerando di finanziare un miliardo di euro per l’esplorazione e l’estrazione di gas nell’Artico.

L’Italia sta anche spendendo circa 18 miliardi di euro all’anno in sussidi perversi di cui beneficiano le società dei combustibili fossili, le stesse che hanno avuto il permesso di insegnare i cambiamenti climatici nelle scuole e di spacciare il gas fossile come la soluzione perfetta per fermare l’emergenza. È difficile pensare a un modo migliore per ignorare una crisi…”

https://www.editorialedomani.it/ambiente/appello-a-conte-non-c-pi-tempo-dovete-smettere-di-rubarci-il-futuro-mxbbnvt3

LE STESSE GIOVANI ATTIVISTE HANNO INVIATO A TUTTI I LEADER DELL’UE E DEL MONDO UNA LETTERA APERTA che è stata già firmata da quasi 130.000 persone:

OPEN LETTER AND DEMANDS TO EU AND GLOBAL LEADERS

#FaceTheClimateEmergency

This letter has been sent to all EU leaders and heads of state on 16 July 2020.

https://climateemergencyeu.org/

16 ottobre 20 Lettera del Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino al Presidente e al Consiglio Regionale del Piemonte per sottoporre alcune riflessioni riguardanti il DDL 87 oggetto di discussione in questi giorni.

“ASSEGNAZIONE DELLE GRANDI DERIVAZIONI AD USO IDROELETTRICO

Prendere in considerazione solamente e prioritariamente i principi della tutela della concorrenza e la libertà di stabilimento (comma 1) e porsi come primo obiettivo la valorizzazione (leggasi estrazione di valore) della risorsa idrica (comma 2) non solo è limitativo ma alquanto pericoloso.
La corsa all’accaparramento delle fonti idriche in atto in tutto il Paese da parte di soggetti privati e agguerrite multinazionali (prima fra tutte Veolia, oramai inserita in tutte le principali società di gestione del servizio idrico integrato), a cui nemmeno la volontà popolare referendaria è riuscita a mettere freno perché ampiamente disattesa, deve invitare a porre la massima attenzione nel compiere scelte politiche che pongano prioritariamente argine a questa pericolosa deriva.
Il controllo della risorsa idrica è e sarà sempre più determinante nei rapporti di forza tra gli enti pubblici che tutelano gli interessi collettivi e i soggetti privati che perseguono unicamente i propri profitti.
L’esortazione è dunque a migliorare il testo del DDL 87 in questa ottica, in particolare:

1. ponendo all’art. 1 comma 1 come prioritaria la finalità di garantire l’accesso all’acqua potabile quale diritto umano universale come sancito dall’ONU con risoluzione del 2010;
2. all’art. 1 comma 2 sostituire ‘valorizzazione’ con ‘tutela’ del patrimonio idrico e aggiungere subito dopo le parole ‘patrimonio idrico’ le parole ‘a vantaggio delle generazioni future’;
3. all’art. 4 comma 1 prevedere la possibilità dell’affidamento in concessione dell’uso idroelettrico anche a soggetti di diritto pubblico, almeno laddove sia stato valutato un prevalente interesse pubblico ad un diverso uso delle acque derivate incompatibile in parte con l’uso idroelettrico (vedi art. 3 comma 1);
4. all’articolo 13, comma 1, dopo le parole “limitazioni gestionali” aggiungere le parole “nonché forme di partecipazione dei cittadini alla formazione delle decisioni…”

5. all’art. 13 comma 1 lett. b) aggiungere ‘a titolo non oneroso’ dopo le parole ‘obblighi di cessione’…”
https://www.acquabenecomune.org/piemonte-iniziative/3997-il-comitato-acqua-pubblica-torino-scrive-alla-regione-piemonte-sul-ddl-87-assegnazione-delle-grandi-derivazioni-ad-uso-idroelettrico

 



RASSEGNA STAMPA

Ecco, in chiusura, la rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo dal 15 al 21 ottobre 2020 (con la pubblicazione di petizioni nazionali e internazionali), scaricabile in formato pdf da questo link:
21_ott_20_ALTRI_SERVIZI_TV_QUOTIDIANI_E_APPELLI

(il pdf apre in nuova scheda)

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 15 ottobre 2020)