Doriella e Renato, newslettera 24 marzo 2022: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dal 24 marzo 2022

Centodecima uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la Newslettera di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Da più di dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

Nella sezione conclusiva, in formato PDF scaricabile, troverete:

  • aggiornamenti su iniziative passate;
  • misure anti-covid, dibattito e opposizione;
  • rassegna stampa relativa alla settimana precedente;
  • appelli e petizioni nazionali e internazionali.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!

 

EXTRA dalla redazione di Trancemedia.eu

MUNGERE LA CRISI – Illustrazione di Liu Rui per Global Times 24 marzo 2022. Apre in nuova scheda dalla sezione La Cura.

24 marzo 2022, una data speciale:

  • Londra e Washington schiacciano il ginocchio sul collo dell’Europa indebitata, per gettare olio sul fuoco ucraino in nome del comparto industriale militare;
  • Ricorre il 23° anniversario del bombardamento NATO della Jugoslavia, un’aggressione-pietra-miliare delle brillanti relazioni internazionali XXI secolo;
  • Si compie il primo mese del conflitto Russia-Ucraina, con gli Stati Uniti che continuano a rifiutare un dialogo diretto con Mosca per porre fine all’operazione militare. E nessuno fiata in Europa, nemmeno gli Ucraini pare.

In apertura de “Le Cure del Dottor Bovary” , dopo il 23° delle bombe NATO sulla Jugoslavia, trovate l’editoriale di Global Times del 24 marzo – che i resoconti Rai hanno gravemente distorto (min 12:30 del file audio – apre in nuova scheda). Seguono nella nostra pagina (in sviluppo dal 21 al 31 marzo) materiali grezzi di informazione e riflessione. A voi connetterli.

 



QUESTA SETTIMANA

Sciopero per il clima, GKN, Palestina,
Contro la guerra, NO TAV, Nevroz,
Green pass, Barocchio

SCRIVIAMO A UMBERTO, GIORGIO E STEFANO!
LUNEDÌ 28 FEBBRAIO È STATO ARRESTATO E PORTATO NEL CARCERE DELLE VALLETTE IL NOTAV STEFANO MANGIONE, condannato a 1 anno e 6 mesi per resistenza aggravata per i fatti accaduti il 26 luglio 2013 durante un presidio davanti al Tribunale di Torino in solidarietà con una compagna pisana NO TAV, Marta Camposano, arrestata una settimana prima in una manifestazione al cantiere della Clarea di Chiomonte, che aveva denunciato di aver subito violenze e molestie sessuali da parte delle forze dell’ordine dopo il fermo.
GIOVEDÌ 10 MARZO ALTRI 2 NOTAV, GIORGIO ROSSETTO E UMBERTO RAVIOLA, sono stati portati in carcere accusati di violenza privata e resistenza a pubblico ufficiale e sono state emesse altre 11 misure cautelari tra arresti domiciliari, obblighi di firma e divieti di dimora per una serie di iniziative e manifestazioni che hanno avuto luogo dall’estate del 2020 in Val Clarea, a San Didero.
FACCIAMO SENTIRE LORO TUTTA LA SOLIDARIETÀ DEL POPOLO NO TAV!
Per scrivere ai No Tav alle Vallette:
UMBERTO RAVIOLA / GIORGIO ROSSETTO / STEFANO MANGIONE
c/o Casa Circondariale Lorusso e Cutugno
Via Maria Adelaide Aglietta 35, 10151 – Torino
Importante inserire nella busta un foglio bianco, una busta nuova e non più di 2 o 3 francobolli per volta, altrimenti vengono ritirati invece di essere consegnati.
LIBERTÀ PER LE/I NOTAV!
https://www.facebook.com/notav.info/posts/5437775502923735

COMITATO EMILIO LIBERO”
Per monitorare la situazione di Emilio Scalzo, estradato in Francia il 3 dicembre, detenuto in carcere a Aix-Luynes fino a venerdì 11 febbraio, quando la Corte di Appello di Grenoble ha accettato le istanze degli avvocati e ha revocato il mandato di arresto europeo, sembra per un vizio di forma.
Resta in attesa del processo con obbligo di dimora e di firma settimanale in una località francese vicina ad Aix-en-Provence nel dipartimento delle Bocche del Rodano.
I NO TAV sabato 12 febbraio sono già andati ad abbracciarlo!
https://www.facebook.com/comitatoemiliolibero/

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

CONTINUA LA MOBILITAZIONE CONTRO L’OCCUPAZIONE DELLE TERRE DEL PRESIDIO EX-AUTOPORTO A SAN DIDERO, per contrastare la preparazione del cantiere per costruire UN NUOVO AUTOPORTO e spostare quello attuale a Susa per lasciare il posto ad opere per la Nuova Linea Torino Lione.
49a SETTIMANA DI INIZIATIVE AL NUOVO PRESIDIO A SAN DIDERO!
(VEDI INFRA le iniziative in programma e in RASSEGNA STAMPA / AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA i report della resistenza NOTAV).
CONTROLLATE LE INIZIATIVE IN PROGRAMMA PRIMA DI PARTECIPARE E SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI SU:
https://www.facebook.com/notav.info
https://www.notav.info/senza-categoria/21-27-marzo-2022-calendario-iniziative-no-tav/

GIOVEDÌ 24 MARZO
ORE 11.30 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERIPRANZO NO TAV A CURA DEL GRUPPO “FOGLI DI VIA”
https://www.notav.info/senza-categoria/21-27-marzo-2022-calendario-iniziative-no-tav/

ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/
RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 18 al Comala, Corso Francesco Ferrucci 65 – Torino
ASSEMBLEA ESSENON
“Incontriamoci per immaginare insieme nuove iniziative e portare avanti la nostra battaglia contro la svendita di parti di città”.
https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=133427682542082&id=100881939129990

ORE 18.30 Campus Luigi Einaudi (in Main Hall), Lungo Dora Siena 100, Torino
APERITIVO FRIDAYS FOF FUTURE AL CAMPUS
“Esiste cosa migliore di uno spritz per prepararsi a scioperare contro le istituzioni?
Noi crediamo di no!
Vi aspettiamo tutte/i per bere e ballare insieme al ritmo della musica dei nostri dj e dei nostri cuori in lotta. Ricordate di portarvi i vostri bicchieri riutilizzabili, al Campus troverete musica, alcool e cibi!”
@ecologiapoliticatorino
https://www.facebook.com/F4Fturin/posts/1075249436355280

VENERDÌ 25 MARZO
ORE 10 Piazza XVIII Dicembre, Torino
CLIMATE STRIKE – SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA
“Il 25 marzo si terrà nella nostra città lo sciopero globale per il clima: un’altra volta torneremo a invadere le strade torinesi chiedendo azioni urgenti per risolvere la crisi climatica ed ecologica, la più grande sfida del nostro secolo.
In un momento in cui sembra più che mai che gli interessi economici ed espansionistici siano gli unici a muovere la politica globale, è fondamentale scendere in piazza per chiedere un’azione collettiva urgente e unitaria, per una società diversa che vada verso la decarbonizzazione e la defossilizzazione, nonché verso una demilitarizzazione.
L’ultimo rapporto IPCC (Intergovernamental Panel of Climate Change) è chiaro: l’inazione porterà a rischi irreversibili, le mezze misure non sono più un’opzione…”
https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/a.487488778464685/1066261423920748

POSSONO SCIOPERARE E SCENDERE IN PIAZZA ANCHE INSEGNANTI E OPERATORI SCOLASTICI DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO.
Comunicato FLC-CGIL:
“25 MARZO SCIOPERO ISTRUZIONE E RICERCA: IN PIAZZA CON I FRIDAYS FOR FUTURE.
PER L’INTERA GIORNATA DEL 25 MARZO 2022 È PROCLAMATO LO SCIOPERO di tutto il personale del comparto “Istruzione e Ricerca” e dell’area dirigenziale, dei docenti universitari e di tutto il personale della formazione professionale e delle scuole non statali.
… Alla minaccia di una guerra mondiale, infatti, si assomma una vera e propria “guerra climatica”, già in corso, per accaparrarsi materie prime e fonti di energia.
La crisi e la dipendenza energetica si combattono massimizzando l’uso delle fonti rinnovabili e non riaprendo inquinanti ed obsolete centrali a carbone…
L’immediato cessate il fuoco per garantire corridoi umanitari e la riapertura dei canali diplomatici è l’unica strada per evitare una folle corsa al riarmo ed una escalation militare dalle conseguenze disastrose; occorre piuttosto fornire aiuto concreto ai profughi, proteggere i civili, contribuire all’accoglienza in Europa e in Italia cominciando a garantire al più presto ogni forma di integrazione scolastica e di supporto agli studenti universitari, delle Accademie e dei Conservatori provenienti dai paesi coinvolti nel conflitto.
Riteniamo più che mai indispensabile in questo momento scegliere e
anteporre le armi della critica alla critica delle armi”.
http://m.flcgil.it/comunicati-stampa/flc/25-marzo-sciopero-istruzione-e-ricerca-in-piazza-con-i-fridays-for-future.flc

Fridays For Future e Collettivo GKN annunciano
DUE GIORNATE DI MOBILITAZIONI CONVERGENTI:
LO SCIOPERO GLOBALE DEL 25 MARZO PER LA GIUSTIZIA CLIMATICA E LA MOBILITAZIONE NAZIONALE “INSORGIAMO” DEL 26 MARZO A FIRENZE.
“Due giorni che sfidano ogni tentativo di contrapporre questione sociale e questione ambientale e che si fondono idealmente in un’unica giornata di lotta.
La crisi climatica è una crisi del clima ma soprattutto delle relazioni determinate dall’essere umano.
È il risultato di uno sviluppo sociale che tutt’oggi altera e peggiora la vita delle persone, contaminando il loro rapporto con il lavoro
, la precarietà, la sanità, la mobilità, con l’ambiente e con la cura dell’altro.
È l’attuale modo di produzione e consumo ad essere inquinante, ed è dal suo cambiamento radicale che bisogna ripartire…
E visto che non esiste processo più inquinante della guerra
– per il suo impatto ambientale e per come ridefinisce le priorità economiche e sociali dei paesi – il 25 e 26 marzo non potrà che essere anche una scadenza di lotta contro la guerra.
Non permetteremo mai più di giustificare delocalizzazioni, licenziamenti, precariato con la scusa della crisi climatica
Il pianeta è in fiamme, da ogni punto di vista, e ogni secondo sprecato è un crimine”…
https://fridaysforfutureitalia.it/fridays-for-future-e-il-collettivo-di-fabbrica-gkn-annunciano-due-giornate-di-mobilitazioni-convergenti-%ef%bf%bclo-sciopero-globale-del-25-marzo-per-la-giustizia-climatica-e-la-mobilitazione-naziona/

ORE 18 presso presidio NOTAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
ASSEMBLEA NO TAV
https://www.notav.info/senza-categoria/21-27-marzo-2022-calendario-iniziative-no-tav/

ORE 19 Piazza Carlo Alberto, Torino
“APERITIVO PER UN BEL CLIMA. IL GHIACCIO LO PORTIAMO NOI”
Per continuare la giornata di mobilitazione iniziata la mattina.
“Com’è nel nostro stile, l’evento sarà una festa ideata per stare bene, sentirsi più partecipi, ma soprattutto un’occasione per chiedere con forza una vera transizione ecologica.
Mai come in questi momenti il ghiaccio, simbolo della manifestazione, rischia di scomparire e, insieme a lui, la vita sul pianeta per come la conosciamo.
Un monito sottolineato con forza anche dal nuovo report IPCC: negli scenari climatici attuali la sopravvivenza della popolazione mondiale non è garantita.
Questa prospettiva, insieme ad alcuni fatti recenti e vicinissimi, da un lato la tragica siccità che sta colpendo il Piemonte mettendo a rischio risorse idriche e alimentari, dall’altro la guerra ucraina che ha smascherato la folle dipendenza del nostro sistema energetico dalle fonti fossili, rendono fondamentale far sentire l’esistenza di un’opinione pubblica consapevole e informata che pretende un vero cambiamento…”
Evento di Ci Sarà Un Bel Clima e Fridays For Future Torino
https://www.facebook.com/events/958123378170748?acontext=%7B%22event_action_history%22%3A[%7B%22surface%22%3A%22page%22%7D]%7D

ORE 20.30 Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13, Torino
“IL POTERE DELLA MUSICA: FIGLI DELLE PIETRE IN UNA TERRA DIFFICILE”
(Traduzione di Luciana Gallina)
Presentazione del libro di Sandy Tolan
Con Luciana Gallina e Alessandra Mecozzi
“Il libro racconta la storia di Ramzi Hussein Aburedwan da bambino dell’Intifada a studente di viola e fondatore a Ramallah in Palestina di una scuola di musica, Al Kamandjati (Il violinista), oggi con diverse sedi nel territorio.
Musicisti da ogni parte del mondo arrivano ad aiutarlo: un violista lascia la London Symphony Orchestra per lavorare nella sua nuova scuola, un’aspirante cantante d’opera britannica si trasferisce in Cisgiordania per insegnare canto.
È una storia sulla forza della musica ma anche sulla libertà e la determinazione nonostante l’occupazione”.
Evento di BDS Torino
https://fb.me/e/2atOWGkc3
NELL’AMBITO DELLA SETTIMANA CONTRO L’APARTHEID ISRAELIANA (IAW),
20 MARZO – 5 APRILE 2022
che sostiene le campagne BDS per contribuire a porre fine a questo crimine contro l’umanità.
https://bdsitalia.org/index.php/la-campagna-bds/comunicati/2713-iaw2022

SABATO 26 E DOMENICA 27 MARZO
“EUROPA DI PACE CONTRO L’EUROPA DI GUERRA”
MANIFESTAZIONI:
sabato 26 marzo ore 14-16 Piazzale Stazione di Porta Genova a Milano
DOMENICA 27 MARZO a Bruxelles
e incontro Disarmisti esigenti & partners su Zoom al seguente link:
https://us02web.zoom.us/j/86160241758?pwd=dGxWRGxsUXZPWlhORnJJUUlyazAvZz09
ID: 861 6024 1758 – Password: 2022
http://www.disarmistiesigenti.org/2022/03/23/europadipacecontroeuropadiguerra/
“GUERRA O PACE?
… Chiediamo all’Organizzazione delle Nazioni Unite di esercitare con decisione il proprio ruolo per il mantenimento della pace e della sicurezza mondiale.
Chiediamo a tutti i governi che non sostengano questa guerra nemmeno con un euro, un soldato o un fucile,
perché questa scelta serve solo a renderla più cruenta, più lunga, con più morti e più sofferenza. Chiediamo che non si adottino sanzioni destinate a peggiorare la vita delle popolazioni in qualunque latitudine del pianeta…”
http://www.disarmistiesigenti.org/2022/03/23/europadipacecontroeuropadiguerra/

SABATO 26 MARZO
ORE 9.30-18 Piazza Vittorio Veneto, Torino
MARCIA DELLA LIBERTÀ, INIZIATIVE E INTERVENTI CONTRO GREEN PASS
ORE 12.30-13.30 PIC-NIC DISSIDENTE
Evento NO PAURA DAY – Torino
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5172748262745907&set=pcb.5172767129410687
https://www.facebook.com/photo/?fbid=5172748252745908&set=pcb.5172767129410687

ORE 10 presso Nuovo presidio NOTAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero

MERCATO CONTADINO
https://www.notav.info/senza-categoria/21-27-marzo-2022-calendario-iniziative-no-tav/

ORE 10.30 Piazza della Repubblica, zona mercato delle scarpe, Torino
PRESIDIO ANTIMILITARISTA CONTRO LA GUERRA E CHI LA ARMA
“L’Italia è in guerra…
I governi che si sono succeduti hanno coperto le operazioni belliche tricolori sotto un manto di ipocrisia. Missioni umanitarie, operazioni di polizia internazionali
hanno travestito l’invio di truppe sui fronti di guerra in Somalia, Libano, Serbia, Iraq, Afganistan, Libia.
Quest’estate, per la prima volta in quarant’anni un ministro della Difesa, in occasione del rifinanziamento delle missioni militari italiane all’estero, ha rivendicato spudoratamente le avventure neocoloniali delle forze armate come strumento di tutela degli interessi dell’Italia.
Ben 18 delle 40 missioni militari all’estero sono in Africa nel triangolo che va dalla Libia al Sahel sino al golfo di Guinea. Sono lì per fare la guerra ai migranti diretti in Europa e per sostenere l’ENI.
Il conflitto imperialista tra la NATO, che mira a continuare l’espansione ad est cominciata dopo la dissoluzione dell’Unione sovietica, e la Russia
che, dopo decenni di arretramento, ha deciso di passare al contrattacco occupando l’Ucraina, ha visto un repentino ritorno alla retorica umanitaria tipica dei governi di Roma…
Opporsi allo Stato di emergenza bellico, all’aumento della spesa militare, all’invio di armi al governo ucraino,
lottare per il ritiro di tutte le missioni militari all’estero, per la chiusura e riconversione dell’industria bellica, per aprire le frontiere a tutti i profughi e ai migranti è un concreto ed urgente fronte di lotta.
Per fermare le guerre non basta un no. Bisogna mettersi di mezzo. A partire dalla nostra città.
SCIOPERO GENERALE, BOICOTTAGGIO E BLOCCO DELLE BASI MILITARI E DELLE FABBRICHE DI MORTE
!”
Assemblea Antimilitarista
Evento di Senza Frontiere
https://www.facebook.com/events/1360435084471663?ref=newsfeed

ORE 14.30 Piazza Vittorio Veneto – Lato Parco Cascine a Firenze
Bus da Torino per Firenze – tel. 347 045 60 33.
Altre informazioni logistiche:

https://www.facebook.com/insorgiamoconilavoratorigkn/posts/153971967012112
“PER QUESTO, PER ALTRO, PER TUTTO”
INSORGERE CON GKN IN UNA GIORNATA DI VOLONTÀ COLLETTIVA
“Il 26 marzo a Firenze – in collegamento con lo sciopero globale del clima del 25 marzo – il Collettivo di Fabbrica GKN e il Gruppo di Supporto Insorgiamo lanciano una nuova data di insorgenza.
È una scadenza di lotta “per noi”, perché la vertenza GKN è tutt’altro che conclusa, la reindustrializzazione è tutta solo sulla carta. E sarà in ogni caso un processo lungo, dagli esiti incerti e verificabili solo nel tempo…
Per portare a termine la nostra lotta dobbiamo continuare a cambiare i rapporti di forza nel paese. E se cambiano, cambiano a favore di tutti e tutte. Per questo sarà anche una scadenza di lotta “con noi”, “per i vostri problemi”, perché GKN deve aprire un precedente virtuoso. Non c’è fabbrica salva in un paese che non lo è. Nessuno si salva da solo.
Vogliamo sconfiggere tutte le delocalizzazioni, rimettere al centro la questione salariale, il carovita e le bollette, la riduzione d’orario a parità di salario, l’abolizione del precariato, rivendicare un polo pubblico per la mobilità sostenibile.
E rimettere al centro la condizione di lavoratori e lavoratrici incontrate in questi mesi, che siano del settore pubblico o privato, di quello industriale o scolastico, di trasporti, sanità, spettacolo, informazione, fissi, precari, in appalto, autonomi, migranti.
Ed è una giornata in cui convergono lotta contro la guerra, ambientale, sociale, transfemminista, per i diritti civili, di chi ha disabilità, delle reti di economia solidale e mutualistica
e quelle di solidarietà internazionale. Perché abbiamo imparato che tutto si tiene, tutto si influenza…”
https://26marzo.org/

25-26 MARZO, PER QUESTO, PER ALTRO, PER TUTTO
VIDEO: https://www.facebook.com/watch/?v=267118275602566&ref=sharing
VIDEO: https://www.facebook.com/watch/?v=374523117627159&ref=sharing

ORE 15 Corso Vercelli 195, Ivrea
PRESIDIO SOLIDALE SOTTO LE MURA DEL CARCERE
MICROFONO APERTO E MUSICA!
https://www.facebook.com/photo/?fbid=4777055349011078&set=a.102717879778205

ORE 17-23 Csoa Gabrio, Via Millio 42, Torino
“ART AGAINST APARTHEID: DECOLONIZZA LA TUA MENTE”
MOSTRA ARTISTICA E ASTA BENEFIT “DECOLONIZZIAMO L’ARTE”
Aperitivo & birrette, global rally for Palestine
“DECOLONIZZIAMO L’ARTE!
Ogni anno in tutto il mondo si celebra l’Israeli Apartheid Week, una settimana di eventi organizzati per denunciare l’apartheid israeliana e sostenere la lotta di liberazione del popolo palestinese.
Il sistema politico militare del governo israeliano ci coinvolge profondamente per diverse ragioni: è il modello a cui anche i paesi occidentali aspirano per quanto riguarda il controllo e la militarizzazione della società, è il fornitore principale dei sistemi bellici che rendono le nostre frontiere luoghi di morte, è un punto di riferimento per le politiche securitarie europee, basate sulla cultura del nemico, sempre in allarme perché il nemico è dietro l’angolo o persino già in casa.
Questo è il modello di Israele. Modello vincente, funzionante e perfettamente esportabile
Siamo in tante/i ad opporci a questo modello attraverso numerose lotte politiche: riappropriazione degli spazi, lotta in frontiera e molte altre in un processo collettivo di decolonizzazione dell’egemonia politica occidentale e del dominio capitalistico.
In quest’occasione vogliamo far emergere la capacità della cultura e dell’arte nel ripensare i rapporti di dominazione, di sfruttamento e di ingiustizia su scala mondiale…
Le opere verranno vendute all’asta per sostenere la Om Soleiman Farm, un progetto di agricoltura sostenibile per garantire indipendenza economica e alimentare alla popolazione palestinese.
Per le/iə giovani palestinesi che animano questo collettivo l’agricoltura è liberazione, è emancipazione dal ricatto di dipendenza dall’economia israeliana, è uno strumento per la ri-appropriazione della terra che ogni giorno viene loro sottratta e occupata (la stessa farm si trova a pochi metri da una colonia illegale) e un atto di ribellione da una società incentrata esclusivamente sul profitto, piuttosto che sulla salute e sull’autodeterminazione…”
https://bdsitalia.org/index.php/la-campagna-bds/comunicati/2710-iaw-2022?fbclid=IwAR1XEbKq5d-QRkmTSxGIa66FHUkQt9pQRXIYUWtcc1-OKdsJedteK7XFU3o

Evento di BDS Torino, Progetto Palestina e Csoa Gabrio

https://www.facebook.com/events/254128053586344

ORE 21 al link:
https://cleverage-it.zoom.us/j/82089344636?pwd=L1NjVjVkMVhUR0Z1ZS9Fb2ZURjlYdz09
(se richiesti: ID webinar 820 8934 4636 – Passcode webinar 327798)
“LA GUERRA E LA CRISI GEOPOLITICA DALL’AFGANISTAN… ALL’UCRAINA.
Incontro con DOMENICO QUIRICO Giornalista, inviato di guerra.
“… Domenico Quirico, giornalista di lungo corso, è stato testimone diretto, come inviato speciale presso svariati teatri di guerra: dalla Libia in Africa, all’Afganistan, oltre che in Siria, dove, oltretutto, ha subìto un sequestro durato oltre 3 mesi vivendo sulla propria pelle il pericolo di perdere la vita.
Ha pubblicato numerosi libri di importante testimonianza che ci illuminano sulle mostruosità a cui purtroppo è soggetto questo nostro mondo.
Tra i tanti ricordiamo: “
Succede ad Aleppo“, “Il Califfato“, “Morte di un ragazzo italiano“, “La sconfitta dell’Occidente“, “Addio Kabul”,…
SI POTRA’ RIASCOLTARE E DIFFONDERE LA VIDEOCONFERENZA AL LINK:
https://www.youtube.com/channel/UCtYeSGNbHxgZM36b0vEKElQ
A cura di Enrico Del Vescovo
Info: 333 113 51 31
https://www.facebook.com/enrico.delvescovo.9/posts/10224296918043941

DOMENICA 27 MARZO
ORE 9-18 Rivalta di Torino
FIERA DI PRIMAVERA NO TAV

Alla fiera di primavera, come sempre, ci troverete con il nostro banchetto informativo, non sappiamo ancora dove saremo posizionati esattamente, ma cercate la bandiera NO TAV: sicuramente saremo visibili
Vi aspettiamo per informazioni sul progetto TAV a Rivalta
o anche solo per due chiacchiere e un saluto”.
Evento di No Tav Rivalta
https://www.facebook.com/events/370537661397912?ref=newsfeed

ORE 10 Presidio NO TAV ai Mulini in Clarea di Chiomonte
LAVORI E PRANZO CONDIVISI
https://www.notav.info/senza-categoria/21-27-marzo-2022-calendario-iniziative-no-tav/

ORE 14.30 Csoa Gabrio, Via Francesco Millio 42, Torino
CELEBRAZIONI DEL NEWROZ 2022:NEWROZ PIROZ BE!”
Programma:
Nursel Aydoğan Hdp – Documentario – Cucina curda – Ulaş Kelasin – Serhat Med
“Quest’anno celebriamo il 50° anniversario della lotta del popolo curdo e festeggiamo il Newroz.
Il Newroz rappresenta per i curdi e i popoli della Mesopotamia l’avvento del nuovo anno e viene celebrato come auspicio della rinascita della natura e della società.

Il Newroz è diventato anche il simbolo della lotta contro la tirannia, il razzismo, l’oppressione, per la liberazione di tutti i popoli del Medio Oriente.
Mentre ci approssimiamo al Newroz di quest’anno si intensificano gli attacchi in tutte le quattro parti del Kurdistan
. La repressione contro il movimento e la società civile curda prosegue a pieno regime…
Il modello del Confederalismo democratico elaborato da Abdullah Öcalan ha prodotto il risveglio della società in tutto il Kurdistan.
I
valori di uguaglianza di genere e di credo, per una società democratica ed ecologica, sono alla base di importanti processi di trasformazione democratica fondata sull’autogoverno.
Per questa ragione il Newroz anche quest’anno esprime ancora una volta la volontà da parte del popolo curdo di riaffermare la propria identità politica e culturale, di resistenza contro l’oppressione e l’affermazione dei principi di giustizia, libertà, uguaglianza di genere alla base dei principi del Confederalismo democratico e di una società ecologica e democratica”.
https://www.facebook.com/events/712339896843085?ref=newsfeed

ORE 14 al Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
… La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia),
alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

MARTEDÌ 29 MARZO
ORE 19 al nuovo presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA a cura dei Comitati No Tav Bassa Valle
A seguire
ORE 20 SOCIALITÀ NO TAV
https://www.facebook.com/Laboratorio-Civico-124342187593662/events/?ref=page_internal

ORE 21 presso CUB, Corso Marconi 34, 2° piano, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

MERCOLEDÌ 30 MARZO
ORE 18 Nuovo Presidio No Tav di San Didero, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
APERICENA NO TAV A CURA DEL “NUCLEO PINTONI ATTIVI”

GIOVEDÌ 31 MARZO
ORE 6 presidio presso il Ponte Etiopia, porto di Genova
“NO ALLE NAVI DELLA MORTE E AL TRAFFICO DI ARMI”
Sciopero di 24 ore portuali di Genova proclamato da USB per l’arrivo della nave saudita Bahri.
ORE 10.30 presso il CAP di Via Albertazzi, Genova
ASSEMBLEA OPERAIA PER LA MOBILITAZIONE NAZIONALE DEI PORTUALI
Il prezzo del conflitto lo pagheranno i lavoratori con licenziamenti e carovita.
Non un centesimo, un fucile o un soldato per la guerra.
Blocchiamo i nostri porti al traffico di armi.
È l’ora della variante operaia.
“Come lavoratori portuali non abbiano nessuna intenzione di restare indifferenti di fronte ai nuovi venti di guerra che tornano a soffiare in Europa.
Questo conflitto, che ha una genesi che va ben oltre la ricostruzione di comodo dei nostri media nazionali e dei nostri politici,
come ogni guerra nella storia, avrà delle pesanti conseguenze per tutti i noi.
A pagarne le spese saranno proprio i lavoratori e le lavoratrici. In Ucraina e Russia ovviamente, ma anche nei paesi europei, attraverso l’aumento del costo dei beni energetici come gas e petrolio e delle spese militari…”
Coordinamento nazionale Porti USB
https://www.usb.it/leggi-notizia/no-alle-navi-della-morte-e-al-traffico-di-armi-il-31-marzo-mobilitazione-nazionale-dei-portuali-usb-e-sciopero-a-genova-per-larrivo-della-nave-saudita-bahri-1129.html

VENERDÌ 1 – SABATO 2 – DOMENICA 3 APRILE
1 APRILE ORE 18 – 3 APRILE ORE 22
Manituana, Laboratorio Culturale Autogestito, Largo Maurizio Vitale 113, Torino
“SOTTO LO STESSO CIELO”
IL PRIMO FESTIVAL SENZ’ACQUA!
DA UNA MANITUANA A SECCO GUARDIAMO IL CIELO IN CERCA DI NUVOLE.
«Sotto lo stesso cielo» è un appello alla vicinanza e alla solidarietà tra i viventi.
Questo stesso cielo, che qui prosciuga, altrove inonda e altrove ancora piove bombe.
Un appello a cogliere creativamente il momento pulsante in cui le
lotte apparentemente più lontane riescono a intrecciarsi tra loro.
Sotto lo stesso cielo persone, movimenti e comunità si organizzano e lottano contro privilegi ed ingiustizie. Lottano per la vita…
Verso altri lidi, rivolgiamo lo sguardo oltreoceano, cercando forza in un movimento globale.
Sotto lo stesso cielo, con i piedi per terra”.

PROGRAMMA IN AGGIORNAMENTO:
VENERDÌ 1 APRILE
ORE18.30 “AUTOGOVERNO, EDUCAZIONE, ORGANIZZAZIONE: L’AUTONOMIA ZAPATISTA”
Doppia presentazione con gli autori di “Economia Comunitaria Indigena” – Andrea Mazzocco e di “Il sistema educativo nella resistenza zapatista” – Lorenzo Faccini
ORE 20.30 CENA a cura di Cratering, benefit per la palestra popolare “Barrio Bravo” di San Cristobal de Las Casas, in Chiapas
PRENOTAZIONI alla mail: eriberto.luciano@anche.no
SABATO 2 APRILE
ORE11 RIUNIONE DELLA RETE PIEMONTE ZAPATISTA, nata con l’accoglienza alla Gira Zapatista in Europa
Dalle ORE14.30 POMERIGGIO DI MURALES, attività per bimbi/e, sport popolare e banchettaglia solidale coi collettivi che animano Largo Vitale
ORE15-17 LABORATORIO FELDENKRAIS
ORE19 APERITIVO
a cura di Food Not Bombs Torino
ORE 21.30 PROIEZIONI E CINEFORUM
DOMENICA 3 APRILE
ORE16.30 PRESENTAZIONE ANTIFANZINE
, la fanzine antifascista
ORE19 PRESENTAZIONE DEL NUOVO FUMETTO di Claudio Calia e Lorena Canottiere in collaborazione con il collettivo europeo Gastivists
Manituana – Laboratorio Culturale Autogestito Non è un pesce d’aprile
Evento di Manituana – Laboratorio Culturale Autogestito, Food Not Bombs Torino e Gastivists
https://www.facebook.com/events/538616254236791?ref=newsfeed

SABATO 2 APRILE
ORE 14.30 Parco Dora, Torino
PARTENZA ORE 15.00. Il giro avrà termine al Parco Dora ore 18.
FUTURE PARADE IN BLOOM
Season 2 / episode 1
“Circuito ad anello di 14 km con tre tappe, una Parade che accoglie tutti i principali protagonisti della mobilità sostenibile: ciclisti, pattinatori, skater, utenti di monopattino elettrico e di tutti gli altri mezzi della micromobilità.
L’intento è sempre lo stesso: “unire i popoli”
in un contesto di forte inclusione e fratellanza per promuovere la mobilità sostenibile e la “micro mobilità” come principale soluzione per migliorare la nostra Città.
S
aremo pura energia in movimento, un festoso corteo in cui lo spazio per interventi porterà i partecipanti a sentirsi in un laboratorio creativo mobile che affronterà i temi della lotta alla crisi climatica, della lotta al consumo di suolo, di mobilità sostenibile e di giustizia climatica…
Portate i vessilli dei vostri gruppi, delle vostre crew e associazioni.
Ricordiamo solo: FUTURE PARADE è apartitica.
Consigliamo protezioni.
I nostri relatori sono :
– EXTINCTION REBELLION
– SALVIAMO I PRATI
– ASSOCIAZIONE JONATHAN
PARTYBAG e DIANA MILANO
i nostri partner”
Evento di Fridays For Future Torino, Future Parade Torino e altri 3
https://www.facebook.com/events/548505156465575/?ref=newsfeed

ORE 14.30, concentramento in Piazza Affari a Milano
CONTRO TUTTE LE GUERRE E CHI LE ARMA, CONTRO LE POLITICHE GUERRAFONDAIE DELL’ENI
Assemblea antimilitarista
https://www.facebook.com/antimilitarista/photos/a.105287421956693/151923430626425

VENERDÌ 22 APRILE
SCIOPERO DELLA PRODUZIONE E DELLA CIRCOLAZIONE DELLE MERCI, MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA
“USB Lavoro Privato, nel riprendere l’appello “È l’ora della variante operaia: senza lavoratori non c’è vera ripresa” lanciato a febbraio da delegate e delegati operai della catena del valore, dichiara lo sciopero nazionale per il prossimo 22 aprile di tutte le categorie di lavoratrici e lavoratori coinvolti nella raccolta, produzione, commercializzazione, trasporto, distribuzione e logistica delle merci sull’intero territorio nazionale.
Lo sciopero nazionale di tali settori è indetto sulle seguenti motivazioni:
– Per l’aumento di salari e pensioni a tutela di lavoratori e pensionati dalla speculazione e dall’inflazione
divenute ancora più aggressive con l’avvio del conflitto in Ucraina.
– Per l’introduzione del salario minimo di 10 euro, contro il lavoro povero e contro gli appalti che permettono ai padroni di imporre condizioni di moderno schiavismo.
– Per il ritorno a una politica economica fatta di investimenti pubblici e nazionalizzazione dei servizi strategici a difesa dell’occupazione e del tessuto industriale, contro gli “aiuti di stato” a vantaggio di imprese e speculatori, come nel caso di Acciaierie Italia, ITA e in base a quanto previsto nel PNRR.
– Per l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro, più controlli, forti penalizzazioni per i padroni che non osservano le norme e più tutele per gli RSU/RLS che denunciano illeciti e situazioni di pericolo e nocività…”
https://www.usb.it/leggi-notizia/e-lora-della-variante-operaia-il-22-aprile-sciopero-usb-della-produzione-e-della-circolazione-delle-merci-manifestazione-nazionale-a-roma-1524.html#:~:text=I%20lavoratori%20e%20le%20lavoratrici,che%20terminano%20il%20giorno%20successivo.

APPELLO PER UNA GRANDE MOBILITAZIONE IL 22 APRILE A ROMA:
“È L’ORA DELLA VARIANTE OPERAIA: SENZA LAVORATORI NON C’È VERA RIPRESA”.
https://www.usb.it/leggi-notizia/e-lora-della-variante-operaia-senza-lavoratori-non-ce-vera-ripresa-appello-per-una-grande-mobilitazione-il-22-aprile-a-roma-1404-1.html

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito:
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

 



AGGIORNAMENTI E RASSEGNA STAMPA

Ecco infine gli aggiornamenti su eventi della settimana appena trascorsa: AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA (il pdf apre in nuova scheda).

Poi notizie su MISURE ANTICOVID, DIBATTITO E OPPOSIZIONE (il pdf apre in nuova scheda).

La rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo che va dal 17 al 23 marzo 2022, scaricabile in formato pdf da questo link: 24 marzo 2022 ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI (il pdf apre in nuova scheda).

In chiusura, la pubblicazione di appelli e petizioni nazionali e internazionali, scaricabile in formato pdf da questo link: APPELLI E PETIZIONI (il pdf apre in nuova scheda).

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 17 marzo 2022; il pdf apre in nuova scheda).