Doriella e Renato, newslettera 4 marzo 2021: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dal 4 marzo 2021

Cinquantottesima uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la newsletter di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Da dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

A seguire, troverete anticipazioni di future iniziative e il resoconto sintetico dei principali accadimenti delle settimane precedenti, commentati e corredati di link, per non perdersi neanche una puntata.

Infine, la preziosa rassegna stampa delle testate mainstream (ma non solo!) sui temi caldi della settimana criticamente commentati, nonché la pubblicazione di appelli e petizioni lanciate a livello nazionale ed europeo. La rassegna stampa è scaricabile in formato pdf al fondo dell’ultima sezione qui sotto.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!



QUESTA SETTIMANA

Espropri a Chiomonte e iniziative NOTAV,
FFF, Società della cura,
disoccupati, Frontiere, 8 Marzo,
Torino che vogliamo e aggiornamenti

ATTUALITÀ POLITICA

PROSSIME INIZIATIVE

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA: I REPORT DELLE INIZIATIVE PASSATE

IN RASSEGNA STAMPA ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI, APPELLI E PETIZIONI

MARTEDÌ 2 MARZO IL PRESIDENTE DRAGHI FIRMA IL NUOVO DPCM CHE SARÀ IN VIGORE DAL 6 MARZO AL 6 APRILE 2021e conferma, fino al 27 marzo, il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

(Sostituirà il DCPM entrato in vigore il 16 gennaio che scade il 5 marzo, che aveva già prorogato al 30 aprile 2021 lo stato di emergenza http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/Dpcm_14_gennaio_2021.pdf

Di seguito una sintesi delle principali novità e delle misure confermate.
ZONE BIANCHE
Nelle zone bianche, si prevede la cessazione delle misure restrittive previste per la zona gialla, pur continuando ad applicarsi le misure anti-contagio generali
 (come, per esempio, l’obbligo di indossare la mascherina e quello di mantenere le distanze interpersonali) e i protocolli di settore.
Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti (fiere, congressi, discoteche e pubblico negli stadi)…
SCUOLA
ZONE ROSSE
Dal 6 marzo, si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari…
ZONE ARANCIONI E GIALLE
I Presidenti delle regioni potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica:
– nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti;
– nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;
– nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.
MUSEI, TEATRI, CINEMA E IMPIANTI SPORTIVI
NELLE ZONE GIALLE si conferma la possibilità per i musei di aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato. Dal 27 marzo, sempre nelle zone gialle, è prevista l’apertura anche il sabato e nei giorni festivi…
La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala.
RESTANO CHIUSI PALESTRE, PISCINE E IMPIANTI SCIISTICI.
ATTIVITÀ COMMERCIALI
In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18
per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto.
SERVIZI ALLA PERSONA
Nelle zone rosse, saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici.
SPOSTAMENTI DA E PER L’ESTERO…
TAVOLO DI CONFRONTO CON LE REGIONI…”
https://www.governo.it/it/articolo/covid-19-il-presidente-draghi-firma-il-nuovo-dpcm/16343
DCPM TESTO: https://www.governo.it/sites/governo.it/files/DPCM_20210302-txt_0.pdf
DCPM SU GAZZETTA UFFICIALE:
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/03/02/21A01331/sg

MARTEDÌ 2 MARZO 21 CONFERENZA STAMPA PER ILLUSTRARE LE NUOVE MISURE DEL DPCM dei Ministri per gli Affari regionali e della Salute, Mariastella Gelmini e Roberto Speranza, a Palazzo Chigi .
All’incontro con i giornalisti hanno partecipato il Presidente dell’ISS, Silvio Brusaferro, e il Presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli.
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=AWBRCenMKkI&feature=emb_logo
http://www.governo.it/it/articolo/covid-19-conferenza-stampa-sul-nuovo-dpcm/16341

SABATO 27 FEBBRAIO IL MINISTRO DELLA SALUTE, ROBERTO SPERANZA HA FIRMATO 5 NUOVE NUOVA ORDINANZE, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia, che dispone il passaggio in zona arancione per le Regioni Marche, Lombardia, in zona rossa per la Regione Basilicata e la Regione Molise, in zona bianca per la Regione Sardegna.
A PARTIRE DA LUNEDI’ 1 MARZO la ripartizione delle regioni e province autonome nelle aree gialla, arancione e rossa è la seguente:
– 1 IN AREA BIANCA: Sardegna;
– 8 IN AREA GIALLA: Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto;
– 10 IN AREA ARANCIONE: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria
;
– 2 IN AREA ROSSA: Basilicata, Molise.
http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioNotizieNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5346 

MARTEDÌ 2 MARZO DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE, N.30:
“… 1. A DECORRERE DALLE ORE 19.00 DEL 3 MARZO 2021 E SINO AL 12 MARZO 2021 COMPRESO, con eventuale proroga sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, nel territorio dei Comuni di Bagnolo Piemonte, Barge, Crissolo, Envie, Gambasca, Martiniana Po, Oncino, Ostana, Paesana, Revello, Rifreddo, Sanfront, siti nella Provincia di Cuneo, e Bricherasio, Scalenghe, siti nella Città Metropolitana di Torino, si applicano le misure di contenimento del contagio che si applicano in zona rossa ai sensi dei vigenti provvedimenti nazionali…”
TESTO: http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2021/08/attach/Supp10_ordinanza_30.pdf

CON LA CLASSIFICAZIONE ROSSA E ARANCIONE, PER LE MANIFESTAZIONI STATICHE COMUNICATE ALLA QUESTURA, è stata chiarita dalla circolare del Ministero dell’Interno del 7 novembre (a pag 3-4) la possibilità di spostamento anche fuori Comune e Regione di residenza con autocertificazione in cui è citato questo motivo: https://www.interno.gov.it/sites/default/files/2020-11/circolare_dpcm_3_novembre.pdf

MINISTERO DELLA SALUTE: NOTIZIE NUOVO CORONAVIRUS
http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/archivioNotizieNuovoCoronavirus.jsp

CARATTERISTICHE DEI PAZIENTI DECEDUTI POSITIVI ALL’INFEZIONE DA SARS-COV-2 IN ITALIA: dati al 27 gennaio 2021
https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia 

MERCOLEDÌ 24 FEBBRAIO IL CONSIGLIO DEI MINISTRI HA NOMINATO TRENTANOVE SOTTOSEGRETARI
Dei nuovi Sottosegretari, sei assumeranno le funzioni di Viceministro, con deleghe che saranno successivamente loro attribuite a norma dell’articolo 10, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400.
Di seguito la lista dei Sottosegretari oggi nominati.
Sarà successivamente designato il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport.
Presidenza del Consiglio:
Deborah Bergamini, Simona Malpezzi (rapporti con il Parlamento), Dalila Nesci (Sud e coesione territoriale), Assuntela Messina (innovazione tecnologica e transizione digitale), Vincenzo Amendola (affari europei), Giuseppe Moles (informazione ed editoria), Bruno Tabacci (coordinamento della politica economica), Franco Gabrielli (sicurezza della Repubblica)
Esteri e cooperazione internazionale: Marina Sereni – viceministro, Manlio Di Stefano, Benedetto Della Vedova
Interno: Nicola Molteni, Ivan Scalfarotto, Carlo Sibilia
Giustizia: Anna Macina, Francesco Paolo Sisto
Difesa: Giorgio Mulè, Stefania Pucciarelli
Economia: Laura Castelli – viceministro, Claudio Durigon, Maria Cecilia Guerra, Alessandra Sartore
Sviluppo economico: Gilberto Pichetto Fratin – viceministro, Alessandra Todde – viceministro, Anna Ascani
Politiche agricole alimentari e forestali: Francesco Battistoni, Gian Marco Centinaio
Transizione ecologica: Ilaria Fontana, Vannia Gava
Infrastrutture e trasporti: Teresa Bellanova – viceministro, Alessandro Morelli – viceministro, Giancarlo Cancelleri
Lavoro e politiche sociali: Rossella Accoto, Tiziana Nisini
Istruzione: Barbara Floridia, Rossano Sasso
Beni e attività culturali: Lucia Borgonzoni
Salute: Pierpaolo Sileri, Andrea Costa
Comunicato stampa Consiglio dei Ministri n. 3:
http://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-3/16281

VEDI ARTICOLI IN RASSEGNA STAMPA

LUNEDÌ 1 MARZO CERIMONIA DI GIURAMENTO DEI SOTTOSEGRETARI DI STATO alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi.
http://www.governo.it/it/articolo/cerimonia-di-giuramento-dei-sottosegretari-di-stato/16334
VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=BrPsPu7kLHI&feature=emb_logo

LISTA DEI MINISTRI PER IL NUOVO GOVERNO, LETTA DAL PRESIDENTE DRAGHI.
VIDEO:
https://www.youtube.com/watch?v=emD1qs1rKMk

AL NUOVO COME AL VECCHIO GOVERNO: ECCO COME REPERIRE LE RISORSE PER AFFRONTARE L’EMERGNZA SANITARIA E SOCIALE
Da maggio 2020 Assemblea NOTAV Torino e cintura ha prodotto questoVOLANTINO: 

ANDRA’ TUTTO BENE SE…
NON PAGHEREMO LA CRISI…
– SE SI FERMANO LE GRANDI OPERE INUTILI E DANNOSE…
– SE SI RISPARMIANO I SOLDI CHE LO STATO D
À A CHI INQUINA…
– SE SI ABOLISCONO LE SPESE MILITARI…
– SE SI TASSER
À CON UNA PATRIMONIALE DEL 10% IL 10% PIÙ RICCO DEGLI ITALIANI
Vuol dire tassare circa 2 milioni di famiglie su 20 milioni (1 famiglia su dieci).

COSÌ SI POSSONO OTTENERE I CIRCA 470 MILIARDI che servirebbero per ripagarci di tutto quello che abbiamo perso, e perderemo, stando fermi con il virus.
Quel 10% di italiani da solo ha un patrimonio di 4.700 miliardi, il 44% di tutta la ricchezza nazionale immobiliare e finanziaria.
Quindi il patrimonio medio di queste famiglie è 2.350 milioni.
Possiamo chiedere loro di pagare il 10%?
Gli restano circa 2.115 milioni circa, non ci pare un grande sacrificio!
Con questa “Patrimoniale 10% sul 10%” (chiamiamola così) non si dovrà:
– TAGLIARE I SERVIZI PUBBLICI (in 10 anni tagliati 37 miliardi alla sanità pubblica)
– AUMENTARE LE TASSE A TUTTI, SUI CONTI CORRENTIE SULLE SECONDE CASE
STAI DALLA PARTE DI QUEL 10% DEGLI ITALIANI O DALLA PARTE DEL 90%? PENSIAMOCI!
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3530505903642889&set=a.198573540169492&type=3&theater

8 dicembre 20 Pungolo rosso:
“MILLION TAX 10% PER 10%: I POST DEL PUNGOLO DA NOVEMBRE 2019 AD OGGI
https://pungolorosso.wordpress.com/2020/12/08/million-tax-10-x-10-i-nostri-post-da-novembre-2019-ad-oggi/

31 dicembre 20 Pungolo rosso:
“A COLLOQUIO CON MARX, ROSA L. E ALTRI MAESTRI SULLA QUESTIONE FISCALE: II. La rivendicazione di lotta della million tax 10% sul 10%
https://pungolorosso.wordpress.com/2020/12/31/a-colloquio-con-marx-rosa-l-e-altri-maestri-sulla-questione-fiscale-ii-la-rivendicazione-di-lotta-della-million-tax-10-sul-10/

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

DA LUNEDÌ 22 FEBBRAIO FINO AL 18 MARZO
In piazza Colombano Romean di Chiomonte
GAZEBO NO TAV PER L’ACCOGLIENZA DEI 1.054 COPROPRIETARI
di un terreno acquistato collettivamente nel 2012
Sono convocati al cancello della centrale per la pratica di esproprio chiesta dalla TELT per effettuare l’ampliamento del cantiere per la costruzione della nuova linea TAV Torino Lione.
I PROPRIETARI, GLI ACCOMPAGNATORI, I TECNICI E I DELEGATI POSSONO RAGGIUNGERE CHIOMONTE DA OGNI LOCALITÀ muniti di autocertificazione per eventuali controlli con giustificazione per lo spostamento per
“supporto tecnico/legale ai soggetti convocati da TELT per espropri” perché è stato comunicato alla Questura di Torino (tramite i CC di Susa) “UN SIT-IN IN PIAZZA ROMEAN DALLE 8 ALLE 18 DI TUTTI I GIORNI FERIALI DAL 22 FEBBRAIO 2021 AL 18 MARZO 2021”

GIOVEDÌ 4 MARZO
ORE 13-14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout
e in streaming
http://stream.radioblackout.org/ RADIO NO TAV
“Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.
Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…
Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare
tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.
Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag
, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…
Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”
https://gancio.cisti.org/
radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 17.30-19.30 Via Adelaide Aglietta 35, Torino
(ingresso principale Casa Circondariale Lorusso e Cotugno)
PRESIDIO IN SOLIDARIETÀ A DANA, FABIOLA E A TUTT* I/LE DETENUT* E A TUTT* LE VITTIME DELLA REPRESSIONE
“Aparicion con vida!“ gridavano negli anni bui della dittatura argentina le Madri di Plaza de Mayo per chiedere la restituzione dei loro figli scomparsi.
“Aparicion con vida!” gridiamo noi oggi per chiedere la restituzione alla vita di Dana, di Nicoletta, di Eddi e di tutti i giovani e le giovani a cui la vita è stata sottratta da un regime che ogni giorno tradisce i valori democratici scritti nella nostra Costituzione…
La procura torinese sta abbattendo la sua mano pesante contro una parte di questa società, istituendo centinaia di processi, infliggendo il massimo della pena, rifiutando le pene alternative, utilizzando le misure cautelari come punizione preventiva e dissuasiva contro gli attivisti e le attiviste delle lotte sociali…
“Aparicion con vida!” è quindi anche il nostro grido per allertare che stiamo precipitando in anni bui, in cui il potere esecutivo e giudiziario sono coalizzati nella repressione delle voci del dissenso, che è il sale della democrazia.
ADERISCONO E SOLIDARIZZANO:
Madres Contra la Represión (Madrid), Collectif des Mères solidaires (Francia), R.I.M.A.F. Rete Internazionale delle madri Antifasciste, Madri Per Roma Città Aperta, ANPI Nizza Lingotto, ANPI “68 Martiri” Grugliasco, Haidi ed Elena Giuliani, Fomne contra’l TAV
Evento organizzato da Mamme in piazza per la libertà di dissenso”
https://www.facebook.com/events/187060472811730

VENERDÌ 5 MARZO
ORE 15.30 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama
PRESIDIO #FRIDAYSFORFUTURE A TORINO!
27 febbraio 21 FFF Torino:
“LA CITTÀ GREEN NON È UNO SLOGAN DI FACCIATA
… È di qualche giorno fa la notizia dell’arrivo di avvisi di garanzia notificati dalla #Procura nei confronti di #Appendino, #Cirio, #Chiamparino, #Fassino e gli #assessori all’ambiente, indagati per #reato di #inquinamento #ambientale nella nostra città, grazie a un’indagine aperta nel 2017 da Roberto Mezzalama, presidente del Comitato Torino Respira.
I livelli di #pm10 nell’aria a Torino durante gli scorsi 10 anni sono stati dichiarati #illegali
: in questo periodo estremamente lungo hanno causato danni alla #salute di cittadini e cittadine, tanto che l’aspettativa di #vita è diminuita di 22,4 mesi…
Davanti a una inefficacia talmente evidente delle misure prese per limitare lo smog in città,
davanti ad anni passati in un gioco politico di rimbalzo della palla e di litigi sulle cause principali dell’inquinamento, poco importa che vi siano stati riconoscimenti a livello europeo in favore di Torino…”
https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/a.376742222872675/850999348780291/

È USCITA LA NEWSLETTER N. 10 DI FRIDAYS FOR FUTURE DI FEBBRAIO 2021
https://fridaysforfutureitalia.it/newsletter-n-10-febbraio-2021/?link_id=1&can_id=d797e2e01b2b17a19b8bffa3a4f8c567&source=email-newsletter-for-future-n9-gennaio-2&email_referrer=email_1093393&email_subject=newsletter-for-future-n10-febbraio

ORE 17.30 online (chiedere indirizzo a societadellacura@gmail.com)
RIUNIONE PLENARIA DELLA SOCIETÀ DELLA CURA
PER L’ORGANIZZAZIONE ASSEMBLEA PUBBLICA DEL 6 MARZO DI LANCIO DEL RECOVERY PLANET (VEDI INFRA)
Confronto sul Recovery PlanET emerso dal nostro lavoro collettivo:
“SCRIVIAMO INSIEME IL PIANO DI TRANSIZIONE VERSO LA SOCIETÀ DELLA CURA – IL NOSTRO RECOVERY PLANET… su Lavoro – Salute – Debito – Scuola, Formazione, Ricerca, Cultura – Digitalizzazione – Agricoltura E Allevamento – Migrazioni – Pace, Disarmo, Giustizia Globale – Trasporti – Democrazia – Territori, Città, Aree Interne, Abitare, Turismo – Ambiente, Energia, Rifiuti, Acqua, Dissesto Idrogeologico – Approccio Di Genere – Infrastrutture Sociali, Welfare, Terzo Settore
SEGUIRE DOCUMENTI E INIZIATIVE SU:
https://societadellacura.blogspot.com/
https://www.facebook.com/societadellacura

ORE 18 presso presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
ASSEMBLEA NO TAV
https://www.facebook.com/Presidio-ex-autoporto-di-San-Didero-106691468062035
(Essendo il Piemonte in zona arancione, tutte le iniziative di San Didero di questo fine settimana sono state comunicate ai CC di Susa, per cui chi arriva da altri comuni può spostarsi per partecipare presentando autocertificazione ad eventuali controlli)

SABATO 6 MARZO
ORE 10 Corso Palermo 60, Torino
ASSEMBLEA DEI LAVORATORI DISOCCUPATI E PRECARI
“Continua il percorso dei Lavoratori Disoccupati e Precari: dobbiamo organizzarci al più presto ed allargarci il più possibile per rivendicare i diritti di chi è rimasto senza lavoro, di chi ha visto la propria attività lavorativa sospesa o ha un lavoro troppo precario e poco pagato per vivere in modo dignitoso.
Giovedì saremo davanti all’Ufficio Immigrazione della questura di Torino, in corso Verona 4 per un volantinaggio…”
https://www.facebook.com/111097357217144/photos/a.112612407065639/256781525982059/

ORE 10-13.30 online con Facebook Live
EVENTO PUBBLICO DI PRESENTAZIONE DEL DOCUMENTO “RECOVERY PLANET” elaborato dalla Società della Cura e di lancio della mobilitazione del 10 aprile
INTERVENGONO:
– LA SOCIETÀ DELLA CURA E L’APPROCCIO DI GENERE
– I GRUPPI DI LAVORO
– I TERRITORI DELLA CURA
– I RAPPRESENTANTI E LE RAPPRESENTANTI DI UNA PRIMAVERA DI LOTTE VERSO LA MOBILITAZIONE NAZIONALE DEL 10 aprile
EVENTO:
https://www.facebook.com/events/750842515555531/

ORE 10 presso presidio NO TAV, loc. Baraccone, s.s.25, San Didero
MERCATO CONTADINO
ORE 11-17: “LABORATORIO DI FALEGNAMERIA”
Costruzione di panche, tavoli, ecc…
Tutti i sabati al Presidio NO TAV di San Didero:
PERCORSI DI AUTONOMIA E CONDIVISIONE DI CONOSCENZA
“RIAPPROPRIAMOCI DEI SAPERI”
https://www.facebook.com/106691468062035/photos/a.106697741394741/111238984273950/
PRANZO CONDIVISO

ORE. 12 Claviere RITROVO DAVANTI ALLA CHIESETTA
ORE 14 COLLEGAMENTO CON LE ALTRE REALTÀ DALLE PIAZZE E FRONTIERE EUROPEE
“UN PONTE DI CORPI PER APRIRE LE FRONTIERE”
“Il 6 marzo un gruppo di donne, riconoscendosi nel Manifesto “Un Ponte di Corpi” promosso da Lorena Fornasir, attivista sulla rotta balcanica aldilà e al di qua del confine, tra Bosnia e Trieste, costruirà con i propri corpi un ponte simbolico di attraversamento della frontiera, per denunciare le continue violenze e i respingimenti di cui sono vittime le persone che tentano di raggiungere la loro meta.
La rete “Torino per Moria” fa proprio il Manifesto e aderisce prolungando idealmente il Ponte di Corpi dalla Bosnia fino al confine tra la nostra regione e la Francia, dove i numerosi tentativi di attraversamento sono spesso respinti con brutalità, anche nei confronti di minori…
Noi donne diciamo:
– NO alla violenza dei respingimenti che non consentono neppure la legittima presentazione delle domande di asilo;
– NO al razzismo e alla discriminazione, che da sempre conosciamo;
– SI al diritto insito in ogni corpo di potersi muovere e andare dove ritiene di poter vivere una vita degna…”
https://serenoregis.org/evento/un-ponte-di-corpi-apriamo-le-frontiere-a-claviere/
https://www.facebook.com/events/264717591724241/
“LA FORTEZZA EUROPA E LE SUE FRONTIERE MALEDETTE
… Non c’è giustizia quando migliaia di esseri umani muoiono a causa dei confini
: malediciamo quelle strisce di terra o di mare perché sono sporche del sangue dei migranti respinti, torturati, deportati… Saremo in tante/i ad accorrere sui confini, ad attraversarli, a ribellarci alla disumanità, costruendo un grande movimento di solidarietà…»
https://www.facebook.com/106691468062035/photos/a.106697741394741/120064370058078/

ORE 16 SI Cobas Corso Palermo, 60C – Torino
“DONNE IN LOTTA”
CONFERENZA CON DIBATTITO VERSO LO SCIOPERO INTERNAZIONALE DELL’8 MARZO
“A un anno dall’esplosione dell’emergenza sanitaria, le condizioni di vita e salariali delle lavoratrici e dei lavoratori stanno ulteriormente peggiorando, e a pagare il prezzo della crisi sono soprattutto le donne.
I recenti dati Istat sono impietosi: dei 101.000 posti di lavoro persi in Italia nel dicembre 2020 a dispetto del cosiddetto “blocco dei licenziamenti”, oltre il 98% riguarda le donne; su base annua il 70% dei nuovi disoccupati sono donne…
I grandi movimenti delle donne in Polonia e in Argentina sul diritto di aborto parlano all’intera classe lavoratrice internazionale su quanto sia esiziale la difesa e l’affermazione di questo elementare diritto di autodeterminazione per le donne lavoratrici e della loro possibilità di emancipazione come agente moltiplicatore dei conflitti sociali in atto.
L’8 marzo va ben oltre la specificità di “genere”: gli attacchi alle donne sono parte integrante e inscindibile dalla più generale offensiva capitalistica contro i lavoratori e l’intera classe sfruttata, contro il diritto di sciopero e le agibilità sindacali sui luoghi di lavoro”
Evento di SI Cobas Torino
https://www.facebook.com/events/1274718016235809

DOMENICA 7 MARZO
ORE 12 in Piazzetta Romean a Chiomonte
APERIPRANZO NOTAV 

In sostegno ai No Tav che in questi giorni stanno affrontando Telt nella sua campagna di espropri.
Sarà un’occasione per informarci e parlare insieme di ciò che sta succedendo oltre che per mandare un po’ “Telt in tilt”!…”
https://www.notav.info/post/iniziative-no-tav-06-e-07-marzo/
https://www.facebook.com/570955736272427/posts/4212094458825185/?d=n
(Iniziativa comunicata ai CC di Susa per cui è possibile raggiungerla da qualsiasi luogo con autocertificazione per manifestazione statica.)

ORE 14 al Barocchio Squat in Strada del Barocchio 27, Grugliasco (Bus 17 17/ 55 56 66 44)
“IL BAROCCHIO NON CHIUDE
La domenica pomeriggio, dalle 14 in poi, le porte saranno aperte al confronto, alle nuove proposte di attività, iniziative in città, alla condivisione degli spazi di autoproduzioni e laboratori (serigrafia, officina, falegnameria, palestra, forgia), alla cura del luogo attraverso azioni di manutenzione della casa e dell’orto, o anche solo allo svago e ai momenti di convivialità, per praticare insieme la realtà libertaria”.
https://barocchio.squat.net/11/11/il-barocchio-non-chiude/?fbclid=IwAR0ml0bltfeiS5KyVpBWcNTa8uts-8LY0bi0uUcJ3-5OUhr8y1WeTyVgWlA

ORE 17 presso Presidio No Tav ex-autoporto di San Didero, s.s. 25, Valsusa (To)
“DALLA FRONTIERA BALCANICA, DALL’ISOLA DI LESBO, DALLE ALPI OCCIDENTALI”
RACCONTI E TESTIMONIANZE
Parteciperanno:
Maria Perino
, docente di Analisi dei processi migratori (Università del Piemonte orientale), da anni impegnata nella cooperazione decentrata in Bosnia Erzegovina;

William Bonapace, Dossier statistico immigrazione (IDOS), da anni attivo nella solidarietà internazionale in particolare per la Bosnia Erzegovina e i Balcani;

Compagni/e e attivisti/e dall’isola di Lesbo (frontiera greco-turca, Mar Egeo)
da Oulx (frontiera italo-francese, Monginevro)
In caso di controlli, si può presentare autocertificazione con scritto:
«Partecipazione a manifestazione statica, tema frontiere, località Baraccone, San Didero (To),
h. 15-21»
https://www.facebook.com/106691468062035/photos/a.106697741394741/120064370058078/ 

 

LUNEDÌ 8 MARZO
GIORNATA DI LOTTA INTERNAZIONALE DELLE DONNE
INDIZIONE SCIOPERO GENERALE NAZIONALE DI 24 ORE SU TUTTE LE CATEGORIE
“All’attenzione del Presidente del Consiglio dei ministri, on. Mario Draghi…
A un anno dall’esplosione dell’emergenza sanitaria, le condizioni di vita e salariali delle lavoratrici e dei lavoratori stanno ulteriormente peggiorando, e a pagare il prezzo della crisi sono soprattutto le donne.
I recenti dati Istat sono impietosi: dei 101.000 posti di lavoro persi in Italia nel dicembre 2020 a dispetto del cosiddetto “blocco dei licenziamenti”, oltre il 98% riguarda le donne; su base annua il 70% dei nuovi disoccupati sono donne…”
http://sicobas.org/2021/02/19/italia-8-marzo-indizione-sciopero-generale-nazionale-di-24-ore-su-tutte-le-categorie-per-la-giornata-internazionale-della-lotta-delle-donne/

Comunicato SI Cobas:
“LA COMMISSIONE DI GARANZIA VIETA LO SCIOPERO DELL’8 MARZO NELLA SCUOLA: UN ABUSO CHE NON POSSIAMO ACCETTARE PASSIVAMENTE!
… Tutto ciò in nome del principio di “rarefazione oggettiva”, introdotto nel corpus della Legge 146/90 arbitrariamente grazie alla complicità di Cgil-Cisl-Uil
, secondo il quale è vietato scioperare in quelle categorie che nelle settimane precedenti o successive sono state interessate da altri scioperi.
In questo caso la commissione ci ha contestato che la data dell’8 marzo sarebbe troppo a ridosso di 2 scioperi proclamati nella scuola da due piccole sigle di categoria (ATA per il personale non docente e SISA per quello docente) rispettivamente nelle date del 1 e 3 marzo…”
http://sicobas.org/2021/03/02/italia-la-commissione-di-garanzia-vieta-lo-sciopero-dell8-marzo-nella-scuola-un-abuso-che-non-possiamo-accettare/

ORE 10.30 E PER TUTTO IL GIORNO in Piazza Castello a Torino
“ESSENZIALE È IL NOSTRO SCIOPERO, ESSENZIALE È LA NOSTRA LOTTA!
con banchetti, musica, djset, microfono aperto, azioni e performance collettive
ORE 16: PERFORMANCE E TANTO ALTRO!
“Anche quest’anno l’8 marzo in tutto il mondo sarà sciopero femminista e transfemminista!
Contro la violenza maschile sulle donne e le violenze di genere sarà sciopero generale dalla produzione e dalla riproduzione, dal consumo e dai ruoli imposti sulla base del genere…”
(Essendo una manifestazione autorizzata sarà possibile partecipare e raggiungerci in piazza non solo da Torino ma anche dai Comuni limitrofi munendosi di una semplice autocertificazione)
QUI L’APPELLO DI LANCIO DELL’8 MARZO:
https://nonunadimeno.wordpress.com/2021/02/23/non-una-di-meno-lancia-lo-sciopero-dell8-marzo/?fbclid=IwAR3LtQ13036bGoFT6XZ6rtB2qS3HgBSFl1gvuOMyVGquVR6uFnP0vw-rzIk
NON UNA DI MENO: APPELLO AI SINDACATI VERSO LO SCIOPERO DELL’8 MARZO:
https://nonunadimeno.wordpress.com/2021/02/09/non-una-di-meno-appello-ai-sindacati-verso-lo-sciopero-dell8-marzo/?fbclid=IwAR2lVakJMxVxos8XVz2ksU00aekkQr4AWyyuMUXK2G4roNKtZ2js9utUHTs
Evento di Non Una di Meno – Torino
https://www.facebook.com/events/115151300510228

8 MARZO ROSSO FEMMINISTA RIVOLUZIONARIO NEL MONDO
https://femminismorivoluzionario.blogspot.com/ 

MARTEDÌ 9 MARZO
ORE 17 su Meet https://meet.google.com/oho-qnoi-bpi (valido per tutte le assemblee)
ASSEMBLEE DI FFF TORINO
(ogni martedì fino a quando non sarà sicuro vedersi di persona).
“Tra i vari temi di cui parleremo ci saranno:
– Recovery Fund;
– trasporto pubblico;
– elezioni comunali;
– lettera di FFF Piemonte alla Regione;
– e tanto altro!
Non sentitevi limitati dai temi
proposti: c’è spazio per nuove idee e l’aiuto di #ogni persona può essere determinante!
https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/a.392800684600162/798164074063819/ 

ORE 18.30 all’Edera squat, via Pianezza 115, Torino
ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa
Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione
SE NON SARÀ POSSIBILE SPOSTARSI AGEVOLMENTE, L’INCONTRO SI SVOLGERÀ ALLE ORE 21
in modalità online
(chi è interessato a partecipare risponda a questa mail per avere precisazioni)

MERCOLEDì 10 MARZO
ORE 21 in modalità online (chiedere il link scrivendo a latorinochevogliamo@gmail.com o con un messaggio sulla pagina Facebook entro le 21 di lunedì 22)
“LA TORINO CHE VOGLIAMO
RIUNIONE ORGANIZZATIVA E DI AGGIORNAMENTO
VEDI PROSSIMI APPUNTAMENTI:

https://latorinochevogliamo.blogspot.com/p/calendario.html?fbclid=IwAR2TWMlQXv6ucWkCr2UDgJ8P6tiMOathVv1bktaNpJSMRRqUDNbOg9HnUho
AGGIORNAMENTI: https://www.facebook.com/LaTorinoCheVogliamo/

GIOVEDÌ 11 MARZO
ORE 17.30 Via Adelaide Aglietta 35, Torino
(ingresso principale Casa Circondariale Lorusso e Cotugno)
“LE DONNE CHE LOTTANO SCRIVONO LA STORIA”
FLASH MOB: “UN VIOLADOR EN TU CAMINO”
INIZIATIVA
FOMNE CONTRA’L TAV insieme alle “Mamme per la libertà di dissenso”
https://www.facebook.com/497486986942501/posts/4028347497189748/ 

DA GIOVEDÌ 11 MARZO A SABATO 13 MARZO
GIOVEDÌ 11 MARZO: ORE 9:30/12.30 e 15:30/18:30
VENERDÌ 12 MARZO: ORE 9:30/12:30 e 15:30/18:30
SABATO 13 MARZO: ORE 10/13
Diretta online su:
https://www.youtube.com/channel/UCaA8Ng1MvYbkga7s7jIbSMQ
“L’IMPEGNO CIVILE DI BIANCA GUIDETTI SERRA”
CONVEGNO INTERNAZIONALE
“Bianca Guidetti Serra ha mantenuto fino all’ultimo uno spirito giovane, con lo sguardo rivolto al presente e al futuro, mai incline a celebrazioni nostalgiche del passato.
Ed è in questo spirito che il Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario dalla nascita di Bianca Guidetti Serra ha voluto riprendere alcuni grandi temi del suo impegno civile
, per ricordare le battaglie di cui è stata protagonista anche sul piano processuale, ma valorizzandone l’importante insegnamento per l’oggi: di qui le cinque sessioni del Convegno dedicate a fare il punto nel contesto attuale alle nuove sfide sul terreno dei diritti alla salute pubblica, dei carcerati, dei minori, delle donne, dei lavoratori, su cui abbiamo invitato a confrontarsi figure autorevoli di esperti, ciascuno nel proprio campo. Un’occasione per contribuire, sul piano conoscitivo e militante, a illuminare la strada tracciata da Bianca per il cambiamento verso un mondo più giusto…”
PROGRAMMA COMPLETO:
http://www.biancaguidettiserra100.eu/2021/02/26/convegno-internazionale-limpegno-civile-di-bianca-guidetti-serra/ 

SABATO 13 MARZO
ORE 15 Via Madonna della Salette, Torino
“UN PRATO PER TUTTI, TUTTI PER UN PRATO!”
Occupiamoci del grande prato di Parella.
Raccoglieremo i rifiuti, metteremo a dimora delle piantine e conosceremo le piante e gli alberi esistenti. Ci confronteremo inoltre sui temi del consumo di suolo, dell’importanza della natura in città, delle trasformazioni urbane legate ai grandi eventi con:
·
Fabio Balocco (scrittore)
· Maurizio Bongioanni (giornalista)
·
Gianni Tarello (dottore forestale)
·
Comitato del Quartiere Bertolla, in cui una devastante trasformazione sta eliminando ampie aree prative vergini e distruggendo un paesaggio di rilievo storico e ambientale)
·
Extintion Rebellion Torino – Movimento internazionale che usa la disobbedienza civile nonviolenta per costringere i governi ad agire contro il collasso climatico e la sesta estinzione di massa.

Il Comune insiste nel voler cementificare il grande prato di Parella.
Vorrebbe destinarlo alla realizzazione di uno studentato per le Universiadi 2025.
Nonostante la tutela del suolo e delle aree verdi di qualità sia considerata uno degli elementi imprescindibili per far fronte alla crisi ecologica locale e globale…
Chi amministra la nostra città continua ad imporre una politica piegata agli interessi economici e predatori, che per decenni ha devastato le risorse naturali del nostro territorio.
Dobbiamo riappropriarci dei prati, degli angoli naturali, dei nostri spazi di vita, del patrimonio pubblico”.
Saranno garantite tutte le misure di sicurezza: distanziamento, mascherine e ogni altra precauzione necessaria.
EVENTO FB: https://fb.me/e/xuXzATcP

MARTEDÌ 16 MARZO
ORE 9.30 Palazzo di Giustizia di Torino in corso Vittorio Emanuele 130

PRESIDIO DI SOLIDARIETA’: “IO STO CON MAYA!”

“… L’udienza vedrà Maya sia come parte lesa che come imputata.

Ricordiamo che nella notte dell’8 giugno 2017, Maya una ragazza di 19 anni viene fermata dalla polizia e portata nel commissariato di via Veglia.
La sua “colpa”? Non aver tirato dritto di fronte a una perquisizione della polizia a danno di migranti
, ma essersi fermata a guardare.

Maya è stata successivamente picchiata e insultata da uno degli agenti di polizia che aveva eseguito il fermo. L’accanimento già pesante nei suoi confronti si è poi aggravato quando la giovane è stata riconosciuta come attivista e militante politica di questa città…”

Evento di Io sto con Maya – Se toccano una, toccano tutte

https://www.facebook.com/events/3472032692919802 

VENERDÌ 19 MARZO
SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA
“Nel mezzo delle crisi sanitaria, sociopolitica ed economica che il mondo continua ad affrontare all’inizio dell’anno nuovo, i nostri governi, stanno continuando a non mettere in pratica le azioni necessarie a contrastare la crisi climatica, e la salute, l’istruzione, sono lasciate da parte per i profitti di pochi…

L’Italia non sta rispettando l’accordo di Parigi sul clima, si sta arrendendo alla catastrofe senza davvero provare ad evitarla.
I fondi del Next Generation Eu assegnati alla transizione ecologica sono del tutto insufficienti, rischiano di finire alle aziende più inquinanti come
Eni e Snam e di finanziare progetti verdi solo a parole…
Con la pandemia COVID-19, le azioni assumeranno forme diverse in luoghi diversi, ma la richiesta “Niente Più Vuote Promesse” ci unisce oltre i confini con lo stesso obiettivo di un’azione immediata per il clima!”
https://fridaysforfutureitalia.it/il-primo-sciopero-globale-del-2021-sara-il-19-marzo/

GIOVED Ì 25 MARZO
ORE 18 Incontro online
“METTIAMOCI IN RETE: MOVIMENTI E INIZIATIVE INTERNAZIONALI DELLA SOCIETÀ CIVILE
con Aneta Jerska e Omar Barghouti
Per il ciclo: “PALESTINA: I DIRITTI OSTAGGIO DELLA DIPLOMAZIA”
https://www.facebook.com/societacivileperlapalestina/photos/a.186082452042663/752773748706861/ 

ALTRE INIZIATIVE SU:
https://gancio.cisti.org/
https://radioblackout.org/eventi/
https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/

EVENTI CSA GABRIO:
https://gabrio.noblogs.org/
https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito
https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV:
www.notav.infowww.notavtorino.org http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2
www.notav.euwww.notav-valsangone.eu – http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2
https://www.notavterzovalico.info/www.ambientevalsusa.it
https://www.facebook.com/notavtorino.org/https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/

ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO: http://lucaxino.altervista.org/

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA
Vedi anche su:
TG Vallesusa: http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135
Facebook Festival Alta Felicità: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/
Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files: www.mavericknews.wordpress.com
Centro di documentazione Invicta Palestina: https://invictapalestina.wordpress.com/
Rete Ambientalista – Movimenti di Lotta per la Salute, l’Ambiente, la Pace e la Nonviolenza
https:/www.rete-ambientalista.it/

DA LUNEDÌ 22 FEBBRAIO AL CANCELLO DELLA CENTRALE DI CHIOMONTE SI AVVICENDANO I 1054 COMPROPRIETARI DI UN TERRENO per la pratica di esproprio chiesta dalla TELT per effettuare l’ampliamento del cantiere per la costruzione della nuova linea TAV Torino Lione
26 febbraio 21 Volerelaluna:
“MARZIANI IN VAL DI SUSA
di Ezio Bertok
… Chissà cosa avranno pensato i due avvocati che assistevano i primi due proprietari no Tav convocati il 22 febbraio per l’esecuzione dell’esproprio del loro terreno.
La notte precedente il prefetto di Torino aveva emesso un’ordinanza che vietava l’accesso alla strada che dal centro del paese porta al luogo in cui i proprietari erano stati convocati, all’ingresso del grande bunker che circonda il cratere: l’ordinanza, emessa per ragioni di ordine pubblico, recita che possono accedere, a parte i vignaiuoli (ma solo nel caso che i funzionari di pubblica sicurezza non decidano il contrario), solo i «proprietari convocati dalla Soc. TELT per l’espletamento delle incombenze amministrative secondo modalità e orari indicati dall’autorità espropriante».
Un vero marziano cascherebbe dalle nuvole di fronte a tale ordinanza: TELT è una società di diritto francese, che si presenta in questa circostanza sia con l’abito di ente espropriante che di beneficiario degli espropri, che stabilisce modalità e orari di ordinarie procedure amministrative e il prefetto, anche in assenza di qualsiasi lontano segnale che le procedure possano essere turbate neppure dal vento della valle ordina di interdire «la circolazione dalle ore 00,00 dei lunedì 22 febbraio 2021 sino a cessate esigenze di giovedì 18 marzo 2021».
I marziani autoctoni della Val di Susa sono abituati a queste stranezze dei prefetti che si ripetono ormai da dieci anni
e sistemano dunque un punto informativo no Tav al limite della zona rossa per accogliere i proprietari convocati per gli espropri e per assisterli in qualità di tecnici nel corso delle operazioni di esproprio…”
https://volerelaluna.it/tav/2021/02/26/marziani-in-val-di-susa/

GIOVEDÌ 25 FEBBRAIO GIAN ANDREA FRANCHI E LORENA FORNASIR DI TRIESTE SONO STATI ACCUSATI DI “FAVOREGGIAMENTO DELL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA” per l’aiuto da loro prestato agli immigrati giunti a Trieste attraverso la rotta balcanica.
Comunicato Stampa di Gian Luigi Bettoli, Presidente di Legacoopsociali del Friuli Venezia Giulia:
“INDEGNA PERSECUZIONE POLIZIESCA DEGLI ATTIVISTI DI “LINEA D’OMBRA” A TRIESTE”
“Questa mattina forze di polizia hanno occupato la casa di Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi, attivisti dell’associazione di solidarietà triestina “Linea d’Ombra”
, accusandoli paradossalmente di favorire l’immigrazione clandestina, sequestrando loro oggetti personali e di lavoro.
È sconcertante che, in questo Paese dove dilaga la delinquenza organizzata e gran parte delle risorse pubbliche sono rapinate sotto gli occhi di tutti dall’evasione fiscale, la magistratura e le forze dell’ordine siano impegnate a perseguitare chi è colpevole solo del “reato di solidarietà”, cercando di lenire con il proprio, gratuito, impegno personale alla gravissime condizioni di “vita” dei migranti. D’altronde, pochi anni fa abbiamo assistito ad un caso analogo, quello del sindaco di Riace Mimmo Lucano: delegittimato, cacciato dalla sua carica e costretto ad assistere allo smantellamento del suo imponente piano di accoglienza e rinascita civica finché tutte le accuse si sono sgonfiate.
Evidentemente viviamo in un mondo che funziona alla rovescia…”
https://www.legacoop.coop/quotidiano/2021/02/25/legacoop-sociali-fvg-indegna-persecuzione-poliziesca-degli-attivisti-di-linea-dombra-a-trieste/

La Bottega del Barbieri:
“TRIESTE: LA SOLIDARIETÀ HA UN PREZZO SALATO
con un testo di Lorena Fornasir e gli interventi di Davide Bertok, Fabrizio Maffioletti, Forum Antirazzista Palermo e Gian Luigi Bettoli.
https://www.labottegadelbarbieri.org/trieste-la-solidarieta-ha-un-prezzo-salato/
“SOLIDARIETÀ A GIAN ANDREA FRANCHI E LORENA FORNASIR”
https://www.labottegadelbarbieri.org/solidarieta-a-gian-andrea-franchi-e-lorena-fornasir/

CROWDFUNDING PER LE SPESE LEGALI E PER LE ATTIVITÀ DI LINEA D’OMBRA ODV
Un contributo per dimostrare che Lorena e Gian Andrea non sono soli, e come schiaffo ai costruttori di teoremi giudiziari:

https://www.gofundme.com/f/spese-legali-lorena-fornasir-e-gian-andrea-franchi?utm_source=facebook&fbclid=IwAR2-1XIn7fHqvgdk-JRaUQewBZ0JO3Ruzln4ntSaUbo5k3S_46xzUS32bjQ

IL MANIFESTO DEL CARRETTINO VERDE:
“UN PONTE DI CORPI LUNGO I CONFINI TRA ITALIA E BOSNIA
A cura di Lorena Fornasir
Oggi si manifesta pienamente un attentato alla vita: dalla madre terra, come la chiama Vandana Shiva, da una natura sistematicamente devastata, a un interminabile processo di distruzione ovunque nel mondo: stiamo assistendo a una specie di trionfo della morte.
Il carrettino verde, carico di cose per far vivere, che accoglie chi riesce a varcare il bordo mortifero del confine, è invece storia e memoria di una pratica della cura che le donne conoscono bene, non come gesto sacrificale ma come competenza di stare, essere in presenza dell’altro, conosciuto o sconosciuto, perturbante o estraneo.
La donna con il suo corpo pensante, è l’anticonfine per eccellenza.
Il corpo della donna contiene in se stesso la negazione del confine perché è un corpo naturalmente aperto attraverso l’atto più intenso del generare, del portare alla luce l’ALTRO da SÉ…
https://comune-info.net/wp-content/uploads/2021/02/MANIFESTO-DEL-CARRETTINO-VERDE.pdf

SABATO 27 FEBBRAIO PRESIDIO DELLE “FUMNE CONTRA AL TAV” DAVANTI ALLA RAI DI TORINO in solidarietà con Dana, Fabiola, Stella e Francesca e tutti i compagni e le compagne privati/e della loro libertà
QUALCHE FOTO
: https://photos.app.goo.gl/JH3jTHMeEdCuXkVB6

TGR del 27-FEB-2021 ore 19.30
https://youtu.be/X3ULkIwH9Ig 

27 febbraio 21 La Stampa:
“TORINO, PRESIDIO NO TAV DAVANTI ALLA SEDE RAI PER CHIEDERE LA LIBERAZIONE DELLE ATTIVISTE E LO STOP ALL’OPERA”

VIDEO: https://video.lastampa.it/torino/torino-presidio-no-tav-davanti-alla-sede-rai-per-chiedere-la-liberazione-delle-attiviste-e-lo-stop-all-opera/128656/128794

26 febbraio 21 Maverick:
“CORRIDOI MILITARI. ECCO PERCHÈ NON SI FERMA IL TAV
I documenti e i verbali della Ue confermano che i corridoi TEN-T hanno anche scopi militari.
di Fabrizio Salmoni
Chissà quante volte ci siamo chiesti cosa ancora occorresse per fermare la Torino-Lione dopo che tutte le fonti indipendenti e le Corti dei Conti francese e europea ne hanno decretato l’insostenibilità economica e ambientale…
Ora, grazie a Presidio Europa e all’intraprendenza di alcuni attivisti No Tav di Potere al Popolo, forse capiamo di più…
La verità dirimente sta nei documenti e nei verbali dell’Unione Europea che presentano una visione chiara di come i famigerati corridoi TEN-T rappresentino un elemento fondamentale per i passaggi necessari verso la costruzione di una Difesa europea comune, autonoma dalla stessa Nato.
Nel 2016 la Ue si rende promotrice di un’iniziativa senza precedenti: l’istituzione di un fondo europeo per la Difesa (European Defence Fund) con il discorso annuale del Presidente Junker che invita a “riflettere sulla necessità di assumersi le responsabilità di proteggere gli interessi e il modo di vivere dei cittadini europei, nel loro territorio e all’estero, senza delegare la loro tutela alle potenze militari altrui”.
L’Edf , destinato a sostenere progetti industriali militari, avvia la cooperazione permanente tra eserciti europei per una serie di passaggi sulla mobilità militare e diventa realtà il 7 giugno 2017.
Segue a ruota Violeta Bulc, Commissario per i Trasporti
e appassionata sentinella europea della lobby del Tav, che spiega cosi il progetto: “Il nostro obiettivo consiste nell’impiegare al meglio la nostra rete di trasporti, per garantire che si tenga conto delle esigenze militari in sede di pianificazione dei progetti infrastrutturali. Ne derivano un uso più efficace del denaro pubblico e una rete di trasporto meglio equipaggiata, in grado di garantire una mobilità rapida e senza ostacoli in tutto il continente. È una questione di sicurezza collettiva”…
https://mavericknews.wordpress.com/2021/02/26/corridoi-militari-ecco-perche-non-si-ferma-il-tav/

2 marzo 2021 lettera dei Cattolici per la vita della valle inviata alla Rete Italiana Pace e Disarmo: “CANTIERI MILITARIZZATI PER TAV TORINO LIONE, OPERA PER USO CIVILE- MILITARE”
… Le reti di trasporto trans-europee (in acronimo dall’inglese Trans-European Network – Transport)
sono state delineate dall’Unione Europea con l’obiettivo di realizzare un’integrazione dei sistemi di trasporto nazionali in un sistema di trasporto europeo stradale, ferroviario, fluviale, portuale, aeroportuale al fine “di favorire, attraverso la libera circolazione di persone e merci, il raggiungimento del mercato unico quale presupposto per la crescita economica e per la competitività dell’Europa”. [MIT Governo]
Il documento citato porta alla luce un aspetto inquietante che potremmo definire: TEN-T e la guerra. Riportiamo tre passaggi significativi tratti dal documento rintracciabile qui: https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/A-9-2020-0251_IT.html
Il Parlamento europeo, … vista la sua risoluzione dell’11 dicembre 2018 sulla mobilità militare Orientamento strategico …49: “sottolinea che la politica in materia di infrastrutture di trasporto offre una chiara opportunità per potenziare le sinergie tra le esigenze di difesa e la rete TEN-T, con l’obiettivo generale di migliorare la mobilità militare in tutta l’Unione, tenendo conto dell’equilibrio geografico e considerando i potenziali vantaggi per la protezione civile; insiste affinché le infrastrutture di trasporto nell’ambito delle tratte transeuropee della rete giudicate idonee a un duplice uso siano adattate rigorosamente in linea con il principio del “duplice uso”, onde soddisfare le esigenze civili e di difesa; invita la Commissione a mantenere la sua proposta originaria per il finanziamento della mobilità militare nel quadro del QFP 2021-2027.”
Motivazioni: … “Una nuova dimensione della politica TEN-T riguarda lo spostamento delle forze militari all’interno e all’esterno dell’UE, come rilevato nel piano d’azione sulla mobilità militare. Attualmente, ostacoli fisici, giuridici e normativi, quali infrastrutture incompatibili e procedure doganali complesse, ostacolano questa mobilità. Per superare tali ostacoli, è necessario che le reti appropriate siano equipaggiate secondo il principio del duplice uso civile-militare delle infrastrutture per le parti pertinenti della TEN-T…”
Il documento è rivelatore delle reali volontà del cosiddetto complesso militare-industriale-politico e ci costringe a mettere da parte gli stupori provati nel veder nascere a Chiomonte un cantiere civile in “versione” base militare.
Ora si può maggiormente comprendere quell’inverosimile descrizione, perennemente negativa e dispregiativa nei confronti del Movimento No Tav
, che i soggetti promotori dell’opera (politici ed economici) diffondono attraverso i media compiacenti…”
https://www.facebook.com/groups/166656316694593.

SABATO 27 FEBBRAIO SI È SVOLTO IL SECONDO INCONTRO DI AUTOFORMAZIONE PUBBLICA SULLE TRASFORMAZIONI URBANE
“Luna Park Torinoorganizzato da “La Torino Che Vogliamo” con la partecipazione di Ilaria Agostini urbanista e attivista del Laboratorio Politico per Unaltracittà Firenze, ricercatrice dell’Università di Bologna e autrice di “Miserie e splendori dell’urbanistica”.
VIDEO INCONTRO: https://www.facebook.com/ManituanaTorino/videos/1808044829345550 

GIOVEDÌ 25 FEBBRAIO COMUNICATO STAMPA Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua:
“40.000 FIRME PER DIRE NO ALL’ACQUA IN BORSA
DECINE DI ADESIONI ANCHE DA PERSONALITÀ DEL MONDO DELLA CULTURA, DELL’ATTIVISMO SOCIALE E POLITICO E DELLO SPETTACOLO
Oltre 40.000 persone
hanno deciso di sottoscrivere l’appello QUOTAZIONE IN BORSA DELL’ACQUA: NO GRAZIE” lanciato dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua a fine gennaio.
Diverse decine sono anche le adesioni pervenute da parte di personalità del mondo della cultura, dell’attivismo sociale e politico e dello spettacolo di cui si riporta di seguito l’elenco completo.
Un’attenzione molto rilevante che evidenzia come la quotazione dell’acqua in Borsa segni un prima e un dopo per il bene più prezioso della natura e venga percepita come una minaccia reale per tutta l’umanità e per la prosecuzione della vita stessa sulla Terra.
Si manifesta così una consapevolezza diffusa rispetto ai rischi derivanti dal sottoporre anche l’acqua, come qualsiasi altra merce, alla speculazione finanziaria aprendo così a scenari che inevitabilmente porteranno all’emarginazione di territori, popolazioni, piccoli agricoltori e piccole imprese.
Si apre una breccia che renderà possibile scommettere, attraverso lo strumento dei “future”, sul prezzo dell’acqua regolato in futuro dalla legge della domanda e dell’offerta.
Da qui la deriva inquietante per cui si guadagnerà di più se l’acqua diventerà via via più scarsa…”
https://www.acquabenecomune.org/notizie/nazionali/4033-40-000-firme-per-dire-no-all-acqua-in-borsa

LUNEDÌ 1 MARZO VIOLENTO PESTAGGIO A PIACENZA DEI LAVORATORI FEDEX-TNT DA PARTE DEI REPARTI CELERE
2 febbraio 21 Comunicato Stampa Coordinamento Provinciale S. I. Cobas Piacenza
“VINTA LA VIOLENTA REPRESSIONE DI STATO, GLI OPERAI TNT CONTINUANO LA LOTTA INTERNAZIONALE DEI LAVORATORI CONTRO I LICENZIAMENTI
“… Gli operai presidiavano pacificamente i cancelli della multinazionale statunitense per protestare contro l’annunciata volontà di eliminare 650 lavoratori…
Sebbene gli oltre 300 operai presenti fossero del tutto pacifici, intorno alle 22:30 la polizia ha attaccato il presidio con lancio di lacrimogeni CS
(vietati dalle convenzioni internazionali) e con violente cariche dei lavoratori rimasti storditi a terra.
Diversi operai hanno riportato ematomi evidenti al cranio e tagli dovuti al meccanismo esplodente dei lacrimogeni.
Numerose anche le ustioni, di cui purtroppo molte ai volti.
Questa logica di gestione delle emergenze sociali quali problemi di ordine pubblico è del tutto inaccettabile per un paese civile.
Prefettura e questura dovrebbero preoccuparsi di non permettere alle multinazionali americane di umiliare e sbattere in mezzo alla strada i cittadini della loro città, piuttosto che di operare come loro guardie private.
Gli operai sono tornati davanti ai cancelli senza paura, e continueranno la loro lotta sino ad ottenere le opportune garanzie.
http://sicobas.org/2021/02/02/fedex-vincendo-la-violenta-repressione-di-stato-gli-operai-continuano-la-lotta-contro-i-licenziamento-per-il-rispetto-degli-accordi/
VIDEO NONOSTANTE I GAS SI TORNA A RESISTERE”:
https://www.facebook.com/1639279296323889/videos/1877328145751405
VIDEO Piacenza 24: https://www.youtube.com/watch?v=Xqcq5s6gnVU&feature=emb_logo



RASSEGNA STAMPA

Ecco, in chiusura, la rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo dal 24 febbraio al 2 marzo 2021 (con la pubblicazione di petizioni nazionali e internazionali), scaricabile in formato pdf da questo link:
25_feb_21_ALTRI_SERVIZI_TV_QUOTIDIANI_E_APPELLI  (il pdf apre in nuova scheda)

Inoltre la pubblicazione di appelli e petizioni nazionali e internazionali, scaricabile in formato pdf da questo link: APPELLI_E_PETIZIONI (il pdf apre in nuova scheda)

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 25 febbraio 2021)


Immagine di testa - Proclamata in seguito al sollevamento del 18 marzo 1871, benché schiacciata nel sangue pochi mesi dopo, la Comune di Parigi quest'anno segna con il suo 150° anniversario l'immortalità delle lotte per la liberazione sociale, in tutto il mondo. Il manifesto è opera dell'artista Ernest Pignon-Ernest, che lo ha realizzato con l'associazione Amies et Amis de la Commune de Paris per questo 150°.