Doriella e Renato, newslettera 8 ottobre 2020: appuntamenti e documenti

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga che vi dice tutto dall'8 ottobre 2020

Trentasettesima uscita su Trancemedia.eu – che dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la newsletter di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Da dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

A seguire, troverete anticipazioni di future iniziative e il resoconto sintetico dei principali accadimenti delle settimane precedenti, commentati e corredati di link, per non perdersi neanche una puntata.

Infine, la preziosa rassegna stampa delle testate mainstream (ma non solo!) sui temi caldi della settimana criticamente commentati, nonché la pubblicazione di appelli e petizioni lanciate a livello nazionale ed europeo. La rassegna stampa è scaricabile in formato pdf al fondo dell’ultima sezione qui sotto.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!

 

 

Chi si registra a Trancemedia.eu può usare la funzione Suggerimenti al fondo di ogni sezione per commentare, o proporre contenuti e collegamenti



QUESTA SETTIMANA

Non violenza, migranti, NOTAV,
Climate strike, Prati Parella, Aurora,
A21, Assemblea lavoratori, e aggiornamenti

PROSSIME INIZIATIVE

REPORT INIZIATIVE PASSATE (NELLA PARTE: AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA)

IN RASSEGNA STAMPA ALCUNI ALTRI SERVIZI TV, TG, QUOTIDIANI E APPELLI

6 ottobre 20 Covid-19Ministero della Salute:

LE COMUNICAZIONI AL SENATO DEL MINISTRO ROBERTO SPERANZA

Comunicazioni del Ministro della salute sul contenuto dei provvedimenti di attuazione delle misure di contenimento per evitare la diffusione del virus COVID-19.

VIDEO: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioVideoNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&menu=multimedia&p=video&id=2234

ULTIMA ORA:

7 ottobre 20 Money

NUOVO DPCM APPROVATO: MASCHERINA OBBLIGATORIA E PROROGA STATO D’EMERGENZA

Nuovo DPCM approvato dal Consiglio dei Ministri: obbligo della mascherina al chiuso e all’aperto, prorogato lo stato di emergenza al 31 gennaio 2021.

di Isabella Policarpio, Antonio Cosenza

Il nuovo DPCM – seppure in forma ridotta – è stato approvato dal Consiglio dei Ministri.

In queste ore, infatti, la Camera ha approvato (con 253 sì, 3 no e 17 astenuti, e con l’opposizione che non ha partecipato alla votazione) la risoluzione che impegna il Governo a disporre “la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021” e a provvedere affinché “su tutto il territorio nazionale sia introdotto l’obbligo di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto e per l’intero arco della giornata”.

Dopo questo passaggio necessario si è tenuta la seduta del Consiglio dei Ministri che, dopo aver preso atto degli indirizzi del Parlamento, ha approvato il nuovo DPCM

MASCHERINA OBBLIGATORIA ALL’APERTO DA GIOVEDÌ 8 OTTOBRE…”

https://www.money.it/Nuovo-DPCM-in-arrivo-mascherina-obbligatoria-tutta-Italia

VEDI ALTRI ARTICOLI IN RASSEGNA STAMPA

L’INFORMAZIONE È SEMPRE TUTTA DA VERIFICARE

MEGLIO AVERNE MOLTA PIUTTOSTO CHE IL PENSIERO UNICO SPACCIATO PER VERO…

ALCUNE CONSIDERAZIONI SU CUI RIFLETTERE:

2016 ISTAT ITALIA:

INDICATORI DI MORTALITÀ DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE

615.000 DECESSI tra i cittadini residenti …

https://www.istat.it/it/files//2017/10/indicatori-mortalita-1.pdf

CAUSE DI MORTE PER CATEGORIA IN ITALIA NELL’ANNO 2016 IN BASE AL SESSO

malattie del sistema circolatorio   femmine 125.186         maschi   96.728      Totale 221.914

tumori                                              femmine   79.499         maschi 100.003      Totale 179.502

malattie del sistema respiratorio femmine   21.556         maschi   24.981      Totale   46.537…”

da Wikipedia: “CAUSA DI MORTE PER MALATTIA IN ITALIA E NEL MONDO”

https://it.wikipedia.org/wiki/Causa_di_morte#Cause_di_morte_in_Italia

8 settembre 20 Money:

QUANTI MORTI IN ITALIA OGNI ANNO? ECCO DI COSA SI MUORE DI PIÙ

di Fiammetta Rubini

SECONDO GLI INDICATORI DEMOGRAFICI ISTAT, NEL 2019 SONO MORTE IN ITALIA 647.000 PERSONE, ossia l’1,7% circa della popolazione residente che al 1° gennaio 2019 si stimava essere pari a 60.391.000

Causa iniziale di morte              Tot. morti       % morti su tot. decessi      % su tot residenti

Malattie del sistema circolatorio  232.992                     35,8% 0,38%

Tumori                                            180.085                     27,7% 0,29%

Malattie del sistema respiratorio    53.372                      8,2% 0,08%…”

https://www.money.it/Quanti-morti-in-Italia-ogni-anno-principali-cause-decesso

2017 ITALIA CAUSE DI MORTE:
1.029 morti sul lavoro

3.283 morti per incidenti stradali

6.000 morti per amianto

17.000 morti per alcool

49.000 morti per infezioni contratte in ospedali

70.000 morti per fumo

Aggiornamento periodico dell’ Istituto Superiore della sanità: CARATTERISTICHE DEI PAZIENTI DECEDUTI POSITIVI ALL’INFEZIONE DA SARS-COV-2 IN ITALIA 

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-decessi-italia 

 

6 ottobre 20 FQ:

PROTEGGERSI SÌ, MA SENZA ESAGERARE

di Maria Rita Gismondo

Non tutti i soggetti positivi hanno la stessa capacità infettante e il SarSCoV2 ha un indice R0 (indica la trasmissibilità nella fase iniziale dell’epidemia) molto basso.

Solo il 18% dei pazienti positivi è capace di trasmettere l’infezione, mentre un piccolo numero di persone è capace di infettare con grande efficienza molti soggetti.

Ciò spiega perché, malgrado il virus circolasse da prima di gennaio, non ne avevamo avuto evidenza e perché, in piccole comunità, casualmente, possiamo assistere a una contagiosità elevata.

I super spread (super-diffusori) sono, sicuramente, coloro che hanno provocato l’accensione di focolai che, con le limitate conoscenze di prima, non siamo riusciti a spegnere in tempo. Cosa può suggerirci questa nuova conoscenza?

Che un fattore importante in questa infezione è la dispersione (fattore K, che descrive quanto una malattia si aggreghi in gruppi-grappoli-accumuli, detti in inglese cluster), confermando quanto le misure di distanziamento ed evitare assembramenti al chiuso sia fondamentale.

Ma tutto senza esagerare.

Le mascherine all’aperto non hanno alcun fondamento scientifico e un negativo impatto psicologico”.

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2020/10/06/proteggersi-si-ma-senza-esagerare/5955815/

 

26 settembre 20 Matteo Bassetti:

OGGI IL COVID È UNA MALATTIA MOLTO DIVERSA.

Dobbiamo imparare a convincerci tutti per i prossimi mesi e forse anni.

Continueremo ad avere persone positive ma se resteranno il 2% massimo 3% di quelli testati, non sarà difficile tenerla controllata.

La qualità dei ricoveri è molto cambiata rispetto a marzo-aprile, non tanto per l’età̀ media, che a differenza di quanto viene detto non è molto diversa.

Da giugno ad oggi al San Martino di Genova ci sono stati 90 ricoveri e un solo decesso.

Vuol dire che qualcosa è cambiato in meglio nella gestione della malattia.

Anche i dati nazionali lo confermano: negli ultimi 30 giorni 244 decessi su 37000 casi che corrispondono allo 0.6% di tasso di letalità.

Questo è un dato di fatto inconfutabile.

Occorre che tutti prendano consapevolezza della necessità di convivenza con il virus, senza per questo lasciarsi ad andare ad eccessi in senso allarmistico o banalizzante.

Sapere che oggi la malattia da SarsCoV-2 è gestibile perché i medici la conoscono maggiormente e la sanno curare meglio, perché nella maggioranza dei casi produce pochi sintomi o addirittura nessuno e perché sembra fare meno danni di sei mesi fa deve confortarci senza ovviamente abbassare la guardia sulle misure di prevenzione, che ormai tutti conosciamo…”

https://www.facebook.com/photo/?fbid=2834133103575215&set=a.2122218328100033 Oggi il Covid è una malattia molto diversa.

4 settembre 20 Aggiornamento Coronavirus Piemonte:

MEDIA CONTAGI: CONFRONTO CON I VALORI DELLA PRIMA ONDATA

di Alessandro Ferretti

Negli ultimi sette giorni in Piemonte ci sono stati in media 15 nuovi casi al giorno per milione di abitanti.

Cinque giorni fa questa media era 16, quindi il dato è in leggera discesa.

Il massimo era stato toccato il 17 aprile con 150, ma a quei tempi mancavano i tamponi e il dato era molto sottostimato: secondo i risultati dell’indagine epidemiologica i contagi reali erano in realtà circa 5-10 volte tanto (VEDI INFRA).

Quindi, nell’ipotesi che adesso il sistema di tracciamento riesca ad individuare la metà dei contagiati reali, i nuovi casi quotidiani sarebbero al momento circa 30-50 volte meno numerosi rispetto al picco di aprile…”

https://alessandroferrettiblog.wordpress.com/2020/09/04/aggiornamento-coronavirus-piemonte-4-settembre-2020/#more-1249

3 agosto 20 ISTAT:

PRIMI RISULTATI DELL’INDAGINE DI SIEROPREVALENZA SUL SARS-COV-2”

https://www.istat.it/it/files/2020/08/ReportPrimiRisultatiIndagineSiero.pdf

NOTA: Alessandro Ferretti ha illustrato tra l’altro questi dati all’incontro “CURA, AMBIENTE E TERRITORIO” del 4 settembre a Bussoleno organizzato dal Festival Alta Felicità e dal Movimento NO TAV

14 luglio 20 Byoblu24:

NO A UN NUOVO STATO DI EMERGENZA:

con il giurista Ugo Mattei e l’avvocatessa Enrica Senini

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=pYH0hWhTJY0

VEDI ALTRI ARTICOLI IN RASSEGNA STAMPA

UNIAMO TUTTE LE LOTTE SINDACALI, AMBIENTALI, PER IL REDDITO, PER LA CASA E LA SALUTE, PER REPERIRE LE RISORSE ED EVITARE CHE PESI SULLE SPALLE DI TUTTI!

Volantino di Assemblea NOTAV Torino e cintura:

ANDRA’ TUTTO BENE SE…

NON PAGHEREMO LA CRISI …

STAI DALLA PARTE DI QUEL 10% DEGLI ITALIANI O DALLA PARTE DEL 90%? PENSIAMOCI!”

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3530505903642889&set=a.198573540169492&type=3&theater

PROSSIME INIZIATIVE PROGRAMMATE

CONTINUANO LE INIZIATIVE NO TAV:

DA LUNEDÌ 5 A DOMENICA 11 OTTOBRE

CALENDARIO DELLA SETTIMANA

https://www.notav.info/agenda/calendario-notav-per-la-settimana-del-5-10/

VEDI INFRA ALCUNE INIZIATIVE

FINO A SABATO 17 OTTOBRE

nella sala Poli del Centro Sereno Regis in via Garibaldi 13, Torino.

sono disponibili solo 30 posti che vanno prenotati inviando una mail all’indirizzo info@serenoregis.org

Sarà predisposto un link per seguire in streaming ogni incontro.

FESTIVAL della NONVIOLENZA e della RESISTENZA CIVILE 2020

“… Nuove priorità

La crisi sanitaria in corso sollecita dunque un ripensamento delle priorità che devono essere accordate ai mezzi di sussistenza e di tutela della vita a livello globale e richiede un radicale capovolgimento delle azioni da compiere e delle modalità di relazione con cui realizzarle:

– affrontare il riscaldamento globale con provvedimenti concordati e adeguati al livello di rischio, capaci di garantire un sistema di vita sobria e sostenibile per tutti, realizzata grazie al lavoro emancipatore, orientato a realizzare il benessere comune;

– provvedere alla protezione di chi fugge da situazioni invivibili, garantendo dignità e diritti alle popolazioni migranti;

– abolire gli armamenti nucleari e mettere in discussione il sistema militare e le sue connessioni con l’apparato industriale, scientifico e mediatico, e operare a favore di un modello di difesa non armata e nonviolenta.

In tutti questi ambiti sono state formulate proposte e organizzate iniziative che nascono dal basso: dalla società civile, dalle associazioni, dal volontariato”.

Il Festival della nonviolenza 2020 intende renderle visibili e sostenerne alcune con azioni concrete.

PROGRAMMA

http://serenoregis.org/evento/festival-della-nonviolenza-e-della-resistenza-civile-2020/

VEDI INFRA ALCUNE INIZIATIVE

FINO A SABATO 31 OTTOBRE

DAL MARTEDÌ AL VENERDÌ ORE 14 – 19, Emergency Infopoint, Corso Valdocco 3, Torino
MOSTRA “BEYOND THE BORDER” (OLTRE IL CONFINE)

Beyond the border è un progetto di lungo periodo che il fotogiornalista Luca Prestia e il sociolinguista Federico Faloppa hanno avviato nel 2017.

Attraverso immagini e testi, il lavoro intende focalizzare l’attenzione sui luoghi di confine e sugli oggetti là rivenuti che nel corso del tempo i flussi migratori si sono lasciati alle spalle, in quanto concreta ed eloquente testimonianza dei drammatici passaggi di umanità in cerca di riscatto che caratterizzano il nostro tempo.
Il progetto – che si sviluppa in quattro tappe coincidenti con quattro differenti confini in Europa – si è finora occupato delle frontiere di Ventimiglia (Italia-Francia), di Lesbo (Grecia-Turchia) e di Bihać (Bosnia-Croazia).
Nello specifico sono esposte le immagini relative a Ventimiglia, Lesbo e Bihać”.

http://www.emergency.2you.it/index.php?m=iniziative

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE

ORE 13 -14.30 sulle frequenze radiofoniche torinesi dei 105:250 FM di #radioblackout

e in streaming http://stream.radioblackout.org/

RADIO NO TAV

Va in onda ogni giovedì. Il programma ha origine come Radio Maddalena Libera, radio pirata che emetteva dalla Libera Repubblica della Maddalena, Val Susa, pianeta Terra.

Stralci dell’epoca potete sentirli nella sigla iniziale…

Ogni settimana approfondiamo avvenimenti di attualità sulla lotta e cerchiamo di socializzare tutte le informazioni utili a chi si batte contro il treno veloce, in Valsusa e altrove.

Sul sito potete trovare un buon archivio, ordinato tramite tag, con le registrazioni delle trasmissioni di questi ultimi anni…

Potete contattare la redazione al nostro numero 377 086 24 41 attivo durante il programma.”

https://gancio.cisti.org/event/1014

radioblackout.org/shows/radionotav/

ORE 16 – 18 Via Adelaide Aglietta, Torino (ingresso principale Casa Circondariale Lorusso e Cotugno)

APARICION CON VIDA!”

PER DANA, NICOLETTA, EDDI E I/LE GIOVANI ANTIFASCISTI/E

OGNI GIOVEDÌ DI OTTOBRE PRESIDIO PERMANENTE IN SOLIDARIETÀ A DANA E TUTT* LE VITTIME DELLA REPRESSIONE

Aparicion con vida !“ gridavano negli anni bui della dittatura argentina le Madri di Plaza de Mayo per chiedere la restituzione dei loro figli scomparsi.
“Aparicion con vida !” gridiamo noi oggi per chiedere la restituzione alla vita di Dana, di Nicoletta, di Eddi e di tutti i giovani e le giovani a cui la vita è stata sottratta da un regime che ogni giorno tradisce i valori democratici scritti nella nostra Costituzione…
La procura torinese sta abbattendo la sua mano pesante contro una parte di questa società, istituendo centinaia di processi, infliggendo il massimo della pena, rifiutando le pene alternative, utilizzando le misure cautelari come punizione preventiva e dissuasiva contro gli attivisti e le attiviste delle lotte sociali…
“Aparicion con vida!” è quindi anche il nostro grido per allertare che stiamo precipitando in anni bui, in cui il potere esecutivo e giudiziario sono coalizzati nella repressione delle voci del dissenso, che è il sale della democrazia.
ADERISCONO E SOLIDARIZZANO:

Madres Contra la Represión (Madrid), Collectif des Mères solidaires (Francia), R.I.M.A.F. Rete Internazionale delle madri Antifasciste, Madri Per Roma Città Aperta, Anpi Nizza Lingotto, ANPI “68 Martiri” Grugliasco, Haidi ed Elena Giuliani, Fomne contra’l TAV

Evento organizzato da Mamme in piazza per la libertà di dissenso”

https://www.facebook.com/events/339336970495733/

VENERDÌ 9 OTTOBRE

ORE 9.30 Piazza Castello, Torino

CLIMATE STRIKE” – SCIOPERO PER IL CLIMA.
“… La #pandemia ci ha mostrato i danni dell’attuale #sistema economico e l’impreparazione della società di fronte a emergenze sanitarie e sociali.

Le persone al potere hanno ascoltato gli esperti, e detto che nulla può stare davanti alla vita delle persone. Eppure continuano e ignorare la #CrisiClimatica.

Ma nulla è sotto controllo, perché le emissioni continuano a crescere, allontanandoci sempre di più dal percorso sicuro per stare sotto 1,5°C di surriscaldamento globale.

Destinandoci a un pianeta nel caos.

Le misure per la ripartenza sono l’occasione irripetibile per avviare la #RiconversioneEcologica.

La crisi climatica deve essere trattata come una crisi.

A breve usciranno altre info sulle modalità di svolgimento dello sciopero, che si terrà nel rispetto delle misure anti-contagio e delle esigenze di studenti e studentesse. Stay tuned!…”

Evento organizzato da Fridays For Future Torino

https://www.facebook.com/events/368290874192020

IL 9 OTTOBRE SAREMO IN PIAZZA CASTELLO TUTTA LA GIORNATA CON NUMEROSE INIZIATIVE ADATTE A TUTTI E TUTTE. INIZIAMO A SVELARE UNA DELLE ATTIVITÀ!
https://www.facebook.com/F4Fturin/photos/a.392800684600162/758041151409445

Settembre 20 FFF Newsletter N.5

https://fridaysforfutureitalia.it/newsletter-n-5-settembre-2020/?link_id=1&can_id=d797e2e01b2b17a19b8bffa3a4f8c567&source=email-newsletter-for-future-n4-agosto&email_referrer=email_944377&email_subject=newsletter-for-future-n5-settembre

ORE 17 – 18.0 pratone in Via Madonna della Salette 20 Torino

C’È UN GRANDE PRATO VERDE…

Flash mob… o meglio: ci sarebbe, ma occorre salvarlo.

Vieni con noi a piantare un’idea,
la tua FIRMA è fondamentale!

Evento organizzato da salviamoiprati@gmail.com

https://www.facebook.com/events/362396888445724

ORE 18 ai giardini Alimonda, nei pressi di Corso Giulio Cesare/via Cuneo, Torino

ASSEMBLEA DI QUARTIERE AURORA: “DEDICHIAMOCI AI NOSTRI BI-SOGNI”

Come Comitato di zona Aurora, insieme a chi ha partecipato con noi alla presentazione del doposcuola nei giardini di ponte Mosca vogliamo aprire uno spazio di discussione e confronto sui bisogni e i problemi che viviamo in quartiere…

Stiamo perdendo la possibilità di ospitare il doposcuola e le altre iniziative del Comitato perché la Città Metropolitana ha ceduto al privato ‘TheStudent Hotel’ l’area e l’edificio compresi tra via Aosta, corso Brescia e lungo Dora, che da anni ospitavano varie attività preziose per quartiere.

Vogliamo allora che, a fronte della perdita di questi spazi, sia garantita la possibilità di continuare le nostre attività in sedi adeguate e che, se davvero il progetto dello ‘Student Hotel’ andrà avanti, venga previsto uno spazio verde fruibile da tutto il quartiere….”

https://www.facebook.com/events/1159739197760619

ORE 21 presso il Salone Pro-Susa in Via Madonna delle Grazie 3 a Susa

INFORMATI PER DIFENDERTI”

L’IPOTESI DI STOCCAGGIO DEL MATERIALE DI SCAVO TAV NEL NOSTRO TERRITORIO METTE SUSA E I SUOI ABITANTI IN GRAVE PERICOLO!

Serata informativa organizzata dal Comitato No TAV Susa-Mompantero.

Parecipano:

Dott. Luca Giunti e Ing. Roberto Vela, tecnici designati dall’Unione Montana

che illustreranno i possibili scenari a cui sarebbe esposta la Città di Susa nel caso in cui il materiale di scavo del cantiere TAV di Chiomonte venisse trasportato nel territorio del nostro Comune.

Ipotesi ventilata dai proponenti l’opera.

La serata sarà gestita nel pieno rispetto delle regole anti-Covid.

SABATO 10 OTTOBRE

ORE 9.30 Mercato Falchera, Via degli Abeti 10

INCHIESTA SU QUARTIERI E PERIFERIE

NON SIAMO INVISIBILI! FACCIAMOCI SENTIRE!

Assemblea21 torna nei mercati per proseguire l’inchiesta sui problemi di quartieri e periferie torinesi. Questi mesi di blocco hanno dimostrato come vivibilità, socialità e servizi di prossimità siano fondamentali per avere la sicurezza di una vita dignitosa.

Vogliamo quindi capire se l’attuale strutturazione dei quartieri della nostra città abbia costituito un sostegno o un problema per le/i cittadine/i.

Sono invitati al presidio movimenti, comitati, realtà sociali e tutti gli e le abitanti che vogliono condividere i loro problemi e partecipare alle scelte sulla propria città: il nostro banchetto è a disposizione. Per info: assemblea21gen@gmail.com

Al banchetto collocato in ogni mercato sarà possibile compilare un questionario relativo alle condizioni del proprio quartiere.

PER DETTAGLI SULLE RESTANTI DATE, SULL’INIZIATIVA E SUL QUESTIONARIO:

htmlhttps://assemblea21.blogspot.com/2020/09/sabato-26-settembre-dalle-930-incontro.html

ORE 9.30 Sala Poli Centro Studi Sereno Regis, via Garibaldi 13, Torino e in streaming

CONVEGNO: “TORINO CITTÀ DELLE ARMI?”

Saluti e presentazione del convegno: Zaira Zafarana del coordinamento “A.G.i.Te. contro le atomiche, tutte le guerre ed i terrorismi”.

ORE 9,45 Francesco Vignarca (Rete Italiana per la Pace e il Disarmo):

L’INDUSTRIA MILITARE ITALIANA E LE PROPOSTE DEI MOVIMENTI PER LA PACE”

ORE 10,15 TAVOLA ROTONDA SULLA SITUAZIONE TORINESE E SULLE PROPOSTE PARTECIPANO:

Marco Alessandro Giusta (Assessore ai Diritti della Città di Torino);

Edi Lazzi (segretario provinciale FIOM);

Davide Provenzano (segretario provinciale FIM);

Luigi Paone (segretario provinciale UILM); un rappresentante del mondo accademico.

Modera il prof. Mario Vadacchino (Coordinamento Interateneo di Studi Per la Pace).

Segue dibattito pubblico

ORE 12,30 CONCLUSIONE: Paolo Candelari del coordinamento “A.G.i.Te.

Durante il convegno saranno proiettati brevi video su esperienze locali antimilitariste e nonviolente.

Il 26 e 27 novembre 2019, nel corso dell’Aerospace & Defense Meetings è stato presentato un progetto che prevede di fare di Torino un polo dell’industria e della ricerca del settore “aerospazio e difesa”, che coinvolge la Leonardo, massima industria militare italiana, il Politecnico, la città di Torino…”

http://serenoregis.org/wp-content/uploads/2020/08/volantino-convegno-def.pdf

ORE 13 – 19 Sala Colonne della Cascina Marchesa, c.so Vercelli 141, Torino

ASSEMBLEA DEI LAVORATORI E DELLE LAVORATRICI COMBATTIVI

REGIONALE E CITTADINA

ORE 13 – 16: TAVOLI DI LAVORO SU AGROALIMENTARE, LOGISTICA, PUBBLICO IMPIEGO E SERVIZI.

ORE 16 – 19: ASSEMBLEA per organizzare insieme le prossime lotte:

– 23 ottobre: sciopero nazionale della logistica
– 24 ottobre: manifestazione di lotta a Torino per la giornata di iniziativa anticapitalista e internazionalista

FACCIAMO PAGARE LA CRISI AI PADRONI!

Per proposte e informazioni: lavoratoricombattivipiemonte@gmail.com

https://www.facebook.com/sicobas.torino/photos/a.874167386078986/1755875411241508/

ORE 19 Spazio Sociale VisRabbia Via A. Galinié 40 – Avigliana (TO)
WU MING 1 & BHUTAN CLAN, CANNIBALI E RE

DALLE 19: APERICENA con i Fornelli in Lotta

DALLE 21: CANNIBALI E RE PRESENTANO “CRONACHE RIBELLI 2” e i loro futuri progetti editoriali

A SEGUIRE: WU MING 1 & BHUTAN CLAN CON IL READING-CONCERTO “LA MACCHINA DEL VENTO”

Bar a prezzi popolari e ricordati la mascherina!

https://www.facebook.com/events/354403719046096/

DOMENICA 11 OTTOBRE

ORE 11.30 al Presidio permanente dei Mulini in Val Clarea, Giaglione

PRESENTAZIONE DEL CORTEO CONTRO LA DEVASTAZIONE DELLE ALPI APUANE

APERIPRANZO condiviso durante la presentazione (porta un po’ di cibo)

“… Negli ultimi anni sempre più cittadini hanno iniziato a protestare contro l’estrazione industriale di marmo, ora la lotta sta prendendo una forma organizzata: da qualche mese è nata Athamanta, uno spazio di discussione, autorganizzazione e sperimentazione politica intorno al tema dell’estrattivismo.

Nato dalla collaborazione tra il CSOA Casa Rossa Occupata e Friday For Future Carrara, ad oggi vede partecipare diverse realtà e soggetti singoli che hanno interesse nell’elaborare un discorso comune sul tema dell’estrazione sistemica nei territori apuani.

Athamanta invita tutte le persone e realtà politiche a partecipare ad una GRANDE MANIFESTAZIONE A CARRARA IL 24 OTTOBRE, uno spazio per tutti coloro che pensano e provano a cambiare radicalmente questo sistema capitalista estrattivista, un cambiamento capace di mettere al centro la questione ambientale e la preservazione dei territori in cui viviamo.

Tra questi un invito particolare è rivolto al Movimento No Tav poiché da decenni lotta contro la devastazione ambientale…”

Evento organizzato da Ecologia Politica – Torino

https://www.facebook.com/events/834973187308052

ORE 12 Piazzetta del Mulino e Via Walter Fontan, Bussoleno

POLENTATA IN STRADA

Preparata dall’Associazione culturale “La Credenza”

Antipasti misti polenta spezzatino e salsiccia o pietanza vegetariana formaggio dolce e vino.

Il ricavato della manifestazione verrà utilizzato dall’Associazione per sostegno a progetti di solidarietà e culturali.

La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anti contagio da COVID-19.

MARTEDÌ 13 OTTOBRE

ORE 21 all’Edera squat, via Pianezza 115, Torino

ASSEMBLEA NO TAV organizzata da NO TAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa.

Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione.

VENERDÌ 23 OTTOBRE

SCIOPERO NAZIONALE DELLA LOGISTICA

PER RIPRENDERE LA LOTTA PER IL RINNOVO DEL CCNL
“Il CCNL è scaduto a dicembre dello scorso anno e ogni tipo di trattativa si è interrotta a causa della crisi esasperata dal Covid 19…

E allora vogliamo ricordare i temi principali sui quali chiamiamo alla mobilitazione:

– Titolarità dei Cobas nella contrattazione nazionale;

– Clausola di salvaguardia anche per il personale viaggiante;

– Superamento definitivo della figura del socio lavoratore;

– Estensione di tutti gli aspetti migliorativi già conquistati in TNT, BRT, GLS, SDA, ecc…

Salvaguardia della salute;

– Orario di lavoro: avviare un percorso di progressiva riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario…

– Adeguamenti salariali in grado di incidere sul miglioramento delle condizioni di vita…

– Art. 18 e ammortizzatori sociali…

– Personale viaggiante: il tempo di impiego deve diventare tempo di lavoro…”

http://sicobas.org/2020/10/02/comunicato-23-10-sciopero-nazionale-della-logistica-per-riprendere-la-lotta-per-il-rinnovo-del-ccnl-e-non-far-pagare-ai-lavoratori-i-costi-della-crisi-esasperata-dal-covid/

ALTRE INIZIATIVE SU:

https://gancio.cisti.org/ 

https://radioblackout.org/eventi/ 

https://www.facebook.com/radioblackout105250fm/ 

EVENTI CSA GABRIO: https://gabrio.noblogs.org/

https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito

https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NO TAV:

www.notav.infowww.notavtorino.org http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2 www.notav.eu www.notav-valsangone.eu – http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2
https://www.notavterzovalico.info/ http://noterzovalico.wordpress.com/
www.ambientevalsusa.it https://www.facebook.com/notavtorino.org/
https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/

ARCHIVI FOTOGRAFICI LUCA PERINO: http://lucaxino.altervista.org/

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA:

vedi anche su
TG Vallesusa
: http://www.tgvallesusa.it/?page_id=135

Facebook Festival Alta Felicità: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/

Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files: www.mavericknews.wordpress.com

Centro di documentazione Invicta Palestina: https://invictapalestina.wordpress.com/

Rete Ambientalista – Movimenti di Lotta per la Salute,l’Ambiente, la Pace e la Nonviolenza

https://www.rete-ambientalista.it/

30 settembre 20 Grenpeace:

CON DANA È SOTTO ATTACCO LA NOSTRA LIBERTÀ DI MANIFESTARE E PROTESTARE PACIFICAMENTE

di Giuseppe Onufrio

Il punto è che in questi ultimi anni si è sempre più limitata la libertà di manifestazione del pensiero anche in contrasto con quanto previsto nella costituzione. Tale atteggiamento mostra la profonda paura che lo Stato, nelle sue varie articolazioni, ha per coloro che esprimono opinioni non conformi a quelle ufficiali.

Questo è gravissimo ed è esattamente l’opposto di ciò che deve essere una democrazia che si basa sulle libertà fondamentali che sono parte intoccabile ed indiscutibile del contratto sociale sotteso al vivere civile di uno stato di diritto e non di polizia.

L’idea che una persona, come in questo caso, venga condannata perché non si è “pentita” delle sue opinioni (espresse peraltro in maniera nonviolenta) è abominevole.

Che questo presunto crimine sia poi “aggravato” dal luogo di residenza del “condannato” (quella Val di Susa dove centinaia di altre persone protestano per una scelta che ritengono esser stata presa sulla propria pelle) lo è forse anche di più.

Non possiamo che esprimere la nostra solidarietà a Dana Lauriola (e a Nicoletta Dosio, come Dana condannata e scarcerata di recente solo per via del rischio contagi nelle carceri, oggi ai domiciliari) e a tutti coloro che non si pentono per la loro libertà di pensiero, per il loro attivismo non violento e che testardamente vogliono continuare a vivere dove sono nati e a lottare per un futuro migliore anche per la loro “casa”.

https://www.greenpeace.org/italy/storia/12456/con-dana-e-sotto-attacco-la-nostra-liberta-di-manifestare-e-protestare-pacificamente/

1 ottobre 20 NOTAV Info:

AL SISTEMA TAV DÀ FASTIDIO LA SOLIDARIETÀ PER DANA

Se ci sono due cose che al Sistema Tav danno veramente fastidio sono la solidarietà e il consenso.

Ogni qualvolta viene superata la cortina di fumo creata dalle inchieste della magistratura o dalle promozioni mediatiche dei benefici del Tav, il grande ufficio propaganda si mette all’opera…

Così la solita noiosa busta con proiettile diventa l’argomento del giorno, dei volantini appiccicati con lo scotch rappresentano un a minaccia concreta, cinque manifestini auto-prodotti da chissà chi ci riportano agli anni di piombo…

Sarebbero ridicoli in altre situazioni, ma qui dove il sistema Tav è di casa, diventano fatti principali fedelmente pompati da alcuni giornalisti che confondono il proprio mestiere con quello di alcuni uffici stampa.

La verità è che la solidarietà a Dana e la messa in discussione di questo meccanismo giudiziario folle cresce e sta crescendo man mano che si entra nel merito delle questioni, e questo non deve avvenire assolutamente!

I No Tav sono nemici da condannare per quello che sono e non per quello che fanno, e quello che sono lo raccontano solo le informative della questura, che passano ai giornalisti le segnalazioni degli imputati (fatti non a processo) trasformandole già in condanne, per far sì che si parli di ognuno di noi come pericolo pubblico.

Noi come sempre, andiamo avanti a testa alta, svelando meccanismi e macchinazioni del sistema TAV, difendendo la nostra gente, con tutto il rispetto che questa lotta merita”.

https://www.notav.info/post/al-sistema-tav-da-fastidio-la-solidarieta-per-dana/

Ancora proiettili per posta!

TG R del 29-SET-2020 ore 19.30

https://youtu.be/o_31oHle60s

BG R del 30-SET-2020 ore 7.40

https://youtu.be/L4EkedYpBow

E anche locandine

TG R del 30-SET-2020 ore 14.00

https://youtu.be/_GeNl4aOqPU

1 ottobre 20 Comunicato Stampa Askatasuna:

LA PANTOMIMA DEL TERRORE

SU MANIFESTI, QUESTURA E GIORNALISMO.

Ieri su tutti i giornali è apparso un fotomontaggio di Cirio inserito nella famosa foto del sequestro Moro che sarebbe stato appiccicato in diverse parti delle città tra “la zona intorno al centro sociale Askatasuna” (sic!).

Tanto è bastato ai giornalisti per desumere che il manifestino con il fotomontaggio, non firmato, sia nostro. E giù di canea mediatica, dichiarazioni di solidarietà a Cirio bipartisan e sviolinate sul “clima di violenza” che si respirerebbe…

Abbiamo sempre firmato i nostri volantini, abbiamo sempre messo la faccia in prima persona in ogni iniziativa a cui abbiamo partecipato o che abbiamo organizzato

Una messinscena così palese non meriterebbe neanche un commento, ma lasciateci dire una cosa.

È stato osceno vedere ieri il susseguirsi di comunicati stampa dei pezzi grossi di PD, Lega, Forza Italia e FDI sulle terribili intimidazioni al povero Cirio mentre c’è una nostra compagna, Dana, che si trova proprio in questo momento tra le mura del carcere per avere tenuto il megafono durante una protesta No TAV.

Questi grotteschi paladini delle libertà politiche non si vergognano neanche di denunciare la “violenza” di un collage mentre una ragazza viene stritolata dai meccanismi repressivi di uno stato deciso a soffocare ogni opposizione che esca dal teatrino che questi signori chiamano politica.

Guarda caso questa boutade mediatica costruita ad arte viene fuori proprio nel momento in cui Dana sta ricevendo una grande solidarietà alla luce del moto d’indignazione che ha provocato la vergognosa sentenza nei suoi confronti…”

https://www.infoaut.org/metropoli/la-pantomima-del-terrore-su-manifesti-questura-e-giornalisti

Montatura sui manifesti:

TG R del 30-SET-2020 ore 19.30

https://youtu.be/cwBkSPKQS0c

Con rassegna stampa:

BG R del 01-OTT-2020 ore 07.40

https://youtu.be/BIuQU-bxOWo

TG R del 01-OTT-2020 ore 14.00

https://youtu.be/66KSXSh7hLo

TG R del 01-OTT-2020 ore 19.30

https://youtu.be/mpc2okf-W0I

1 ottobre 20 Contropiano:

TORINO. PROVOCAZIONI CONTRO ASKATASUNA E NO TAV

di Redazione

Due notizie in contemporanea, a Torino, difficilmente non hanno un legame.

Specie se riguardano – se non altro per l’intenzione – la cosiddetta “galassia antagonista”, ma in una versione piuttosto strana.

La prima è chiaramente una provocazione.

Qualcuno ha attaccato nottetempo sulle mura del centro sociale Askatasuna, perseguitato da anni dalla magistratura torinese, dei manifestini con un fotomontaggio: il presidente leghista della Regione, Alberto Cirio, al posto di Aldo Moro nella famosa foto da prigioniero delle Brigate Rosse.

La chiamiamo provocazione perché è fin troppo evidente l’intenzione “malevola” – a voler essere tranquilli – nei confronti dei compagni dell’Aska, appena colpiti con l’arresto di Dana Lauriola.

Appena un po’ più problematica la definizione della seconda notizia.

Anche qui il “casus belli” è costituito da manifestini, appiccicati però su box della rete elettrica e fermate d’autobus nei pressi del Tribunale di Torino.

Le “parole d’ordine” vorrebbero essere di “solidarietà” con Dana e altri arrestati nella No Tav, ma molto probabilmente per ottenere l’effetto opposto.

A campeggiare sono infatti le foto del questore Giuseppe De Matteis, il prefetto Claudio Palomba, il dirigente della Digos Carlo Ambra, e alcuni magistrati tra cui, il procuratore generale Francesco Saluzzo.

Con su la scritta: «La mafia del Tav siede in prefettura, questura, tribunale: smascheriamo la cupola! Accusiamo gli accusatori»…

https://contropiano.org/news/politica-news/2020/10/01/torino-provocazioni-contro-askatasuna-e-no-tav-0132164

1 ottobre Auditorium Parco della Musica, Roma

VIDEO: “ZEROCALCARE IN DIREZIONE CONTRARIA CON ERRI DE LUCA”

Modera Marco Damilano

https://youtu.be/9wAlhFkukHM

6 ottobre 20 Fondazione Erri De Luca:

CONTEMPORANEI:

Ho partecipato a uno scambio di idee con Zerocalcare a proposito di scrittura e impegno civile.

Si era all’aperto davanti all’Auditorium di Roma.

Il titolo dell’appuntamento era una frase di Fabrizio De André: “In direzione ostinata e contraria”.
Sia lui che io ci siamo smarcati dall’essere contrari a qualcosa, invece favorevoli a ragioni e spinte di movimenti civili.
Che ci sia contrasto con i pubblici poteri è solo un effetto secondario e inevitabile di essere per e con…
Le ragioni delle lotte alle quali ci siamo uniti, quella della Val di Susa per esempio, sono, lui dice, “di assoluto buon senso”.

Niente hanno di estremismo, se non le condizioni avverse in cui vengono espresse: una valle occupata militarmente, dove le truppe della forza pubblica sono state alloggiate a spese della ditta privata costruttrice dell’inutile opera detta TAV, con una magistratura che agisce da braccio repressivo anziché da organo imparziale. Un posto dove si possono erogare due anni di prigione per una manifestazione pacifica, negando sfacciatamente le previste pene alternative.

Siamo da molti anni con questa comunità offesa…”

http://fondazionerrideluca.com/web/contemporanei-2/

30 settembre 20 Presidio Europa No TAV:

IL GOVERNO ITALIANO HA DECISO COME USARE I FONDI EUROPEI NEXT GENERATION EU(1) PER FINANZIARE LA TORINO-LIONE Crimine Climatico.

15 settembre 2020: LINEE GUIDA PER LA DEFINIZIONE DEL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA #NEXTGENERATIONITALIA

http://www.politicheeuropee.gov.it/media/5378/linee-guida-pnrr-2020.pdf

nel quale alla pagina 18 è scritto:

“Nell’ambito di questa missione (Infrastrutture per la mobilità, N.d.R.), il Governo intende puntare, in primo luogo, sulla rete ferroviaria AV-AC ad alta velocità di rete per passeggeri e merci con il completamento dei corridoi TEN-T”.

La Torino-Lione è un Crimine Climatico, ma la parola CO2 non appare nel documento del Governo

(1) https://www.consilium.europa.eu/it/infographics/ngeu-covid-19-recovery-package/

Cfr. pagina 37 del documento Linee Guida: “Le risorse totali fornite al nostro Paese dal NGEU sono stimate in quasi 209 miliardi, ovvero al 28 per cento delle risorse complessivamente stanziate dal programma (Next Generation EU, N.d.R.).

GIOVEDÌ 1 OTTOBRE SI È SVOLTO PRESIDIO DEGLI OPERAI-FACCHINI DEI MERCATI GENERALI (CAAT) all’Ispettorato del Lavoro. Galleria Tirrena, Via dell’Arcivescovado 9 a Torino

I lavoratori del posteggio Effevi/Ramondo dei Mercati Generali CAAT (di proprietà di Comune e Regione) sono già stati convocati in Prefettura per discutere delle loro problematiche, ma nonostante gli impegni presi, finora nulla è stato fatto dalle istituzioni (neanche dall’Ispettorato del Lavoro, dal Comune e dalla Regione) e dalla direzione del CAAT per risolvere la loro grave situazione.
Questo tavolo, strappato con la lotta e lo sciopero di fine luglio è stato liquidato senza alcun tipo di prospettiva concreta per i lavoratori e le loro famiglie.

Ad oggi questi operai facchini non hanno ancora ricevuto un centesimo, né dalla cassa integrazione né dalle ferie di cui hanno dovuto usufruire…”
https://www.facebook.com/events/2805863159738785/

SABATO 3 OTTOBRE AL PRESIDIO PERMANENTE DEI MULINI PRESENTAZIONE DI “UNA STORIA DI LOTTA E DI LIBERTA’. DAI MULINI RESISTENTI, VIDEORACCONTO DI UN’ESTATE”, a cura di alcune resistenti dei mulini.

Attraverso questo mini documentario vorremmo tornare su quello che ha significato quest’estate di lotta No Tav, in particolare per chi ha vissuto l’esperienza dei mulini che continua tutt’ora.

Una raccolta per immagini di chi è passato di qua, per un giorno o per un mese, ognuno con i propri desideri e le proprie capacità messe a disposizione di una lotta trentennale come quella contro il Tav. Giovanissimi e da molteplici provenienze, insieme si è scritto un pezzettino in più di questa storia. ”

https://www.facebook.com/notav.info/photos/a.630476400320360/3790012414366727/

TRAILER VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=HB7hfOt2U-0&feature=emb_logo

https://www.notav.info/post/una-storia-di-lotta-e-di-liberta-dai-mulini-resistenti-videoracconto-di-unestate-trailer-video/

PER ORGANIZZARE UNA PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO CONTATTATE: muliniresistenti@libero.it.

4 ottobre 20 Comunicato SI Cobas nazionale:

MODENA, 3 OTTOBRE: MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LA REPRESSIONE

UNA GRANDE GIORNATA DI LOTTA E DI ORGOGLIO OPERAIO

Una piazza stracolma di migliaia di lavoratori e solidali oggi ha ribadito ancora una volta e con ancor più forza che scioperare non è un reato e che i piani repressivi orditi dai padroni, dal potere politico e dai bonzi sindacali di Cgil-Cisl-Uil trovano e troveranno una resistenza diffusa e decisa, sia sui luoghi di lavoro, sia sul territorio modenese ed emiliano.
Moltissimi interventi di lavoratori e delegati colpiti dal maxiprocesso, di lavoratori del SI Cobas venuti da altre città a portare il loro sostegno militante e tantissimi solidali (dai disoccupati ai No Tav, da Black Lives Matter alle Brigate di solidarietà, dall’Adl Cobas a SGB
, fino alle soggettività politiche e sociali aderenti al Patto d’Azione) hanno evidenziato come la manifestazione di oggi non sia semplicemente un’iniziativa di solidarietà su un singolo, per quanto gravissimo, episodio repressivo, bensì siano parte di un percorso di lotta unitario e generale che è partito dal contrasto all’uso capitalistico dell’emergenza Covid.

La grande manifestazione di oggi è per noi (e non solo per noi) una tappa di quel percorso ampio e unitario che è stato lanciato con l’assemblea del 27 settembre a Bologna.

È stato anche un momento di slancio verso lo SCIOPERO NAZIONALE PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO DELLA LOGISTICA, di cui nessuno più parla e che evidentemente dipende da noi rendere di nuovo attuale ed urgente, che si terrà il 23 OTTOBRE e porterà a una grande giornata di lotta in tutte le città il prossimo 24 OTTOBRE…”

http://sicobas.org/2020/10/04/italia-una-grande-giornata-di-orgoglio-operaio-la-manifestazione-nazionale-contro-la-repressione-a-modena/

VIDEO MANIFESTAZIONE NAZIONALE CONTRO LA REPRESSIONE

https://www.facebook.com/sicobasbolo/videos/858536564886865

VIDEO INTERVENTO DI ALDO MILANI (coordinatore nazionale del SI Cobas) alla manifestazione contro la repressione di Modena: “Non lottiamo per 50 euro in più, lottiamo per un mondo libero dallo sfruttamento capitalista e non saranno né le denunce né i manganelli a fermarci!Lotta dura senza paura!…

https://www.facebook.com/sicobasbolo/videos/2026339127501781

LUNEDÌ 5 OTTOBRE SI È SVOLTA LA CONFERENZA STAMPA “IL LATO OSCURO DELLA TORINO-LIONE SVELATO” presso la sede di Pro Natura Torino, Via Pastrengo 13, Torino

VIDEO CONFERENZA STAMPA:

Interventi di: Paolo Prieri (PresidioEuropa); Mario Cavargna (Pro Natura Piemonte); Avv. Massimo Bongiovanni; prof. Angelo Tartaglia (Commissione Tecnica Torino-Lione)

https://www.youtube.com/watch?v=rBqSFRVxLi4&feature=youtu.be

5 ottobre20 Comunicato stampa di Presidio Europa NOTAV:

NOVITA’ ECLATANTI CHE RIVELANO LA MANIPOLAZIONE DEI DATI

Per vederci più chiaro è stato richiesto alla Corte dei conti europea lo studio dei ricercatori (in particolare del prof. Yves Crozet del Laboratorio Pianificazione Economia Trasporti dell’Università di Lione) sulla base del quale ECA ha tratto le sue conclusioni negative, che sono trascritte al fondo di questo Comunicato.

ECA ha accolto la nostra richiesta inviandoci il documento http://www.presidioeuropa.net/blog/wp-content/uploads/2020/10/YCNote-CO2-it..pdf che svela l’inconsistenza delle argomentazioni a sostegno della nuova linea, il vero e proprio lato oscuro del progetto Torino-Lione.

Il prof. Yves Crozet ha scritto nel suo rapporto che “I promotori di grandi progetti infrastrutturali devono produrre dati per convincere i responsabili delle decisioni e i finanziatori. Nel caso dei finanziamenti privati, essi tendono in genere a gonfiare le previsioni di traffico da un lato e a sottovalutare i costi di attuazione dall’altro.”

E prosegue: “La galleria Lione-Torino è un tipico esempio di questa manipolazione del calcolo economico in cui, oltre alla sopravvalutazione del traffico, vi sono valutazioni fantasiose dei guadagni in termini di emissioni di CO2. Una volta rivisti, i dati del calcolo economico danno al progetto un quadro completamente diverso”.

Queste affermazioni confermano ciò che era stato immaginato, ossia che i decisori politici dell’UE, di Francia e di Italia hanno approvato e continuano a sostenere il progetto Torino-Lione sulla base di dati artefatti e fuorvianti…”

http://www.presidioeuropa.net/blog/comunicato-stampa-5-ottobre-2020-lato-oscuro-torino-lione/

IL RAPPORTO YVES CROZET SETTEMBRE 2020

“… L’avv. Massimo Bongiovanni ha richiesto ad ECA questo rapporto, ECA ha trasmesso una sintesi redatta dal prof. Crozet il 6 agosto 2020.

Qui l’asseverazione del Tribunale di Torino della traduzione del Rapporto di Y. Crozet

http://www.presidioeuropa.net/blog/wp-

content/uploads/2020/10/Traduzione_asseverata_estratto_studio_Corte_dei_Conti_europea.pdf

Documento preparato per la Corte dei conti europea, che rispecchia solo le opinioni dei suoi autori, esperti indipendenti dell’Università di Lione, nonché ricercatori di Anversa, Milano, Bucarest e Berlino. Copyright © Unione europea, 2019.”

http://www.presidioeuropa.net/blog/yves-crozet/

25 settembre 20 Presidio Europa NO TAV:

LA CORTE DEI CONTI EUROPEA SVELA I SEGRETI DELLA TORINO-LIONE

Incertezze nella realizzazione delle grandi opere… oppure manipolazione dei dati e falsificazioni delle valutazioni economiche nella pianificazione preliminare?

Tutto ciò conferma che il progetto Torino-Lione è stato sottoposto ad un’insufficiente cura nella fase di pianificazione preliminare e a valutazioni economiche approssimative e a volte palesemente falsate, come ha indicato nei suoi studi il prof. Bent Flyvbjerg, considerato il massimo esperto europeo di Grandi Opere.

Egli ha da tempo lanciato un allarme: “Ci sono sempre stati dei Grandi Progetti che sono falliti, la differenza oggi è che adesso ce ne sono molti di più, sono molto più grandi, e i fallimenti sono più spettacolari”. (https://www.nationalgeographic.com/news/2017/11/mega-projects-fail-infrastructure-energy-dams-nuclear/)…

Il tempo che intercorre tra la progettazione e la fine della costruzione è di dieci e più anni, un tempo sufficiente perché le condizioni di mercato cambino in modo significativo. Ormai ogni mega progetto si conclude dopo il tempo previsto, e con costi molto maggiori. Questo rende sempre più nervosi gli investitori.

È ancora Bent Flyvbjerg a spiegare che “il cambiamento climatico e la transizione da una economia da fonti fossili a un’economia basata sul rinnovabile hanno un grosso impatto sui mega progetti”.

Come memento per le decisioni degli imprenditori e dei finanziatori, Bent Flyvbjerg si è posto questa domanda: “Perché si realizzano i progetti peggiori e non i migliori? Ci si aspetterebbe che gli sforzi investiti in un’attenta pianificazione progettuale e nella stima dei costi aumentassero almeno in modo direttamente proporzionale al volume finanziario di un’iniziativa”.

Sorprendentemente, però, le analisi dei megaprogetti rivelano un risultato contrario alle aspettative.

Ovvero, i progetti di dimensione maggiore come la Torino-Lione sono quelli più soggetti a fallimenti gravi in materia di pianificazione, acquisti e costruzione rispetto a quelli più piccoli…”

http://www.presidioeuropa.net/blog/incertezze-manipolazioni-dati-nella-realizzazione-delle-grandi-opere/

MARTEDÌ 6 OTTOBRE IL PARLAMENTO EUROPEO VOTERÀ LA LEGGE CLIMA che introduce i limiti delle emissioni di CO2 in atmosfera per i prossimi trent’anni.

5 ottobre 20 Presidio Europa NO TAV:

IL PARLAMENTO EUROPEO VOTERÀ DOMANI 6 OTTOBRE 2020 LA LEGGE CLIMA

Martedì 6 ottobre 2020 dalle ore 15:00 alle 17:00 si svolgerà la discussione in aula.

Link al testo che verrà votato con i relativi emendamenti:

https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/A-9-2020-0162_IT.html

Sia il Parlamento europeo che il Consiglio europeo hanno approvato l’obiettivo a lungo termine dell’UE in materia di neutralità climatica in coerenza con l’Accordo di Parigi del 2015. https://ec.europa.eu/clima/policies/eu-climate-action/law_it

Nella sua RISOLUZIONE DEL 14 MARZO 2019 sui cambiamenti climatici, il Parlamento europeo ha approvato l’obiettivo dell’UE di raggiungere lo zero netto di emissioni di CO2 entro il 2050.

Il Parlamento europeo sarà chiamato a votare martedì 6 ottobre la Legge Clima che prevede la drastica diminuzione delle emissioni di CO2 entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990.

https://www.europarl.europa.eu/doceo/document/TA-8-2019-0217_IT.html

SINTESI DEI FATTI E RISULTATI

Introduzione

Pertanto il relatore propone di innalzare il traguardo 2030 dell’Unione in materia di clima introducendo una riduzione delle emissioni del 65% rispetto ai livelli del 1990.

Come risulta dalla relazione 2019 sul divario delle emissioni a cura dell’UNEP, le emissioni globali devono essere ridotte del 7,6% all’anno, a partire da oggi, al fine di limitare il riscaldamento globale a 1,5ºC.

Per l’UE, anche senza tenere conto di problemi legati all’uguaglianza, come le emissioni pro capite o la responsabilità delle emissioni storiche, ciò significherebbe un taglio del 68% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990.

La Commissione dovrebbe inoltre considerare la possibilità di proporre un traguardo intermedio in materia di clima per il 2040 consistente in una riduzione delle emissioni compresa tra l’80 e l’85%, e presentare a tal fine una proposta legislativa al Parlamento europeo e al Consiglio. Tali traguardi sono inoltre necessari per garantire il massimo livello possibile di prevedibilità e trasparenza per la società e per tutti i settori economici…”

http://www.presidioeuropa.net/blog/il-parlamento-europeo-votera-domani-la-legge-clima/

6 ottobre 20 NOTAV Info:

NICOLETTA DENUNCIATA PER EVASIONE, ENNESIMA VERGOGNA DELLA QUESTURA TORINESE

Nicoletta è stata denunciata per evasione perché la mattina in cui Dana è stata trasferita in carcere sarebbe uscita dalla sua abitazione a Bussoleno, a pochi metri da quella dove, per l’appunto, risiedeva Dana.

Quello di Nicoletta voleva essere un gesto di lotta e di affetto nei confronti del movimento e di #Dana, che entro pochi minuti sarebbe stata trasferita nel carcere Lorusso Cutugno di Torino, per aver spiegato le nostre ragioni ad un megafono.

Proprio lei, Nicoletta, che a fine dicembre dell’anno scorso aveva subito la stessa sorte per via dello stesso procedimento.

D’altronde si può chiamare evasione un gesto del genere, fatto alla luce del sole, di fronte a centinaia di poliziotti, carabinieri e agenti della Digos?…”

https://www.notav.info/post/nicoletta-denunciata-per-evasione-ennesima-vergogna-della-questura-torinese/

MARTEDÌ 6 OTTOBRE IN VIDEOCONFERENZA RIUNIONE CONGIUNTA DELLE COMMISSIONI IV DELLE CIRCOSCRIZIONI 1 E 8 DI TORINO, alle 17,30 alla presenza dell’Assessore all’Urbanistica, per discutere ed esprimere il parere sulla proposta di revisione del Piano Regolatore approvata dal Consiglio Comunale, sulla quale fino al 15 ottobre prossimo è possibile presentare osservazioni.

http://www.comune.torino.it/circ1/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3645

La seduta congiunta delle due commissioni si terrà nella stanza virtuale raggiungibile dal link

https://comunetorino.webex.com/meet/C8

Nel territorio delle Circoscrizioni 1 e 8 è prevista dalla revisione del Piano Regolatore la costruzione del Parco della Salute, contro la quale Assemblea21 si è già espressa con il documento “SANITÀ, PRESENTIAMO IL CONTO – Cap. 2: LA FINANZA DI PROGETTO E IL NOSTRO DIRITTO ALLA SALUTE”
http://assemblea21.blogspot.com/2020/07/sanita-presentiamo-il-conto-cap-2-la.html
e nel video “
FINANZA DI PROGETTO: I PRIVATI STIANO FUORI DALLA SANITÀ” https://www.youtube.com/watch?v=Ib-gOt87aWg&feature=youtu.be
mentre ATTAC e Potere al Popolo hanno già presentato al Comune, sempre contro la sua realizzazione, due osservazioni alla proposta di revisione:
ATTAC
: https://www.attactorino.org/documenti/PRGTO/OSSERV_20200923_ATTAC_Torino.pdf
Potere al Popolo:
https://www.attactorino.org/documenti/PRGTO/OSSERV_20200925_PAP.pdf

https://assemblea21.blogspot.com/2020/10/parco-della-salute-alle-commissioni.html

MERCOLEDÌ 7 OTTOBRE SI È SVOLTO L’INCONTRO “DANA E GLI ALTRI, NON BASTA LO SDEGNO” al Sereno Regis in via Garibaldi 13, Torino

Dopo il convegno dello scorso febbraio a Bussoleno sulle politiche repressive in Valsusa ecco un nuovo appuntamento per dare continuità e concretezza ai contenuti del documento dello scorso 24 settembre: il Controsservatorio Valsusa in collaborazione con il Centro Studi Sereno Regis promuove un confronto a più voci a cui partecipano giuristi, accademici, avvocati e associazioni…”
http://www.controsservatoriovalsusa.org/

VIDEO DELL’INCONTRO:

https://www.youtube.com/watch?v=I8IlkewsuH4&feature=youtu.be

6 ottobre 20 NOTAV Info:

DECRETI SICUREZZA, NESSUNA ABOLIZIONE: MODIFICATE LE NORME SULLE ONG, RESTANO QUELLE PER REPRIMERE IL DISSENSO

Dopo mesi di tergiversazioni sono state approvate ieri notte dal governo giallorosa le modifiche ai decreti sicurezza.

Se molto si era parlato, al tempo della loro approvazione, delle vergognose norme contro i salvataggi in mare dei migranti, poco si era discusso dell’inasprirsi delle misure di repressione del dissenso volute dall’allora ministro dell’interno Matteo Salvini…

Insomma i decreti sono andati a colpire non soltanto le pratiche messe in campo da tutti i movimenti dal basso che hanno attraversato l’Italia negli ultimi anni ma hanno anche ipotecato con pene pesantissime la possibilità di protestare contro una qualsiasi decisione futura di questo e dei prossimi governi.

Come era ampiamente prevedibile, nonostante il Partito democratico sbandierasse l’abolizione dei decreti Salvini come un obiettivo minimo della legislatura, ieri notte i decreti sono stati (parzialmente) modificati per quanto riguarda la parte sull’immigrazione mentre le pene per chi protesta volute da Salvini sono rimaste lì dove sono con la benedizione dei giallorosa…”

https://www.notav.info/top/decreti-sicurezza-nessuna-abolizione-via-le-norme-sulle-ong-restano-quelle-per-reprimere-il-dissenso/

 



RASSEGNA STAMPA

Ecco, in chiusura, la rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo dal 30 settembre al 7 ottobre 2020 (con la pubblicazione di petizioni nazionali e internazionali), scaricabile in formato pdf da questo link:
7_ott_20_ALTRI_SERVIZI_TV_QUOTIDIANI_E_APPELLI

(il pdf apre in nuova scheda)

Appuntamento alla prossima newslettera!

Vai alla newsletter Doriella e Renato precedente (dal 1 ottobre 2020)