Piccoli media crescono: DORIELLA e RENATO

La newsletter di DORIELLA E RENATO,
la pagina lunga,
arriva su Trancemedia.eu ogni settimana!
Da dieci anni aiuta chi la segue
a disintossicare le sinapsi
con un’agenda di movimento e rassegne stampa


DORIELLA E RENATO

La pagina lunga di Doriella e Renato
ogni settimana fa circolare l'informazione
che non trova spazio
sui media mainstream, o che da essi è stravolta

A partire da qui, Trancemedia.eu dedica ogni settimana un “sotto il Moloch” per seguire online la newsletter di Doriella e Renato, con appuntamenti e iniziative di movimenti in tutta Italia.

Da dieci anni la newsletter di Doriella e Renato fa circolare l’informazione che non trova spazio sui media mainstream, o che da essi viene stravolta. Molti contenuti di Trancemedia.eu sono nati grazie a Doriella e Renato, appuntamenti, manifestazioni, dibattiti di cui non avremmo saputo nulla e che invece abbiamo potuto documentare o commentare.

Trovate qui sotto ogni settimana a partire dal giovedì un accurato calendario con data, luogo e contenuti di convegni informativi, presìdi per la lotta climatica e di solidarietà in concomitanza di processi contro chi resiste a grandi opere dannose, inutili e imposte a Torino e nel resto d’Italia, assemblee di movimento per l’auto-organizzazione, lotte dei lavoratori nelle fabbriche e nella logistica, proiezioni di film ‘invisibili’, eventi culturali.

Non potrete più dire: acc… se l’avessi saputo!

A seguire, troverete anticipazioni di future iniziative e il resoconto sintetico dei principali accadimenti delle settimane precedenti, commentati e corredati di link, per non perdersi neanche una puntata.

Infine, la preziosa rassegna stampa delle testate mainstream (ma non solo!) sui temi caldi della settimana criticamente commentati, nonché la pubblicazione di appelli e petizioni lanciate a livello nazionale ed europeo. La rassegna stampa è scaricabile in formato pdf al fondo dell’ultima sezione qui sotto.

Preparatevi a ‘scrollare’ verso il basso perché c’è davvero tanta informazione ben selezionata.

Buona lettura a tutte e tutti!

 

Nota – Chi vuole segnalare eventi o ricevere la newsletter sulla propria email, può scrivere a: doriella@hotmail.it
– Chi si registra a Trancemedia.eu può usare la funzione Suggerimenti al fondo di ogni sezione per commentare, o proporre contenuti e collegamenti

 

 



QUESTA SETTIMANA

Lavorare a 1,5 euro l'ora,
Palestina e la grande marcia del ritorno,
Australia in fiamme,
dalla Francia soffia il vento,
iniziative NOTAV
e molto altro

Tutta la newsletter di Doriella e Renato
per i 7 giorni a partire da giovedì 16 gennaio 2020

Doriella e Renato

PROGRAMMA DELLE PROSSIME INIZIATIVE

GIOVEDI’ 16 GENNAIO

ORE 11- 13 Palazzo di Giustizia, Corso Vittorio Emanuele II 130, Torino

BASTA SFRUTTAMENTO SUL LAVORO, GIUSTIZIA PER IBRAHIM, SEIDOU E ABDEL”

PRESIDIO PRIMA UDIENZA IN TRIBUNALE.

Nell’ottobre 2018 un gruppo di lavoratori, tutti richiedenti asilo politico, impiegati in una fabbrica di pennarelli si ribella alle condizioni di sfruttamento che il proprietario impone loro.
Pagati a cottimo, erano costretti a lavorare 10 ore al giorno 7 giorni su 7
 per racimolare pochi spicci: guadagnavano infatti all’incirca 1,5 euro all’ora.

Inoltre ogni volta che il padrone usciva dalla fabbrica venivano chiusi a chiave rischiando così, in caso di incendio o incidenti, di non poter essere soccorsi.

Come se non bastasse venivano ricattati quotidianamente di essere licenziati e si vedevano costretti a pagare 50 euro al mese per poter avere un contratto ed una busta paga e sperare così di ricevere un permesso di soggiorno.
Dopo aver provato a chiedere un aumento dei loro salari e non aver ricevuto nessuna risposta da parte dell’azienda decidono di auto-organizzarsi e di scioperare e il padrone, per tutta risposta, li licenzia tutti.
Dimostriamo a questi lavoratori che non sono soli! Stiamo al fianco di chi si ribella allo sfruttamento!”

https://www.facebook.com/events/483910182509757/

ORE 17.30 Campus Luigi Einaudi Lungo Dora Siena, 104, Torino,

L’ASSEDIO DI GAZA E LA GRANDE MARCIA DEL RITORNO: PRATICHE DI RESISTENZA E PROSPETTIVE FUTURE”

INCONTRO CON AHMED ABU ARTEMA (giornalista e attivista) uno dei promotori della Grande Marcia del Ritorno a Gaza, protesta settimanale non-violenta in corso da marzo 2018 nella Striscia di Gaza.

Mobilitazione guidata dalla società civile e condotta dal basso, la Marcia ha visto il coinvolgimento e la partecipazione di centinaia di migliaia di palestinesi nel corso dei suoi quasi due anni, e una risposta violenta da parte dell’esercito israeliano.

Un rapporto ONU dell’OCHA (United Nations Office for the Coordination of Humanitarian Affairs) ha stimato che, tra il 30 marzo 2018 e 31 gennaio 2019, più di 27 mila palestinesi siano stati feriti e quasi 200 uccisi nel corso delle proteste…..”

Ingresso libero

Organizzato da: Progetto Palestina e BDS Torino con la collaborazione di ANPI Valmessa e Avigliana e Centro Franz Fanon, Con il sostegno di: Centro Studi Sereno Regis, Il Pulmino verde, UNP, Un Ponte Per… Gaza, Refugees Welcome

(RIPETUTO VENERDI’ 17 GENNAIO AL SERENO REGIS ALLE 21)

http://serenoregis.org/evento/lassedio-di-gaza-e-la-grande-marcia-del-ritorno-pratiche-di-resistenza-e-prospettive-future/

VENERDI’ 17 GENNAIO

ORE 15 Piazza Castello, Torino, davanti a palazzo Madama (per spostarci in corteo verso piazza Vittorio)

PRESIDIO FFF: “L’AUSTRALIA È IN FIAMME!”

Da mesi ormai l’Australia continua a bruciare mostrando gli effetti devastanti che la #CrisiClimatica può avere sull’essere umano.

Mentre il resto del mondo festeggiava l’inizio dell’anno nuovo, centinaia di migliaia di persone in #NewSouthWales erano costrette a rifugiarsi sulle spiagge per fuggire alle fiamme.

28 persone hanno già perso la vita, un miliardo di #animali sono scomparsi,

2000 #case sono state distrutte e ogni giorno migliaia di persone vengono evacuate da mezzi militari….

Venerdì 17 gennaio scenderemo in piazza per mostrare la nostra solidarietà a tutte le persone coinvolte negli #incendi, a tutt* gli/le attivist* australian* e per gridare alla classe politica che non c’è più tempo e non possiamo continuare a voltarci dall’altra parte.

Quello che sta succedendo in #Australia non è che l’effetto tangibile di un sistema basato su profitti e consumi illimitati a cui noi vogliamo dire basta!…”

https://www.facebook.com/events/3266030856747077/

ORE 19 – 23.30 Dopolavoro Askatasuna Corso Regina Margherita 47, Torino

GRANDE CINGHIALATA NO TAV”

Mangiamo insieme alla faccia di chi prova a fermarci!

Vi aspettiamo numerosi e generosi.. supportiamo chi lotta per la difesa della propria terra e per un futuro migliore per tutti e tutte ,

Supportiamo chi non si arrende!

No TAV liber@ subito!!

Menù: polenta e cinghiale, formaggio o uovo, Alternativa vegana

A SEGUIRE: MUSICA CON LUCA BORGIA E LUCA CENTANNI

TUTTI i soldi che vengono dati in cassa o al bar , non sono un semplice “biglietto” o una semplice “consumazione”, ma servono a sostenere tutte le attività e le lotte sociali che il Csoa Askatasuna porta avanti da ormai ben più di 20 anni!

https://www.facebook.com/events/2980505571974175/

ORE 21 allo spazio solidale Santa Rita in Via Lanusei 7 Torino

LE STELLE SARANNO IL NOSTRO TESTIMONE. CINQUE ANNI NEL GHETTO DI VARSAVIA (1939 – 44)” di Bernard Goldstein con esecuzione dal vivo di canti di lotta yiddish, con dibattito per sensibilizzare all’azione di fronte ai lager e ai massacri cui ancora oggi, nonostante tutto, assistiamo. PER IL GIORNO DELLA MEMORIA 2020

http://antisionismo.altervista.org/le-stelle-saranno-il-nostro-testimone-cinque-anni-nel-ghetto-di-varsavia/

https://gancio.cisti.org/event/673

ORE 21 Sereno Regis, sala Poli via Garibaldi 13, Torino

L’ASSEDIO DI GAZA E LA GRANDE MARCIA DEL RITORNO: PRATICHE DI RESISTENZA E PROSPETTIVE FUTURE”

INCONTRO CON AHMED ABU ARTEMA (giornalista e attivista) uno dei promotori della Grande Marcia del Ritorno a Gaza, protesta settimanale non-violenta in corso da marzo 2018 nella Striscia di Gaza.

(IDEM AL GIOVEDI’ 16 GENNAIO ORE 17.30 AL CAMPUS EINAUDI)

Ingresso libero

http://serenoregis.org/evento/lassedio-di-gaza-e-la-grande-marcia-del-ritorno-pratiche-di-resistenza-e-prospettive-future-2/

SABATO 18 GENNAIO

ORE 14.30 Via Luigi Einaudi, 154, Rivalta (parcheggio opac mare)

DIAMO UN TAGLIO AL CEMENTO”

CORTEO PER TUTTA LA PISTA CICLO PARCO DEL SANGONE “Roberto Nigra”

ARRIVO IN VIA BELLINI, ANGOLO VIA MELLANO.

Un suolo sano rappresenta il principale deposito di carbonio del pianeta.

Se gestito in maniera sostenibile, esso svolge una funzione essenziale nel processo di mitigazione del cambiamento climatico, poiché è in grado di immagazzinare il carbonio, diminuendo così le emissioni di gas serra nell’atmosfera.

Al contrario, una cattiva gestione del terreno e il ricorso alla cementificazione fanno sì che il carbonio presente nel suolo venga rilasciato nell’atmosfera sotto forma di emissioni di anidride carbonica (CO2), le quali contribuiscono ad aggravare il cambiamento climatico.

Nel corso degli ultimi secoli, la progressiva conversione delle praterie e delle foreste in città ha provocato una diminuzione massiccia su scala mondiale di carbonio presente nel suolo. Tuttavia, rigenerando i terreni degradati e adottando pratiche di conservazione del suolo, esiste la possibilità concreta di diminuire le emissioni di gas serra prodotte dall’uomo, migliorare il sequestro del carbonio e contrastare i cambiamenti Climatici.

Mercoledì 22 il consiglio comunale di Rivalta di Torino per approvare definitivamente la vendita del terreno di proprietà comunale in via Bellini, che permetterà un’ampia operazione edilizia nelle vicinanze della collina morenica….”

Organizzato da Fridays for Future Val Sangone Torino

https://www.facebook.com/events/s/diamo-un-taglio-al-cemento/716732545517771/

ORE 15:30 – 18:30 Via Po angolo Via Rossini, Torino

DALLA FRANCIA SOFFIA IL VENTO
SOLIDARIET
À CON LE LAVORATRICI E I LAVORATORI FRANCESI
“Da quaranta giorni la Francia è scossa da una mobilitazione sindacale di un’ampiezza e di una radicalità quali non si vedevano dal Maggio 1968.

Lo screditato governo Macron, amico dei ricchi e dei grandi proprietari cui ha tagliato le tasse aumentandole ai lavoratori, ha tentato di imporre una controriforma delle pensioni simile a quelle imposte in Italia in questi anni.

La Francia lavoratrice ha risposto con forza e decisione, scioperando, occupando le strade e cancellando ogni ipotesi di “tregua natalizia”.

In Italia analoghi provvedimenti sono passati senza colpo ferire.

Da Dini a Fornero, dal 1995 ad oggi gli interventi sempre più devastanti che hanno ridotto al lumicino la possibilità per lavoratrici e lavoratori italiani di accedere ad una pensione dignitosa ad un’età accettabile, sono passati senza un’ora di sciopero…

Bisogna ribaltare questa situazione. Organizzarci a partire dai nostri bisogni, non solo in solidarietà con i lavoratori e le lavoratrici francesi, ma per i nostri stessi interessi, dobbiamo riprendere la mobilitazione sui temi del salario e delle pensioni.

La ricchezza di questo paese la produciamo noi; è ora di riprendersela!

FACCIAMO COME IN FRANCIA!”

Promosso da Cub Piemonte, Aderiscono Fronte Popolare, NO TAV Torino e Cintura, PCL, PRC, Sinistra Anticapitalista

https://www.facebook.com/events/630384644390990/

ORE 18 presso il presidio NOTAV in Piazza Salotto, Rivoli

REPORT SULLA CARAVANA MEXICANA DELLE MADRES DEI MIGRANTI DESAPARECIDOS del Centro America con FOTO e VIDEO

SEGUIRÀ: CENA PER FINANZIARE LA PROSSIMA CAROVAN che vedrà la partecipazione di madri di desaparecidos di diversi paesi.

per ovvi motivi organizzativi chi vuole partecipare per favore segnali la sua presenza scrivendo a: fornelliinlotta@gmail.com

LUNEDI’ 20 GENNAIO

ORE 17.30 Palazzo Nuovo, entrando a sinistra in fondo, piano sotto le Aule Magne

ASSEMBLEA FRIDAYS FOR FUTURE TORINO

CALENDARIO APPUNTAMENTI: https://teamup.com/ksp433nskvn7oxf19y

ORE 21 presso Csoa Gabrio Via Francesco Millio 42, Torino

MERCATOUR IN/CONTRO: SI FA PRESTO A URLARE NOTAX”

Da giugno a dicembre del 2019 la nostra carovana ha visitato i mercati delle periferie della città.

Mentre politici di professione urlano NoTax, senza raccontare come vengono sperperati i soldi di tutti, Assemblea21 tramite un semplice questionario ha raccolto i problemi nati dai tagli imposti alla spesa pubblica e le frustrazioni che hanno provocato in tutti una crisi senza fine, ma anche le proposte e la voglia di reagire di tante voci della città.

Le problematiche emerse dalle risposte raccolte cambiano certo da quartiere a quartiere, ma alcune invece, come la riduzione dei servizi pubblici, i trasporti di GTT, la pulizia e la manutenzione di strade e aree verdi, per fare alcuni esempi, si ritrovano in ogni contesto della città.

Assemblea21 ha quindi intenzione di organizzare un’assemblea pubblica a metà febbraio prossimo per presentare i risultati del questionario e rilanciare con ulteriori appuntamenti la mobilitazione necessaria per ottenere ascolto e cancellare l’invisibilità in cui sono cadute le periferie torinesi.

La nostra volontà però è di confrontarci in modo continuo con la città e chi la abita: perciò intendiamo realizzare, durante la consueta riunione di Assemblea21 del lunedì, prima dell’assemblea pubblica, un momento di discussione per la sua preparazione…..”

https://www.facebook.com/events/2830641663664722/
https://assemblea21.blogspot.com/2020/01/lunedi-201-mercatour-incontro-si-fa.html

MARTEDI’ 21 GENNAIO

ORE 21 presso SI Cobas in corso Palermo 60, Torino

ASSEMBLEA NOTAV organizzata da NOTAV Torino e Cintura, aperta a tutti, per discutere le prossime iniziative a Torino e in Val Susa

Come sempre l’odg verrà deciso all’inizio della riunione

ORE 21 presso la sede ARCI Biella Vercelli Ivrea Strada della Fornace 8, Biella

LA VALLE NON SI IMPRIGIONA”

Conferenza pubblica con:

Valentina Colletta avvocato di Nicoletta Dosio

Livio Pepino ex magistrato

Ultima di una lunga lista di persone che hanno subito e facilmente subiranno una “giustizia” che assume connotati politici ben precisi è stata la 73enne insegnante Nicoletta Dosio.

Una giustizia che da molti anni si accanisce contro i No Tav. Decine di processi, centinaia di indagati e condannati, anni di galera dati come se non ci fosse un domani, misure di prevenzione, fogli di via, sospensioni della patente per “mancanza dei requisiti morali”.

Azioni messe in campo dalla questura, dalla procura e dal tribunale di Torino.

Dove non è riuscita la politica arriva in soccorso la magistratura colpendo individualmente gli attivisti.

Partendo da questi presupposti è doveroso interrogarsi su quanto in Italia sia possibile manifestare il dissenso, quanto spazio ci sia realmente per l’esercizio di quella parola che sembra perdere sempre più senso e che si chiama: Libertà”.

Organizzato da: Gruppo NoTav Biella, Coordinamento Antifascista Biellese, Rifondazione Comunista, ANPI Valle Elvo e Serra, Laboratorio Sociale-La Città di Sotto, ARCI Biella Vercelli Ivrea, Legambiente Biella, ARCI Solidarietà Thomas Sankara, Partito Marxista-Leninista Italiano

https://www.facebook.com/102713946777421/photos/rpp.102713946777421/976131646102309/?type=3&theater

INIZIATIVE FUTURE IN EVIDENZA

VENERDI’ 24 GENNAIO: “L’ATTUALITA’ DEL MALE. LA LIBIA DEI LAGER E’ VERITA’ PROCESSUALE” a cura di Maurizio Veglio.
PRESENTAZIONE DEL LIBRO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA 2020, con dibattito per sensibilizzare all’azione di fronte ai lager e ai massacri cui ancora oggi, nonostante tutto, assistiamo.

Interverranno gli avvocati Alberto Pasquero (coautore del libro) e Gianluca Vitale
ORE 21 allo spazio solidale Santa Rita in Via Lanusei 7, Torino.

https://www.seb27.it/content/lattualit%C3%A0-del-male
https://gancio.cisti.org/event/673

VENERDI’ 24 GENNAIO A TORINO PRESENTAZIONE DI “ABITARE I MARGINI. QUARTIERI, ABITANTI E LOTTE NELLA TORINO DEGLI ANNI SETTANTA”, che ha ricevuto il PREMIO MARGHERITA D’AMICO alle ore 21 in Via Dora Baltea n° 3, Torino.

Interverranno l’autrice, Giulia Novaro e l’editore, Livio Pepino, che dirige le Edizioni Gruppo Abele.

Oltre alla presentazione del libro, verranno proiettati alcuni video riferiti alle lotte per la casa.

Un po’ di musica, caffè e dolcetti da condividere e parleremo di come e cosa fare per continuare.
https://www.libreriauniversitaria.it/abitare-margini-quartieri-abitanti-lotte/libro/9788865792186

SABATO 25 GENNAIO A TORINO IN PIAZZA CASTELLO PRESIDIO PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE STOP 5G

LOCANDINA: https://oasisana.com/2020/01/03/sabato-25-gennaio-2020-eventi-stop-5g-a-torino-bologna-roma-e-pescara-tutti-in-piazza-in-italia-come-nel-resto-del-mondo/#jp-carousel-7979

VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=1M6R5Y3Lqio

Promossa l’Alleanza Europea Stop 5G, adesso l’Alleanza Italiana Stop 5G ha aderito anche dell’Appello mondiale Stop 5G dalla terra e dallo spazio per celebrare in maniera unitaria la prima giornata mondiale contro il 5G.

Raccolte 172.395 firme da 204 diversi paesi e territori in una petizione planetaria da girare ad ONU e OMS per chiedere di fermare lo tsunami elettromagnetico del 5G, pensato anche col Wi-Fi dallo spazio, adesso si scende in piazza in tutto il mondo, tutti nello stesso giorno”.
https://www.facebook.com/infoCodarem/photos/a.128340421902093/167521177984017/?type=3&theater

 

SABATO 1 e DOMENICA 2 FEBBRAIO A MILANO “IV ASSEMBLEA NAZIONALE BENI COMUNI EMERGENTI E A USO CIVICO”, dalle ore 12 del 1 febbraio alle ore 16:30 del 2 febbraio negli spazi di RiMake e Macao.

A seguire DOMENICA 2 FEBBRAIO A SARONNO SERATA PUBBLICA SU “AREE DISMESSE, CHE FARE?”ore 18  Sala Nera di Casa Morandi, viale Santuario

L’1 e 2 febbraio 2020 terremo la IV Assemblea nazionale dei beni comuni emergenti e a uso civico, nata a partire da un documento (http://www.exasilofilangieri.it/appello-benicomuni/) firmato da diverse realtà di base, associazioni e singoli, che hanno convenuto sulla necessità di rafforzare anche a livello nazionale le lotte sui beni comuni….”

https://www.facebook.com/events/s/iv-assemblea-nazionale-beni-co/870623276707082/

ALTRE INIZIATIVE SU:

https://www.facebook.com/pg/radioblackout105250/events/

http://www.fabionews.info/torinovive.php

EVENTI CSA GABRIO : https://gabrio.noblogs.org/; https://www.facebook.com/pg/csoa.gabrio/events/?ref=page_internal

EVENTI MANITUANA Laboratorio Culturale Autogestito

https://www.facebook.com/ManituanaTorino/

CAVALLERIZZA REALE OCCUPATA: http://cavallerizzareale.wordpress.com/

https://www.facebook.com/pages/Assemblea-Cavallerizza-1445/696775003675449

https://www.facebook.com/Piattaforma-Arte-Spettacolo-Conoscenza-274558966211981/?fref=ts

PER AGGIORNAMENTI E DOCUMENTAZIONE NOTAV: www.notav.info – www.notavtorino.org –http://www.autistici.org/spintadalbass/?cat=2– www.notav.eu – www.notav-valsangone.eu-http://www.presidioeuropa.net/blog/?lan=2 –https://www.notavterzovalico.info/– http://noterzovalico.wordpress.com/– www.ambientevalsusa.it – http://www.tgmaddalena.it/https://www.facebook.com/notavtorino.org/– https://www.facebook.com/controsservatoriovalsusa/

Archivi fotografici Luca Perino: http://lucaxino.altervista.org/

AGGIORNAMENTI IN EVIDENZA:

(VEDI anche su: TG Vallesusahttp://www.tgvallesusa.it/?page_id=135

Facebook Festival Alta Felicità: https://www.facebook.com/festivalaltafelicita/

Attualità, Diario Tav, Libri, Dischi, X Files: www.mavericknews.wordpress.com 

Centro di documentazione Invicta Palestina: https://invictapalestina.wordpress.com/ 

RETE Ambientalista – Movimenti di Lotta per la Salute, l’Ambiente e la Pace

http://rete-ambientalista.blogspot.it)

 

RESISTENZA AGLI ESPROPRI IN CLAREA CONTRO L’ALLARGAMENTO DEL CANTIERE TORINO-LIONE

Stanno arrivando in questi giorni da TELT raccomandate relative agli espropri dei terreni di Chiomonte e Susa acquistati da 1.175  NOTAV nel 2012 per “COMPRA UN POSTO IN PRIMA FILA 4”  (http://www.notav.info/top/compra-un-posto-in-prima-fila-vol-4-ecco-i-moduli-per-aderire/)

CHI RICEVE LA RACCOMANDATA È INVITATO A SEGNALARLO ALL’INDIRIZZO espropri@notavtorino.org

riceverà molto presto indicazioni su come rispondere a TELT

Nel messaggio indicare come Oggetto: Raccomandata TELT
Nel testo del messaggio indicare soltanto:
– data di arrivo della raccomandata
– nome, cognome, comune di residenza
NON LASCIAMOGLIELA PASSARE LISCIA. RESISTERE, RESISTERE E ANCORA RESISTERE, PER POTER ESISTERE.

http://www.notavtorino.org/

MERCOLEDÌ 8 GENNAIO AL PRESIDIO NO TAV DI VENAUS SI È SVOLTO IL 1°INCONTRO SULLE “TESI DI FILOSOFIA DELLA STORIA” di Walter Benjamin del 2° CICLO DI FILOSOFIA RESISTENTE

VIDEOhttps://youtu.be/CQOVU2k5uPw

GIOVEDÌ 9 GENNAIO SI È SVOLTO UN PRESIDIO DELLE “FOMNE” NOTAV DAVANTI ALLA SEDE RAI DI TORINO 

per protestare contro la carcerazione di Nicoletta Dosio

TG R del 09-GEN-2020 ore 1930

https://www.youtube.com/watch?v=WIFy344PmwM

 

QUALCHE FOTOhttps://photos.app.goo.gl/NjjHhNyeigpcXtmt6

 

VENERDÌ 10 GENNAIO I NOTAV GIORGIO ROSSETTO E MATTIA MARZUOLI SONO USCITI DAL CARCERE per decisione de tribunale del riesame, dall’imputazione di essere i registi delle azioni della manifestazione del 27 luglio al cantiere della Torino Lione in Clarea.

10 Genn 20 NOTAV Info:

GIORGIO E MATTIA ESCONO DAL CARCERE! (MA VANNO AI DOMICILIARI)

Il teorema persecutorio imbastito dalla Procura e dalla Questura di Torino nei loro confronti non ha retto alla prova del riesame. Non solo, i giudici hanno ritenuto che non fosse necessaria alcuna misura cautelare meno restrittiva per questo procedimento.

Aspettiamo le motivazioni del riesame, ma presumiamo che questa scelta derivi dal fatto che non hanno riscontrato indizi di colpevolezza sufficienti a giustificarle.

Purtroppo Giorgio e Mattia però torneranno ai domiciliari per un altro procedimento riguardante i fatti del G7 del lavoro di Venaria……

Il 27 luglio, durante il Festival Alta Felicità, il movimento No Tav convoca una grande manifestazione …….

Il movimento aveva annunciato pubblicamente che sarebbe giunto fino in Clarea violando la zona rossa per mostrare ai partecipanti al festival e alla manifestazione la devastazione provocata dalla grande opera inutile.

I No Tav hanno collettivamente mantenuto la promessa attraversando la zona rossa e abbattendo il cancello montato dalla polizia sul sentiero che impediva l’accesso alla Val Clarea.

Poco prima delle ferie di natale 16 attivisti No Tav vengono fermati, le loro case vengono perquisite e gli vengono affibbiate diverse misure cautelari (per lo più divieti di dimora dai comuni della valle e obblighi di firma).

Giorgio e Mattia invece vengono trasferiti in carcere con l’accusa di essere i registi delle azioni della giornata….”

https://www.notav.info/post/giorgio-e-mattia-escono-dal-carcere-ma-vanno-ai-domiciliari/

VENERDÌ 10 GENNAIO ALL’ARCI BELLEZZA DI MILANO SI È SVOLTO L’INCONTRO

NON SI PUÒ CHIUDERE UNA MONTAGNA IN UNA CELLA ”

11 genn 20 FQ:

NICOLETTA DOSIO, IL MARITO DELL’ATTIVISTA NO TAV FINITA IN CARCERE: “NON VUOLE LA GRAZIA MA AMNISTIA PER REATI LEGATI A LOTTE SOCIALI”

di Simone Bauducco

“… Silvano Giai, il marito della storica attivista No Tav in carcere dal 30 dicembre, insieme all’avvocato e copresidente di Legal Team Italia, Gianluca Vitale, è tornato a parlare della scelta della propria moglie.

Dosio ha voluto dimostrare con il suo corpo dietro le sbarre l’assurdità di questo modello repressivo che non riguarda solamente lei, ma tutti”.

Un gesto che secondo Vittorio Agnoletto (Costituzione Beni Comuni) si inserisce “in una grande tradizione di personaggi storici della società civile che in nome di un’idea hanno messo a disposizione il proprio corpo e la propria esistenza”.

VIDEO : https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/11/nicoletta-dosio-il-marito-dellattivista-no-tav-finita-in-carcere-non-vuole-la-grazia-ma-amnistia-per-reati-legati-a-lotte-sociali/5664110/?fbclid=IwAR31lrF2p7ipxqw7SwxHCyp6pMiROZ_QtKKVKCn36VI6MOM38QcTIUgjYSE

LA DISOBBEDIENZA INTEGRALE DI NICOLETTA DOSIO

Intervista all’attivista e memoria storica del movimento No TAV.

di Fabio Balocco –

Nicoletta Dosio. Nata a? Il?

Sono nata a Rivoli nel 1946, mi sono laureata in lettere antiche e cominciai ad insegnare quando ancora andavo all’università perché allora avevano bisogno di insegnanti. Ho insegnato latino e greco al liceo classico di Susa e poi italiano e latino a quello scientifico di Bussoleno, dove vivo dal 1978. Dal 2006 sono in pensione.

Il liceo scientifico di Bussoleno, in parte una tua creatura.

Il liceo siamo riusciti ad ottenerlo quando ero assessore qui a Bussoleno: c’era una forte volontà anche da parte di un nutrito numero di genitori e ci riuscimmo.

Quella fu anche la mia unica esperienza di politica attiva; me ne andai dopo nove mesi perché l’amministrazione aveva messo in bilancio la realizzazione della pista delle Cote, una strada che doveva risalire l’Orrido di Foresto, contro cui mi ero battuta. Nell’Orrido allora volevano pure realizzare una centralina idroelettrica. ….

Come vivi questo momento?

Lo vivo bene, ritengo che sia utile al movimento. Utile per contestare la repressione che continua ad esserci in valle. Le misure preventive, i fogli di via, il ritiro della patente a persone che dell’auto hanno bisogno per il lavoro. Loro non hanno nessun progetto davvero esecutivo, vogliono continuare a consumare i soldi pubblici. Io sono convinta che il loro sogno è portare avanti i lavori all’infinito

Ma non saresti più utile fuori che dentro la galera?

A volte serve una disobbedienza integrale e poi è anche una questione di dignità: se io ritengo che quello che ho fatto sia giusto io non mi adeguo a chiedere a loro la clemenza.

E poi i domiciliari è fare il carceriere di se stesso, è adeguarsi al potere. Io mi sento più libera dentro il carcere che non a stare qui fuori ed adeguarmi alle loro misure.

Come diceva sempre Benjamin: “essere felici significa svegliarsi al mattino e potersi guardare allo specchio senza provare orrore”.

Senza contare che in carcere ci sono gli ultimi, andrò a conoscere questa realtà”.

https://www.lintellettualedissidente.it/controcultura/italia/la-disobbedienza-integrale-di-nicoletta-dosio/ 

SABATO 11 GENNAIO MANIFESTAZIONE A TORINO IN SOLIDARIETÀ CON NICOLETTA E CON TUTTI I MILITANTI NO TAV vittime della repressione

Il Procuratore Capo Saluzzo, fa chiudere il Palazzo di giustizia, per motivi di sicurezza (Anche se il corteo parte da piazza Statuto !?)

TG R del 11-GEN-2020 ore 14:00

https://www.youtube.com/watch?v=ViM_Uzc-Cc0

TG R del 11-GEN-2020 ore 19:30

https://www.youtube.com/watch?v=tZLzPU4iL5Y

FOTO DELLA MANIFESTAZIONE di Luca Perino :

https://photos.app.goo.gl/WzkEv9ddDj4Q7YnU7

PRIMA PARTE FOTO di Diego Fulcheri: https://photos.app.goo.gl/1gPBUCzvmnzwwTkR8

SECONDA PARTE FOTO di Diego Fulcheri: https://photos.app.goo.gl/CLd92CPYsFtiZ4t7A

VIDEO La Presse :

TORINO, NO TAV IN MARCIA PER NICOLETTA DOSIO: “VOGLIAMO UN’AMNISTIA PER I REATI SOCIALI”

Migliaia di persone in corteo in segno di solidarietà verso la 73enne “pasionaria” arrestata lo scorso 30 dicembre

di Stefano Bertolino

https://www.lapresse.it/cronaca/torino_no_tav_in_marcia_per_nicoletta_dosio_vogliamo_un_amnistia_per_i_reati_sociali_-2235061/video/2020-01-11/?fbclid=IwAR1SpwmCVXDiBB82jSi6VaOcbxSv8dOJVdyDeAHIh6b3VLDQQTMI_O4OdoE

VIDEO Stampa :

MANIFESTAZIONE NO TAV A TORINO: ECCO IL VIDEO CHE RACCONTA LA GIORNATA

di Daniele Solavaggione

https://video.lastampa.it/torino/manifestazione-no-tav-a-torino-ecco-il-video-che-racconta-la-giornata/108433/108442?

VIDEO FQ: “NICOLETTA DOSIO, AL CORTEO LA LETTERA DELLA NO TAV IN CARCERE: “IN CELLA TOCCO CON MANO L’INGIUSTIZIA. LA MIA GIUSTA PROTESTA È DIVENTATA REATO”

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/11/nicoletta-dosio-al-corteo-la-lettera-della-no-tav-in-carcere-in-cella-tocco-con-mano-lingiustizia-la-mia-giusta-protesta-e-diventata-reato/5665001/

VIDEO Repubblica:

TORINO, CORTEO DEI NO TAV PER NICOLETTA DOSIO: 2000 PERSONE SFILANO IN CENTRO

https://video.repubblica.it/edizione/torino/torino-corteo-dei-no-tav-per-nicoletta-dosio-3000-persone-sfilano-in-centro/351800/352376

13 gennaio 2020 LAZIONEWS (da min 5:20 a 12:33):

MANIFESTAZIONE NOTAV 11 GENNAIO:

INTERVISTE A LELE RIZZO E TOMMASO CERNO

https://youtu.be/7LsbZwcK_Go

11 Genn 20 NOTAV Info:

LA MANIFESTAZIONE DELL’ORGOGLIO NOTAV, PER NICOLETTA, PER TUTTI E TUTTE

Si è conclusa da poco la manifestazione per Nicoletta e tutti e tutte i notav dopo una bellissima giornata di lotta e orgoglio.

Orgoglio è il termine giusto da utilizzare per descrivere la manifestazione di oggi, come quello di Nicoletta, che ha deciso di andare fino in fondo alla nostra battaglia, e come quello di tutti e tutte noi che oggi abbiamo sfilato nel centro di Torino.

Orgogliosi di essere notav, di stare dalla parte giusta, di essere partigiani e partigiane in un mondo troppo abituato a non schierarsi e a fare finta di niente.

Tanti giovani, tanti nuovi bambini nei passeggini, i sindaci, le fomne notav e tanti altri hanno arricchito il corteo di determinazione e speranza.

La presenza di Nicoletta era ovunque, dai cartelli e agli striscioni, e sopratutto nella manifestazione per la libertà che ha portato oggi più di 15000 persone a sfilare nelle vie di un centro cittadino riscaldato anche dal sole.

Abbiamo letto la lettera di Nicoletta e quella di Luca, insieme ai tanti interventi che hanno caratterizzato la giornata, contro il Tav e contro la repressione che ci vorrebbe spaventare tutti, facendoci stare a casa…..”

https://www.notav.info/post/la-manifestazione-dellorgoglio-notav-per-nicoletta-per-tutti-e-tutte/?fbclid=IwAR3ROXM1JRQVJ7Q0q0CS8PVqmJ2QdlH-5rzD81VyEP4Vwa_0rtJr_498QGE#.XhoDLo2sq0A.facebook

MESSAGGIO DI LUCA ABBÀ PER LA MANIFESTAZIONE

Un saluto a voi, partecipanti a questa importante giornata per la storia del movimento NO TAV.

Un caloroso abbraccio a Nicoletta che con la sua scelta ha ben dimostrato la tenacia e la coerenza che stanno alla base della nostra ormai trentennale lotta.

Abbiamo già vissuto, negli anni, diverse fasi difficili, entusiasmanti e anche drammatiche. Ora, il tentativo di depotenziare l’opposizione a questo infame progetto si sta sviluppando con forme di carcerazione e misure repressive sempre più vessatorie e restrittive.

Occorre come non mai serrare i ranghi e inventarsi nuove forme di lotta e partecipazione.

La fantasia e l’originalità ha spesso caratterizzato il nostro agire così come abbiamo dimostrato che la disobbedienza alle imposizioni ingiuste è una virtù da coltivare.

Noi detenuti NO TAV, non faremo mancare il nostro contributo e crediamo che la nostra condizione possa essere da stimolo per tutti e tutte a rinnovare l’impegno a immaginare e praticare, da subito, il mondo diverso, libero e giusto che sappiamo possibile…..

Coraggio, forza e gioia sono gli strumenti indispensabili per il cammino che ci attende; con un po’ di bravura… e di fortuna potremo prenderci grosse soddisfazioni.

Luca Abbà, semilibero di essere NO TAV 11 gennaio 2020”

https://www.notav.info/post/messaggio-luca-abba-per-la-manifestazione/

NICOLETTA CI SCRIVE DAL CARCERE PER LA MANIFESTAZIONE

Care Compagne e Compagni,

le vostre voci che in questi giorni sono giunte fino a me, portate dall’allegro scoppiettio dei fuochi d’artificio, e che entrano ogni giorno nella mia cella con lettere e telegrammi, sono il segno che il Movimento NoTav non lascia solo nessuno, che il “si parte e si torna insieme” non è soltanto un efficace slogan, ma un grido reale di lotta generosa e fraterna…

Le nostre imputazioni sono i nostri meriti: per questo ho deciso di non piegarmi al tribunale che mi condanna, di non chiedere sconti di sorta.

La mia carcerazione non è che l’atto finale, sancito dai tre livelli di giudizio che hanno derubricato a reato una giusta e doverosa protesta sociale, decretando anni di carcere non solo a me, ma a ragazze e ragazzi, i migliori dei nostri giovani.

Ora, chiusa in questa cella, tocco con mano l’ingiustizia e l’inutilità del carcere, la cui unica vera funzione è quella del controllo sociale, sugli ultimi, su chi non ha voce.

Non può venire riscatto dalla vendetta, dalla “pena” che proprio in quanto tale, non ha alcuna funzione educativa.

Qui tutto è pena, deprivazione di diritti, irrazionalità, tanto più sviante, quanto più subdola: un mondo al contrario in cui si vaga nel vuoto.

Il popolo incarcerato sogna l’amnistia: ne discutono continuamente, chiedono notizie, parlano del bisogno di casa, di lavoro, indispensabile comprovante della libertà…

La salvezza sta nel conflitto comune di noi oppressi contro l’oppressore di sempre.

Con amore, Nicoletta”

https://www.notav.info/post/nicoletta-ci-scrive-dal-carcere-per-la-manifestazione/

13 Genn 20:

I SINDACI E LE SINDACHE DELLA VALLE PER NICOLETTA

Come cittadini che hanno il ruolo di amministratori abbiamo partecipato alla manifestazione dell’11 gennaio a Torino per esprimere solidarietà a Nicoletta e per continuare a porre all’attenzione collettiva i temi a cui ha dedicato la sua vita.

Nicoletta Dosio, una donna di 73 anni, insegnante di greco e latino, che ha sostenuto i valori della Resistenza, lo spirito democratico, la libertà di espressione, il diritto al lavoro, la difesa dell’ambiente, la lotta contro il TAV, ora con la sua condotta rompe il silenzio sull’applicazione di pene più severe contro il dissenso sociale rispetto a quelle applicate ad altri settori.

Non solo intendiamo ribadire la contrarietà a questa grande opera inutile, ma vogliamo esprimere preoccupazione per le pene gravose contro i cittadini che hanno il coraggio di dissentire dalle decisioni prese dall’alto e fatte ricadere sulle popolazioni senza condivisione.

Vogliamo essere vicini a Nicoletta per la coerenza, la determinazione e la dignità con cui ha portato avanti ideali di civiltà, di accoglienza e di integrazione e perché la sua vita è stata sempre improntata all’impegno culturale, sociale e politico a beneficio di tutta la comunità.

Grazie Nicoletta

Sottoscritto dai sindaci dei Comuni di: Almese, Avigliana, Bruzolo, Caprie, San Didero, Vaie, Chiusa di San Michele, Venaus, San Giorio, Bussoleno, Villar Focchiardo, Mompantero, Mattie, Sant’Ambrogio

https://www.notav.info/post/i-sindaci-e-le-sindache-della-valle-per-nicoletta/

UN CROWDFUNDING PER SALVARE LA LIBRERIA COMUNARDI

https://www.gofundme.com/savecomunardi

1 genn 20 FQ:

TORINO, LIBRERIA STORICA SFRATTATA DOPO 43 ANNI PER UN SUPERMARKET: LANCIA PETIZIONE E RACCOGLIE 700 DONAZIONI. “Il paradosso? Non siamo in crisi”

Torino, libreria storica sfrattata dopo 43 anni per un supermarket: lancia petizione e raccoglie 700 donazioni. “Il paradosso? Non siamo in crisi”

di Simone Bauducco

VIDEO: https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/01/01/torino-libreria-storica-sfrattata-dopo-43-anni-per-un-supermarket-lancia-petizione-e-raccoglie-700-donazioni-il-paradosso-non-siamo-in-crisi/5645564/

 



RASSEGNA STAMPA

I documenti suggeriti
da Doriella e Renato

AA.VV.

Ecco, in chiusura, la rassegna stampa selezionata da Doriella e Renato per il periodo dal 9 al 15 gennaio 2020 (con la pubblicazione di petizioni nazionali e internazionali), scaricabile in formato pdf da questo link:
9-15GEN2020_ALTRI_SERVIZI_TV_QUOTIDIANI_E_APPELLI
(il pdf apre in nuova scheda)

Appuntamento a giovedì 23 gennaio 2020!

 

 


Immagine di testa: Decolonizzazione della rete. Foto di © Tomas Castelazo - www.tomascastelazo.com / Wikimedia Commons / CC BY-SA 4.0 (Titolo originale: Construction workers in Mexico)