robe cinesi per il solo pubblico adulto

“Focolai virali globali come il coronavirus, una volta rari, diventeranno più comuni.”

 

Temi:

ORIGINI, PAZIENTE ZERO

EVOLUZIONE E VARIAZIONE DEL VIRUS, RICERCA

IL FUTURO

CONSIDERAZIONI POLITICHE

 

Dove siamo ora nel rintracciare il paziente zero e le vere origini del virus?

Questi risultati fermeranno il gioco della colpa che è attualmente in corso?

 

Dr. PETER DASZAK, presidente di EcoHealth Alliance

Tracciando le origini del virus, dopo aver esaminato 160 genomi da pazienti di tutto il mondo, i ricercatori di Cambridge hanno scoperto che il virus è ora mutato in 3 diversi ceppi: Wuhan (che è mutato da una precedente versione), la varietà europea e quella statunitense. Rapporto importante perché mostra come i virus si sono spostati in tutto il mondo, ma non dice se uno di questi ceppi sia meno virulento o meno pericoloso. Il virus diventerà più mite e meno pericoloso? Non è ancora successo.

Teorie cospirazioniste. Diverse teorie sull’origine. Il virus è stato bioingegnerizzato in un laboratorio da qualche parte nel mondo?

Sarebbe totalmente inutile, una cosa ridicola da fare. Le teorie della cospirazione si verificano con ogni nuova malattia. Abbiamo lavorato a lungo su questi virus con scienziati in Cina. I pipistrelli e la fauna selvatica trasportano questi virus e quando entriamo in contatto con loro, entrano nella nostra comunità e ci colpiscono. È vero che le persone lavorano in laboratori con agenti patogeni estremamente pericolosi,  ma gli esperimenti e le manipolazioni  dei virus nei laboratori sono altamente sicuri, la probabilità che i virus fuggano è molto ridotta per i virus che conosciamo. Ogni evidenza mostra che il virus è partito dalla fauna selvatica.

Da pipistrello a uomo? Come? Attraverso un animale intermedio?

venuto dalla natura selvatica ed è penetrato nelle nostre popolazioni

I cacciatori del virus mettono i pipistrelli nel mirino: lì hanno trovato i virus capaci di penetrare direttamente nelle cellule umane OPPURE attraverso un animale. La trasmissione è avvenuta da pipistrelli ad animali di fattoria o mercati di fauna selvatica viva, che hanno amplificato il virus. È molto chiaro che questo virus è venuto dalla natura selvatica ed è penetrato nelle nostre popolazioni.

Chi è il paziente zero? Quando possiamo essere sicuri di trovare il paziente zero, il caso indice?

I nuovi virus creano difficoltà perché all’inizio sembrano altre malattie, già conosciute, nascoste nella popolazione, difficili da tracciare sino al contatto iniziale tra uomo e fauna selvatica. A volte l’origine è introvabile. Ci sono voluti molti anni per collegare la SARS ai pipistrelli.

Evoluzione e variazione del virus: la gente tende a credere che bisogna sempre incolpare qualcuno per qualcosa, come tirar fuori un virus dalla natura.

non presta attenzione a confini, lingua, religione, etnia

Il virus non presta attenzione a confini, lingua, religione, etnia. Le malattie emergono in ogni paese: mucca pazza nel Regno Unito, batteri resistenti agli antibiotici negli Stati Uniti.

viaggia sui percorsi che noi creiamo

I virus viaggiano attraverso i percorsi che creiamo per loro, dalla selva alle persone, poi alle persone in tutto il mondo attraverso il trasporto aereo.

Alcuni fattori aumentano il rischio dei virus, aumentano la loro capacità di fare danno. Dobbiamo esaminare il comportamento globale e cercare di ridurre il rischio. I virus emergono attraverso le cose che facciamo ogni giorno e sarà molto difficile fermarli completamente.

Lezioni per eventi futuri. Perché questo virus non si è potuto contenere, mentre nel passato con SARS e MERS si è potuto?

Il mondo ha visto come è migliorata l’assistenza sanitaria in Cina, i CDC (centri antiepidemici) provinciali in Cina hanno funzionato molto bene negli ultimi 20 anni. Siamo riusciti a contenere SARS e MERS, ma COVID è diverso, si diffonde silenziosamente, nonostante tutti gli sforzi il virus è riuscito a infiltrarsi. Una volta che un virus entra nella nostra rete aera globale, si diffonde e arriva in tutti i paesi.

Quanto è grave questo virus? Saremo ancora più sfortunati con la prossima infezione?

Abbiamo bisogno di un progetto globale puntato sui virus

È solo questione di tempo prima di essere infettati dal prossimo virus. È importante non solo imparare a trattare una malattia quando emerge, ma in primo luogo bisogna trovare il virus e identificarlo per poterlo fermare. Abbiamo bisogno di un progetto globale puntato sui virus e determinare chi è a rischio e come ridurre il rischio.

Dovremmo ridurre il contatto tra uomo e natura o istituire un solido sistema di allarme precoce?

Entrambi. Dobbiamo essere preparati, dobbiamo prevenire, ma dobbiamo anche prepararci in caso di emergenza di un altro virus; abbiamo bisogno di un sistema di controllo in funzione con sistemi di test, vaccini non solo contro malattie precedenti ma anche potenziali future (tutti i virus SARS). Dobbiamo prendere sul serio le pandemie. Ce ne saranno altre che emergeranno da qualche parte sul pianeta.

 

Dr.ssa MEGAN RANNEY, medico di emergenza, Brown University

Ci sono tre ceppi del virus. Cosa risulta dalla comparazione tra il suo comportamento in nord America, in Asia e in Europa? Quali evoluzioni e variazioni nel virus?

Difficile confrontare per via delle diversità etniche, di salute, sociali e per le pratiche ospedaliere. Il virus presenta scarsa mutazione benché si ottengano risposte diagnostiche e terapeutiche diverse. Per il momento non c’è ancora un trattamento efficace, siamo ancora agli inizi, ma l’assenza di grande mutazione è molto promettente perché suggerisce 1) che potremmo essere in grado di mantenere l’immunità e 2) un trattamento efficace probabilmente funzionerà per molti pazienti.

Ricerca e dibattito in corso: quali sono i protocolli terapeutici praticati negli ospedali americani?

I protocolli ospedalieri per l’emergenza e il trattamento intensivo sono simili negli Stati Uniti come in Cina e in Italia, la precocità di intubazione e ventilazione sono evitate. Si provano idroclorochina, infusioni di plasma da convalescenti e trattamenti antivirali come remdesivir. Si sperimenta.

Come viene trasmesso il virus Covid-19?

il virus è più trasmissibile di quanto pensassimo

C’è molto dibattito su come viene trasmesso il virus; il virus è più trasmissibile di quanto pensassimo.

Non abbiamo ancora test diffusi nel mondo: è impossibile sapere quale percentuale è infetta e asintomatica rispetto a quelli che sono infetti e veramente malati. Se un ampio segmento della popolazione risulta positivo ma è asintomatico, significa che il virus viaggia facilmente, che una più elevata percentuale di popolazione è immune.

C’è anche un dibattito su come si diffonde. Goccioline o aerosol, quali tipi di precauzioni? Come proteggere il grande pubblico e gli operatori sanitari?

Quanto tempo il virus vive sulle superfici di stanze d’ospedale, negozi di alimentari, posta,..?

Quanti altri dati sono necessari?

È questione di tempo. La scienza fa ipotesi per dimostrarle o smentirle. Sono necessari molti studi per creare dati. Ci sono ancora molte domande senza risposta, ma c’è un’enorme quantità di dati raccolti in 4 mesi. La buona scienza richiede denaro. Avere prove contrastanti è normale.

Nuove scoperte su questo virus; da quanto tempo è negli Stati Uniti?

Il CDC americano suggerisce che il virus in California è lì da molto prima di quanto credessimo inizialmente, probabilmente dal dicembre 2019. Molti nella sanità pubblica e nella medicina d’emergenza credono che il virus sia stato in circolazione negli Stati Uniti più a lungo di quanto si sospetti: 1) Non sono stati condotti test. Si è solo guardato ai viaggiatori da Wuhan e non a chi arrivava da altre aree; 2) Abbiamo avuto una stagione di influenza particolarmente pesante. Magari qualche paziente era malato di COVID 19; magari ci vorrà un po’ per investigare.

Il primo caso di infezione di comunità negli Stati Uniti è stato rilevato per caso, grazie a uno studio in corso condotto nello stato di Washington sui virus respiratori; un ricercatore ha deciso di testare per conto suo un campione della comunità per il Covid-19.

Il paziente originale sarà mai trovato in America?

la vera domanda è: Cosa faremo in futuro?

È troppo difficile trovare la verità; le origini di malattie come l’HIV e l’Ebola sono avvolte nel mistero. Ma la vera domanda è “Cosa faremo in futuro?” Quali lezioni prendiamo dalla nostra attuale risposta? Che cosa ha avuto successo e dove abbiamo commesso errori? Come possiamo prepararci meglio per quei futuri virus e pandemie che sono destinati a colpirci? Dobbiamo concentrarci in avanti, non all’indietro.

 

Dr. GLENN GAULTON, professore di patologia e medicina di laboratorio, Università della Pennsylvania, Perelman School of Medicine

Origini del virus, ricerca e dibattito in corso

Alla NYU gli scienziati hanno scoperto che i casi hanno avuto origine in Europa a febbraio; attraverso un’analisi genetica, si è trovato un legame con il secondo gruppo Clade B di Wuhan.

Tensioni tra Cina e Stati Uniti: la tesa discussione politica tra Stati Uniti e Cina ha deformato la percezione della minaccia del virus.

L’ansia dovrebbe essere focalizzata a comprendere le pratiche, le abitudini, i vettori di infezione in luoghi determinati dell’Asia, anziché su individui, popolazioni o razze.

Evoluzione e variazione del virus. Quanto è veloce l’evoluzione del virus? La rapidità mette in pericolo lo sviluppo del vaccino?

Questo virus non è altamente mutabile, a differenza dell’HIV o dell’influenza. C’è variazione, ma non sembra influenzare la patogenicità o i mezzi di diffusione.

La domanda da porre è se il virus è saltato nell’uomo da un animale che lo ospitava, oppure se è arrivato all’uomo come un virus relativamente infettivo, ma non patogeno, oppure se sorge da virus patogeni.

concentrarci sulla diffusione del virus tra le specie e limitarla

Dovremmo concentrarci invece sulla diffusione del virus tra le specie e limitarla. Anche se la patogenicità è importante, dovremmo controllare e supervisionare gli animali nei mercati del cibo e rafforzare la sicurezza alimentare.

 

 

Sempre il 16 aprile 2020, China Global Tv Network ha pubblicato questo dialogo dal titolo "Tracciare le origini di Covid-19". Parola agli scienziati: qui di seguito si trova un condensato in italiano.