IO RESTO CASA? no, vado in Europa

Gli USA rifiutano il principio di precauzione
cui gli Europei sono - erano? - affezionati

Manlio Dinucci, sul Manifesto del 3 marzo e successivamente con maggiori dettagli su Byoblu, ha fatto conoscere all’Italia un segreto di Pulcinella, che i grandi media continuano però a tacere alla popolazione (v. aggiornamenti sotto).

Stanno arrivando 20.000 soldati con armi pesanti dagli US all’EU. Una grande manovra ai confini orientali e nordici, ovviamente. La manovra coincide con l’epidemia Covid-19 non solo nei tempi, ma nel tema: è infatti dedicata alla libertà di movimento delle truppe sul territorio europeo.

Che c’entra l’Italia è presto detto: militari US di stanza in Veneto e Toscana andranno ad unirsi alle truppe provenienti dall’America e faranno esercizi bellici in Europa, poi torneranno alle basi in Italia. Mentre noi stiamo chiusi a domicilio, in nome di quel “principio di precauzione” che gli US rifiutano per gli alimentari glifosati, figurarsi per carri armati, elicotteri e soldati.

Aggiornamento 14 marzo 2020: l’operazione è ridimensionata ma non annullata (Manlio Dinucci su PandoraTV)

Aggiornamento 18 marzo 2020: arrivano, nell’Europa paralizzata dal Covid, i bombardieri nucleari furtivi US, ognuno capace di trasportare carichi di potenza distruttiva 1200*Hiroshima, destinati a restare anche dopo la manovra. Ma i media tranquillizzano, e Repubblica si distingue per zelo. (Manlio Dinucci dal canale youtube di Pandoratv)

Manlio Dinucci è stato direttore esecutivo per l’Italia della International Physicians for the Prevention of Nuclear War, che vinse nel 1985 il premio Nobel per la pace.

 

Ultimo aggiornamento: 18 marzo 2020

 

 

11 marzo 2020