Riflessione, discussione, di eccezione

Lo stato di eccezione oggi chiamato Covid-19,
interpretato dalla tv globale cinese e in una nota di Raúl Zibechi.
Due contenuti per riflettere, e per discutere lo shock
nella cui ondata galleggia il mondo intero.

Sabato bisesto, giorno sesto prima delle calende di marzo. China Global Television Network pubblica un documentario di 50 minuti su Wuhan e la vita in quella città. Avant’ieri, Raúl Zibechi aveva posto in circolazione un testo che suona contraddittorio e complementare rispetto a questo film. Entrambi i contenuti sono lontani da quanto il mainstream oggi propone in Europa e in America.

Non aggiungiamo nulla per ora: ti invitiamo a visionare il doc cinese, a leggere Zibechi, a dibatterne nella tua interiore agorà e poi a sostenere i tuoi argomenti universalmente (in potenza!) per mezzo dei Suggerimenti qui sotto – che attiveremo da martedì 3 marzo per incoraggiare una vera riflessione preliminare.

Contestualmente, ti preghiamo di registrarti come lettore di Trancemedia.eu – non costa nulla e siamo rispettosi della riservatezza, noi!

Guarda l’EPICENTRO (50 min),
leggi (12 min) IL VIRUS E LA MILITARIZZAZIONE DELLE CRISI,
poi ne parliamo!

Il film “Epicentro – 24 ore a Wuhan” di CGTN è disponibile in francese (sopra) e in inglese (a lato); si apre in nuova scheda dal canale CGTN su youtube. China Global Television Network è una divisione della tv pubblica della Repubblica Popolare Cinese.

 

L’articolo “Il virus e la militarizzazione delle crisi” di Raúl Zibechi, tradotto da Marco Calabria per comune-info.net, si apre in nuova scheda dal sito comune-info.net, che lo ha pubblicato il 27 febbraio 2020. Comune-info.net dice di sé: “Comune abita lo spazio web e ama stare in mezzo alle persone (comuni), a quelle che resistono nella vita di ogni giorno e si ostinano a ribellarsi facendo. Adesso e ovunque si trovino”.

Raúl Zibechi, 1952, è uno scrittore uruguaiano. Come giornalista e ricercatore militante, collabora alle attività di formazione e divulgazione con i movimenti urbani argentini, i contadini paraguaiani, le comunità indigene boliviane, peruviane, mapuche e colombiane. Il suo lavoro teorico è inteso a comprendere e difendere i processi organizzativi di questi movimenti.

 

 

Aggiornamento 2 marzo – proponiamo due nuovi contenuti dai giornali cinesi online oggi:

I due contenuti, in lingua inglese, si aprono in nuova scheda direttamente dai siti che li hanno editati; il visionamento del video di Jessica Liu richiede di attivare flash con clic e “consento” – noi lo abbiamo fatto senza avere problemi.

 

Gli interventi dei Lettori si postano da Suggerimenti qui sotto, dopo essersi registrati su Trancemedia.eu

(Il nostro impegno di riservatezza)
(Il nostro modulo di registrazione email+pseudonimo)

Ricordiamo che i Suggerimenti potranno essere postati qui sotto a partire da martedì 3 marzo 2020. 

 

29 febbraio 2020